Salofalk 4 g

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • Salofalk 4 g clisteri
  • Forma farmaceutica:
  • clisteri
  • Composizione:
  • mesalazinum 4 g, antiox.: E 224, mantenuto.: E 211, excipiens annuncio suspensionem pro vaso.
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco biologico

Documenti

  • per i professionisti:
  • Il foglio illustrativo per questo prodotto non è al momento disponibile, é possibile inviare una richiesta al nostro Servizio Clienti ed essere avvisati nel momento in cui è disponibile sulla nostra piattaforma.


    Richiedi il foglio illustrativo per i professionisti.

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • Salofalk 4 g clisteri
    Svizzera
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Gruppo terapeutico:
  • Synthetika
  • Area terapeutica:
  • La colite ulcerosa

Altre informazioni

Status

  • Fonte:
  • Swissmedic - Swiss Agency for Therapeutic Products
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 47329
  • Data dell'autorizzazione:
  • 16-09-1986
  • Ultimo aggiornamento:
  • 19-10-2018

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Patienteninformation

Salofalk® 4 g/2 g clismi

Vifor SA

Che cos'è Salofalk clismi e quando si usa?

Salofalk clismi è indicato per la terapia di tutti gli stadi della colite ulcerosa (malattia infiammatoria

cronica dell'intestino), specialmente quando colpisce la porzione terminale dell'intestino crasso. Ha

effetto antiinfiammatorio nelle crisi acute improvvise e violente e impedisce le ricadute nel periodo

di tempo senza sintomi.

I clismi Salofalk sono clisteri in confezione monodose pronta all'uso, destinati ad una permanenza

prolungata nell'intestino. La sospensione si deve introdurre nel retto (ultima porzione dell'intestino

crasso) e deve restarvi il più a lungo possibile per garantire una liberazione a lunga durata del

principio attivo ed un contatto prolungato con la mucosa intestinale infiammata dell'intestino crasso.

Il medicamento deve essere usato solo su prescrizione medica.

Quando non si può usare Salofalk clismi?

Non può usare Salofalk se soffre di gravi disturbi della funzionalità epatica o renale, nonché in caso

di allergia a medicamenti contenenti acido salicilico, salicilati o loro derivati. Non deve utilizzare

Salofalk clismi anche se è allergico a uno qualsiasi dei suoi componenti.

Quando è richiesta prudenza nella somministrazione di Salofalk clismi?

Se soffre di un disturbo della funzionalità polmonare, in particolare di asma, deve comunicarlo al

medico prima di iniziare la terapia con Salofalk. Se ha già avuto in passato un'ipersensibilità a

preparati contenenti sulfasalazina (medicamenti analoghi a Salofalk), la terapia con Salofalk va

iniziata solo sotto accurato controllo medico. Se si manifestassero dei fenomeni acuti di intolleranza,

come per esempio crampi addominali, dolori addominali acuti, febbre, forte mal di testa ed eruzioni

sulla pelle, deve consultare subito il suo medico.

Se soffre di disturbi della funzione epatica o renale, prima di utilizzare questo medicamento per la

prima volta deve consultare il suo medico.

Informi il suo medico, se assume/utilizza i medicamenti seguenti, poiché l'effetto di questi

medicamenti potrebbe modificarsi (interazioni):

·azatioprina, 6-mercaptopurina o tioguanina (medicamenti per il trattamento delle malattie del

sistema immunitario);

·determinati medicamenti che inibiscono la coagulazione del sangue (medicamenti contro la

trombosi o per la fluidificazione del sangue, per es. warfarina).

Questo medicamento contiene potassio metabisolfito, per cui può causare reazioni allergiche quali

per es. shock allergico o restringimenti dei bronchi (broncospasmi). Questa avvertenza vale in

particolar modo se soffre o ha sofferto di asma o allergie.

Oltre a ciò, Salofalk clismi contiene benzoato di sodio, che può causare reazioni di ipersensibilità

quali per es. irritazioni della cute, degli occhi e delle mucose.

Informi il suo medico o il suo farmacista nel caso in cui soffra di altre malattie, soffra di allergie o

assuma o applichi esternamente altri medicamenti (anche se acquistati di sua iniziativa).

Si può usare Salofalk clismi durante la gravidanza o l'allattamento?

Se prevede una gravidanza, se è incinta o allatta, lo dica per favore al suo medico, che deciderà se

può prendere Salofalk.

Se allatta, deve usare Salofalk clismi solo su indicazione del suo medico, poiché il principio attivo e i

prodotti della sua degradazione possono passare nel latte materno.

Come usare Salofalk clismi?

Adulti

Salofalk 4 g: salvo diversa prescrizione del medico, introdurre nell'intestino 1 clisma 1 volta al

giorno, la sera prima di coricarsi.

Salofalk 2 g: salvo diversa prescrizione del medico, introdurre nell'intestino 1-2 clismi al giorno.

I migliori risultati si ottengono quando la somministrazione del clisma Salofalk è preceduta

dall'evacuazione del contenuto intestinale.

Istruzioni per l'uso

1.Riscaldare il clisma alla temperatura del corpo (37 °C).

Agitare bene per omogeneizzare la sospensione.

2.Togliere con cautela il cappuccio di protezione, evitando che la sospensione fuoriesca.

3.La posizione del corpo più favorevole per introdurre il clistere è quella coricata sul fianco sinistro,

con la gamba sinistra stesa e quella destra leggermente piegata.

4.Introdurre con prudenza nel retto la punta dell'applicatore, che è rivestita di uno strato lubrificante.

5.Lentamente, esercitando una leggera pressione, far passare la sospensione dal contenitore

nell'intestino.

6.Restare nella stessa posizione per almeno 30 minuti, affinché la sospensione possa diffondersi bene

nell'intestino. Poi dormire nella posizione abituale, se possibile senza evacuare il clisma fino al

mattino.

7.Gettar via il contenitore vuoto.

Bambini e adolescenti

L'uso e la sicurezza di Salofalk clismi nei bambini e negli adolescenti non sono stati fino ad ora

esaminati.

Non modifichi di propria iniziativa la posologia prescritta. Se inavvertitamente ha dimenticato di fare

un clistere o ne ha fatti più di quanto prescritto lo comunichi subito al suo medico. Se ritiene che

l'azione del medicamento sia troppo debole o troppo forte ne parli al suo medico o al suo farmacista.

Quali effetti collaterali può avere Salofalk clismi?

Se dopo aver assunto questo medicamento compare uno dei sintomi seguenti, contatti

immediatamente il suo medico:

·eruzione cutanea allergica

·febbre

·disturbi respiratori

Se osserva un peggioramento grave delle sue condizioni di salute generali, in particolare se associato

a febbre e/o dolori alla cavità orale e faringea, deve interrompere l'assunzione di Salofalk clismi. Si

rivolga immediatamente a un medico.

In casi molto rari questi sintomi possono essere dovuti a una riduzione patologica del numero di

globuli bianchi nel sangue (agranulocitosi), che incrementa il rischio di contrarre infezioni gravi.

Mediante un esame del sangue si può controllare se i suoi sintomi sono causati dall'effetto di questo

medicamento sulle cellule del sangue.

In seguito all'uso di Salofalk clismi possono manifestarsi raramente i seguenti effetti collaterali:

Mal di testa, vertigini, nausea, vomito, dolori al ventre, diarrea, sensazione di pienezza, dolori al

torace, affanno o gonfiore degli arti a causa degli effetti sul cuore.

Malattie del fegato e della bile: molto raramente: cambiamenti dei valori indicatori della funzionalità

del fegato (aumento degli enzimi transaminasi e dei parametri indicatori di una ridotta secrezione

biliare), infiammazione del fegato (epatite), infiammazione del fegato con ristagno della bile (epatite

colestatica).

Reazioni di ipersensibilità come eruzioni cutanee d'origine allergica, febbre da medicamenti, spasmi

dei muscoli bronchiali, infiammazione del pancreas, infiammazione dei reni.

In casi isolati, durante la terapia con Salofalk sono state osservate una reazione allergica di

ipersensibilità del tessuto polmonare (un'alveolite) o un'estesa infiammazione dell'intestino crasso

(pancolite).

Una sindrome analoga al lupus eritematoso (eruzione «a farfalla» sul viso) provocata dal

medicamento è stata osservata molto raramente.

Molto raramente si manifestano dei dolori muscolari e articolari.

In casi isolati, dopo l'uso di medicamenti contenenti mesalazina, sono state osservate delle

modificazioni del quadro ematologico. In casi molto rari può manifestarsi una caduta dei capelli.

Molto raramente può comparire una neuropatia periferica (sensazione di insensibilità e formicolii

alle mani e ai piedi) oppure un'oligospermia reversibile (riduzione transitoria del numero degli

spermatozoi).

Se durante la terapia con Salofalk dovesse costatare fenomeni o disturbi di questo o d'altro genere ne

informi immediatamente il suo medico.

Se osserva effetti collaterali qui non descritti, dovrebbe informare il suo medico o il suo farmacista.

Di che altro occorre tener conto?

Conservare i medicamenti fuori dalla portata dei bambini. Conservare i clismi Salofalk a temperatura

non superiore a 30°C. Il medicamento non dev'essere utilizzato oltre la data indicata con «EXP» sul

contenitore.

Il medico o il farmacista, che sono in possesso di un'informazione professionale dettagliata, possono

darle ulteriori informazioni.

Che cosa contiene Salofalk clismi?

1 clisma Salofalk 4 g da 60 g di sospensione per uso rettale contiene 4 g di mesalazina.

1 clisma Salofalk 2 g da 30 g di sospensione per uso rettale contiene 2 g di mesalazina.

Antiossidante: potassio metabisolfito (E224), conservante: sodio benzoato (E211) ed altre sostanze

ausiliarie.

Numero dell'omologazione

47329, 50986 (Swissmedic).

Dov'è ottenibile Salofalk clismi? Quali confezioni sono disponibili?

In farmacia, dietro presentazione della prescrizione medica.

Clismi 4 g: 7.

Clismi 2 g: 7.

Titolare dell’omologazione

Vifor SA, 1752 Villars-sur-Glâne.

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nell'ottobre 2014 dall'autorità

competente in materia di medicamenti (Swissmedic).