Timoptic 0.25%

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • Timoptic 0.25% gocce per gli occhi
  • Forma farmaceutica:
  • gocce per gli occhi
  • Composizione:
  • timololum 2.5 mg ut timololi malea, mantenuto.: benzalkonii chloridum, excipiens annuncio solutionem pro 1 ml.
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco biologico

Documenti

  • per i professionisti:
  • Il foglio illustrativo per questo prodotto non è al momento disponibile, é possibile inviare una richiesta al nostro Servizio Clienti ed essere avvisati nel momento in cui è disponibile sulla nostra piattaforma.


    Richiedi il foglio illustrativo per i professionisti.

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • Timoptic 0.25% gocce per gli occhi
    Svizzera
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Gruppo terapeutico:
  • Synthetika
  • Area terapeutica:
  • il glaucoma

Altre informazioni

Status

  • Fonte:
  • Swissmedic - Swiss Agency for Therapeutic Products
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 41634
  • Data dell'autorizzazione:
  • 04-07-1978
  • Ultimo aggiornamento:
  • 19-10-2018

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Patienteninformation

Transferiert von MSD Merck Sharp & Dohme AG

Informazione destinata ai pazienti

Legga attentamente il foglietto illustrativo prima di far uso del medicamento. Questo medicamento le

è stato prescritto personalmente e quindi non deve essere consegnato ad altre persone, anche se i

sintomi sono gli stessi. Il medicamento potrebbe nuocere alla loro salute. Conservi il foglietto

illustrativo per poterlo rileggere all’occorrenza.

TIMOPTIC®

Che cos'è Timoptic e quando si usa?

Timoptic contiene il timololo, una sostanza attiva che abbassa la pressione intraoculare, e viene usato

su prescrizione medica in caso di aumento della pressione intraoculare e di diversi tipi di glaucoma,

per es. nel glaucoma ad angolo aperto.

Di che cosa occorre inoltre tener conto durante il trattamento?

Un aumento della pressione intraoculare può danneggiare il nervo ottico e, di conseguenza,

provocare un peggioramento della facoltà visiva e una possibile cecità. In generale esistono pochi

sintomi che indicano un aumento della pressione intraoculare. Per determinarlo è necessaria una

visita medica. Se compare un aumento della pressione intraoculare saranno necessari regolari esami e

misurazioni della pressione intraoculare.

Questo medicamento le è stato prescritto dal suo medico per il trattamento dei suoi attuali disturbi

agli occhi. Non lo utilizzi di sua iniziativa per il trattamento di altre malattie o di altre persone.

Avvertenza per chi porta lenti a contatto

Timoptic contiene come conservante il cloruro di benzalconio. Questo conservante può essere

assorbito dalle lenti a contatto morbide. Di conseguenza, Timoptic non deve essere applicato mentre

si portano lenti a contatto morbide. Le lenti a contatto morbide devono essere tolte prima

dell'instillazione delle gocce e rimesse solo dopo 15 minuti.

Quando non si può usare Timoptic?

Non utilizzi Timoptic nel caso in cui:

-reagisce con ipersensibilità (allergia) ad uno dei componenti del medicamento;

-soffre attualmente o ha sofferto in passato di particolari problemi respiratori gravi quali l’asma

bronchiale;

-presenta una broncopneumopatia cronica ostruttiva;

-soffre di determinate malattie cardiache e circolatorie (per es. battito cardiaco lento o irregolare).

Nel caso in cui non fosse sicuro di poter utilizzare Timoptic, si metta in contatto con il suo medico o

il suo farmacista.

Quando è richiesta prudenza nell’uso di Timoptic?

Informi il suo medico su tutti i suoi problemi di salute attuali o precedenti:

-problemi cardiaci (per es. cardiopatie coronariche, insufficienza cardiaca o ipotensione arteriosa);

-disturbi della frequenza cardiaca (per es. battito cardiaco lento o irregolare);

-disturbi dovuti a una cattiva circolazione sanguigna (per es. sindrome di Raynaud);

-problemi polmonari o respiratori (per es. asma o broncopneumopatia cronica ostruttiva);

-diabete o altri problemi di glicemia;

-malattia della tiroide.

Prima di un intervento chirurgico, informi il suo medico che utilizza Timoptic, poiché può

modificare l’effetto di alcuni medicamenti durante l’anestesia generale.

Informi il suo medico anche se ha allergie verso determinati medicamenti.

Se sospetta che Timoptic le possa aver causato una reazione allergica (per esempio arrossamento

cutaneo oppure arrossamento e prurito all’occhio), sospenda immediatamente l’applicazione e non

indugi a mettersi in contatto con il suo medico.

Informi il suo medico se compare un’infezione all’occhio, se dovesse presentare una ferita

all’occhio, se deve sottoporsi ad un intervento chirurgico all’occhio oppure se compare una reazione,

inclusi nuovi sintomi o un peggioramento di sintomi attuali.

Informi il suo medico su tutti i medicamenti, incluse altre gocce oftalmiche che utilizza o pensa di

utilizzare, anche su quelli ottenuti senza ricetta medica. Questo è indispensabile soprattutto nel caso

in cui assume dei medicamenti per abbassare la pressione sanguigna oppure per trattare una patologia

cardiaca, il diabete o una depressione.

Determinati effetti indesiderati legati all’uso di Timoptic possono ridurre la capacità di condurre

veicoli e/o di utilizzare macchinari (vedi “Quali effetti collaterali può avere Timoptic?”).

Informi il suo medico o il suo farmacista in caso in cui soffre di altre malattie, soffre di allergie o

assume o applica agli occhi altri medicamenti (anche se acquistati di sua iniziativa!).

Si può impiegare Timoptic durante la gravidanza o l'allattamento?

Informi il suo medico se è incinta oppure desidera una gravidanza. Il suo medico deciderà se potrà

utilizzare Timoptic.

Non utilizzi Timoptic durante l’allattamento. Se vuole allattare, si metta in contatto con il suo

medico.

Come usare Timoptic?

Il suo medico stabilirà l’esatta posologia e la durata del trattamento. Normalmente il trattamento

inizia con una goccia di Timoptic 0,25% al mattino e alla sera da instillare nell’occhio ammalato. In

caso di risposta insufficiente a questa terapia, la dose può essere aumentata ad una goccia allo 0,5%

al mattino e alla sera da instillare nell’occhio ammalato.

Nel caso in cui la pressione intraoculare raggiunga valori ottimali, ad alcuni pazienti il medico potrà

prescrivere l’uso di Timoptic una volta al giorno.

Non modifichi di sua iniziativa la posologia del medicamento senza avere prima interpellato il

medico. Se deve interrompere il trattamento prenda immediatamente contatto con il suo medico.

In alcuni casi il medico le potrà prescrivere Timoptic in associazione con un altro preparato per

abbassare la pressione intraoculare.

Se prescritto dal suo medico, Timoptic può essere utilizzato nei bambini. La posologia consueta per i

bambini è di una goccia di Timoptic 0,25% oppure 0,5% ogni 12 ore nell’occhio ammalato. Tuttavia

la somministrazione ai neonati e ai lattanti è sconsigliata.

Eviti che l’estremità del flacone contagocce venga a contatto con l’occhio o le parti circostanti. C’è il

rischio di una contaminazione batterica che potrebbe causare un’infezione agli occhi con un

conseguente grave danno agli occhi o addirittura la perdita della facoltà visiva. Per evitare una

possibile contaminazione del flacone contagocce, la sua estremità non dovrà mai venire a contatto

con qualsiasi tipo di superficie.

Indicazioni per l’uso

1.Prima di utilizzare le gocce oftalmiche, si accerti che le bande perforate di sicurezza laterali siano

intatte. Nei flaconi sigillati è visibile una fessura tra flacone e tappo di chiusura.

2.Per aprire il sigillo, strappi le bande di sicurezza laterali.

3.Sviti il tappo di chiusura in direzione della freccia che si trova sulla sommità del tappo. Il flacone

contagocce viene aperto ed è pronto all’utilizzo. Se stacca semplicemente il tappo di chiusura dal

flacone senza svitare, il flacone contagocce non funzionerà nel modo giusto.

4.Instilli Timoptic nel sacco congiuntivale inferiore dell’occhio. A questo scopo, inclini leggermente

il capo all’indietro, volga lo sguardo verso l’alto e abbassi leggermente la palpebra inferiore.

5.Mantenga il flacone contagocce capovolto sopra l’occhio tenendolo fra pollice e indice, in modo

che una delle due dita si trovi sul punto da premere. Prema leggermente fino a quando si forma una

goccia che lascerà cadere nel sacco congiuntivale inferiore.

Eviti che l’estremità del flacone contagocce venga a contatto con l’occhio o la palpebra.

Se le gocce oftalmiche non vengono utilizzate in modo conforme c’è il pericolo che si possano

contaminare con batteri, che potrebbero causare un’infezione all’occhio. L'eventuale utilizzo di

gocce contaminate può causare, in alcuni casi, gravi lesioni agli occhi con una conseguente perdita

della capacità visiva. Se pensa che le sue gocce oftalmiche siano contaminate oppure se si sviluppa

un’infezione agli occhi, si metta immediatamente in contatto con il suo medico per decidere se

continuare ad utilizzare lo stesso flacone.

6.Dopo l’applicazione di Timoptic, prema con un dito per 2 minuti la zona dell’angolo oculo-nasale.

Questo aiuta a trattenere Timoptic nell’occhio.

7.Se dopo la prima apertura del flacone la goccia si forma con difficoltà, rimetta il tappo di chiusura

e lo avviti completamente (ma senza esercitare una forza eccessiva). Al termine il flacone può essere

riaperto come descritto sopra, ruotando il tappo di chiusura nella direzione opposta, come indicato

dalla freccia.

8.Se il suo medico glielo ha prescritto, instilli una goccia anche nell’altro occhio.

9.Dopo l’uso riavviti il tappo di chiusura fino a quando la fessura non è più visibile. Il flacone è

chiuso correttamente quando la freccia sul lato sinistro del tappo di chiusura è allineata con la freccia

sul lato sinistro dell’etichetta del flacone. Una chiusura troppo energica potrebbe danneggiare il

flacone contagocce o il tappo a vite.

10.Il flacone contagocce è concepito per prelevare esattamente una goccia. Non deve quindi allargare

il foro posto sulla punta del flacone contagocce.

11.Dopo aver applicato tutte le dosi, rimarrà un residuo di Timoptic nel flacone. Questo è del tutto

normale: il flacone è stato riempito con una quantità maggiore e la giusta dose che il medico le ha

prescritto è a sua disposizione. Non cerchi di prelevare il residuo di Timoptic dal flacone.

È importante utilizzare Timoptic secondo le indicazioni del medico.

Se ha dimenticato una dose, cerchi di applicarla il più presto possibile. Se però è quasi ora della

prossima dose, tralasci la dose dimenticata e prosegua con il suo normale schema di

somministrazione.

Se ha instillato troppe gocce nell’occhio oppure ingerito parte del contenuto del flacone, potrebbe

manifestare, oltre ad altri effetti collaterali, anche stordimento, difficoltà respiratorie oppure una

riduzione della frequenza cardiaca. In questo caso prenda immediatamente contatto con il suo

medico.

Non modifichi di propria iniziativa la posologia prescritta. Se ritiene che l’azione del medicamento

sia troppo debole o troppo forte ne parli al suo medico o al suo farmacista.

Quali effetti collaterali può avere Timoptic?

I principi attivi contenuti nei preparati per gli occhi possono entrare nel circolo sanguigno. Di

conseguenza, gli effetti collaterali possono manifestarsi anche in altre parti del corpo, oltre che agli

occhi.

Ogni medicamento può causare effetti imprevisti oppure indesiderati, i cosiddetti effetti collaterali,

che possono richiedere assistenza medica.

La frequenza dei possibili effetti collaterali riportati nella lista sottostante si basa sulla definizione

seguente: comuni (possono colpire da 1 a 10 utilizzatori su 100), occasionali (possono colpire da 1 a

10 utilizzatori su 1000), rari (possono colpire da 1 a 10 utilizzatori su 10000), frequenza non nota (la

frequenza non può essere stimata sulla base dei dati a disposizione).

Durante l’uso di Timoptic negli studi clinici o dopo l’introduzione in commercio, sono stati segnalati

gli effetti collaterali seguenti.

Comuni: gonfiore e/o irritazione degli occhi e della zona perioculare, sensazione di avere qualcosa

nell’occhio, riduzione della sensibilità della cornea (incapacità di sentire eventuali corpi estranei

nell’occhio o di percepire il dolore), secchezza oculare, mal di testa.

Occasionali: capogiri, depressione, disturbi visivi compresa la compromissione temporanea

dell’acuità visiva (in alcuni casi dovuta all’interruzione del trattamento miotico), rallentamento del

battito cardiaco, debolezza e stanchezza, sincope, affanno respiratorio (dispnea), disturbi della

digestione, nausea.

Rari: lupus eritematoso sistemico (malattia del sistema immunitario che può causare l’infiammazione

di organi interni), formicolio o insensibilità alle mani o ai piedi, insonnia, incubi, perdita di memoria,

aumento di segni e sintomi di miastenia grave (malattia muscolare), calo del desiderio sessuale, ictus,

distacco dello strato contenente vasi sanguigni sottostante alla retina dopo chirurgia filtrante

(eventualmente con disturbi visivi), palpebre cadenti (per cui gli occhi rimangono parzialmente

chiusi), visione doppia, rumori auricolari, ipotensione arteriosa, alterazioni del ritmo o della velocità

del battito cardiaco, insufficienza cardiaca congestizia (malattia del cuore con respiro corto e gonfiori

ai piedi e alle gambe dovuti ad accumulo di liquidi), edemi (accumulo di liquidi), ischemia cerebrale

(riduzione della circolazione sanguigna del cervello), dolori al torace, palpitazioni cardiache (battito

cardiaco rapido e/o irregolare), attacco cardiaco, una determinata forma di disturbi del ritmo

cardiaco, fenomeno di Raynaud, gonfiori o sensazione di freddo alle mani e ai piedi e disturbi della

circolazione sanguigna delle braccia e delle gambe, crampi alle gambe e/o dolori alla deambulazione

(claudicatio), disturbi della funzione polmonare, restringimento delle vie respiratorie nel polmone,

tosse, bocca secca, diarrea, caduta dei capelli, eruzione cutanea di aspetto bianco-argenteo (esantema

psoriasico), malattia di Peyronie (possibile deformazione del pene), reazioni allergiche quali eruzioni

cutanee, orticaria, prurito cutaneo, in casi rari eventuali gonfiori di labbra, occhi e bocca.

Frequenza non nota: bruciore, fitte e prurito agli occhi, lacrimazione, arrossamento degli occhi,

offuscamento della vista, erosione della cornea (lesione dello strato superiore del bulbo oculare), un

particolare disturbo del ritmo cardiaco (blocco atrio-ventricolare), disturbi del gusto, dolori

addominali, vomito, riduzione del livello di glucosio nel sangue, dolori muscolari non causati da

attività fisica, prurito, disturbi sessuali.

Esistono ancora altri effetti indesiderati che si manifestano raramente: alcuni di questi possono essere

molto gravi. Chieda al suo medico o al suo farmacista ulteriori informazioni sugli effetti indesiderati.

Se dovessero manifestarsi questi o altri inconsueti sintomi, che lei ritiene derivanti dall'uso di

Timoptic, informi subito il suo medico o il suo farmacista.

Se osserva effetti collaterali qui non descritti dovrebbe informare il suo medico o il suo farmacista.

Di che altro occorre tener conto?

Conservi Timoptic e tutti i medicamenti in un luogo sicuro fuori dalla portata dei bambini.

Conservi Timoptic al riparo della luce e a temperatura ambiente (15-25 °C). Mantenga il flacone

contagocce ben chiuso.

Il medicamento non dev'essere utilizzato oltre la data indicata con «EXP» sul contenitore. Dopo

l’apertura del flacone, il contenuto non può essere utilizzato per più di 4 settimane.

Il medico o il farmacista, che sono in possesso di un'informazione professionale dettagliata, possono

darle ulteriori informazioni.

Cosa contiene Timoptic?

Timoptic gocce oftalmiche è disponibile con due differenti concentrazioni di principio attivo:

Timoptic 0,25%: 1 ml contiene 2,5 mg di timololo, in forma di maleato di timololo.

Timoptic 0,5%: 1 ml contiene 5 mg di timololo, in forma di maleato di timololo.

Entrambe le forme contengono 0,1 mg di cloruro di benzalconio come conservante, fosfato di sodio

monobasico e dibasico e idrossido di sodio per 1 ml. Timoptic è un liquido sterile, limpido, da

incolore a leggermente giallognolo.

Numero dell’omologazione

41‘634 (Swissmedic)

Dov'è ottenibile Timoptic? Quali confezioni sono disponibili?

Timoptic è ottenibile in farmacia, dietro presentazione della prescrizione medica.

Confezioni: flacone contagocce da 5 ml allo 0,25%, confezione multipla da 3 x 5 ml.

flacone contagocce da 5 ml allo 0,5%, confezione multipla da 3 x 5 ml.

Titolare dell’omologazione

SANTEN SWITZERLAND SA

Ginevra

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nel luglio 2013 dall'autorità competente

in materia di medicamenti (Swissmedic).

WPPI-TOT-OS-092012/0950-CHE-2013-007860