YARGESA

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • YARGESA
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco allopatico

Documenti

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • YARGESA
    Italia
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Dettagli prodotto:
  • 045318019 - 100 MG- CAPSULA RIGIDA- USO ORALE- BLISTER (PVC/PCTFE/ALU)- 84 X 1 CAPSULE (DOSE UNITARIA) - autorizzato

Altre informazioni

Status

  • Fonte:
  • AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 045318
  • Ultimo aggiornamento:
  • 15-08-2017

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

B. FOGLIO ILLUSTRATIVO

Documento reso disponibile da AIFA il 09/05/2017

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Foglio illustrativo: informazioni per l’utilizzatore

Yargesa 100 mg capsule rigide

Miglustat

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene

importanti informazioni per lei

Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.

Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.

Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad altre persone, anche se i

sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.

Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si

rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

Contenuto di questo foglio

Cos’è Yargesa e a cosa serve

Cosa deve sapere prima di prendere Yargesa

Come prendere Yargesa

Possibili effetti indesiderati

Come conservare Yargesa

Contenuto della confezione e altre informazioni

1.

Cos’è Yargesa

e a cosa serve

Yargesa contiene il principio attivo miglustat che appartiene a un gruppo di medicinali che

influenzano il metabolismo. È usato per trattare la malattia di Gaucher di tipo 1 da lieve a moderata

negli adulti.

La malattia di Gaucher di tipo 1 è caratterizzata dall’accumulo in alcune cellule del sistema

immunitario di una sostanza denominata glucosilceramide che non viene eliminata dal suo organismo.

Questo accumulo può dare luogo a un ingrossamento del fegato e della milza, ad alterazioni delle

cellule del sangue e a malattie ossee.

Il trattamento abitualmente previsto per la malattia di Gaucher di tipo 1 è costituito dalla terapia di

sostituzione enzimatica. Yargesa è utilizzato solamente se un paziente viene ritenuto non adatto al

trattamento con la terapia di sostituzione enzimatica.

2.

Cosa deve sapere prima di prendere Yargesa

Non prenda Yargesa:

-

se è allergico al miglustat o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale

(elencati al paragrafo 6).

Avvertenze e precauzioni

Si rivolga al medico o al farmacista prima di prendere Yargesa:

se è affetto da patologie renali;

se è affetto da patologie del fegato

.

Prima e durante il trattamento con Yargesa, il medico eseguirà i seguenti controlli:

esame destinato a verificare le condizioni dei nervi nei suoi arti superiori e inferiori;

misurazione dei livelli di vitamina B

controllo del numero delle piastrine ematiche.

Documento reso disponibile da AIFA il 09/05/2017

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Il motivo per cui vengono eseguiti questi test è che, durante l'assunzione di Yargesa, alcuni pazienti

hanno accusato formicolio o torpore alle mani e ai piedi, o un calo del peso corporeo. I test aiuteranno

il medico a stabilire se tali effetti sono dovuti alla sua malattia o ad altre condizioni esistenti o ad

effetti indesiderati di Yargesa (per ulteriori informazioni vedere paragrafo 4).

Se lei ha diarrea il medico può decidere di: modificare la dieta per ridurre il lattosio e il consumo di

carboidrati come il saccarosio (zucchero di canna); non farle prendere Yargesa insieme al cibo; ridurre

temporaneamente la dose di Yargesa. In qualche caso il medico può prescrivere medicinali

antidiarroici come la loperamide. Nel caso in cui la diarrea non risponda ai provvedimenti sopracitati o

se ha qualche altro disturbo addominale consulti il medico. In questo caso, il medico può decidere di

effettuare ulteriori accertamenti.

I pazienti di sesso maschile dovranno adottare metodi contraccettivi affidabili durante il trattamento

con Yargesa e per i 3 mesi successivi alla sua conclusione.

Bambini e adolescenti

Non somministrare questo medicinale a bambini ed adolescenti (età inferiore a 18 anni) con malattia

di Gaucher di tipo 1 poiché non è noto se il medicinale funzioni per questa malattia.

Altri medicinali e Yargesa

Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere

qualsiasi altro medicinale.

Informi il medico se sta assumendo altri medicinali contenenti imiglucerasi, che a volte sono utilizzati

contemporaneamente a Yargesa. Possono diminuire l’esposizione del suo organismo a Yargesa.

Gravidanza, allattamento e fertilità

Se è in corso una gravidanza, o se sta pianificando una gravidanza non prenda Yargesa. Il medico sarà

in grado di fornirle ulteriori informazioni. Durante l'assunzione di Yargesa dovrà fare uso di un

metodo contraccettivo efficace. Durante l'utilizzo di Yargesa non deve allattare.

I pazienti maschi devono continuare a utilizzare metodi contraccettivi affidabili durante l’assunzione

di Yargesa, e per 3 mesi dopo la conclusione del trattamento.

Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza o se sta allattando con latte

materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere questo medicinale.

Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

Yargesa può provocare capogiri. In caso di capogiri si sconsiglia la guida di veicoli e l’utilizzo di

macchinari.

3.

Come prendere Yargesa

Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico. Se ha dubbi consulti

il medico o il farmacista.

Dosaggio

Per gli adulti affetti da malattia di Gaucher di tipo 1, la dose abituale è di una capsula (100 mg) tre

volte al giorno (mattina, pomeriggio e sera), pari a un massimo di tre capsule al giorno (300 mg).

Se ha problemi renali potrebbe ricevere all’inizio del trattamento una dose più bassa. Il medico

potrebbe decidere di ridurre la dose; per esempio: una capsula (100 mg) una o due volte al giorno nel

caso soffra di diarrea prendendo Yargesa (vedere paragrafo 4). Il medico le comunicherà quanto dovrà

durare il trattamento.

Documento reso disponibile da AIFA il 09/05/2017

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Per rimuovere la capsula:

Strappare lungo la linea perforata

Togliere la carta in corrispondenza delle frecce

Premere il prodotto facendolo fuoriuscire dalla pellicola

Yargesa può essere assunto a digiuno o a stomaco pieno. La capsula deve essere ingoiata intera con un

bicchiere d’acqua.

Se prende più Yargesa

di quanto deve

Se prende più capsule di quanto deve consulti il medico immediatamente. Miglustat è stato utilizzato

in studi clinici a dosi 10 volte superiori a quella consigliata: questo ha causato diminuzioni della

quantità di globuli bianchi e altri effetti indesiderati analoghi a quelli descritti nel paragrafo 4.

Se dimentica di prendere Yargesa

Prenda la capsula successiva all'ora abituale. Non prenda una dose doppia per compensare la

dimenticanza della dose.

Se interrompe il trattamento con Yargesa

Non smetta di prendere Yargesa senza aver parlato con il medico.

Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

4.

Possibili effetti indesiderati

Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone

li manifestino.

Effetti indesiderati più gravi

Alcuni pazienti hanno avuto formicolio o intorpidimento alle mani e ai piedi (osservati

comunemente).

Questi potrebbero essere segni di neuropatia periferica, dovuti a effetti indesiderati di

Yargesa, oppure potrebbero essere dovuti alle condizioni esistenti. Per valutarli, il medico effettuerà

alcuni test prima e durante il trattamento con Yargesa (vedere paragrafo 2).

Se avverte qualcuno di questi effetti, consulti il medico il più presto possibile.

Se avverte un leggero tremore

, usualmente

tremito alle mani

consulti il medico

il più presto

possibile. Il tremore spesso scompare senza dover interrompere il trattamento. Talvolta il suo medico

dovrà ridurre la dose o interrompere il trattamento con Yargesa per fare scomparire il tremore.

Effetti molto comuni

– possono interessare più di 1 persona su 10

Tra i più comuni effetti indesiderati rientrano: diarrea, flatulenza (eccesso di gas intestinale), dolori

addominali (gastrici), perdita di peso e riduzione dell’appetito.

Se perde peso

quando inizia il trattamento con Yargesa non si preoccupi. La perdita di peso

abitualmente si arresta con il procedere del trattamento.

Effetti comuni

– possono interessare fino a 1 persona su 10

Gli effetti indesiderati comuni del trattamento includono mal di testa, capogiri, parestesia (formicolio

o intorpidimento), anormale coordinazione, ipoestesia (riduzione della sensibilità nel toccare),

dispepsia (bruciore di stomaco), nausea (malessere), stitichezza e vomito, gonfiore o disagio

addominale (gastrico) e trombocitopenia (riduzione dei livelli di piastrine nel sangue).

Documento reso disponibile da AIFA il 09/05/2017

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

I sintomi neurologici e la trombocitopenia possono essere dovuti alla malattia di base.

Altri possibili effetti indesiderati sono: spasmi muscolari o debolezza, affaticamento, brividi e

malessere, depressione, difficoltà nel sonno, mancanza di memoria e diminuzione della libido.

La maggior parte dei pazienti lamenta uno o più di questi effetti indesiderati solitamente all'inizio del

trattamento o a intervalli durante il trattamento. Questi casi sono per lo più lievi e scompaiono molto

rapidamente. Se qualcuno di questi effetti indesiderati causa qualche fastidio consulti il medico: le

potrà ridurre la dose di Yargesa o consigliare altre medicine in grado di contrastare gli effetti

indesiderati.

Segnalazione degli effetti indesiderati

Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga

al medico o al farmacista. Può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema

nazionale di segnalazione riportato nell’Allegato V. Segnalando gli effetti indesiderati lei può

contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

5.

Come conservare Yargesa

Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sul blister e sulla scatola dopo la

scritta “Scad.”. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.

Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come

eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

6.

Contenuto della confezione e altre informazioni

Cosa contiene Yargesa

Il principio attivo è miglustat. Ogni capsula rigida contiene 100 mg di miglustat.

Gli altri componenti sono sodio amido glicolato (tipo A), povidone (K-29/32), stearato di

magnesio, gelatina, acqua depurata, biossido di titanio (E171), inchiostro di stampa (gomma

lacca, ossido di ferro nero (E172), glicole propilenico e ammoniaca concentrata).

Descrizione dell’aspetto di Yargesa e contenuto della confezione

Yargesa è una capsula rigida bianca che è costituita da un cappuccio e un corpo bianco opaco con il

numero "708" stampato in nero sul corpo.

Le capsule sono presentate in un blister in PVC e policlorotrifluoroetilene (PCTFE) sigillato con

foglio di alluminio.

Confezione da 84 capsule.

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

JensonR+ Limited

Fishleigh Court, Fishleigh Road, Barnstaple, Devon

EX31 3UD

Regno Unito

Produttore

Allphamed PHARBIL Arzneimittel GmbH (NextPharma)

Hildebrandstr. 10-12

37081 Göttingen

Documento reso disponibile da AIFA il 09/05/2017

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Germania

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il

<

MM/AAAA

}><{

mese AAAA

}>.

Altre fonti d’informazioni

Informazioni più dettagliate su questo medicinale sono disponibili sul sito web dell’Agenzia europea

dei medicinali (http://www.ema.europa.eu

Documento reso disponibile da AIFA il 09/05/2017

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).