MAXIMAN 80 WP

Italia - italiano - Ministero della Salute

Principio attivo:
MANCOZEB;
Commercializzato da:
UPL EUROPE LTD
INN (Nome Internazionale):
MANCOZEB;
Dosaggio:
80.0 g I valori indicati sono per 100 g di prodotto.
Forma farmaceutica:
POLVERE BAGNABILE
Area terapeutica:
FUNGICIDA
Stato dell'autorizzazione:
Ri-registrato
Numero dell'autorizzazione:
013774
Data dell'autorizzazione:
2007-05-02

Etichetta autorizzata con decreto dirigenziale del 06/10/2016

MAXIMAN 80 WP

ANTICRITTOGAMICO AD USO AGRICOLO - POLVERE BAGNABILE

MAXIMAN 80 WP

COMPOSIZIONE

ATTENZIONE

100 grammi di prodotto contengono:

MANCOZEB puro

g 80

Coformulanti q.b. a

g 100

Indicazioni di pericolo

H317 Può provocare una reazione allergica cutanea –

H361d Sospettato di nuocere al feto – H410 Molto

tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga

durata - EUH401 Per evitare rischi per la salute umana

e per l’ambiente seguire le istruzioni per l’uso

CONSIGLI DI PRUDENZA

P201 Procurarsi istruzioni specifiche prima dell’uso - P273 Non disperdere

nell'ambiente.

P280 Indossare guanti/indumenti protettivi - P308+P313 IN CASO

esposizione

possibile

esposizione,

consultare

medico

P391

Raccogliere il materiale fuoriuscito - P405 Conservare sotto chiave - P501

Smaltire

prodotto/recipiente

conformità

alla

regolamentazione

nazionali

vigente

Titolare dell’autorizzazione: UPL EUROPE Ltd. - "The Centre, 1st floor", Birchwood Park, Warrington

WA3 6YN, Gran Bretagna - tel. +44 1925 819999

Officine di produzione: CEREXAGRI B.V. - Rotterdam (NL); UPL Ltd. – Vapi (India); UNITED

PHOSPHORUS Ltd. – Ankleshwar City (India) - UPL Ltd. Jhagadia Dist. Bharuch (India)

Officine

di

confezionamento:

TORRE

S.r.l.

Torrenieri,

fraz.

Montalcino

(SI);

S.T.I.

SOLFOTECNICA ITALIANA S.p.A. – Cotignola (RA); DIACHEM S.p.A. U.P. SIFA – Caravaggio (BG)

Distribuito da: UPL ITALIA S.r.l. – S. Carlo di Cesena (FC); ARYSTA LIFESCIENCE ITALIA S.r.l.

Cento (FE); CHEMIA S.p.A. – Dosso (FE); EURO T.S.A. S.r.l. – Fornovo San Giovanni (BG)

Registrazione del Ministero della Sanità N. 13774 del 02/05/2007

Contenuto netto: kg 1 – 3 - 5 - 10 – 15 – 20 - 25

PARTITA N°...........................

Prescrizioni supplementari

Una volta aperta la confezione utilizzare tutto il contenuto. Conservare in luogo fresco ed asciutto, lontano

dall’umidità e dal calore. Non contaminare l'acqua con il prodotto o il suo contenitore. Non pulire il materiale

d'applicazione in prossimità delle acque di superficie. Evitare la contaminazione attraverso i sistemi di scolo delle

acque dalle aziende agricole e dalle strade. Effettuare il rientro in campo soltanto dopo la completa asciugatura

della soluzione applicata. Per proteggere gli organismi acquatici utilizzare ugelli con riduzione di deriva del 90% o

rispettare una fascia di sicurezza non trattata di:

- 30 metri da corpi idrici superficiali per melo, pero e olivo;

- 12 metri da corpi idrici superficiali per vite;

- 3 metri da corpi idrici superficiali per patata, pomodoro, melanzana, ortaggi a bulbo, frumento, fagioli e per

floricoltura

INFORMAZIONI PER IL MEDICO

Sintomi: cute: eritema, dermatiti, sensibilizzazione; occhio: congiuntivite irritativa, sensibilizzazione; apparato

respiratorio: irritazione delle prime vie aeree, broncopatia asmatiforme, sensibilizzazione; SNC: atassia, cefalea,

confusione, depressione, iporeflessia.

Effetto antabuse: si verifica in caso di concomitante o pregressa assunzione di alcool e si manifesta con nausea,

vomito, sudorazione, sete intensa, dolore precordiale, tachicardia, visione confusa, vertigini, ipotensione ortostatica

. Dopo qualche ora il viso da paonazzo diventa pallido e l’ipotensione si aggrava fino al collasso ed alla perdita di

coscienza. Terapia: sintomatica. Avvertenza: consultare un Centro Antiveleni.

MODALITÀ E CAMPI D’IMPIEGO:

MAXIMAN 80 WP è un prodotto di tipo preventivo ad ampio spettro d’azione. Può essere impiegato sulle

seguenti colture:

coltura

malattie

dose g/hl

VOLUME

D’ACQUA

L/HA

N° MAX

trattamenti

anno

tempo

di

carenza

giorni

Pomacee (melo e

pero)

Ticchiolatura (Venturia inaequalis, Venturia

pirina), Maculatura bruna (Stemphylium

vesicarium), Septoria (Mycosphaerella

sentina), Alternaria (Alternaria sp.)

150-250

500-1200

Drupacee (pesco,

nettarino, susino,

albicocco, ciliegio)

Bolla (Taphrina deformans), Monilia (Monilia

sp.) (effetto collaterale)

500-1000

Olivo

Occhio di pavone (Spilocaea oleagina),

Antracnosi (Gleosporium olivarum),

Fumaggine (Capnodium oleophilum, etc.)

250-300

500-1000

Vite da vino e tavola

Peronospora (Plasmopara viticola),

Escoriosi (Phomopsis viticola), Antracnosi

(Sphaceloma ampelinum), Marciume nero

(Guignardia bidwelli)

200-250

200-1000

6 (vite da vino)

4 (vite da

tavola)

Vivai di vite

Peronospora (Plasmopara viticola),

Escoriosi (Phomopsis viticola), Antracnosi

(Sphaceloma ampelinum), Marciume nero

(Guignardia bidwelli)

200-250

200-1000

6 (vite da vino)

4 (vite da

tavola)

Pomodoro

Peronospora (Phytophthora infestans),

Alternaria (Alternaria sp.), Septoria (Septoria

lycopersici), Cladosporiosi (Cladosporium

fulvum)

150-200

500-1000

Melanzana

Alternaria (Alternaria sp.)

500-1000

Patata

Peronospora (Phytophthora infestans),

Alternaria (Alternaria solani)

500-1000

Peperone

Peronospora (Phytophthora capsici)

500-1000

Melone, cocomero

Peronospora (Pseudoperonospora

cubensis)

500-1000

Cetriolo, zucchino

Peronospora (Pseudoperonospora

cubensis)

500-1000

Aglio, Cipolla

Peronospora (Peronospora destructor,

Phytophthora porri), Ruggine (Puccinia sp.),

Alternaria (Alternaria porri)

500-1000

Carota

Alternaria (Alternaria dauci)

500-1000

Cavolo broccolo,

Cavolfiore

Peronospora (Peronospora brassicae),

Alternaria (Alternaria sp.)

500-1000

Lattughe

Peronospra (Bremia lactucae)

200-1000

Fagiolo

Ruggine (Uromyces appendiculatus),

peronospora (Phytophthora phaseoli),

Antracnosi (Colletotrichum

lindemuthianumi), Alternaria (Alternaria sp.)

200-1000

Pisello

Peronospora (Peronospora pisii),

Antracnosi (Ascochyta pisi), Alternaria

(Alternaria sp.)

200-1000

Asparago

Ruggine (Puccinia asparagi)

2 kg/ha

200-1000

Frumento

Septoria (Septoria tritici)

2 kg/ha

200-800

Ruggine (Puccinia sp.)

Pioppo

Bronzatura (Marssonnina brunnea)

400-500

Garofano

Ruggine (Uromyces sp., Puccinia sp.,

Phragmidium sp.)

200-250

Rosa

Peronospora (Diplocarpon rosae)

200-250

Per l’olivo dose massima 3 Kg/ha, per tutte le altre colture dose massima di 2 Kg/ha.

A1.0 MAXIMAN 80 WP_IT 22062016 NoA 13774

Etichetta autorizzata con decreto dirigenziale del 06/10/2016

Per pomodoro, melanzana, peperone, patata e rosa iniziare i trattamenti quando le condizioni meteorologiche

siano favorevoli all’insediamento dei patogeni. Ripetere le applicazioni ogni 7-10 giorni.

Per aglio e cipolla iniziare i trattamenti quando le piante abbiano raggiunto lo stadio di 3-4 foglie vere. Porre

particolare attenzione al periodo di formazione dei bulbi. Nelle colture da seme continuare i trattamenti fino

alla raccolta. Usare preferibilmente un basso volume di irrorazione.

Per la carota iniziare i trattamenti quando le piante raggiungano un’altezza di 7-9 cm.

Per cavolo broccolo e cavolfiore iniziare i trattamenti quando le condizioni meteorologiche siano favorevoli

all’insediamento dei patogeni. Non eseguire più di 2 interventi con fungicidi contenenti ditiocarbammati dopo

l’inizio della formazione delle infiorescenze.

Per il fagiolo eseguire il primo trattamento alla comparsa della prima foglia composita e il secondo alla

comparsa degli abbozzi fiorali.

Per l’asparago iniziare i trattamenti dopo la raccolta dei turioni (parte edibile), quando le condizioni

meteorologiche siano favorevoli all’insediamento dei patogeni. Ripetere le applicazioni ogni 7-10 giorni.

Per il frumento, contro Septoria, miscela con triazoli o strobilurine per la gestione delle resistenze

COMPATIBILITÀ: non è raccomandata la miscelazione di MAXIMAN 80 WP con altri prodotti. Avvertenza:

in caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre

essere osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di

intossicazione informare il medico della miscelazione compiuta.

FITOTOSSICITÀ: il prodotto è fitotossico sulle seguenti cultivar di pero: Abate Fetel, Armella, Butirra, Butirra

precoce, Morettini, Conference,Coscia, Decana del Comizio, Gentil Bianca, Gentilona, Spadona, Spadona

d’estate, Spadoncina, Spinacarpi, Zecchermanna.

ATTENZIONE!

Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate nella presente etichetta

Divieto d’impiego su colture diverse da quelle indicate.

Divieto d’impiego in serra

Chi impiega il prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato

Il rispetto delle predette istruzioni è condizione essenziale per assicurare l’efficacia del trattamento e per

evitare danni alle piante, alle persone ed agli animali

Non applicare con mezzi aerei

Da non vendersi sfuso

Non contaminare altre colture, alimenti, bevande o corsi d’acqua

Operare in assenza di vento

Lavare tutto l’equipaggiamento di protezione dopo l’impiego

Il contenitore non può essere riutilizzato

Il contenitore completamente svuotato non deve essere disperso nell’ambiente

A1.0 MAXIMAN 80 WP_IT 22062016 NoA 13774

Etichetta autorizzata con decreto dirigenziale del 06/10/2016 e modificata ai sensi dell’art. 7, comma 1, D.P.R. n. 55/2012, con validità dal 22/06/2018

MAXIMAN 80 WP

ANTICRITTOGAMICO AD USO AGRICOLO - POLVERE BAGNABILE

MAXIMAN 80 WP

COMPOSIZIONE

ATTENZIONE

100 grammi di prodotto contengono:

MANCOZEB puro

g 80

Coformulanti q.b. a

g 100

Indicazioni di pericolo

H317 Può provocare una reazione allergica cutanea –

H361d Sospettato di nuocere al feto – H400 Molto

tossico per gli organismi acquatici - EUH401 Per evitare

rischi per la salute umana e per l’ambiente seguire le

istruzioni per l’uso

CONSIGLI DI PRUDENZA

P201 Procurarsi istruzioni specifiche prima dell’uso - P273 Non disperdere

nell'ambiente.

P280 Indossare guanti/indumenti protettivi - P308+P313 IN CASO

esposizione

possibile

esposizione,

consultare

medico

P391

Raccogliere il materiale fuoriuscito - P405 Conservare sotto chiave - P501

Smaltire

prodotto/recipiente

conformità

alla

regolamentazione

nazionali

vigente

Titolare dell’autorizzazione: UPL EUROPE Ltd. - "The Centre, 1st floor", Birchwood Park, Warrington

WA3 6YN, Gran Bretagna - tel. +44 1925 819999

Officine di produzione: CEREXAGRI B.V. - Rotterdam (NL); UPL Ltd. – Vapi (India); UPL Ltd. –

Ankleshwar City (India) - UPL Ltd. Jhagadia Dist. Bharuch (India)

Officine

di

confezionamento:

TORRE

S.r.l.

Torrenieri,

fraz.

Montalcino

(SI);

S.T.I.

SOLFOTECNICA ITALIANA S.p.A. – Cotignola (RA); DIACHEM S.p.A. U.P. SIFA – Caravaggio (BG)

Distribuito da: UPL ITALIA S.r.l. – S. Carlo di Cesena (FC); ARYSTA LIFESCIENCE ITALIA S.r.l.

Agrate Brianza (MB); CHEMIA S.p.A. – Dosso (FE); EURO T.S.A. S.r.l. – Fornovo San Giovanni (BG)

Registrazione del Ministero della Sanità N. 13774 del 02/05/2007

Contenuto netto: kg 1 – 3 - 5 - 10 – 15 – 20 - 25

PARTITA N°...........................

Prescrizioni supplementari

Una volta aperta la confezione utilizzare tutto il contenuto. Conservare in luogo fresco ed asciutto, lontano

dall’umidità e dal calore. Non contaminare l'acqua con il prodotto o il suo contenitore. Non pulire il materiale

d'applicazione in prossimità delle acque di superficie. Evitare la contaminazione attraverso i sistemi di scolo delle

acque dalle aziende agricole e dalle strade. Effettuare il rientro in campo soltanto dopo la completa asciugatura

della soluzione applicata. Per proteggere gli organismi acquatici utilizzare ugelli con riduzione di deriva del 90% o

rispettare una fascia di sicurezza non trattata di:

- 30 metri da corpi idrici superficiali per melo, pero e olivo;

- 12 metri da corpi idrici superficiali per vite;

- 3 metri da corpi idrici superficiali per patata, pomodoro, melanzana, ortaggi a bulbo, frumento, fagioli e per

floricoltura

INFORMAZIONI PER IL MEDICO

Sintomi: cute: eritema, dermatiti, sensibilizzazione; occhio: congiuntivite irritativa, sensibilizzazione; apparato

respiratorio: irritazione delle prime vie aeree, broncopatia asmatiforme, sensibilizzazione; SNC: atassia, cefalea,

confusione, depressione, iporeflessia.

Effetto antabuse: si verifica in caso di concomitante o pregressa assunzione di alcool e si manifesta con nausea,

vomito, sudorazione, sete intensa, dolore precordiale, tachicardia, visione confusa, vertigini, ipotensione ortostatica

. Dopo qualche ora il viso da paonazzo diventa pallido e l’ipotensione si aggrava fino al collasso ed alla perdita di

coscienza. Terapia: sintomatica. Avvertenza: consultare un Centro Antiveleni.

MODALITÀ E CAMPI D’IMPIEGO:

MAXIMAN 80 WP è un prodotto di tipo preventivo ad ampio spettro d’azione. Può essere impiegato sulle

seguenti colture:

coltura

malattie

dose g/hl

VOLUME

D’ACQUA

L/HA

N° MAX

trattamenti

anno

tempo

di

carenza

giorni

Pomacee (melo e

pero)

Ticchiolatura (Venturia inaequalis, Venturia

pirina), Maculatura bruna (Stemphylium

vesicarium), Septoria (Mycosphaerella

sentina), Alternaria (Alternaria sp.)

150-250

500-1200

Drupacee (pesco,

nettarino, susino,

albicocco, ciliegio)

Bolla (Taphrina deformans), Monilia (Monilia

sp.) (effetto collaterale)

500-1000

Olivo

Occhio di pavone (Spilocaea oleagina),

Antracnosi (Gleosporium olivarum),

Fumaggine (Capnodium oleophilum, etc.)

250-300

500-1000

Vite da vino e tavola

Peronospora (Plasmopara viticola),

Escoriosi (Phomopsis viticola), Antracnosi

(Sphaceloma ampelinum), Marciume nero

(Guignardia bidwelli)

200-250

200-1000

6 (vite da vino)

4 (vite da

tavola)

Vivai di vite

Peronospora (Plasmopara viticola),

Escoriosi (Phomopsis viticola), Antracnosi

(Sphaceloma ampelinum), Marciume nero

(Guignardia bidwelli)

200-250

200-1000

6 (vite da vino)

4 (vite da

tavola)

Pomodoro

Peronospora (Phytophthora infestans),

Alternaria (Alternaria sp.), Septoria (Septoria

lycopersici), Cladosporiosi (Cladosporium

fulvum)

150-200

500-1000

Melanzana

Alternaria (Alternaria sp.)

500-1000

Patata

Peronospora (Phytophthora infestans),

Alternaria (Alternaria solani)

500-1000

Peperone

Peronospora (Phytophthora capsici)

500-1000

Melone, cocomero

Peronospora (Pseudoperonospora

cubensis)

500-1000

Cetriolo, zucchino

Peronospora (Pseudoperonospora

cubensis)

500-1000

Aglio, Cipolla

Peronospora (Peronospora destructor,

Phytophthora porri), Ruggine (Puccinia sp.),

Alternaria (Alternaria porri)

500-1000

Carota

Alternaria (Alternaria dauci)

500-1000

Cavolo broccolo,

Cavolfiore

Peronospora (Peronospora brassicae),

Alternaria (Alternaria sp.)

500-1000

Lattughe

Peronospra (Bremia lactucae)

200-1000

Fagiolo

Ruggine (Uromyces appendiculatus),

peronospora (Phytophthora phaseoli),

Antracnosi (Colletotrichum

lindemuthianumi), Alternaria (Alternaria sp.)

200-1000

Pisello

Peronospora (Peronospora pisii),

Antracnosi (Ascochyta pisi), Alternaria

(Alternaria sp.)

200-1000

Asparago

Ruggine (Puccinia asparagi)

2 kg/ha

200-1000

Frumento

Septoria (Septoria tritici)

2 kg/ha

200-800

Ruggine (Puccinia sp.)

Pioppo

Bronzatura (Marssonnina brunnea)

400-500

Garofano

Ruggine (Uromyces sp., Puccinia sp.,

Phragmidium sp.)

200-250

A1.0 MAXIMAN 80 WP_IT 22062016 NoA 13774

Etichetta autorizzata con decreto dirigenziale del 06/10/2016 e modificata ai sensi dell’art. 7, comma 1, D.P.R. n. 55/2012, con validità dal 22/06/2018

coltura

malattie

dose g/hl

VOLUME

D’ACQUA

L/HA

N° MAX

trattamenti

anno

tempo

di

carenza

giorni

Rosa

Peronospora (Diplocarpon rosae)

200-250

Per l’olivo dose massima 3 Kg/ha, per tutte le altre colture dose massima di 2 Kg/ha.

Per pomodoro, melanzana, peperone, patata e rosa iniziare i trattamenti quando le condizioni meteorologiche

siano favorevoli all’insediamento dei patogeni. Ripetere le applicazioni ogni 7-10 giorni.

Per aglio e cipolla iniziare i trattamenti quando le piante abbiano raggiunto lo stadio di 3-4 foglie vere. Porre

particolare attenzione al periodo di formazione dei bulbi. Nelle colture da seme continuare i trattamenti fino

alla raccolta. Usare preferibilmente un basso volume di irrorazione.

Per la carota iniziare i trattamenti quando le piante raggiungano un’altezza di 7-9 cm.

Per cavolo broccolo e cavolfiore iniziare i trattamenti quando le condizioni meteorologiche siano favorevoli

all’insediamento dei patogeni. Non eseguire più di 2 interventi con fungicidi contenenti ditiocarbammati dopo

l’inizio della formazione delle infiorescenze.

Per il fagiolo eseguire il primo trattamento alla comparsa della prima foglia composita e il secondo alla

comparsa degli abbozzi fiorali.

Per l’asparago iniziare i trattamenti dopo la raccolta dei turioni (parte edibile), quando le condizioni

meteorologiche siano favorevoli all’insediamento dei patogeni. Ripetere le applicazioni ogni 7-10 giorni.

Per il frumento, contro Septoria, miscela con triazoli o strobilurine per la gestione delle resistenze

COMPATIBILITÀ: non è raccomandata la miscelazione di MAXIMAN 80 WP con altri prodotti. Avvertenza:

in caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre

essere osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di

intossicazione informare il medico della miscelazione compiuta.

FITOTOSSICITÀ: il prodotto è fitotossico sulle seguenti cultivar di pero: Abate Fetel, Armella, Butirra, Butirra

precoce, Morettini, Conference,Coscia, Decana del Comizio, Gentil Bianca, Gentilona, Spadona, Spadona

d’estate, Spadoncina, Spinacarpi, Zecchermanna.

ATTENZIONE!

Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate nella presente etichetta

Divieto d’impiego su colture diverse da quelle indicate.

Divieto d’impiego in serra

Chi impiega il prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato

Il rispetto delle predette istruzioni è condizione essenziale per assicurare l’efficacia del trattamento e per

evitare danni alle piante, alle persone ed agli animali

Non applicare con mezzi aerei

Da non vendersi sfuso

Non contaminare altre colture, alimenti, bevande o corsi d’acqua

Operare in assenza di vento

Lavare tutto l’equipaggiamento di protezione dopo l’impiego

Il contenitore non può essere riutilizzato

Il contenitore completamente svuotato non deve essere disperso nell’ambiente

Prodotti simili

Cerca alert relativi a questo prodotto

Condividi questa pagina