TRICANDIL

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • TRICANDIL
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco allopatico

Documenti

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • TRICANDIL
    Italia
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Area terapeutica:
  • Antimicrobici per trattamento orale locale, Antibiotici, Mepartricina
  • Dettagli prodotto:
  • 023083013 - "25.000 U. OVULI" 15 OVULI - autorizzato; 023083049 - "5.000 U./ G CREMA VAGINALE" TUBO 75 G - autorizzato; 023083037 - 15 TAVOLETTE VAG - revocato; 023083052 - CREMA 15 G - revocato; 023083025 - GRANULATO PER SOSPENSIONE ORALE 5 G - revocato

Status

  • Fonte:
  • AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 023083
  • Ultimo aggiornamento:
  • 23-06-2017

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Tricandil

®

25.000 U. ovuli

mepartricina

COMPOSIZIONE

Ogni ovulo contiene:

Principio attivo:

mepartricina

U 25.000

Eccipienti:

butilidrossianisolo, ascorbile palmitato, squalano,

sodio citrato, esteri gliceridi di acidi grassi.

CONFEZIONE

Scatola da 15 ovuli.

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antibiotico antimicotico e antiprotozoario per uso ginecologico.

TITOLARE A.I.C.

SPA - Società Prodotti Antibiotici S.p.A. - Via Biella, 8 - 20143 Milano.

PRODUTTORE

DOPPEL Farmaceutici S.r.l. – Via Martiri delle Foibe, 1– 29016 Cortemaggiore (PC).

INDICAZIONI TERAPEUTICHE

Vaginiti da Candida albicans.

Vaginiti sostenute in forma mista da Candida albicans e Trichomonas vaginalis.

Trattamento locale delle vaginiti da Trichomonas vaginalis.

CONTROINDICAZIONI

Ipersensibilità individuale accertata verso il prodotto.

PRECAUZIONI D'IMPIEGO

Se compare bruciore vaginale, occorre interrompere il trattamento.

Nelle donne in stato di gravidanza e nella primissima infanzia, il prodotto va somministrato nei casi di

effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.

AVVERTENZE SPECIALI

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

POSOLOGIA E MODALITÀ D'USO

Secondo parere medico. In genere è sufficiente 1 ovulo alla sera, inserito profondamente in vagina, per 1 o 2

cicli di 15 giorni ciascuno.

Tuttavia la tollerabilità della mepartricina consente di raddoppiare la posologia giornaliera e/o di

prolungare il trattamento nei casi cronici o particolarmente resistenti ogni volta che il medico ne ravveda la

necessità.

La terapia va continuata anche durante il flusso mestruale.

EFFETTI COLLATERALI

Occasionalmente bruciore vaginale.

Nel caso si verificassero effetti indesiderati non descritti nel foglio illustrativo, avvertire il proprio medico

o il farmacista.

ATTENZIONE:

Non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Conservare tra 2°C e 8°C

Ultima revisione:

luglio 2003

Società Prodotti Antibiotici S.p.A. – Milano

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Tricandil

®

5.000 U/g crema vaginale

mepartricina

COMPOSIZIONE

1 grammo di crema vaginale contiene:

Principio attivo:

mepartricina

U 5.000

Eccipienti:

sodio citrato, 2-ottildodecanolo, poliossietilen-cetilstearil etere,

alcool cetilstearilico, vaselina bianca.

CONFEZIONE

Tubo da 75 g di crema vaginale contenente 375.000 Unità di mepartricina, con annessi

16 applicatori monouso.

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Antibiotico antimicotico e antiprotozoario per uso ginecologico.

TITOLARE A.I.C.

SPA - Società Prodotti Antibiotici S.p.A. - Via Biella, 8 - 20143 Milano.

PRODUTTORE

TAKEDA Italia Farmaceutici S.p.a.- Officina di Via Crosa, 26 - Cerano (NO)

INDICAZIONI TERAPEUTICHE

Vaginiti da Candida albicans.

Vaginiti sostenute in forma mista da Candida albicans e Trichomonas vaginalis.

Trattamento locale delle vaginiti da Trichomonas vaginalis.

CONTROINDICAZIONI

Ipersensibilità individuale accertata verso il prodotto.

PRECAUZIONI D'IMPIEGO

Se compare bruciore vaginale, occorre interrompere il trattamento.

Nelle donne in stato di gravidanza e nella primissima infanzia, il prodotto va somministrato nei casi di

effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico, anche per quanto riguarda le istruzioni d'uso

dell'applicatore.

AVVERTENZE SPECIALI

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

POSOLOGIA E MODALITÀ D'USO

Il TRICANDIL crema vaginale é presentato in tubi corredati di applicatori monouso che consentono di

somministrare una dose singola di 5 g.

Secondo parere medico, depositare profondamente in vagina il contenuto di un applicatore, pari a 25.000

Unità di mepartricina, una volta al giorno, per 15 giorni. La tollerabilità della mepartricina consente di

raddoppiare la posologia giornaliera e/o di prolungare il trattamento nei casi cronici o particolarmente

resistenti quando il medico lo ritenga opportuno

La terapia va continuata anche durante il flusso mestruale.

EFFETTI COLLATERALI

Occasionalmente bruciore vaginale.

Nel caso si verificassero effetti indesiderati non descritti nel foglio illustrativo, avvertire il proprio medico

o il farmacista.

ATTENZIONE:

Non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Ultima revisione: luglio 2003

Società Prodotti Antibiotici S.p.A. - Milano

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Consigli alla paziente per l'impiego dell'applicatore monouso

Svitare il tappo del tubo ed avvitare l'applicatore dal lato indicato (Fig.1).

Tenendo il tubo della crema rivolto verso l'alto, riempire l'applicatore premendo lentamente finché,

dopo la scritta STOP, sia visibile la punta della freccia sul pistone interno dell'applicatore.

Per consentire una completa utilizzazione del prodotto, la confezione é stata corredata di una apposita

chiavetta da applicare alla base del tubo (Fig. 2).

Dopo essersi sdraiata, introdurre l'applicatore profondamente in vagina e vuotarlo premendo sul

pistone (Fig. 3).

Estrarre l'applicatore tenendo in mano il cilindro esterno.

L'applicatore va gettato dopo l'uso; ciò consente il massimo grado di igiene.

Per evitare di macchiare la biancheria, si consiglia l'uso di una protezione esterna.

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).