Reldan 2 M (Importazione parallela)

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • Reldan 2 M (Importazione parallela)
  • Forma farmaceutica:
  • EC concentrato emulsionato
  • Utilizzare per:
  • Piante
  • Tipo di medicina:
  • Agrochimico

Documenti

  • per i professionisti:
  • Il foglio illustrativo per questo prodotto non è al momento disponibile, é possibile inviare una richiesta al nostro Servizio Clienti ed essere avvisati nel momento in cui è disponibile sulla nostra piattaforma.


    Richiedi il foglio illustrativo per i professionisti.

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • Reldan 2 M (Importazione parallela)
    Svizzera
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Gruppo terapeutico:
  • Insetticida

Altre informazioni

Status

  • Fonte:
  • UFAG - Ufficio federale dell'agricoltura. OFAG - Office fédéral de l'agriculture. BLW - Bundesamt für Landwirtschaft.
  • Numero dell'autorizzazione:
  • F-5563
  • Ultimo aggiornamento:
  • 18-11-2018

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Denominazione commerciale: Reldan 2 M

(Importazione parallela)

Elenco dei prodotti fitosanitari (stato: 06.11.2018)

Categoria di prodotti:

Titolare dell'autorizzazione

all'estero:

Numero federale di

omologazione:

Insetticida

Dow Agrosciences S.A.S

F-5563

Principio:

Tenore:

Codice di formulazione:

Principio attivo: Clorpirifos-

metile

21.4 % 225 g/l

EC concentrato emulsionato

Applicazioni

A

Coltura

Agente patogeno/Efficacia

Dosaggio

Restrizioni

Frutta a

granelli

Carpocapsa delle mele

Cocciniglie ostreiformi

Piccola tortrice dei frutti

Tortrici ricamatrici

Azione parziale:

Afidi

Concentrazione: 0.2 %

Dose: 3.2 l/ha

Termine d'attesa: 3 Settimane

Applicazione: In estate.

1, 2, 3, 4, 5

Frutta a

granelli

Tentredini

Verme delle meline

Azione parziale:

Afidi

Cecidomie

Concentrazione: 0.2 %

Dose: 3.2 l/ha

Termine d'attesa: 3 Settimane

Applicazione: Dopo la fioritura

(BBCH 69 - 72).

1, 2, 3, 4, 5

Frutta a

granelli

Falene

Tignole

Tortrici ricamatrici

Azione parziale:

Afidi

Concentrazione: 0.2 %

Dose: 3.2 l/ha

Termine d'attesa: 3 Settimane

Applicazione: Prefioritura o

postfioritura (BBCH 57-59 o 69-71).

1, 2, 3, 4, 5

Frutta a

granelli

Antonomo del melo

Concentrazione: 0.2 %

Dose: 3.2 l/ha

Termine d'attesa: 3 Settimane

Applicazione: Al germogliamento

(BBCH 51-53).

1, 2, 3, 4, 5

W In generale

Cicalina verde della vite [Seconda

generazione]

Concentrazione: 0.2 %

Dose: 3.2 l/ha

Applicazione: Dopo la fioritura.

2, 4, 5, 6

W In generale Scafoideo

Concentrazione: 0.2 %

2, 4, 5, 6, 7,

A

Coltura

Agente patogeno/Efficacia

Dosaggio

Restrizioni

Dose: 3.2 l/ha

W In generale

Tignole della vite (Eupoecilia

ambiguella, Lobesia botrana)

[Seconda generazione = tignola della

vite]

Concentrazione: 0.2 %

Dose: 2.4 l/ha

Applicazione: Dopo la fioritura.

2, 4, 5, 9

Serra:

Melanzana

Serra:

Peperone

Serra:

Pomodori

Larve di nottue [Giovani bruchi.]

Concentrazione: 0.35 %

Dose: 3.5 l/ha

Termine d'attesa: 3 Giorni

4, 10

Cereali

Criocere dei cereali

Dose: 1.5 l/ha

Applicazione: Prima della fioritura.

4, 10, 11, 12

Colza

Meligete della colza

Dose: 1.5 l/ha

Applicazione: Fino allo stadio 59

(BBCH). Allo stadio di

germogliamento, prima della fioritura.

4, 10, 11, 12

In generale Larve di lepidotteri

Concentrazione: 0.35 %

4, 5, 10

Restrizioni e osservazioni:

La dose indicata si riferisce a un volume di alberi di 10'000 m³/ha.

SPe 8 - Pericoloso per le api: non deve entrare in contatto con piante in fiore o che presentano

melata (p.es. colture, colture intercalari, malerbe, colture vicine, siepi). Le colture intercalari e le

malerbe in fiore devono essere eliminate prima del trattamento (il giorno prima sfalciare/trinciare

l'erba).

SPa 1: Per evitare l'insorgenza di resistenza al massimo 3 trattamenti per anno e particella con

prodotti dello stesso gruppo di principi attivi.

È possibile che il prodotto provochi allergie qualora entri in contatto con la pelle. Durante la

preparazione della poltiglia è necessario indossare guanti di protezione. Se durante l'applicazione

o i lavori successivi è impossibile evitare il contatto della pelle con il prodotto fitosanitario (p.es.

con la sostanza nebulizzata o tramite il contatto con le piante), utilizzare inoltre indumenti

protettivi e scarpe da lavoro e oltre a ciò un'ulteriore attrezzatura di protezione adeguata (p.es.

visiera, copricapo).

SPe 3: Per proteggere organismi acquatici dagli effetti della deriva rispettare una zona tampone

non trattata di 50 metri dalle acque superficiali. Per la protezione contro gli effetti di un

dilavamento, rispettare una zona tampone con copertura vegetale a una distanza di almeno 6 metri.

Riduzione della distanza a causa di deriva ed eccezioni secondo le istruzioni dell'UFAG.

La dose indicata si riferisce allo stadio BBCH 71-81 (J-M, dopo la fioritura), trattamento con una

quantità-referenza di poltiglia di 1600 l/ha (base per il calcolo), oppure a un volume fogliare di

4'500 m³/ha.

Trattamento soltanto su indicazione dei servizi fitosanitari cantonali.

1-2 trattamenti a intervalli di 15-20 giorni.

La dose indicata si riferisce ad un trattamento nella zona dei grappoli con una quantità standard di

poltiglia di 1200 l/ha (base per il calcolo).

10.SPe 8 - Pericoloso per le api: non deve entrare in contatto con piante in fiore o che presentano

melata (p.es. colture, colture intercalari, malerbe, colture vicine, siepi).

11.SPa 1: Per evitare l'insorgenza di resistenza al massimo 1 trattamento per anno e particella con

prodotti dello stesso gruppo di principi attivi.

12.SPe 3: Per proteggere organismi acquatici dagli effetti della deriva rispettare una zona tampone

non trattata di 20 metri dalle acque superficiali. Per la protezione contro gli effetti di un

dilavamento, rispettare una zona tampone con copertura vegetale a una distanza di almeno 6 metri.

Riduzione della distanza a causa di deriva ed eccezioni secondo le istruzioni dell'UFAG.

Caratterizzazione di pericolo:

Si applicano la classificazione e la caratterizzazione dell’etichetta originale estera..

Ulteriori simboli di pericolo svizzeri:

SPe 8 Pericoloso per le api

In caso di dubbio valgono soltanto i documenti originali dell'omologazione. La menzione di un prodotto,

principio attivo o di una ditta non rappresenta alcuna raccomandazione.