MANTIR GO

Italia - italiano - Ministero della Salute

Principio attivo:
MANCOZEB;
Commercializzato da:
INDOFIL INDUSTRIES (NETHERLANDS) BV
INN (Nome Internazionale):
MANCOZEB;
Dosaggio:
75.0 g I valori indicati sono per 100 g di prodotto.
Forma farmaceutica:
GRANULARE
Area terapeutica:
FUNGICIDA
Stato dell'autorizzazione:
Ri-registrato
Numero dell'autorizzazione:
012745
Data dell'autorizzazione:
2005-09-02

Etichetta/Foglio illustrativo

® Marchio Registrato

Etichetta autorizzata con decreto dirigenziale del 23/11/2015

e modificata ai sensi dell’art. 7, comma 1, D.P.R. n. 55/2012, con validità dal 9/11/2016

MANTIR

®

GO

FUNGICIDA - GRANULI IDRODISPERSIBILI

Composizione di MANTIR GO

MANCOZEB puro 75%;

Coformulanti q.b. a g 100

Contiene Hexamethylene tetramine

INDICAZIONI DI PERICOLO

H317: Può provocare una reazione allergica cutanea; H319: Provoca grave

irritazione oculare; H361d: Sospettato di nuocere al feto; H400: Molto tossico

per gli organismi acquatici; H411: Tossico per gli organismi acquatici con effetti

di lunga durata. EUH401: Per evitare rischi per la salute umana e per l’ambiente,

seguire le istruzioni per l’uso.

CONSIGLI DI PRUDENZA

P201: Procurarsi le istruzioni prima dell’uso; P280: Indossare guanti/indumenti

protettivi/Proteggere gli occhi/Proteggere il viso; P305 + P351 + P338: IN

CASO

CONTATTO

OCCHI:

Sciacquare

accuratamente

parecchi

minuti.

Togliere

eventuali

lenti

contatto

agevole

farlo.

Continuare a risciacquare; P405: Conservare sotto chiave; P501: Smaltire il

prodotto/recipiente in conformità alla regolamentazione vigente.

INDOFIL INDUSTRIES (Netherlands) B.V

Piet Heinkade 55, 1019 GM Amsterdam (The Netherlands) Tel.: +31(0)202170971 - +39(0)266101029

Autorizzazione del Ministero della Sanità n. 12745 del 02/09/2005

Stabilimenti di produzione:

Indofil Industries Limited – Kolshet, Off Swami Vivekananda Road, Azad Nagar, Sandoz Baug P.O., Thane - 400 607

Maharashtra, India

Indofil Industries Limited – Plot No. Z7-1/Z8, Sez Dahej Limited, Sez Dahej, Taluka: Vagra, Dist-Bharuch, Gujarant-392

130 (India)

Distribuito da: Gowan Italia S.p.A., via Morgagni, 68 – Faenza (RA) – Tel. 0546-629911

Taglie: 10 – 50 – 100 – 200 g; 1 – 5 – 10 – 25 kg Partita n°: Vedere sulla confezione

PRESCRIZIONI SUPPLEMENTARI: Una volta aperta la confezione utilizzare

tutto il contenuto. Conservare in luogo

fresco ed asciutto, lontano dall’umidità e dal calore. Non contaminare l'acqua con il prodotto o il suo contenitore. Non

pulire il materiale d'applicazione in prossimità delle acque di superficie. Evitare la contaminazione attraverso i sistemi

di scolo delle acque dalle aziende agricole e dalle strade.

Per proteggere gli organismi acquatici rispettare una fascia di sicurezza non trattata di:

25 metri dai corpi idrici superficiali per pomacee e drupacee, in associazione all’utilizzo di dispositivi meccanici

di riduzione della deriva e nel passaggio sui filari più estremi, aver cura di escludere l’irrorazione dagli ugelli

rivolti verso il lato esterno;

20 m dai corpi idrici superficiali per arancio e olivo, in associazione all’utilizzo di dispositivi meccanici di

riduzione della deriva;

12 metri dai corpi idrici superficiali per la vite;

5 m dai corpi idrici superficiali per ortaggi a bulbo;

3 metri dai corpi idrici superficiali per patata, ortaggi a frutto, ortaggi a foglia.

INFORMAZIONI PER IL MEDICO: Sintomi: cute: eritema, dermatiti, sensibilizzazione; occhio: congiuntivite

irritativa, sensibilizzazione; apparato respiratorio: irritazione delle prime vie aeree, broncopatia asmatiforme,

sensibilizzazione; SNC: atassia, cefalea, confusione, depressione, iporeflessia; effetto antabuse: si verifica in caso di

concomitante o pregressa assunzione di alcool, e si manifesta con nausee, vomito, sudorazione, sete intensa, dolore

precordiale, tachicardia, visione confusa, vertigini, ipotensione ortostatica. Dopo qualche ora il viso da paonazzo

diventa pallido e l’ipotensione si aggrava fino al collasso ed alla perdita di coscienza.

Terapia: sintomatica. Avvertenza: Consultare un Centro Antiveleni

USI AUTORIZZATI E MODALITÀ D’IMPIEGO

Coltura

Parassiti

Dose

N° massimo

di

trattamenti

per stagione

Intervallo di

sicurezza

(giorni)

Vite

da

vino

e

da

tavola

Peronospora (Plasmopara viticola), Escoriosi

(Phomopsis

viticola),

Marciume

nero

(Guignardia

bidwellii),

Rossore

parassitario

(Pseudopeziza

tracheiphila),

Antracnosi

(Sphaceloma ampelinum)

200 g/hL

(2 kg/ha)

Melo,

Pero,

Nashi,

Cotogno,

Nespolo,

Nespolo del Giappone

Ticchiolatura

(Venturia sp.), Marciume

nero

(Alternaria

sp.),

Maculatura

bruna

(Stemphylium

vesicarium)

Septoriosi

(Mycosphaerella sentina)

200 g/hL

(2 kg/ha)

Pesco,

Nettarina,

Albicocco,

Mandorlo,

Susino, Ciliegio

Ruggine (Tranzchelia pruni-spinose, Puccinia

cerasi), Cilindrosporiosi (Blumeriella japii) e

Nerume (Cladosporium carpophilum)

200 g/hL

(2 kg/ha)

(mandorlo)

Arancio

Allessatura

delle

foglie

Marciume

bruno

(Phytophthora sp.), Antracnosi (Colletotrichum

gleosporoides) e Fumaggine (Capnodium citri

ecc.)

300 g/hL

(3 kg/ha)

Olivo

Occhio

pavone

(Spilocaea

oleagina),

Antracnosi (Gleosporium olivarum), Alternaria

(Alternaria

alternata)

Fumaggine

(Capnodium oleophilum ecc.)

300 g/hL

(3 kg/ha)

Noce

Antracnosi

(Gnomonia

leptostyla),

Necrosi

apicale bruna (Alternaria sp., Colletotrichum

sp., Fusarium sp., Phomopsis sp.) e Batteriosi

(Xanthomonas arboricola pv juglandis)

200 g/hL

(2 kg/ha)

Tabacco

Peronospora (Peronospora tabacina)

2 kg/ha

Patata

Peronospora

(Phytophthora

infestans)

Alternaria (Alternaria solani)

2 kg/ha

Pomodoro, Melanzana

Peronospora

(Phytophthora

sp),

Alternaria

(Alternaria sp), Septoria (Septoria lycopersici)

e Cladosporiosi (Cladosporium fulvum)

2 kg/ha

Zucchino,

Zucca,

Cetriolo,

Cetriolino,

Melone, Anguria

Peronospora

(Pseudoperonospora

cubensis),

Antracnosi

(Colletotrichum

lagenarium),

Alternaria

(Alternaria

cucumerina)

Cladosporiosi (Cladosporium cucumerinum)

2 kg/ha

Lattuga,

Scarola,

Indivia,

Cicoria,

Radicchio,

Dolcetta,

Rucola

Peronospora

(Bremia

lactucae,

Peronospora

brassicae) e Ruggine (Puccinia hieracii)

2 kg/ha

Porro

Peronospora (Peronospora sp., Phytophthora

porri), Ruggine (Puccinia sp.) ed Alternaria

(Alternaria porri)

2.5 kg/ha

ATTENZIONE

Etichetta/Foglio illustrativo

® Marchio Registrato

Etichetta autorizzata con decreto dirigenziale del 23/11/2015

e modificata ai sensi dell’art. 7, comma 1, D.P.R. n. 55/2012, con validità dal 9/11/2016

Iniziare i trattamenti sin dalle prime fasi di sviluppo della coltura e proseguire ad intervalli di 7 giorni sulle seguenti

colture: Zucchino, Zucca, Cetriolo, Cetriolino, Melone, Anguria, Porro, Lattuga, Scarola, Indivia, Cicoria,

Radicchio,

Dolcetta,

Rucola,

Erba

cipollina,

Prezzemolo,

Salvia,

Rosmarino,

Timo,

Basilico,

Alloro,

Maggiorana, Origano, Menta

ed ad intervalli di 7-10 giorni su:Tabacco, Patata, Pomodoro, Melanzana.

Iniziare i trattamenti alla ripresa vegetativa e proseguire ad intervalli di 7 giorni in alternanza semplice con altri

fungicidi preventivi o ad intervalli di 10 giorni in miscela con fungicidi triazolici su Melo, Pero, Nashi, Cotogno,

Nespolo, Nespolo del Giappone.

Iniziare i trattamenti preventivamente e proseguire ad intervalli di 10 giorni sulle colture Garofano, Crisantemo,

Rosa, Giglio, Iris, Piante ornamentali da fiore, arboree ed arbustive, Vivai di vite e fruttiferi.

Su Vite da vino e da tavola: contro peronospora (Plasmopara viticola), marciume nero (Guignardia bidwellii),

rossore parassitario (Pseudopeziza tracheiphila) e antracnosi (Sphaceloma ampelinum) iniziare i trattamenti su

germogli ben formati. Contro escoriosi (Phomopsis viticola), applicare il prodotto alla rottura delle gemme e subito

dopo l’emissione delle prime foglioline, proseguendo poi con il calendario di difesa antiperonosporica.

Iniziare i trattamenti alla comparsa dei primi sintomi e proseguire ad intervalli di 10 giorni sulla coltura Pioppo.

Impiegare ad intervalli non inferiori ai 10 giorni, iniziando i trattamenti alla comparsa dei primi sintomi soprattutto in

caso di primavere umide e piovose sulle seguenti colture: Pesco, Nettarina, Albicocco, Mandorlo, Susino, Ciliegio.

Su Noce iniziare i trattamenti alla chiusura delle gemme e proseguire ad intervalli di 10 giorni fino alla schiusura del

canalicolo stilare. Per migliorare l’attività nei confronti delle batteriosi e della necrosi apicale bruna è consigliabile

associare il prodotto con fungicidi a base di rame metallico.

Iniziare i trattamenti sin dalle prime fasi di sviluppo della coltura e proseguendo ad intervalli di 14 giorni sulle colture

Carota, Cavolo cappuccio, Cavolo verza, Cavolo broccolo, Cavolo cinese, Cime di rapa, Cavoletto di Bruxelles,

Cavolo rosso, Cavolo bianco, Cavolo nero.

Su Asparago: iniziare i trattamenti dopo la conclusione della raccolta dei turioni e proseguendo ad intervalli di 14

giorni. Si propongono trattamenti su piante madri per la protezione delle foglie e dei fusti durante il ciclo estivo della

coltura.

Nelle colture Orzo, Avena, Triticale effettuare 2 trattamenti preventivi nel periodo compreso fra inizio levata e

comparsa della botticella ed 1 alla comparsa delle prime pustole di ruggine, per un totale di 3 trattamenti per stagione

ad intervalli di 14 giorni.

Su Arancio e Olivo, effettuare il trattamento preferibilmente con sintomi ben visibili sugli organi vegetanti o sui

frutti.

NON IMPIEGARE SU COLTURE DIVERSE DA QUELLE INDICATE. NON IMPIEGARE IN SERRA

COMPATIBILITÀ: non è raccomandata la miscelazione di MANTIR GO con altri prodotti fitosanitari ad azione

fungicida ad eccezione di quelli a base di myclobutanil e fenbuconazolo.

Avvertenza: in caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono

inoltre essere osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di

intossicazione informare il medico della miscelazione compiuta.

FITOTOSSICITÀ:

Varietà

pero

sensibili

Mancozeb:

Abate

Fetel,

Armela,

Butirra

Precoce, Morettini,

Conference, Coscia, Curato, Decana del Comizio, Gentile, Gentilona, Giardina, Mora, Principessa Gonzaga, San

Giovanni, Santa Maria, Scipiona, Spadoncina, Spadona d’estate, Spina Carpi, Zucchermanna). Il prodotto può essere

fitotossico sui pomodori sotto vetro nei primissimi stadi di sviluppo.

INTERVALLO DI SICUREZZA: vedere tabella Usi autorizzati e modalità di impiego

ATTENZIONE: da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate in questa etichetta. Chi impiega

il prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato. Il rispetto di tutte le

indicazioni contenute nella presente etichetta è condizione essenziale per assicurare l’efficacia del trattamento e per

evitare danni alle piante, alle persone ed agli animali. Non applicare con i mezzi aerei. Per evitare rischi per l’uomo e

per l’ambiente seguire le istruzioni per l’uso. Operare in assenza di vento. Da non vendersi sfuso. Smaltire le

confezioni secondo le norme vigenti. Il contenitore completamente svuotato non deve essere disperso nell’ambiente.

Il contenitore non può essere riutilizzato.

Coltura

Parassiti

Dose

N° massimo

di

trattamenti

per stagione

Intervallo di

sicurezza

(giorni)

Cavolo

cappuccio,

Cavolo

verza,

Cavolo

broccolo,

Cavolo

cinese,

Cime

di

rapa,

Cavoletto di Bruxelles,

Cavolo

rosso,

Cavolo

bianco, Cavolo nero

Peronospora

(Peronospora

brassicae)

Alternaria (Alternaria sp.)

2 kg/ha

Asparago

Ruggine

(Puccinia

asparagi)

Stemfiliosi

(Stemphilium vesicarium)

2 kg/ha

Carota

Peronospora (Plasmopara nivea) ed Alternaria

(Alternaria dauci)

2 kg/ha

Erba

cipollina,

Prezzemolo,

Salvia,

Rosmarino,

Timo,

Basilico,

Alloro,

Maggiorana,

Origano,

Menta

Peronospora

(Peronospora

sp.),

Ruggine

(Puccinia

sp.),

Alternaria

(Alternaria

sp.),

Antracnosi

(Colletotrichum

sp.)

Septoria

(Septoria sp.)

2 kg/ha

Orzo, Avena, Triticale

Septoria (Septoria tritici) e Ruggine (Puccinia

sp.)

2 kg/ha

Non oltre

BBCH 65

Garofano, Crisantemo,

Rosa, Giglio, Iris

Ruggine

(Uromyces

sp.,

Puccinia

sp.,

Phragmidium sp.) e Ticchiolatura della rosa

(Diplocarpon rosae)

2 kg/ha

Piante ornamentali da

fiore,

arboree

ed

arbustive

Antracnosi (Colletotrichum sp., Gleosporium

sp.,

Gnomonia

Sphaceloma

sp.),

Maculature

fogliari

(Septoria

sp., Alternaria

sp.,

Aschochyta

sp.,

Phyllosticta

sp.),

Peronospora

(Bremia

sp.,

Peronospora

sp.,

Pseudoperonospora

sp.,

Plasmopara

sp.),

Ruggini (Cronarthium sp., Gymnosporangium

sp., Phragmidium sp., Puccinia sp., Uromyces

sp.) e Ticchiolatura (Venturia sp.)

2 kg/ha

Vivai di vite e fruttiferi

Peronospora

(P.

viticola),

Ticchiolatura

(Venturia sp.), Ruggine (Transzchelia pruni-

spinose,

Puccinia

cerasi),

Cilindrosporiosi

(Blumeriella

japii),

Antracnosi

(Gnomonia

leptostyla),

Occhio

pavone

(Spilocaea

oleagina), Allessatura delle foglie e Marciume

bruno

(Phytophthora

sp.)

Fumaggini

(Capnodium sp.)

2 kg/ha

Pioppo

Bronzatura (Marssonina brunnea)

200 g/hL

(2 kg/ha)

® Marchio Registrato

Etichetta autorizzata con decreto dirigenziale del 23/11/2015

e modificata ai sensi dell’art. 7, comma 1, D.P.R. n. 55/2012, con validità dal 9/11/2016

MANTIR

®

GO

FUNGICIDA - GRANULI IDRODISPERSIBILI

Composizione di MANTIR GO

MANCOZEB puro 75%;

Coformulanti q.b. a g 100

Contiene Hexamethylene tetramine

INDICAZIONI DI PERICOLO

H317: Può provocare una reazione allergica cutanea; H319: Provoca grave

irritazione oculare; H361d: Sospettato di nuocere al feto; H400: Molto tossico

per gli organismi acquatici; H411: Tossico per gli organismi acquatici con effetti

di lunga durata. EUH401: Per evitare rischi per la salute umana e per l’ambiente,

seguire le istruzioni per l’uso.

CONSIGLI DI PRUDENZA

P201: Procurarsi le istruzioni prima dell’uso; P280: Indossare guanti/indumenti

protettivi/Proteggere gli occhi/Proteggere il viso; P305 + P351 + P338: IN

CASO

CONTATTO

OCCHI:

Sciacquare

accuratamente

parecchi

minuti.

Togliere

eventuali

lenti

contatto

agevole

farlo.

Continuare a risciacquare; P405: Conservare sotto chiave; P501: Smaltire il

prodotto/recipiente in conformità alla regolamentazione vigente.

INDOFIL INDUSTRIES (Netherlands) B.V

Piet Heinkade 55, 1019 GM Amsterdam (The Netherlands) Tel.: +31(0)202170971 - +39(0)266101029

Autorizzazione del Ministero della Sanità n. 12745 del 02/09/2005

Stabilimenti di produzione:

Indofil Industries Limited – Kolshet, Off Swami Vivekananda Road, Azad Nagar, Sandoz Baug P.O., Thane - 400 607

Maharashtra, India

Indofil Industries Limited – Plot No. Z7-1/Z8, Sez Dahej Limited, Sez Dahej, Taluka: Vagra, Dist-Bharuch, Gujarant-392

130 (India)

Distribuito da: Gowan Italia S.p.A., via Morgagni, 68 – Faenza (RA) – Tel. 0546-629911

Taglie: 10 – 50 – 100 g; 1 – 5 – 10 – 25 kg Partita n°: Vedere sulla confezione

PRESCRIZIONI SUPPLEMENTARI: Una volta aperta la confezione utilizzare

tutto il contenuto. Conservare in luogo

fresco ed asciutto, lontano dall’umidità e dal calore. Non contaminare l'acqua con il prodotto o il suo contenitore. Non

pulire il materiale d'applicazione in prossimità delle acque di superficie. Evitare la contaminazione attraverso i sistemi

di scolo delle acque dalle aziende agricole e dalle strade.

Per proteggere gli organismi acquatici rispettare una fascia di sicurezza non trattata di:

25 metri dai corpi idrici superficiali per pomacee e drupacee, in associazione all’utilizzo di dispositivi meccanici

di riduzione della deriva e nel passaggio sui filari più estremi, aver cura di escludere l’irrorazione dagli ugelli

rivolti verso il lato esterno;

20 metri dai corpi idrici superficiali per arancio e olivo, in associazione all’utilizzo di dispositivi meccanici di

riduzione della deriva;

12 metri dai corpi idrici superficiali per la vite;

5 metri dai corpi idrici superficiali per ortaggi a bulbo;

3 metri dai corpi idrici superficiali per patata, ortaggi a frutto, ortaggi a foglia.

INFORMAZIONI PER IL MEDICO: Sintomi: cute: eritema, dermatiti, sensibilizzazione; occhio: congiuntivite

irritativa, sensibilizzazione; apparato respiratorio: irritazione delle prime vie aeree, broncopatia asmatiforme,

sensibilizzazione; SNC: atassia, cefalea, confusione, depressione, iporeflessia; effetto antabuse: si verifica in caso di

concomitante o pregressa assunzione di alcool, e si manifesta con nausee, vomito, sudorazione, sete intensa, dolore

precordiale, tachicardia, visione confusa, vertigini, ipotensione ortostatica. Dopo qualche ora il viso da paonazzo

diventa pallido e l’ipotensione si aggrava fino al collasso ed alla perdita di coscienza.

Terapia: sintomatica. Avvertenza: Consultare un Centro Antiveleni

PRIMA DELL’USO LEGGERE IL FOGLIO ILLUSTRATIVO

SMALTIRE LE CONFEZIONI SECONDO LE NORME VIGENTI

IL CONTENITORE NON PUÒ ESSERE RIUTILIZZATO

IL CONTENITORE COMPLETAMENTE SVUOTATO NON DEVE ESSERE DISPERSO

NELL’AMBIENTE

ATTENZIONE

Etichetta/Foglio illustrativo

® Marchio Registrato

Etichetta autorizzata con decreto dirigenziale del 24/10/2017

MANTIR

®

GO

FUNGICIDA - GRANULI IDRODISPERSIBILI

Composizione di MANTIR GO

MANCOZEB puro 75%;

Coformulanti q.b. a g 100

Contiene Hexamethylene tetramine

INDICAZIONI DI PERICOLO

H317: Può provocare una reazione allergica cutanea; H319: Provoca grave

irritazione oculare; H361d: Sospettato di nuocere al feto; H400: Molto tossico

per gli organismi acquatici; H411: Tossico per gli organismi acquatici con effetti

di lunga durata. EUH401: Per evitare rischi per la salute umana e per l’ambiente,

seguire le istruzioni per l’uso.

CONSIGLI DI PRUDENZA

P201: Procurarsi le istruzioni prima dell’uso; P280: Indossare guanti/indumenti

protettivi/Proteggere gli occhi/Proteggere il viso; P305 + P351 + P338: IN

CASO

CONTATTO

OCCHI:

Sciacquare

accuratamente

parecchi

minuti.

Togliere

eventuali

lenti

contatto

agevole

farlo.

Continuare a risciacquare; P405: Conservare sotto chiave; P501: Smaltire il

prodotto/recipiente in conformità alla regolamentazione vigente.

INDOFIL INDUSTRIES (Netherlands) B.V

Piet Heinkade 55, 1019 GM Amsterdam (The Netherlands) Tel.: +31(0)202170971 - +39(0)266101029

Autorizzazione del Ministero della Sanità n. 12745 del 02/09/2005

Stabilimenti di produzione:

Indofil Industries Limited – Kolshet, Off Swami Vivekananda Road, Azad Nagar, Sandoz Baug P.O., Thane - 400 607

Maharashtra, India

Indofil Industries Limited – Plot No. Z7-1/Z8, Sez Dahej Limited, Sez Dahej, Taluka: Vagra, Dist-Bharuch, Gujarant-392

130 (India)

Distribuito da: Gowan Italia S.r.L., via Morgagni, 68 – Faenza (RA) – Tel. 0546-629911

Taglie: 10 – 50 – 100 – 200 g; 1 – 5 – 10 – 25 kg Partita n°: Vedere sulla confezione

PRESCRIZIONI SUPPLEMENTARI: Una volta aperta la confezione utilizzare

tutto il contenuto. Conservare in luogo

fresco ed asciutto, lontano dall’umidità e dal calore. Non contaminare l'acqua con il prodotto o il suo contenitore. Non

pulire il materiale d'applicazione in prossimità delle acque di superficie. Evitare la contaminazione attraverso i sistemi

di scolo delle acque dalle aziende agricole e dalle strade.

Per proteggere gli organismi acquatici rispettare una fascia di sicurezza non trattata di:

25 metri dai corpi idrici superficiali per pomacee e drupacee, in associazione all’utilizzo di dispositivi meccanici

di riduzione della deriva e nel passaggio sui filari più estremi, aver cura di escludere l’irrorazione dagli ugelli

rivolti verso il lato esterno;

20 m dai corpi idrici superficiali per arancio e olivo, in associazione all’utilizzo di dispositivi meccanici di

riduzione della deriva;

12 metri dai corpi idrici superficiali per la vite;

5 m dai corpi idrici superficiali per ortaggi a bulbo;

3 metri dai corpi idrici superficiali per patata, ortaggi a frutto, ortaggi a foglia.

INFORMAZIONI PER IL MEDICO: Sintomi: cute: eritema, dermatiti, sensibilizzazione; occhio: congiuntivite

irritativa, sensibilizzazione; apparato respiratorio: irritazione delle prime vie aeree, broncopatia asmatiforme,

sensibilizzazione; SNC: atassia, cefalea, confusione, depressione, iporeflessia; effetto antabuse: si verifica in caso di

concomitante o pregressa assunzione di alcool, e si manifesta con nausee, vomito, sudorazione, sete intensa, dolore

precordiale, tachicardia, visione confusa, vertigini, ipotensione ortostatica. Dopo qualche ora il viso da paonazzo

diventa pallido e l’ipotensione si aggrava fino al collasso ed alla perdita di coscienza.

Terapia: sintomatica. Avvertenza: Consultare un Centro Antiveleni

USI AUTORIZZATI E MODALITÀ D’IMPIEGO

Coltura

Parassiti

Dose

N° massimo

di

trattamenti

per stagione

Intervallo di

sicurezza

(giorni)

Vite

da

vino

e

da

tavola

Peronospora (Plasmopara viticola), Escoriosi

(Phomopsis

viticola),

Marciume

nero

(Guignardia

bidwellii),

Rossore

parassitario

(Pseudopeziza

tracheiphila),

Antracnosi

(Sphaceloma ampelinum)

200 g/hL

(2 kg/ha)

Melo,

Pero,

Nashi,

Cotogno,

Nespolo,

Nespolo del Giappone

Ticchiolatura

(Venturia sp.), Marciume

nero

(Alternaria

sp.),

Maculatura

bruna

(Stemphylium

vesicarium)

Septoriosi

(Mycosphaerella sentina)

200 g/hL

(2 kg/ha)

Pesco,

Nettarina,

Albicocco,

Mandorlo,

Susino, Ciliegio

Ruggine (Tranzchelia pruni-spinose, Puccinia

cerasi), Cilindrosporiosi (Blumeriella japii) e

Nerume (Cladosporium carpophilum)

200 g/hL

(2 kg/ha)

(mandorlo)

Arancio

Allessatura

delle

foglie

Marciume

bruno

(Phytophthora sp.), Antracnosi (Colletotrichum

gleosporoides) e Fumaggine (Capnodium citri

ecc.)

300 g/hL

(3 kg/ha)

Olivo

Occhio

pavone

(Spilocaea

oleagina),

Antracnosi (Gleosporium olivarum), Alternaria

(Alternaria

alternata)

Fumaggine

(Capnodium oleophilum ecc.)

300 g/hL

(3 kg/ha)

Noce

Antracnosi

(Gnomonia

leptostyla),

Necrosi

apicale bruna (Alternaria sp., Colletotrichum

sp., Fusarium sp., Phomopsis sp.) e Batteriosi

(Xanthomonas arboricola pv juglandis)

200 g/hL

(2 kg/ha)

Tabacco

Peronospora (Peronospora tabacina)

2 kg/ha

Patata

Peronospora

(Phytophthora

infestans)

Alternaria (Alternaria solani)

2 kg/ha

Pomodoro, Melanzana

Peronospora

(Phytophthora

sp),

Alternaria

(Alternaria sp), Septoria (Septoria lycopersici)

e Cladosporiosi (Cladosporium fulvum)

2 kg/ha

Zucchino,

Zucca,

Cetriolo,

Cetriolino,

Melone, Anguria

Peronospora

(Pseudoperonospora

cubensis),

Antracnosi

(Colletotrichum

lagenarium),

Alternaria

(Alternaria

cucumerina)

Cladosporiosi (Cladosporium cucumerinum)

2 kg/ha

Lattuga,

Scarola,

Indivia,

Cicoria,

Radicchio,

Dolcetta,

Rucola

Peronospora

(Bremia

lactucae,

Peronospora

brassicae) e Ruggine (Puccinia hieracii)

2 kg/ha

Porro

Peronospora (Peronospora sp., Phytophthora

porri), Ruggine (Puccinia sp.) ed Alternaria

(Alternaria porri)

2.5 kg/ha

ATTENZIONE

Etichetta/Foglio illustrativo

® Marchio Registrato

Etichetta autorizzata con decreto dirigenziale del 24/10/2017

Iniziare i trattamenti sin dalle prime fasi di sviluppo della coltura e proseguire ad intervalli di 7 giorni sulle seguenti

colture: Zucchino, Zucca, Cetriolo, Cetriolino, Melone, Anguria, Porro, Lattuga, Scarola, Indivia, Cicoria,

Radicchio,

Dolcetta,

Rucola,

Erba

cipollina,

Prezzemolo,

Salvia,

Rosmarino,

Timo,

Basilico,

Alloro,

Maggiorana, Origano, Menta

ed ad intervalli di 7-10 giorni su:Tabacco, Patata, Pomodoro, Melanzana.

Iniziare i trattamenti alla ripresa vegetativa e proseguire ad intervalli di 7 giorni in alternanza semplice con altri

fungicidi preventivi o ad intervalli di 10 giorni in miscela con fungicidi triazolici su Melo, Pero, Nashi, Cotogno,

Nespolo, Nespolo del Giappone.

Iniziare i trattamenti preventivamente e proseguire ad intervalli di 10 giorni sulle colture Garofano, Crisantemo,

Rosa, Giglio, Iris, Piante ornamentali da fiore, arboree ed arbustive, Vivai di vite e fruttiferi.

Su Vite da vino e da tavola: contro peronospora (Plasmopara viticola), marciume nero (Guignardia bidwellii),

rossore parassitario (Pseudopeziza tracheiphila) e antracnosi (Sphaceloma ampelinum) iniziare i trattamenti su

germogli ben formati. Contro escoriosi (Phomopsis viticola), applicare il prodotto alla rottura delle gemme e subito

dopo l’emissione delle prime foglioline, proseguendo poi con il calendario di difesa antiperonosporica.

Iniziare i trattamenti alla comparsa dei primi sintomi e proseguire ad intervalli di 10 giorni sulla coltura Pioppo.

Impiegare ad intervalli non inferiori ai 10 giorni, iniziando i trattamenti alla comparsa dei primi sintomi soprattutto in

caso di primavere umide e piovose sulle seguenti colture: Pesco, Nettarina, Albicocco, Mandorlo, Susino, Ciliegio.

Su Noce iniziare i trattamenti alla chiusura delle gemme e proseguire ad intervalli di 10 giorni fino alla schiusura del

canalicolo stilare. Per migliorare l’attività nei confronti delle batteriosi e della necrosi apicale bruna è consigliabile

associare il prodotto con fungicidi a base di rame metallico.

Iniziare i trattamenti sin dalle prime fasi di sviluppo della coltura e proseguendo ad intervalli di 14 giorni sulle colture

Carota, Cavolo cappuccio, Cavolo verza, Cavolo broccolo, Cavolo cinese, Cime di rapa, Cavoletto di Bruxelles,

Cavolo rosso, Cavolo bianco, Cavolo nero.

Su Asparago: iniziare i trattamenti dopo la conclusione della raccolta dei turioni e proseguendo ad intervalli di 14

giorni. Si propongono trattamenti su piante madri per la protezione delle foglie e dei fusti durante il ciclo estivo della

coltura.

Nelle colture Orzo, Avena, Triticale effettuare 2 trattamenti preventivi nel periodo compreso fra inizio levata e

comparsa della botticella ed 1 alla comparsa delle prime pustole di ruggine, per un totale di 3 trattamenti per stagione

ad intervalli di 14 giorni.

Su Arancio e Olivo, effettuare il trattamento preferibilmente con sintomi ben visibili sugli organi vegetanti o sui

frutti.

NON IMPIEGARE SU COLTURE DIVERSE DA QUELLE INDICATE. NON IMPIEGARE IN SERRA

COMPATIBILITÀ: non è raccomandata la miscelazione di MANTIR GO con altri prodotti fitosanitari ad azione

fungicida ad eccezione di quelli a base di myclobutanil e fenbuconazolo.

Avvertenza: in caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono

inoltre essere osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di

intossicazione informare il medico della miscelazione compiuta.

FITOTOSSICITÀ:

Varietà

pero

sensibili

Mancozeb:

Abate

Fetel,

Armela,

Butirra

Precoce, Morettini,

Conference, Coscia, Curato, Decana del Comizio, Gentile, Gentilona, Giardina, Mora, Principessa Gonzaga, San

Giovanni, Santa Maria, Scipiona, Spadoncina, Spadona d’estate, Spina Carpi, Zucchermanna). Il prodotto può essere

fitotossico sui pomodori sotto vetro nei primissimi stadi di sviluppo.

INTERVALLO DI SICUREZZA: vedere tabella Usi autorizzati e modalità di impiego

ATTENZIONE: da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate in questa etichetta. Chi impiega

il prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato. Il rispetto di tutte le

indicazioni contenute nella presente etichetta è condizione essenziale per assicurare l’efficacia del trattamento e per

evitare danni alle piante, alle persone ed agli animali. Non applicare con i mezzi aerei. Per evitare rischi per l’uomo e

per l’ambiente seguire le istruzioni per l’uso. Operare in assenza di vento. Da non vendersi sfuso. Smaltire le

confezioni secondo le norme vigenti. Il contenitore completamente svuotato non deve essere disperso nell’ambiente.

Il contenitore non può essere riutilizzato.

Coltura

Parassiti

Dose

N° massimo

di

trattamenti

per stagione

Intervallo di

sicurezza

(giorni)

Cavolo

cappuccio,

Cavolo

verza,

Cavolo

broccolo,

Cavolo

cinese,

Cime

di

rapa,

Cavoletto di Bruxelles,

Cavolo

rosso,

Cavolo

bianco, Cavolo nero

Peronospora

(Peronospora

brassicae)

Alternaria (Alternaria sp.)

2 kg/ha

Asparago

Ruggine

(Puccinia

asparagi)

Stemfiliosi

(Stemphilium vesicarium)

2 kg/ha

Carota

Peronospora (Plasmopara nivea) ed Alternaria

(Alternaria dauci)

2 kg/ha

Erba

cipollina,

Prezzemolo,

Salvia,

Rosmarino,

Timo,

Basilico,

Alloro,

Maggiorana,

Origano,

Menta

Peronospora

(Peronospora

sp.),

Ruggine

(Puccinia

sp.),

Alternaria

(Alternaria

sp.),

Antracnosi

(Colletotrichum

sp.)

Septoria

(Septoria sp.)

2 kg/ha

Orzo, Avena, Triticale

Septoria (Septoria tritici) e Ruggine (Puccinia

sp.)

2 kg/ha

Non oltre

BBCH 65

Garofano, Crisantemo,

Rosa, Giglio, Iris

Ruggine

(Uromyces

sp.,

Puccinia

sp.,

Phragmidium sp.) e Ticchiolatura della rosa

(Diplocarpon rosae)

2 kg/ha

Piante ornamentali da

fiore,

arboree

ed

arbustive

Antracnosi (Colletotrichum sp., Gleosporium

sp.,

Gnomonia

Sphaceloma

sp.),

Maculature

fogliari

(Septoria

sp., Alternaria

sp.,

Aschochyta

sp.,

Phyllosticta

sp.),

Peronospora

(Bremia

sp.,

Peronospora

sp.,

Pseudoperonospora

sp.,

Plasmopara

sp.),

Ruggini (Cronarthium sp., Gymnosporangium

sp., Phragmidium sp., Puccinia sp., Uromyces

sp.) e Ticchiolatura (Venturia sp.)

2 kg/ha

Vivai di vite e fruttiferi

Peronospora

(P.

viticola),

Ticchiolatura

(Venturia sp.), Ruggine (Transzchelia pruni-

spinose,

Puccinia

cerasi),

Cilindrosporiosi

(Blumeriella

japii),

Antracnosi

(Gnomonia

leptostyla),

Occhio

pavone

(Spilocaea

oleagina), Allessatura delle foglie e Marciume

bruno

(Phytophthora

sp.)

Fumaggini

(Capnodium sp.)

2 kg/ha

Pioppo

Bronzatura (Marssonina brunnea)

200 g/hL

(2 kg/ha)

® Marchio Registrato

Etichetta autorizzata con decreto dirigenziale del 24/10/2017

MANTIR

®

GO

FUNGICIDA - GRANULI IDRODISPERSIBILI

Composizione di MANTIR GO

MANCOZEB puro 75%;

Coformulanti q.b. a g 100

Contiene Hexamethylene tetramine

INDICAZIONI DI PERICOLO

H317: Può provocare una reazione allergica cutanea; H319: Provoca grave

irritazione oculare; H361d: Sospettato di nuocere al feto; H400: Molto tossico

per gli organismi acquatici; H411: Tossico per gli organismi acquatici con effetti

di lunga durata. EUH401: Per evitare rischi per la salute umana e per l’ambiente,

seguire le istruzioni per l’uso.

CONSIGLI DI PRUDENZA

P201: Procurarsi le istruzioni prima dell’uso; P280: Indossare guanti/indumenti

protettivi/Proteggere gli occhi/Proteggere il viso; P305 + P351 + P338: IN

CASO

CONTATTO

OCCHI:

Sciacquare

accuratamente

parecchi

minuti.

Togliere

eventuali

lenti

contatto

agevole

farlo.

Continuare a risciacquare; P405: Conservare sotto chiave; P501: Smaltire il

prodotto/recipiente in conformità alla regolamentazione vigente.

INDOFIL INDUSTRIES (Netherlands) B.V

Piet Heinkade 55, 1019 GM Amsterdam (The Netherlands) Tel.: +31(0)202170971 - +39(0)266101029

Autorizzazione del Ministero della Sanità n. 12745 del 02/09/2005

Stabilimenti di produzione:

Indofil Industries Limited – Kolshet, Off Swami Vivekananda Road, Azad Nagar, Sandoz Baug P.O., Thane - 400 607

Maharashtra, India

Indofil Industries Limited – Plot No. Z7-1/Z8, Sez Dahej Limited, Sez Dahej, Taluka: Vagra, Dist-Bharuch, Gujarant-392

130 (India)

Distribuito da: Gowan Italia S.r.L., via Morgagni, 68 – Faenza (RA) – Tel. 0546-629911

Taglie: 10 – 50 – 100 g Partita n°: Vedere sulla confezione

PRESCRIZIONI SUPPLEMENTARI: Una volta aperta la confezione utilizzare

tutto il contenuto. Conservare in luogo

fresco ed asciutto, lontano dall’umidità e dal calore. Non contaminare l'acqua con il prodotto o il suo contenitore. Non

pulire il materiale d'applicazione in prossimità delle acque di superficie. Evitare la contaminazione attraverso i sistemi

di scolo delle acque dalle aziende agricole e dalle strade.

Per proteggere gli organismi acquatici rispettare una fascia di sicurezza non trattata di:

25 metri dai corpi idrici superficiali per pomacee e drupacee, in associazione all’utilizzo di dispositivi meccanici

di riduzione della deriva e nel passaggio sui filari più estremi, aver cura di escludere l’irrorazione dagli ugelli

rivolti verso il lato esterno;

20 metri dai corpi idrici superficiali per arancio e olivo, in associazione all’utilizzo di dispositivi meccanici di

riduzione della deriva;

12 metri dai corpi idrici superficiali per la vite;

5 metri dai corpi idrici superficiali per ortaggi a bulbo;

3 metri dai corpi idrici superficiali per patata, ortaggi a frutto, ortaggi a foglia.

INFORMAZIONI PER IL MEDICO: Sintomi: cute: eritema, dermatiti, sensibilizzazione; occhio: congiuntivite

irritativa, sensibilizzazione; apparato respiratorio: irritazione delle prime vie aeree, broncopatia asmatiforme,

sensibilizzazione; SNC: atassia, cefalea, confusione, depressione, iporeflessia; effetto antabuse: si verifica in caso di

concomitante o pregressa assunzione di alcool, e si manifesta con nausee, vomito, sudorazione, sete intensa, dolore

precordiale, tachicardia, visione confusa, vertigini, ipotensione ortostatica. Dopo qualche ora il viso da paonazzo

diventa pallido e l’ipotensione si aggrava fino al collasso ed alla perdita di coscienza.

Terapia: sintomatica. Avvertenza: Consultare un Centro Antiveleni

PRIMA DELL’USO LEGGERE IL FOGLIO ILLUSTRATIVO

SMALTIRE LE CONFEZIONI SECONDO LE NORME VIGENTI

IL CONTENITORE NON PUÒ ESSERE RIUTILIZZATO

IL CONTENITORE COMPLETAMENTE SVUOTATO NON DEVE ESSERE DISPERSO

NELL’AMBIENTE

ATTENZIONE

Prodotti simili

Cerca alert relativi a questo prodotto

Condividi questa pagina