OKLAHOMA

Italia - italiano - Ministero della Salute

Principio attivo:
PENDIMETALIN; IMAZAMOX;
Commercializzato da:
BASF ITALIA S.P.A.
INN (Nome Internazionale):
PENDIMETHALIN; IMAZAMOX;
Dosaggio:
23.5 g; 1.6 g I valori indicati sono per 100 g di prodotto.
Forma farmaceutica:
CONCENTRATO EMULSIONABILE
Area terapeutica:
DISERBANTE
Stato dell'autorizzazione:
Autorizzato
Numero dell'autorizzazione:
011299
Data dell'autorizzazione:
2002-04-24

OKLAHOMA

ERBICIDA DI PRE-EMERGENZA PER FAVA E FAVINO.

CONCENTRATO EMULSIONABILE

OKLAHOMA

®

COMPOSIZIONE:

100 grammi di prodotto contengono:

IMAZAMOX,

puro

g 1,6 (16,7 g/l)

PENDIMETALIN, puro

g 23,5 (250 g/l)

Coformulanti q. b. a

g 100

INDICAZIONI DI PERICOLO

Può

provocare

reazione

allergica

della

pelle.

Molto

tossico

organismi acquatici. Molto tossico per gli

organismi acquatici con effetti di lunga

durata.

Per evitare rischi per la salute umana

e per l'ambiente, seguire le istruzioni

per l'uso.

CONSIGLI DI PRUDENZA

Indossare

guanti

protezione.

respirare

nebbie.

indumenti

lavoro contaminati non devono essere portati fuori dal luogo di

lavoro.

CASO

CONTATTO

PELLE:

lavare

abbondantemente con acqua e sapone. In caso di irritazione o

eruzione della pelle, consultare un medico. Lavare gli indumenti

contaminati

prima

indossarli

nuovamente.

Raccogliere

materiale fuoriuscito. Smaltire il prodotto/recipiente in punti di

raccolta per rifiuti pericolosi o speciali.

BASF Italia S.p.A. - Via Marconato 8

20811 Cesano Maderno (MB) - Tel. 0362/512.1

Officine di produzione:

BASF AGRI-Production S.A.S, 59820 Gravelines, Francia

TORRE Srl - 53028 Torrenieri –- Siena (SI)

DIACHEM S.p.A. – U.P. SIFA – 24043 Caravaggio (BG)

PRODOTTO FITOSANITARIO

Registrazione del Ministero della Salute n. 11299 del 24.04.2002

Contenuto netto: 1 – 5 litri

Partita n.

Marchio registrato

PRESCRIZIONI

SUPPLEMENTARI:

proteggere

acque

sotterranee non applicare sul suolo con tessitura sabbiosa. Per

proteggere

organismi

acquatici

rispettare

fascia

trattata di 15 metri da corpi idrici superficiali. Non contaminare

l'acqua con il prodotto o il suo contenitore. [Non pulire il materiale

d'applicazione in prossimità delle acque di superficie. Evitare la

contaminazione attraverso i sistemi di scolo delle acque dalle

aziende agricole e dalle strade].

INFORMAZIONI PER IL MEDICO

Trattasi di associazione delle sostanze attive Imazamox puro

1,6%

Pendimetalin

puro

23,5%,

quali

separatamente

provocano

seguenti

sintomi

intossicazione:

Imazamox:

sostanza classificata non pericolosa; - Pendimetalin: nell’animale

esperimento

osservano

depressione

SNC,

dispnea,

diuresi, convulsioni. Terapia sintomatica.

Consultare un Centro Antiveleni.

Avvertenza: in caso di miscela con altri formulati deve essere

rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere

osservate

norme

precauzionali prescritte per i prodotti più

tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione informare il

medico della miscelazione compiuta.

CARATTERISTICHE TECNICHE

OKLAHOMA

penetra

velocemente

nelle

malerbe

sensibili

assorbimento sia fogliare sia radicale. E’ quindi traslocato verso i

punti d’accrescimento (meristemi) dei germogli

e delle radici,

dove causa il rapido arresto della crescita delle malerbe, il loro

progressivo ingiallimento ed infine la loro morte, che in genere

sopraggiunge circa 10 giorni dopo l’applicazione.

SPETTRO D’AZIONE

Le malerbe sensibili sono: Amaranthus sp. (amaranto), Ammi

majus

(visnaga

maggiore),

Atriplex

patula

(atriplice),

Capsella

bursa-pastoris

(borsapastore

comune),

Chenopodium

spp.,

(farinello),

Datura

stramonium

(stramonio

comune),

Daucus

carota (carota selvatica), Papaver rhoaes (papavero), Polygonum

spp (poligoni), Raphanus spp (ravanelli), Sinapis spp. (senape),

Stachys annua (stregona annuale), Stellaria media (centocchio

comune), Veronica spp. (veronica) e Xanthium spp (nappole);

Le malerbe mediamente sensibili sono: Alopecurus myosuroides

(coda di volpe), Avena spp. (avena), Digitaria spp. (sanguinella),

Echinocloa crus-galli (giavone) (non oltre le 3 foglie), Fumaria

officinalis (fumaria comune), Galium spp. (attaccaveste), Lamium

spp. (falsa ortica), Lolium spp (logli), Phalaris spp. (scagliola),

Poa spp. (fienarola).

La massima efficacia si raggiunge su infestanti appena emerse e

comunque non oltre lo stadio di 2–4 foglie vere per le dicotiledoni

e di 1–3 foglie per le graminacee.

EPOCA, DOSI E MODALITÀ D’IMPIEGO

Fava e Favino: impiegare una dose di 3 l/ha, diluita in un volume

d’acqua di 200 - 600 l/ha. Trattare in pre-emergenza.

FITOTOSSICITA’

Se applicato alle dosi e con le modalità prescritte, OKLAHOMA è

selettivo

sulle

colture

autorizzate.

Tuttavia

qualche

transitorio

rallentamento

vegetativo

può

verificarsi

effettua

trattamento su colture che si trovano in condizioni di forte stress

(per es. dovuto a siccità o caldo eccessivi).

Se si deve sostituire la coltura diserbata, oltre alle stesse specie

possono essere seminate, cece, trifoglio, insalata e radicchio.

Lasciar trascorrere un periodo di almeno 4 mesi prima di poter

seminare in successione alla coltura trattata: cavoli, girasole,

orzo, patata, pomodoro, nonché varietà di frumento o ibridi di

mais

dichiaratamente

resistenti

agli

imidazolinoni.

Barbabietola da zucchero e colza possono essere seminate solo

dopo 6 mesi dal trattamento, previa aratura del terreno.

COMPATIBILITÀ

OKLAHOMA si usa normalmente da solo. Può essere miscelato

erbicida

graminicida

specifico,

l’infestazione

graminacee

comprende

molte

piante

cresciute

oltre

stadio

ottimale previsto per il trattamento con OKLAHOMA.

Il rispetto delle predette istruzioni è condizione essenziale per

assicurare

l'efficacia

trattamento

evitare

danni

alle

piante, alle persone ed agli animali.

ATTENZIONE: Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle

condizioni

riportate

in

questa

etichetta.

Chi

impiega

il

prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da

uso improprio del preparato. Il rispetto di tutte le indicazioni

contenute nella presente etichetta è condizione essenziale

per assicurare l’efficacia del trattamento e per evitare danni

alle piante alle persone e agli animali. Non applicare con

mezzi aerei. Per evitare rischi per l’uomo e per l’ambiente

seguire le istruzioni per l’uso. Operare in assenza di vento.

Da

non

vendersi

sfuso.

Il

contenitore

completamente

svuotato

non

deve

essere

disperso

nell'ambiente.

Il

contenitore non può essere riutilizzato.

Etichetta autorizzata con Decreto Dirigenziale del 02.03.2010 e modificata ai

sensi dell’art. 7, comma 1, D.P.R. n. 55/2012, con validità dal 12.04.2017

ATTENZIONE

OKLAHOMA

ERBICIDA DI PRE-EMERGENZA PER FAVA E FAVINO.

CONCENTRATO EMULSIONABILE

OKLAHOMA

®

COMPOSIZIONE:

100 grammi di prodotto contengono:

IMAZAMOX,

puro

g 1,6 (16,7 g/l)

PENDIMETALIN, puro

g 23,5 (250 g/l)

Coformulanti q. b. a

g 100

INDICAZIONI DI PERICOLO

Può

provocare

reazione

allergica

della

pelle.

Molto

tossico

organismi acquatici. Molto tossico per gli

organismi acquatici con effetti di lunga

durata.

Per evitare rischi per la salute umana

e per l'ambiente, seguire le istruzioni

per l'uso.

CONSIGLI DI PRUDENZA

Indossare

guanti

protezione.

respirare

nebbie.

indumenti

lavoro contaminati non devono essere portati fuori dal luogo di

lavoro.

CASO

CONTATTO

PELLE:

lavare

abbondantemente con acqua e sapone. In caso di irritazione o

eruzione della pelle, consultare un medico. Lavare gli indumenti

contaminati

prima

indossarli

nuovamente.

Raccogliere

materiale fuoriuscito. Smaltire il prodotto/recipiente in punti di

raccolta per rifiuti pericolosi o speciali.

BASF Italia S.p.A. - Via Marconato 8

20811 Cesano Maderno (MB) - Tel. 0362/512.1

Officine di produzione:

BASF AGRI-Production S.A.S, 59820 Gravelines, Francia

TORRE Srl - 53028 Torrenieri –- Siena (SI)

DIACHEM S.p.A. – U.P. SIFA – 24043 Caravaggio (BG)

PRODOTTO FITOSANITARIO

Registrazione del Ministero della Salute n. 11299 del 24.04.2002

Contenuto netto: 1 – 5 litri

Partita n.

Marchio registrato

PRESCRIZIONI

SUPPLEMENTARI:

proteggere

acque

sotterranee non applicare sul suolo con tessitura sabbiosa. Per

proteggere

organismi

acquatici

rispettare

fascia

trattata di 15 metri da corpi idrici superficiali. Non contaminare

l'acqua con il prodotto o il suo contenitore. [Non pulire il materiale

d'applicazione in prossimità delle acque di superficie. Evitare la

contaminazione attraverso i sistemi di scolo delle acque dalle

aziende agricole e dalle strade].

INFORMAZIONI PER IL MEDICO

Trattasi di associazione delle sostanze attive Imazamox puro

1,6%

Pendimetalin

puro

23,5%,

quali

separatamente

provocano

seguenti

sintomi

intossicazione:

Imazamox:

sostanza classificata non pericolosa; - Pendimetalin: nell’animale

esperimento

osservano

depressione

SNC,

dispnea,

diuresi, convulsioni. Terapia sintomatica.

Consultare un Centro Antiveleni.

Avvertenza: in caso di miscela con altri formulati deve essere

rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere

osservate

norme

precauzionali prescritte per i prodotti più

tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione informare il

medico della miscelazione compiuta.

CARATTERISTICHE TECNICHE

OKLAHOMA

penetra

velocemente

nelle

malerbe

sensibili

assorbimento sia fogliare sia radicale. E’ quindi traslocato verso i

punti d’accrescimento (meristemi) dei germogli

e delle radici,

dove causa il rapido arresto della crescita delle malerbe, il loro

progressivo ingiallimento ed infine la loro morte, che in genere

sopraggiunge circa 10 giorni dopo l’applicazione.

SPETTRO D’AZIONE

Le malerbe sensibili sono: Amaranthus sp. (amaranto), Ammi

majus

(visnaga

maggiore),

Atriplex

patula

(atriplice),

Capsella

bursa-pastoris

(borsapastore

comune),

Chenopodium

spp.,

(farinello),

Datura

stramonium

(stramonio

comune),

Daucus

carota (carota selvatica), Papaver rhoaes (papavero), Polygonum

spp (poligoni), Raphanus spp (ravanelli), Sinapis spp. (senape),

Stachys annua (stregona annuale), Stellaria media (centocchio

comune), Veronica spp. (veronica) e Xanthium spp (nappole);

Le malerbe mediamente sensibili sono: Alopecurus myosuroides

(coda di volpe), Avena spp. (avena), Digitaria spp. (sanguinella),

Echinocloa crus-galli (giavone) (non oltre le 3 foglie), Fumaria

officinalis (fumaria comune), Galium spp. (attaccaveste), Lamium

spp. (falsa ortica), Lolium spp (logli), Phalaris spp. (scagliola),

Poa spp. (fienarola).

La massima efficacia si raggiunge su infestanti appena emerse e

comunque non oltre lo stadio di 2–4 foglie vere per le dicotiledoni

e di 1–3 foglie per le graminacee.

EPOCA, DOSI E MODALITÀ D’IMPIEGO

Fava e Favino: impiegare una dose di 3 l/ha, diluita in un volume

d’acqua di 200 - 600 l/ha. Trattare in pre-emergenza.

FITOTOSSICITA’

Se applicato alle dosi e con le modalità prescritte, OKLAHOMA è

selettivo

sulle

colture

autorizzate.

Tuttavia

qualche

transitorio

rallentamento

vegetativo

può

verificarsi

effettua

trattamento su colture che si trovano in condizioni di forte stress

(per es. dovuto a siccità o caldo eccessivi).

Se si deve sostituire la coltura diserbata, oltre alle stesse specie

possono essere seminate, cece, trifoglio, insalata e radicchio.

Lasciar trascorrere un periodo di almeno 4 mesi prima di poter

seminare in successione alla coltura trattata: cavoli, girasole,

orzo, patata, pomodoro, nonché varietà di frumento o ibridi di

mais

dichiaratamente

resistenti

agli

imidazolinoni.

Barbabietola da zucchero e colza possono essere seminate solo

dopo 6 mesi dal trattamento, previa aratura del terreno.

COMPATIBILITÀ

OKLAHOMA si usa normalmente da solo. Può essere miscelato

erbicida

graminicida

specifico,

l’infestazione

graminacee

comprende

molte

piante

cresciute

oltre

stadio

ottimale previsto per il trattamento con OKLAHOMA.

Il rispetto delle predette istruzioni è condizione essenziale per

assicurare

l'efficacia

trattamento

evitare

danni

alle

piante, alle persone ed agli animali.

ATTENZIONE: Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle

condizioni

riportate

in

questa

etichetta.

Chi

impiega

il

prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da

uso improprio del preparato. Il rispetto di tutte le indicazioni

contenute nella presente etichetta è condizione essenziale

per assicurare l’efficacia del trattamento e per evitare danni

alle piante alle persone e agli animali. Non applicare con

mezzi aerei. Per evitare rischi per l’uomo e per l’ambiente

seguire le istruzioni per l’uso. Operare in assenza di vento.

Da

non

vendersi

sfuso.

Il

contenitore

completamente

svuotato

non

deve

essere

disperso

nell'ambiente.

Il

contenitore non può essere riutilizzato.

Etichetta autorizzata con Decreto Dirigenziale del 02.03.2010 e modificata ai

sensi dell’art. 7, comma 1, D.P.R. n. 55/2012, con validità dal 12.04.2017

ATTENZIONE

Prodotti simili

Cerca alert relativi a questo prodotto

Condividi questa pagina