MAXIGIB BIO

Italia - italiano - Ministero della Salute

Principio attivo:
ACIDO GIBBERELLICO;
Commercializzato da:
FINE AGROCHEMICALS LTD
INN (Nome Internazionale):
GIBBERELLIC ACID;
Dosaggio:
20.0 g I valori indicati sono per 100 g di prodotto.
Forma farmaceutica:
POLVERE SOLUBILE IN ACQUA
Area terapeutica:
FITOREGOLATORE
Stato dell'autorizzazione:
Ri-registrato
Numero dell'autorizzazione:
010434
Data dell'autorizzazione:
2000-04-12

Etichetta approvata con Decreto Dirigenziale del 08/11/2010

ETICHETTA/FOGLIO ILLUSTRATIVO

MAXIGIB BIO

FITOREGOLATORE IN POLVERE SOLUBILE

COMPOSIZIONE

100 g di prodotto contengono:

- Acido Gibberellico (A

) puro

g 20

- Supporti inerti q.b a

g 100

EUH401 PER EVITARE RISCHI PER LA SALUTE UMANA E PER

L’AMBIENTE SEGUIRE LE ISTRUZIONI PER L’USO

CONSIGLI DI PRUDENZA

P102

Tenere

fuori

dalla

portata

bambini.

P270

mangiare, né bere, né fumare durante l’uso. P401 – Conservare

lontano da alimenti o mangimi e da bevande.

INFORMAZIONI MEDICHE

In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi

di pronto soccorso.

CARATTERISTICHE

MAXIGIB BIO è un fitoregolatore a base di Acido gibberellico che influenza

molti processi biologici delle piante quali sviluppo, fioritura, anticipo della

produzione. Questa sostanza, somministrata alle piante nell’epoca opportuna

ed alle dosi corrette, produce effetti positivi ai fini desiderati (allegagione,

precocità).

PREPARAZIONE DELLA MISCELA ED ISTRUZIONI PER L’USO: Versare

nell’acqua, senza romperli, un numero di sacchetti idrosolubili corrispondenti

alla dose dì impiego nel serbatoio dell’apparecchio irroratore, pieno per metà

della quantità di acqua necessaria al trattamento; attendere alcuni minuti che

gli involucri si sciolgano, quindi agitare bene ed aggiungere la restante acqua

(vedere pittogrammi),

MODALITÀ E DOSI D’IMPIEGO

MELO:

per prevenire la rugginosità, favorire l’uniformità

di pezzatura

l’allungamento dei frutti in conformità agli standard varietali, intervenire ad

inizio caduta petali con una dose di 5-12 g/hl e facendo seguire altri 3

trattamenti, ad intervalli di 10 gg., utilizzando la stessa dose.

PERO (Butirra Giffard, Passacrassana, Trionfo di Vienna ed altre cultivars):

per favorire la partenocarpia e stimolare lo sviluppo della fruttificazione

normale, trattare nel periodo compreso fra l’inizio (20-30% di fiori aperti) e la

piena fioritura alla dose di 5-12 g/hl d’acqua, impiegando non meno di 10

ettolitri di soluzione per ettaro.

VITE: Uva da tavola senza semi (Sultanina, Thomson, ecc.): per allungare il

rachide trattare in pre-fioritura con tralcio lungo 4-8 centimetri trattare alla

dose di 15 g/hl d’acqua, impiegando 3 ettolitri d’acqua per ettaro; per diradare

il grappolo intervenire al 30 – 40% della fioritura alla dose di 8-10 g/hl; per

aumentare la dimensione degli acini trattare dopo l’allegagione con acini di 3-

4 mm di diametro, alla dose di 20 g/hl Uva da vino con semi (Chardonnay,

Picolit, Tocai, ecc.): per allungare il rachide sulle varietà a grappolo compatto

trattare prima della fioritura con tralci di 10-15 cm alla dose di 2,5-5 g/hl

impiegando 200-300 litri d’acqua per ettaro.

ARANCE: per avere una buccia liscia ed un ritardo di maturazione sulle

varietà Moro, Tarocco e Sanguinello, trattare poco prima della colorazione dei

frutti alla dose di 5-8 g/hl d’acqua, provvedendo ad un’abbondante bagnatura.

CLEMENTINE, MANDARINI: per favorire l’allegagione trattare quando la

maggior parte dei fiori sono aperti o iniziano a perdere petali, trattare alla

dose di 5 g/hl d’acqua, provvedendo ad un’abbondante bagnatura.

LIMONI: per aumentare colore e pezzatura dei frutti e per uniformare le

raccolte impiegare 5-10 g/hl d’acqua 35/50 giorni prima della raccolta e

comunque quando i frutti cominciano ad assumere un colore giallo-argenteo.

CILIEGIO (dolce): per aumentare la consistenza e la pezzatura impiegare 5-

10 g/hl d'acqua all’epoca dell’invaiatura.

CILIEGIO (acido): per la riduzione dei danni provocati dal Giallume virotico,

per scarsa vigoria e bassa produzione trattare per 10-14 giorni dopo la

caduta dei petali alla dose di 5-10 g/hl d’acqua.

FRAGOLA IN COLTURA PROTETTA: per stimolare l’allegagione impiegare

il prodotto 10-15 giorni prima della fioritura alla dose di 10-15 g/hl d’acqua

impiegando 5-8 ettolitri di soluzione per ettaro.

CARCIOFO: per anticipare la produzione dei capolini e ottenere un prodotto

qualitativamente migliore sulle seguenti cultivars: Castellamare, Carciofo di

ogni mese, Carciofo Molese, Masedu, impiegare il prodotto al momento della

formazione del capolino centrale alla dose di 5-10 g/hl d’acqua.

SEDANO, ZUCCHINO: per stimolare lo sviluppo e limitare i danni provocati

dal freddo impiegare 8-18 g/hl in 300-500 l/ha, 4-5 settimane prima della

raccolta.

SPINACI: impiegare 8-18 g/hl di prodotto non prima che siano comparse 4

foglie vere.

POMODORO,

MELANZANA:

anticipare

migliorare

quali-

quantitativamente la produzione, applicare 5-10 g/hl di prodotto all’apertura

dei primi fiori.

LATTUGA: impiegare 8-18 g/hl di prodotto quando la pianta ha superato la

crisi di trapianto.

PATATA: per stimolare l’emissione regolare dei germogli nei tuberi da seme,

immergere per 10 minuti in una soluzione di 0,5 g/hl in caso di tuberi

sezionati e 2 g/hl per tuberi interi, asciugando e seminando subito dopo; nel

caso

tuberi

provenienti

magazzino

conservazione,

lasciare

trascorrere 3-4 settimane di pre-germinazione.

COLTURE FLOREALI (Cactus, Ciclamini, Ortensie, Crisantemi, Fiordalisi,

Rose, Anemoni): per anticipare ad aumentare la fioritura e migliorare talvolta

la qualità dei fiori stessi, trattare quando compaiono i boccioli alla dose di 5-

10 g/hl d’acqua.

Avvertenza

È molto importante aggiungere sempre 50 ml/hl di un bagnante-adesivante.

Trattare generalmente in giornate di tempo buono e stabile (evitare l’impiego

quando si prevedono piogge imminenti).

COMPATIBILITÀ: impiegare MAXIGIB BIO da solo, evitando associazioni

con altri antiparassitari o con fertilizzanti fogliari.

SOSPENDERE I TRATTAMENTI 20 GIORNI PRIMA DELLA RACCOLTA

ATTENZIONE

Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate

in questa etichetta

impiega

prodotto

responsabile

degli

eventuali

danni

derivanti da uso improprio del preparato

Il rispetto di tutte le indicazioni contenute nella presente etichetta è

condizione essenziale per assicurare l’efficacia del trattamento e

per evitare danni alle piante, alle persone ed agli animali

Da non applicare con mezzi aerei

Operare in assenza di vento

Da non vendersi sfuso

Smaltire le confezioni secondo le norme vigenti

Il contenitore completamente svuotato non deve essere disperso

nell’ambiente

Il contenitore non può essere riutilizzato

Titolare della registrazione:

FINE AGROCHEMICALS Ltd.

Hill End House, Whittington, Worcester - INGHILTERRA (UK) – Tel. +44 1905 361800 - Fax: +44 1905 361810

enquire@fine.eu / www.fine.eu

Distribuito da: Intertec S.r.l. - Loc. Ferrantina, 27 - 52011 Bibbiena (AR) Tel. +39 0575 593987

Officina di produzione:

Schirm GmbH – Macklenburger Strasse, 229 – D-23568 Lübeck (Germania)

Registrazione del Ministero della Sanità N° 10434 del 12/04/2000

Contenuto netto: g 5 - 10 – 20 – 50 – 100 – 250 – 500 - 1000

PARTITA N°............................................

Etichetta approvata con Decreto Dirigenziale del 08/11/2010

ETICHETTA IN FORMATO RIDOTTO PER LE TAGLIE DA g 5, 10, 20, 50,100

MAXIGIB BIO

FITOREGOLATORE IN POLVERE BAGNABILE

COMPOSIZIONE

100 g di prodotto contengono:

Acido Gibberellico (A

) puro

g 20

Supporti inerti q.b. a

g 100

EUH401 PER EVITARE RISCHI PER LA SALUTE UMANA E PER L’AMBIENTE

SEGUIRE LE ISTRUZIONI PER L’USO

CONSIGLI DI PRUDENZA

P102 – Tenere fuori dalla portata dei bambini. P270 – Non mangiare, né bere, né

fumare durante l’uso. P401 – Conservare lontano da alimenti o mangimi e da

bevande.

FINE AGROCHEMICALS Ltd.

Hill End House, Whittington, Worcester - INGHILTERRA (UK) – Tel. +44

1905 361800 - Fax: +44 1905 361810

enquire@fine.eu / www.fine.eu

Distribuito da: Intertec S.r.l. - Loc. Ferrantina, 27 - 52011 Bibbiena (AR)

Tel. +39 0575 593987

Registrazione del Ministero della Sanità n° 10434 del 12/04/2000

Contenuto netto: g 5

10-20-50-100

Partita N. ……….

PRIMA DELL’USO LEGGERE IL FOGLIO ILLUSTRATIVO – SMALTIRE LE

CONFEZIONI SECONDO LE NORME VIGENTI – IL CONTENITORE NON PUO’

ESSERE RIUTILIZZATO – IL CONTENITORE COMPLETAMENTE SVUOTATO

NON DEVE ESSERE DISPERSO NELL’AMBIENTE

Etichetta approvata con Decreto Dirigenziale del 08/11/2010

MAXIGIB BIO

FITOREGOLATORE IN POLVERE SOLUBILE

COMPOSIZIONE

100 g di prodotto contengono:

- Acido Gibberellico (A

) puro

g 20

- Supporti inerti q.b a

g 100

EUH401

PER

EVITARE

RISCHI

PER

LA

SALUTE

UMANA

E

PER

L’AMBIENTE SEGUIRE LE ISTRUZIONI PER L’USO

CONSIGLI DI PRUDENZA

P102 – Tenere fuori dalla portata dei bambini. P270 – Non mangiare, né

bere, né fumare durante l’uso. P401 – Conservare lontano da alimenti o

mangimi e da bevande.

INFORMAZIONI MEDICHE

In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi di pronto

soccorso.

CARATTERISTICHE

MAXIGIB BIO è un fitoregolatore a base di Acido gibberellico che influenza

molti processi biologici delle piante quali sviluppo, fioritura, anticipo della

produzione. Questa sostanza, somministrata alle piante nell’epoca opportuna

ed alle dosi corrette, produce effetti positivi ai fini desiderati (allegagione,

precocità).

PREPARAZIONE DELLA MISCELA ED ISTRUZIONI PER L’USO: Versare

nell’acqua, senza romperli, un numero di sacchetti idrosolubili corrispondenti

alla dose dì impiego nel serbatoio dell’apparecchio irroratore, pieno per metà

della quantità di acqua necessaria al trattamento; attendere alcuni minuti che

gli involucri si sciolgano, quindi agitare bene ed aggiungere la restante acqua

(vedere pittogrammi),

MODALITÀ E DOSI D’IMPIEGO

MELO:

per prevenire la rugginosità, favorire l’uniformità

di pezzatura

l’allungamento dei frutti in conformità agli standard varietali, intervenire ad

inizio caduta petali con una dose di 5-12 g/hl e facendo seguire altri 3

trattamenti, ad intervalli di 10 gg., utilizzando la stessa dose.

PERO (Butirra Giffard, Passacrassana, Trionfo di Vienna ed altre cultivars):

per favorire la partenocarpia e stimolare lo sviluppo della fruttificazione

normale, trattare nel periodo compreso fra l’inizio (20-30% di fiori aperti) e la

piena fioritura alla dose di 5-12 g/hl d’acqua, impiegando non meno di 10

ettolitri di soluzione per ettaro.

VITE: Uva da tavola senza semi (Sultanina, Thomson, ecc.): per allungare il

rachide trattare in pre-fioritura con tralcio lungo 4-8 centimetri trattare alla

dose di 15 g/hl d’acqua, impiegando 3 ettolitri d’acqua per ettaro; per diradare

il grappolo intervenire al 30 – 40% della fioritura alla dose di 8-10 g/hl; per

aumentare la dimensione degli acini trattare dopo l’allegagione con acini di 3-

4 mm di diametro, alla dose di 20 g/hl Uva da vino con semi (Chardonnay,

Picolit, Tocai, ecc.): per allungare il rachide sulle varietà a grappolo compatto

trattare prima della fioritura con tralci di 10-15 cm alla dose di 2,5-5 g/hl

impiegando 200-300 litri d’acqua per ettaro.

ARANCE: per avere una buccia liscia ed un ritardo di maturazione sulle

varietà Moro, Tarocco e Sanguinello, trattare poco prima della colorazione dei

frutti alla dose di 5-8 g/hl d’acqua, provvedendo ad un’abbondante bagnatura.

CLEMENTINE, MANDARINI: per favorire l’allegagione trattare quando la

maggior parte dei fiori sono aperti o iniziano a perdere petali, trattare alla

dose di 5 g/hl d’acqua, provvedendo ad un’abbondante bagnatura.

LIMONI: per aumentare colore e pezzatura dei frutti e per uniformare le

raccolte impiegare 5-10 g/hl d’acqua 35/50 giorni prima della raccolta e

comunque quando i frutti cominciano ad assumere un colore giallo-argenteo.

CILIEGIO (dolce): per aumentare la consistenza e la pezzatura impiegare 5-

10 g/hl d'acqua all’epoca dell’invaiatura.

CILIEGIO (acido): per la riduzione dei danni provocati dal Giallume virotico,

per scarsa vigoria e bassa produzione trattare per 10-14 giorni dopo la

caduta dei petali alla dose di 5-10 g/hl d’acqua.

FRAGOLA IN COLTURA PROTETTA: per stimolare l’allegagione impiegare

il prodotto 10-15 giorni prima della fioritura alla dose di 10-15 g/hl d’acqua

impiegando 5-8 ettolitri di soluzione per ettaro.

CARCIOFO: per anticipare la produzione dei capolini e ottenere un prodotto

qualitativamente migliore sulle seguenti cultivars: Castellamare, Carciofo di

ogni mese, Carciofo Molese, Masedu, impiegare il prodotto al momento della

formazione del capolino centrale alla dose di 5-10 g/hl d’acqua.

SEDANO, ZUCCHINO: per stimolare lo sviluppo e limitare i danni provocati

dal freddo impiegare 8-18 g/hl in 300-500 l/ha, 4-5 settimane prima della

raccolta.

SPINACI: impiegare 8-18 g/hl di prodotto non prima che siano comparse 4

foglie vere.

POMODORO,

MELANZANA:

anticipare

migliorare

quali-

quantitativamente la produzione, applicare 5-10 g/hl di prodotto all’apertura

dei primi fiori.

LATTUGA: impiegare 8-18 g/hl di prodotto quando la pianta ha superato la

crisi di trapianto.

PATATA: per stimolare l’emissione regolare dei germogli nei tuberi da seme,

immergere per 10 minuti in una soluzione di 0,5 g/hl in caso di tuberi

sezionati e 2 g/hl per tuberi interi, asciugando e seminando subito dopo; nel

caso

tuberi

provenienti

magazzino

conservazione,

lasciare

trascorrere 3-4 settimane di pre-germinazione.

COLTURE FLOREALI (Cactus, Ciclamini, Ortensie, Crisantemi, Fiordalisi,

Rose, Anemoni): per anticipare ad aumentare la fioritura e migliorare talvolta

la qualità dei fiori stessi, trattare quando compaiono i boccioli alla dose di 5-

10 g/hl d’acqua.

Avvertenza

È molto importante aggiungere sempre 50 ml/hl di un bagnante-adesivante.

Trattare generalmente in giornate di tempo buono e stabile (evitare l’impiego

quando si prevedono piogge imminenti).

COMPATIBILITÀ: impiegare MAXIGIB BIO da solo, evitando associazioni

con altri antiparassitari o con fertilizzanti fogliari.

SOSPENDERE I TRATTAMENTI 20 GIORNI PRIMA DELLA RACCOLTA

ATTENZIONE

Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate

in questa etichetta

impiega

prodotto

responsabile

degli

eventuali

danni

derivanti da uso improprio del preparato

Il rispetto di tutte le indicazioni contenute nella presente etichetta è

condizione essenziale per assicurare l’efficacia del trattamento e

per evitare danni alle piante, alle persone ed agli animali

Da non applicare con mezzi aerei

Operare in assenza di vento

Da non vendersi sfuso

Smaltire le confezioni secondo le norme vigenti

Il contenitore completamente svuotato non deve essere disperso

nell’ambiente

Il contenitore non può essere riutilizzato

Titolare della registrazione: FINE AGROCHEMICALS Ltd.

Hill End House, Whittington, Worcester - INGHILTERRA (UK) – Tel. +44 1905 361800 - Fax: +44 1905 361810

enquire@fine.eu / www.fine.eu

Distribuito da: Intertec S.r.l. - Loc. Ferrantina, 27 - 52011 Bibbiena (AR) Tel. +39 0575 593987

Officina di produzione:

Schirm GmbH – Macklenburger Strasse, 229 – D-23568 Lübeck (Germania)

Registrazione del Ministero della Sanità N° 10434 del 12/04/2000

Contenuto netto: g 150 (12 bustine idrosolubili da g 12,5)

PARTITA N°............................................

Riempire

l’atomizzato-re

con il 50% di acqua

Estrarre

sacchetti

idrosolubili

dalla

confezione

con mani asciutte

3. Introdurre nel serbatoio il

numero di sacchetti come da

etichetta

Mettere

funzione

l’agitatore

attendere

scioglimento dei sacchetti (3-

4 min)

Aggiungere

restante

parte

acqua

necessaria

alla corretta bagnatura della

vegetazione

Etichetta approvata con Decreto Dirigenziale del 08/11/2010

Stampigliatura da apporre sui sacchetti idrosolubili

MAXIGIB BIO

FITOREGOLATORE IN POLVERE SOLUBILE

Composizione

100 grammi di prodotto contengono

Acido Gibberellico (A

) puro

g 20

Supporti inerti q.b. a

g 100

DA SCIOGLIERE IN ACQUA SENZA ROMPERE

NON TOCCARE CON MANI O GUANTI BAGNATI

Titolare della registrazione:

FINE AGROCHEMICALS Ltd.

Hill End House, Whittington, Worcester - INGHILTERRA (UK)

Tel. +44 1905 36180 - Fax: +44 1905 361810

enquire@fine.eu / www.fine.eu

Distribuito da: Intertec S.r.l. - Loc. Ferrantina, 27 - 52011 Bibbiena (AR)

Tel. +39 0575 593987

Officina di produzione:

Schirm GmbH – Macklenburger Strasse, 229 – D-23568 Lübeck (Germania)

Registrazione del Ministero della Sanità n. 10434 del 12/04/2000

Contenuto netto: g 12,5

Avvertenza: leggere attentamente l’etichetta riportata sulla confezione

Etichetta autorizzata con decreto dirigenziale del 21 luglio 2017

MAXIGIB BIO

FITOREGOLATORE IN POLVERE SOLUBILE

PER USO IN VIGNETI E FRUTTETI, SU COLTURE ORTICOLE E ORNAMENTALI

Composizione:

100 grammi di prodotto contengono

Acido gibberellico (A3)

g 20

(purezza minima 90%)

Coformulanti q.b. a

g 100

Consigli di prudenza

P102 Tenere fuori della portata dei bambini. P270 Non mangiare, né bere, né fumare durante l’impiego. EUH401 Per evitare rischi per la salute

umana e per l’ambiente seguire le istruzioni per l’uso.

INFORMAZIONI PER IL MEDICO

In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi di pronto soccorso. Consultare un Centro Antiveleni.

Titolare della registrazione:

Distribuito da:

Intertec S.r.l. - Loc. Ferrantina, 27 - 52011 Bibbiena (AR)

FINE AGROCHEMICALS LIMITED

Hill End House Whittington, Worcester WR5 2RQ UK

Tel. +44 1905 361800 E enquire@fine.eu www.fine.eu

Registrazione del Ministero della Sanità n. 10434 del 12/04/2000

Officina di produzione: Schirm GmbH – Mecklenburger Strasse, 229 – D-23568 Lübeck (Germania)

Officina di confezionamento: SCHIRM GmbH - Standort Baar-Ebenhausen Dieselstrasse 8 D- 85107 Baar-Ebenhausen

(Germania)

Contenuto netto: g 5-10 – 20 – 50 – 100 – 250 – 500 - 1000

Lotto N. (vedere stampa sul contenitore)

PRESCRIZIONI SUPPLEMENTARI

Non contaminare l’acqua con il prodotto o il suo contenitore. Non pulire il materiale di applicazione in prossimità delle acque di superficie.

Evitare la contaminazione attraverso i sistemi di scolo delle acque delle aziende agricole e delle strade.

LEGGERE COMPLETAMENTE L’ETICHETTA PRIMA DELL’USO

MAXIGIB BIO contiene acido gibberellico GA

, fitoregolatore naturale derivato dalla fermentazione che si verifica in numerose specie di

piante. L’acido gibberellico influenza molti processi biologici quali l’accrescimento e lo sviluppo della pianta, la fioritura, l’allegagione,

l’anticipo di produzione. L’epoca di applicazione è fondamentale per il buon risultato del trattamento.

MODALITÀ D’USO

Miscelazione

Dopo aver stabilito la dose d’impiego di MAXIGIB BIO per la coltura da trattare, aggiungere tale quantitativo di prodotto in 1 litro d’acqua,

agitare fino a complete dissoluzione. Riempire a metà il serbatoio dell’atomizzatore, mescolare e mantenere in agitazione, quindi portare a

volume con la restante acqua. Su agrumi la soluzione ideale per massimizzare l’apporto di GA3 è a pH 4-5,5.

Agrumi

Dose:

5 g/100 litri d’acqua (Clementino, mandarino)

5-10 g/100 litri d’acqua (arancio, limone)

Volume d’acqua/ha: 1000 litri

Numero massimo di applicazioni per stagione:

2 (Clementino, mandarino)

1 (arancio, limone)

MAXIGIB BIO può essere usato per migliorare la formazione dei frutti degli agrumi. Su clementino e mandarino effettuare un primo

trattamento a 5 g/100 litri d’acqua dalla piena fioritura fino a 2/3 della caduta petali e ripetere, se necessario, specialmente in caso di un lungo

periodo di fioritura.

MAXIGIB BIO può essere usato per posticipare la maturazione. Su arancio, effettuare un solo trattamento a 5-10 g/100 litri d’acqua prima

dell’inizio del cambio di colorazione dei frutti per posticipare la maturazione e migliorare la qualità della buccia alla raccolta. Su limone,

effettuare un unico trattamento a 5-10 g/100 litri d’acqua prima della colorazione del frutto per posticipare la maturazione, ridurre il numero di

frutti piccoli ed aumentare la dimensione ed il peso dei frutti.

Attenzione: l’applicazione di acido gibberellico su alcune cultivar di agrumi, quali Turkey Valencia e Bhiahinnia Navel, può causare fenomeni

di fitotossicità in condizioni di crescita sfavorevoli..

Pero

Dose: fino a 6 g/100 litri d’acqua se applicato da solo, 1,5 g/100 litri d’acqua in miscela con PERLAN

Volume d’acqua/ha: 1000 litri

Numero massimo di applicazioni per stagione: 1

Per migliorare l’allegagione in varietà con bassa fruttificazione, applicare durante la fioritura (nel periodo compreso tra il 20-30% e fine

fioritura). MAXIGIB BIO può anche essere applicato subito dopo una gelata (entro 48 ore) verificatasi durante la fioritura o l’allegagione per

ridurre i danni da gelo.

Etichetta autorizzata con decreto dirigenziale del 21 luglio 2017

Attenzione: la gestione del frutteto (in particolare la potatura ed il controllo della robustezza dell’albero) e la fertilizzazione devono essere

adattate in relazione all'obiettivo di carico di frutta. L'uso di una dose troppo alta di MAXIGIB BIO può modificare aspetto dei frutti

(allungamento frutta) e ridurre la fioritura nell'anno successivo.

Vite

Dose:

15 g/100 litri d’acqua (uva da tavola)

2,5-5 g/100 litri d’acqua (uva da vino e uva passa)

Volume d’acqua/ha: 300-1000 litri (uva da tavola); 500 litri (uva da vino); 1000 litri (uva passa)

Numero massimo di applicazioni per stagione:

2 (uva da tavola)

1 (uva da vino e uva passa)

Nelle varietà apirene di uva da tavola (Sultanina, Thomson...), un'applicazione prima della fioritura su germogli di 4-8 cm aumenterà la

lunghezza grappolo. L’assottigliamento degli acini può essere ottenuto con una sola applicazione al 30-40% di fioritura. Applicare MAXIGIB

BIO a 5 g/100 litri d’acqua dall’allegagione fino ad una dimensione delle bacche di 3-4 mm di diametro per ingrandire gli acini alla raccolta e

ripetere l'applicazione dopo 8-10 giorni per ottenere acini di formato più omogeneo. Un trattamento in piena fioritura ripetuta dopo 5 giorni

aumenta l'allegagione e la precocità di produzione

Su uva da vino (Chardonnay, Picolit, Tocai, etc.), applicare MAXIGIB BIO a 2,5-5 g/100 litri d’acqua prima della fioritura su germogli di 10-15

cm per migliorare la lunghezza del grappolo e così facendo ridurre la compattezza grappolo e l'impatto potenziale di Botrytis cinerea su grappoli

Nella produzione di uva passa (Sultanina), applicare MAXIGIB BIO a 2,5-5 g/100 litri d’acqua quando la dimensione dell’acino è di 3 mm di

diametro per aumentarne la dimensione alla raccolta. Un unico trattamento a 2,5-5 g/100 litri d’acqua in piena fioritura limita la caduta di fiori e

frutti su varietà Black Corinthian.

L’uso di MAXIGIB BIO in miscela estemporanea con un bagnante può migliorare la penetrazione e l’efficacia del prodotto.

Attenzione: ridurre la dose d’impiego di MAXIGIB BIO su varietà molto sensibili come Riesling.

Ciliegio

Dose: 5-10 g/100 litri d’acqua

Numero massimo di applicazioni per stagione: 1

Volume d’acqua/ha: 1000 litri

Per aumentare la compattezza e la qualità nel ciliegio dolce applicare circa 3 settimane prima del raccolto previsto, al momento della comparsa

della maturazione, quando le ciliegie sono di colore giallo paglierino. MAXIGIB BIO ritarda la maturazione dei frutti di 4-5 giorni, allungando

così il periodo di raccolta e ritardando il periodo di suscettibilità da rotture causate dalla pioggia rottura. Il trattamento inoltre aumenta la

dimensione del frutto, la compattezza e la resistenza a patologie di post-raccolta.

Carciofo

Dose: 5-10 g/100 litri d’acqua

Numero massimo di applicazioni per stagione: 3

Volume d’acqua/ha: 400-1000 litri

Per ottenere un anticipo di maturazione, dei capolini più grossi ed in maggior quantità applicare MAXIGIB BIO a 5-10 g/100 litri d’acqua. La

prima applicazione deve avvenire durante la formazione del capolino centrale (1-2 foglie vere) e può essere ripetuto ogni 15-20 giorni.

Attenzione: il regime di fertilizzazione deve essere adattato all’obiettivo di produzione per beneficiare del trattamento.

Pomodoro in serra

Dose: 5-10 g/100 litri d’acqua

Numero massimo di applicazioni per stagione: 3

Volume d’acqua/ha: 500 litri

Per ottenere un anticipo di produzione ed un aumento dell’allegagione, applicare MAXIGIB BIO durante la fase iniziale della fioritura del palco

fiorale desiderato. L’applicazione può essere ripetuta, se necessario, sul successivo palco fiorale. L’irrorazione va diretta sui boccioli.

Ornamentali (Spathiphyllum, Chrysanthemum, Cyclamen )

Dose: 10-80 g/100 litri d’acqua

Numero massimo di applicazioni per stagione: 1

Volume d’acqua/ha: 1000 litri

A seconda della sua epoca di impiego, l'applicazione di MAXIGIB BIO può portare a stimolazione della crescita vegetativa, fioritura precoce o

più abbondante. Pertanto, il momento esatto dell’applicazione deve essere adattata alla coltura ed all’effetto desiderato.

Compatibilità

MAXIGIB BIO non deve essere miscelato con oli minerali e prodotti alcalini come poltiglia bordolese e zolfo calcico. Non effettuare trattamenti

con MAXIGIB BIO a meno di 2 settimane da un trattamento con olio estivo che ne comprometterebbe l'assorbimento. Consultare il proprio

consulente agrochimico per consigli sull'uso corretto di MAXIGIB BIO in miscela con altri prodotti fitosanitari. Avvertenza: in caso di miscela

con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate le norme precauzionali prescritte per i

prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione informare il medico della miscelazione compiuta.

Avvertenze generali

Utilizzare alti volumi d’acqua per assicurare la completa bagnatura della coltura. Adattare il volume di trattamento allo stadio di sviluppo ed al

volume di vegetazione.

Effettuare i trattamenti preferibilmente al mattino o di sera, quando l’umidità relative è più alta, in modo da assicurare il perfetto assorbimento di

MAXIGIB BIO ed accrescerne l’efficacia. Non applicare su piante sotto stress idrico.

Non lasciare la soluzione nel serbatoio per lunghi periodi (ad es. durante i pasti o nella notte).

Risciacquo

Risciacquare il serbatoio con acqua pulita e spruzzare sull’appezzamento trattato.

ATTENZIONE

Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate in questa etichetta

Chi impiega il prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato

Il rispetto di tutte le indicazioni contenute nella presente etichetta è condizione essenziale per assicurare l’efficacia del trattamento e

per evitare danni alle piante, alle persone ed agli animali

Da non applicare con mezzi aerei

Etichetta autorizzata con decreto dirigenziale del 21 luglio 2017

Operare in assenza di vento

Da non vendersi sfuso

Smaltire le confezioni secondo le norme vigenti

Il contenitore completamente svuotato non deve essere disperso nell’ambiente

Il contenitore non può essere riutilizzato

CONDIZIONI DI GARANZIA DEL PRODOTTO E LIMITAZIONE DI RESPONSABILITÀ

Fine Agrochemicals Limited ("FINE") garantisce che il presente Prodotto è conforme alle caratteristiche indicate su questa etichetta. FINE non

offre nessun'altra garanzia, espressa o implicita, compresa a titolo esemplificativo e non esaustivo, la garanzia di commerciabilità o idoneità per

uno scopo specifico.

È impossibile eliminare tutti i rischi associati al presente Prodotto. Infortuni e danni personali, risultati insufficienti, o altre conseguenze non

previste possono aver luogo a causa di fattori quali condizioni atmosferiche anormali, presenza di altri materiali, le modalità di applicazione,

l'uso del Prodotto in maniera non assolutamente conforme alle istruzioni dell'etichetta o altri fattori al di fuori del controllo di FINE o del

rivenditore. Nei limiti consentiti dalla legislazione vigente, tali rischi sono a totale carico dell'Acquirente.

L'intera responsabilità di FINE, nei termini della presente garanzia, si limita alla somma del prezzo d'acquisto, oppure, a esclusiva discrezione di

FINE, alla sostituzione gratuita del Prodotto. FINE declina ogni responsabilità per eventuali danni che possono derivare, direttamente o

indirettamente, dall'uso o dalla manipolazione del Prodotto.

Etichetta autorizzata con decreto dirigenziale del 21 luglio 2017

Etichetta ridotta

MAXIGIB BIO

FITOREGOLATORE IN POLVERE SOLUBILE

PER USO IN VIGNETI E FRUTTETI, SU COLTURE ORTICOLE E ORNAMENTALI

Composizione:

100 grammi di prodotto contengono

Acido gibberellico (A3)

g 20

(purezza minima 90%)

Coformulanti q.b. a

g 100

Consigli di prudenza

P102 Tenere fuori della portata dei bambini. P270 Non mangiare, né bere, né fumare durante l’impiego. EUH401 Per evitare rischi per la salute

umana e per l’ambiente seguire le istruzioni per l’uso.

INFORMAZIONI PER IL MEDICO

In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi di pronto soccorso. Consultare un Centro Antiveleni.

MODALITÀ D’USO

Prima dell’uso leggere attentamente il Foglio Illustrativo allegato.

Titolare della registrazione:

Distribuito da:

Intertec S.r.l. - Loc. Ferrantina, 27 - 52011 Bibbiena (AR)

FINE AGROCHEMICALS LIMITED

Hill End House Whittington, Worcester WR5 2RQ UK

Tel. +44 1905 361800 E enquire@fine.eu www.fine.eu

Registrazione del Ministero della Sanità n. 10434 del 12/04/2000

Officina di produzione: Schirm GmbH – Mecklenburger Strasse, 229 – D-23568 Lübeck (Germania)

Officina di confezionamento: SCHIRM GmbH - Standort Baar-Ebenhausen Dieselstrasse 8 D- 85107 Baar-Ebenhausen

(Germania)

Contenuto netto: g 5-10 – 20 – 50 – 100

Lotto N. (vedere stampa sul contenitore)

IL CONTENITORE COMPLETAMENTE SVUOTATO NON DEVE ESSERE DISPERSO NELL’AMBIENTE

IL CONTENITORE NON PUÒ ESSERE RIUTILIZZATO

SMALTIRE LE CONFEZIONI SECONDO LE NORME VIGENTI

Prodotti simili

Cerca alert relativi a questo prodotto

Condividi questa pagina