Scheriproct

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • Scheriproct Salbe
  • Forma farmaceutica:
  • Salbe
  • Composizione:
  • prednisoloni-21 hexanoas 1.9 mg, cinchocaini hydrochloridum 5 mg, ricini oleum raffinatum 443 mg, arom.: bergamottae aetheroleum, vanillinum et alia, excipiens annuncio unguentum pro 1 g.
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco biologico

Documenti

  • per i professionisti:
  • Il foglio illustrativo per questo prodotto non è al momento disponibile, é possibile inviare una richiesta al nostro Servizio Clienti ed essere avvisati nel momento in cui è disponibile sulla nostra piattaforma.


    Richiedi il foglio illustrativo per i professionisti.

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • Scheriproct Salbe
    Svizzera
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Gruppo terapeutico:
  • Synthetika
  • Area terapeutica:
  • Hämorrhoiden, oberflächliche Analfissuren, Proktitis

Altre informazioni

Status

  • Fonte:
  • Swissmedic - Swiss Agency for Therapeutic Products
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 24137
  • Data dell'autorizzazione:
  • 20-08-1958
  • Ultimo aggiornamento:
  • 19-10-2018

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Patienteninformation

Scheriproct®

Bayer (Schweiz) AG

Che cos'è Scheriproct e quando si usa?

Scheriproct è un preparato indicato per il trattamento delle infiammazioni anali. Esplica un'azione

anti-infiammatoria, anti-allergica, anti-pruriginosa e anestetica. Il notevole effetto anestetico facilita

l'evacuazione delle feci.

Scheriproct viene impiegato in caso di emorroidi, ragadi anali e infiammazioni della mucosa rettale

(proctiti).

Scheriproct deve essere impiegato solo dietro prescrizione medica e sotto stretto controllo medico.

Di che cosa occorre inoltre tener conto durante il trattamento?

Prima di iniziare un trattamento con Scheriproct, la cui applicazione è bene venga eseguita dopo

l'evacuazione delle feci, si deve pulire accuratamente la zona anale. Il repentino miglioramento che

solitamente si instaura non deve indurre ad interrompere prematuramente la terapia. Per evitare le

recidive, il trattamento con Scheriproct deve essere protratto ancora per almeno una settimana, sia

pure ad intervalli più lunghi (pomata: 1 volta/die; supposte: 1 supposta ogni due giorni), anche dopo

la completa scomparsa dei disturbi. Il trattamento tuttavia - ove possibile - non deve avere una durata

superiore alle 4 settimane.

Quando non si può usare Scheriproct?

In caso di ipersensibilità nei confronti di uno dei componenti del Scheriproct. Scheriproct non deve

essere impiegato in caso di malattie cutanee specifiche nella zona da trattare (sifilide, tubercolosi) e

in caso di infiammazioni della regione anale dovute ad infezioni virali o a vaccini.

Quando è richiesta prudenza nell'uso di Scheriproct?

In caso di micosi è necessario affiancare questo trattamento ad una terapia specifica antimicotica.

Evitare che Scheriproct entri in contatto con gli occhi. Si raccomanda di lavarsi bene le mani dopo

l'uso.

Se nella zona trattata con Scheriproct contemporaneamente vengono usati prodotti contenenti latex

come i profilattici, determinate sostanze potrebbero danneggiare il prodotto latex riducendo

l'efficacia anticoncezionale o la protezione contro le malattie sessualmente trasmessibili come HIV.

Si rivolga per favore al suo medico curante o al suo farmacista se necessita altre informazioni.

Alcuni farmaci possono accentuare l'effetto di Scheriproct e aumentare il rischio del manifestarsi di

effetti indesiderati. Se assume uno di questi medicamenti (tra cui alcuni prodotti anti-HIV come

Ritonavir e Cobicistat) è possibile che il suo medico la sottoporrà ad attento monitoraggio.

Informi il suo medico o il suo farmacista nel caso in cui:

·soffre di altre malattie,

·soffre di allergie o

·assume o applica esternamente altri medicamenti (anche se acquistati di sua iniziativa!).

Si può usare Scheriproct durante la gravidanza o l'allattamento?

Scheriproct può essere utilizzato in gravidanza o durante l'allattamento solo se è stato esplicitamente

prescritto dal medico.

Informi il medico se è incinta o potrebbe esserlo oppure se sta allattando.

Come regola generale vale che preparati ad applicazione locale contenenti corticosteroidi non devono

essere utilizzati nei primi tre mesi di gravidanza.

Le donne che allattano devono evitare che il medicamento entri in contatto con il seno.

Durante la gravidanza e l'allattamento bisogna astenersi soprattutto da applicazioni prolungate o su

una vasta area cutanea.

Come usare Scheriproct?

L'uso di Scheriproct è riservato agli adulti.

Pomata

Se non prescritto diversamente dal medico, in generale si effettueranno due applicazioni al giorno. Il

primo giorno si raccomandano anche 4 applicazioni del preparato, per ottenere una più rapida

scomparsa della sintomatologia.

Applicare in prossimità della regione anale e a livello dello sfintere, spalmando con le dita, un

quantitativo di pomata del volume di un pisello, contrastando con la punta del dito la resistenza dello

sfintere anale. Prima dell'introduzione intrarettale della pomata, avvitare sul tubetto l'applicatore

annesso alla confezione. Nel caso di processi infiammatori gravi e quindi particolarmente dolorosi,

può tuttavia essere consigliabile l'applicazione della pomata all'interno con l'aiuto delle dita. In caso

di prolasso di noduli è bene applicare una buona quantità di pomata ed effettuare con il dito un

riposizionamento dei noduli all'interno usando una certa cautela.

Supposte

Normalmente si deve introdurre in profondità 1 supposta al giorno; in caso di disturbi gravi,

applicare, il primo giorno, 2 o 3 volte 1 supposta.

Non modifichi di propria iniziativa la posologia prescritta. Se ritiene che l'azione del medicamento

sia troppo debole o troppo forte, ne parli al suo medico o al suo farmacista.

Quali effetti collaterali può avere Scheriproct?

Con l'applicazione di Scheriproct possono manifestarsi i seguenti effetti collaterali:

A seguito dell'uso prolungato di Scheriproct (superiore a 4 settimane) saltuariamente possono

manifestarsi alterazioni locali come l'assottigliamento della cute.

Occasionalmente possono manifestarsi reazioni cutanee di tipo allergico.

Se osserva effetti collaterali qui non descritti dovrebbe informare il suo medico o il suo farmacista.

Di che altro occorre tener conto?

Conservare la pomata di Scheriproct a temperatura non superiore a 25 °C, le supposte in frigorifero

(2-8 °C). Tenere fuori della portata dei bambini.

Il medicamento non dev'essere utilizzato oltre la data indicata con «EXP» sulla confezione.

Il medico o il farmacista, che sono in possesso di documentazione professionale, possono darle

ulteriori informazioni.

Cosa contiene Scheriproct?

Pomata

1 g contiene: 1,9 mg di prednisolone esanoato e 5 mg di cloridrato di cincocaina. Sostanze ausiliarie:

aromi: olio de bergamotta, vanilin.

Supposte

1 supposta contiene: 1,3 mg di prednisolone esanoato e 1 mg di cloridrato di cincocaina.

Numero dell'omologazione

24137, 24138 (Swissmedic).

Dov'è ottenibile Scheriproct? Quali confezioni sono disponibili?

Scheriproct si può avere in farmacia dietro presentazione della prescrizione medica.

Il medicamento è disponibile in tubetti da 10 e 30 g di pomata e in scatole da 12 supposte.

Titolare dell’omologazione

Bayer (Schweiz) AG, Zürich.

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nel marzo 2017 dall'autorità competente

in materia di medicamenti (Swissmedic).