Sintrom 4

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • Sintrom 4 Tabletten
  • Forma farmaceutica:
  • Tabletten
  • Composizione:
  • acenocoumarolum 4 mg, excipiens pro compresso.
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco biologico

Documenti

  • per i professionisti:
  • Il foglio illustrativo per questo prodotto non è al momento disponibile, é possibile inviare una richiesta al nostro Servizio Clienti ed essere avvisati nel momento in cui è disponibile sulla nostra piattaforma.


    Richiedi il foglio illustrativo per i professionisti.

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • Sintrom 4 Tabletten
    Svizzera
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Gruppo terapeutico:
  • Synthetika
  • Area terapeutica:
  • Anticoagulans

Altre informazioni

Status

  • Fonte:
  • Swissmedic - Swiss Agency for Therapeutic Products
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 21693
  • Data dell'autorizzazione:
  • 07-07-1955
  • Ultimo aggiornamento:
  • 19-10-2018

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Patienteninformation

Sintrom 4/Sintrom 1 mitis

Medius AG

Che cos’è Sintrom e quando si usa?

Su prescrizione medica.

Sintrom è un farmaco contenente il principio attivo acenocumarolo. L'acenocumarolo rientra in un

gruppo di farmaci definiti come anticoagulanti.

Sintrom inibisce la tendenza del sangue a coagulare e in tal modo può impedire la formazione di

grumi di sangue (coaguli o trombi). I coaguli di sangue già esistenti non vengono sciolti, la loro

crescita viene però impedita.

Viene somministrato su prescrizione medica quando sussiste il pericolo di trombosi (dovuta a

formazione di coaguli). Prendendo quotidianamente una determinata dose di Sintrom, la tendenza

alla coagulazione diminuisce fino a raggiungere i valori desiderati. Per poter mantenere questi valori

a un livello ottimale - necessario per la prevenzione delle trombosi - occorrono somministrazioni

regolari e controlli periodici della coagulabilità sanguigna. Se non si effettuano questi controlli, in

caso di dosi troppo elevate o di forte reazione individuale sussiste il rischio di emorragie, mentre se

le dosi sono troppo basse o la reazione insufficiente non diminuisce il pericolo di formazione di

coaguli.

Controllo della coagulabilità sanguigna

Per questo controllo sono disponibili diversi metodi e tecniche; uno dei più conosciuti è il «test di

Quick». Prima di iniziare la terapia e nei primi 3-4 giorni della stessa, nel laboratorio dello studio

medico le saranno quindi prelevati quotidianamente dei campioni di sangue per determinare la

coagulabilità. Quando essa sarà ben regolata, i controlli avverranno a intervalli più lunghi, ma

sempre alla stessa ora.

Di che cosa occorre inoltre tener conto durante il trattamento?

In determinati casi, per prevenire le emorragie, è possibile che il medico le prescriva un antidoto

(vitamina K), che dovrà sempre portare con sé e prendere secondo le istruzioni del medico qualora si

manifestasse un'emorragia.

Quando non si può usare Sintrom?

Non deve far uso di Sintrom

·se in passato ha presentato una reazione insolita o allergica (ipersensibile) verso l'acenocumarolo,

verso altri farmaci con una struttura analoga o verso altri componenti di Sintrom compresse,

·se ha eventualmente problemi nel seguire con precisione lo schema di trattamento prescritto (per es.

pazienti anziani senza sorveglianza, pazienti con alcolismo, pazienti affetti da malattie psichiatriche),

·se soffre di un grave disturbo della coagulazione (per esempio emofilia) o di una malattia del sangue

con tendenza emorragica,

·se ha recentemente subito un intervento all'occhio, al cervello o a livello dei denti oppure un altro

intervento maggiore (a polmoni, prostata, utero) accompagnato da forte emorragia, o se tali interventi

sono previsti a breve,

·se soffre di ulcera gastrointestinale, emorragie intestinali, emorragie dagli organi dell'apparato

urinario e riproduttivo, emorragie cerebrali (ictus), o emorragie polmonari,

·se presenta un'infezione al cuore,

·se soffre di ipertensione non controllata,

·se soffre di una grave malattia epatica o renale,

·se è o crede di essere incinta.

In caso di dubbio, si rivolga al suo medico o farmacista.

Quando è richiesta prudenza nella somministrazione di Sintrom?

Informi il suo medico prima dell'assunzione di Sintrom

·se soffre di un'affezione epatica.

·se soffre di una malattia dei reni o della tiroide, di un tumore, di un'infezione o di un'infiammazione

o di disturbi che ostacolano l'assorbimento degli alimenti nello stomaco o nell'intestino tenue. Queste

affezioni possono avere un influsso sulla concentrazione del principio attivo nel sangue.

·se soffre di una grave malattia cardiaca o cardiocircolatoria.

·se deve sottoporsi a radioterapia.

·se soffre di diabete.

·se ha una carenza di proteina C o S (fattori di coagulazione del sangue).

·se deve sottoporsi a un intervento che potrebbe ripercuotersi sulla sua tendenza emorragica, per

esempio un piccolo intervento chirurgico, l'estrazione di un dente, una puntura lombare o

un'angiografia.

·se segue un trattamento mediante dialisi a causa di una insufficienza renale in fase terminale, se

soffre di una carenza da vitamina C o proteina S, ha un tasso di fosfato elevato (iperfosfatemia), un

tasso di calcio elevato (ipercalcemia) o un tasso di albumina basso nel sangue (ipoalbuminemia). In

questi casi, esiste un rischio elevato di un effetto indesiderato grave e raro sotto forma di lesioni

cutanee dolorose con necrosi del tessuto cutaneo (calcifilassi). Se si presentano tali sintomi,

contattare immediatamente il proprio medico.

·quando ha ricevuto un'iniezione intramuscolare. Le iniezioni intramuscolari possono causare degli

ematomi (travasi di sangue), quando assume Sintrom oppure farmaci simili, e devono pertanto essere

evitate.

·Il Sintrom può provocare una perdita di sangue e/o di liquidi importante (potenzialmente mortale)

(shock emorragico e/o ipovolemico). Questo rischio aumenta in caso di età superiore ai 65 anni, in

presenza di precedenti emorragie importanti frequenti (emorragie gastriche o interne), di

ipertensione, di attacco cerebrale o di attacco ischemico transitorio, di malattie cardiache gravi, di

carenza di emoglobina nel sangue, di cancro, di lesioni, di malattia renale, se assume Sintrom da

molto tempo o in caso di assunzione di alcuni altri farmaci nello stesso periodo (vedere sotto).

Durante il trattamento con Sintrom, il suo medico controllerà regolarmente la tendenza

all'emorragia/la coagulazione.

·le compresse di Sintrom contengono lattosio. Nel caso in cui soffra di una intolleranza al lattosio, ne

informi il suo medico prima di assumere Sintrom.

Si raccomanda prudenza nei bambini e negli adolescenti.

Prima di intraprendere lunghi viaggi, occorre discutere con il medico le modalità del trattamento

anticoagulante. Se durante la terapia dovesse rimanere vittima di un infortunio, occorre informare

immediatamente il medico curante. A questo scopo le viene consegnato un documento che attesta il

suo trattamento anticoagulante. Lo porti sempre appresso.

Informi il medico o il farmacista anche se

·si manifestano delle emorragie,

·non prende Sintrom per un motivo qualsiasi,

·è rimasta incinta,

·soffre di altre malattie,

·soffre di allergie o

·assume o applica esternamente altri medicamenti (anche se acquistati di sua iniziativa!).

Non si devono assumere altri farmaci senza informarne il medico, poiché essi potrebbero modificare

l'azione di Sintrom.

Questo vale in particolare per determinati farmaci, appartenenti ai seguenti gruppi: antibiotici,

farmaci che interferiscono con la coagulazione del sangue, antireumatici, antidolorifici, la pillola

contraccettiva, farmaci attivi contro il diabete, la gotta, i disturbi del ritmo cardiaco e le ulcere

gastriche o duodenali, farmaci antiepilettici, cortisonici per il trattamento delle infiammazioni,

ipocolesterolemizzanti, farmaci contro i disturbi digestivi e il bruciore di stomaco, farmaci per il

trattamento dell'infarto del miocardio, farmaci antitumorali e anti-AIDS, antidepressivi compresi gli

antidepressivi di origine vegetale a base di estratti di erba di San Giovanni (Hypericum perforatum),

vitamina E e medicamenti contro le micosi.

Le iniezioni sottocutanee o intramuscolari effettuate durante il trattamento con Sintrom o con farmaci

simili possono provocare stravasi ematici e vanno pertanto evitate.

Informi perciò il suo medico se prende regolarmente altri farmaci. Se il suo medico dovesse

prescriverle nuovi medicamenti, è altrettanto importante informarlo che lei sta seguendo un

trattamento con Sintrom. Dovrà informarne anche il suo dentista prima di iniziare il trattamento.

Durante il trattamento con Sintrom, deve evitare di consumare grandi quantitativi di alimenti con un

contenuto elevato di vitamina K1, quali spinaci e cavoli, poiché questa vitamina riduce l'effetto di

Sintrom.

Durante il trattamento con Sintrom deve evitare il consumo eccessivo di alcolici, poiché l'alcool può

modificare l'effetto di Sintrom nel suo organismo.

Comportamento immediato in caso di emorragie

Si rivolga immediatamente al suo medico se si manifesta uno dei seguenti sintomi o emorragie:

epistassi (sangue da naso) senza motivo improvviso o emorragie gengivali durante la pulizia orale;

versamenti ematici non ben definiti; forti emorragie del tutto inconsuete in caso di ferite da taglio o

di altro tipo; emorragie mestruali di un'intensità inconsueta o perdite intermestruali; sangue

nell'urina; feci mescolate a sangue che hanno un aspetto simile alla pece; tracce di sangue

nell'espettorato o nel vomito; mal di testa improvviso, lancinante o persistente.

Si rivolga il più presto possibile al suo medico se dovesse manifestarsi uno dei seguenti effetti

collaterali: versamenti ematici accompagnati da formazione di vescicole sulla pelle (con e senza

cicatrici) di regola sulle cosce, sulle natiche, sul ventre, sul petto e talvolta anche sulle dita dei piedi;

versamenti ematici o emorragie sottocutanee; colorazione gialla degli occhi e della pelle (possibili

sintomi di una disfunzione epatica).

Si può somministrare Sintrom durante la gravidanza o l’allattamento?

Durante la gravidanza Sintrom non può essere assunto, durante l'allattamento solo su indicazione del

medico.

Informi il suo medico se è incinta, se desidera un figlio o se allatta.

Come usare Sintrom?

Per determinare il tempo di coagulazione del sangue, vengono effettuati dei controlli regolari. Si

attenga alle direttive del suo medico, poiché il dosaggio e le modalità di somministrazione sono stati

adattati alla sua situazione personale.

Solitamente le compresse devono essere prese ogni giorno alla stessa ora (per esempio all'ora di cena

con un bicchiere d'acqua).

La sensibilità nei confronti degli anticoagulanti varia da persona a persona e può cambiare durante il

trattamento o se modifica l'alimentazione.

L'assunzione di Sintrom non deve in nessun caso essere interrotta senza il consenso del medico e i

dosaggi non possono essere modificati di propria iniziativa.

Non modifichi di propria iniziativa la posologia prescritta. Se ritiene che l'azione del farmaco sia

troppo debole o troppo forte, ne parli al suo medico o al suo farmacista.

Sono disponibili soltanto esperienze limitate sulla somministrazione di Sintrom nei bambini e negli

adolescenti. L'inizio e il monitoraggio del trattamento dovranno essere effettuati presso il medico o in

ospedale.

Che fare se dimentica una dose?

Se dovesse dimenticare una dose di Sintrom, la prenda non appena se ne accorge. Se però nota la

dimenticanza soltanto il giorno dopo, quindi praticamente al momento di prendere la dose seguente,

salti la dose dimenticata e prenda il farmaco all'ora prestabilita. Non raddoppi la dose e non prenda

mai due dosi lo stesso giorno. In caso di dubbio, chieda subito consiglio al suo medico o farmacista.

Alla visita successiva, comunichi al medico se e quando ha saltato una dose.

Che cosa succede in caso di surdosaggio?

In caso di surdosaggio, possono sopraggiungere delle emorragie. In questo caso occorre interrompere

il medicamento e curare l'emorragia. Informi immediatamente il medico.

Quali effetti collaterali può avere Sintrom?

Come tutti i farmaci, anche Sintrom può provocare effetti indesiderati. Se dovessero manifestarsi, a

seconda dei casi potrebbero richiedere un trattamento medico. Durante la somministrazione di

Sintrom si possono manifestare i seguenti effetti collaterali: gli effetti collaterali più frequenti sono

emorragie di ogni tipo (vedi anche «Quando la somministrazione di Sintrom richiede prudenza?:

Comportamento immediato in caso di emorragie»).

Molti effetti collaterali scompaiono senza che lei debba interrompere il trattamento. Se tuttavia uno

dei seguenti effetti collaterali dovesse persistere o risultare molto fastidioso, informi per favore il suo

medico.

Frequenti: emorragie.

Rari: reazioni allergiche sotto forma di eruzione cutanea o di prurito; perdita dell'appetito, nausea,

vomito, perdita reversibile dei capelli.

Molto rari: infiammazioni vascolari, problemi epatici, lesioni cutanee dovute ad emorragia.

Non nota (la frequenza non può essere determinata): calcifilassi (lesioni cutanee necrotiche dolorose,

provocate da un deposito di calcio e di fosfato nei vasi sanguigni che conduce a restrizioni).

Se osserva effetti collaterali qui non descritti, dovrebbe informare il suo medico o il suo farmacista.

Di che altro occorre tener conto?

Conservare i farmaci fuori dalla portata dei bambini.

Il farmaco non dev'essere utilizzato oltre la data indicata con «EXP» sul contenitore.

Conservare Sintrom a temperatura non superiore ai 25 °C.

Il medico o il farmacista, che sono in possesso di un'informazione professionale dettagliata, possono

darle ulteriori informazioni.

Cosa contiene Sintrom?

Sintrom 4 contiene 4 mg di acenocumarolo, lattosio e altre sostanze ausiliarie.

Sintrom 1 mitis contiene 1 mg di acenocumarolo, lattosio e altre sostanze ausiliarie.

Numero dell’omologazione

21693 (Swissmedic).

Dove è ottenibile Sintrom? Quali confezioni sono disponibili?

In farmacia, dietro presentazione della prescrizione medica non rinnovabile.

Sintrom 4 da 4 mg: 20, 30 e 200 compresse.

Sintrom 1 mitis da 1 mg: 100 compresse.

Titolare dell’omologazione

Medius AG, 4132 Muttenz.

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nel giugno 2017 dall'autorità competente

in materia di medicamenti (Swissmedic).