Monoprost

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • Monoprost Augentropfen (Mehrdosenflacon)
  • Forma farmaceutica:
  • Augentropfen (Mehrdosenflacon)
  • Composizione:
  • latanoprostum 50 µg, excipiens annuncio solutionem pro 1 ml.
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco biologico

Documenti

  • per i professionisti:
  • Il foglio illustrativo per questo prodotto non è al momento disponibile, é possibile inviare una richiesta al nostro Servizio Clienti ed essere avvisati nel momento in cui è disponibile sulla nostra piattaforma.


    Richiedi il foglio illustrativo per i professionisti.

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • Monoprost Augentropfen (Mehrdosenflacon)
    Svizzera
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Gruppo terapeutico:
  • Synthetika
  • Area terapeutica:
  • Glaukom

Altre informazioni

Status

  • Fonte:
  • Swissmedic - Swiss Agency for Therapeutic Products
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 66858
  • Data dell'autorizzazione:
  • 19-04-2018
  • Ultimo aggiornamento:
  • 19-10-2018

Foglio illustrativo

Patienteninformation

Monoprost®

Théa PHARMA SA

Che cos’è Monoprost e quando si usa?

Il collirio Monoprost, contiene come principio attivo la prostaglandina latanoprost, e viene usato per

abbassare la pressione intraoculare nel glaucoma ad angolo aperto (cateratta verde) ed in caso di

pressione intraoculare elevata. Un elevata pressione intraoculare può danneggiare il nervo ottico e

condurre ad un peggioramento della capacità visiva.

Su prescrizione medica.

Di che cosa occorre inoltre tener conto durante il trattamento?

Avvertenza per i portatori di lenti a contatto

Le lenti a contatto devono essere rimosse prima dell'applicazione di Monoprost e possono essere

reinserite solo dopo 15 minuti dopo l'applicazione di Monoprost.

Quando non si può usare Monoprost?

In caso di nota o supposta ipersensibilità (allergia) ad uno dei componenti di Monoprost.

Quando è richiesta prudenza nell’uso di Monoprost?

Consulti il suo medico o il suo farmacista se:

·subirà a breve o ha subìto di recente un'operazione agli occhi (incluse le operazioni alle cateratte

(grigie)),

·ha problemi agli occhi (come dolori, irritazioni o infiammazioni, vista annebbiata),

·ha o ha avuto un'infezione oculare da herpes virus,

·soffre di secchezza oculare.

In studi, Latanoprost ha provocato un incupimento del'iride in più di 2 pazienti su 3 con occhi di

colore misto, prevalentemente quelli che contenevano il colore marrone. Questa modificazione del

colore degli occhi avviene molto lentamente; essa può essere permanente. Se tratta solo un occhio

potrebbe constatare che i suoi occhi hanno colori differenti.

Se ha occhi di colore misto, prima d'iniziare il trattamento, ne parli con il suo medico. Si metta in

contatto con il suo medico nel caso che si verifichi una pigmentazione rafforzata dell'iride.

Se in precedenza ha sofferto d'infiammazioni della cornea, informi il medico prima di iniziare il

trattamento.

Qualora lei soffre d'asma, ne informi il suo medico (vedi «Quali effetti collaterali può avere

Monoprost?»).

Non è consigliato l'uso di Monoprost in bambini e ragazzi di età inferiore a 18 anni, perché non si

dispone ancora di esperienza in materia.

Monoprost contiene macrogolglicerolo idrossistearato (estratto dall'olio di ricino) che può causare

reazioni cutanee.

Immediatamente dopo l'uso si può avere un offuscamento della vista. Perciò aspetti che questo

fenomeno scompaia prima di guidare veicoli o manovrare macchine.

Informi il suo medico o il suo farmacista nel caso in cui soffre di altre malattie, soffre di allergie o

assume o applica agli occhi altri medicamenti (anche se acquistati di sua iniziativa!).

Si può usare Monoprost durante la gravidanza o l’allattamento?

Monoprost non deve essere usato durante la gravidanza o l'allattamento, eccetto se il suo medico lo

prescriva espressamente.

Come usare Monoprost?

Adulti

1 goccia di Monoprost 1 volta al giorno in ogni occhio malato, preferibilmente la sera.

Per rendere minimo un eventuale assorbimento sistemico, si consiglia, come anche per altri tipi di

collirio, di comprimere il sacco lacrimale sotto l'angolo interno dell'occhio per un minuto (occlusione

puntiforme). Questa manovra dovrà essere messa in atto immediatamente dopo ogni instillazione.

Somministrazioni più frequenti diminuiscono l'effetto desiderato.

Se dimentica una volta una dose, può continuare normalmente la terapia con la dose successiva (alla

sera). Non raddoppi in nessun caso il numero di gocce in questo momento.

Nel caso che adopera altre gocce per gli occhi insieme a Monoprost, deve mantenere una distanza di

almeno 5 minuti tra ogni applicazione.

Se ha instillato nell'occhio troppe gocce, può riscontrare delle leggere irritazioni transitorie che

possono causare lacrimazione e rossore. Se nutre preoccupazioni chieda consiglio al suo medico.

Se per sbaglio ha ingerito Monoprost prenda per favore contatto con il suo medico.

Se desidera interrompere il trattamento con Monoprost, chieda prima al suo medico.

Applicazione corretta:

·Controlli che il sigillo di garanzia non sia rotto. Quindi sviti con decisione il sigillo

di garanzia per aprire il flacone.

·Si lavi prima accuratamente le mani. E necessario attivare il meccanismo della

pompa prima dell’applicazione. Per questo tenere il flacone capovolto e premere

fino a quando la prima goccia appare. Questa procedura non è piu necessaria per le

somministrazioni successive.

g. 1

1. Prima di ogni uso, si lavi accuratamente le mani e rimuova il cappuccio dalla

punta del flacone. Eviti ogni contatto della punta del flacone con le dita.

ig. 2

2. Metta il pollice sulla linguetta in cima al flacone e l'indice alla base del flacone.

Poi metta anche il medio sulla seconda linguetta alla base del flacone. Tenga il

flacone capovolto (vedere la Fig. 2).

ig. 3

3. Per l'uso, inclini la testa leggermente indietro e tenga il flacone con il contagocce

verticale sopra l'occhio. Con l'indice dell'altra mano, abbassi leggermente la

palpebra inferiore dell'occhio. Lo spazio creato si chiama sacco congiuntivale

inferiore. Eviti il contatto della punta del flacone con le dita e gli occhi (vedere la

Fig. 3).

Per instillare una goccia nel sacco congiuntivale inferiore dell'occhio(i) affetto (i),

prema brevemente e con decisione il flacone. Il dosatore automatico rilascia

esattamente una goccia ad ogni pressione.

Se la goccia non scende, scuoti lievemente il flacone per rimuovere la goccia rimasta sulla punta. In

questo caso ripeta il punto 3.

ig. 4

4. Chiuda le palpebre e prema con un dito all'angolo interno dell'occhio, vicino al

naso, per 1 minuto (vedere la Fig. 4). Questo aiuta a prevenire la diffusione del

collirio nel resto del corpo.

5. Chiuda la punta del flacone con il cappuccio immediatamente dopo l'uso.

Non modifichi di propria iniziativa la posologia prescritta. Se ritiene che l'azione del medicamento

sia troppo debole o troppo forte ne parli con il suo medico o suo farmacista.

Quali effetti collaterali può avere Monoprost?

In sequito all'applicazione di Monoprost possono manifestarsi i seguenti effetti collaterali:

Frequenti: irritazioni degli occhi (come sensazione di bruciore, pizzicore, prurito, fitte o sensazione

di corpo estraneo), arrossamento degli occhi, incupimento dell'iride (vedi «Quando è richiesta

prudenza nell'uso di Monoprost?»), congiuntivite, infiammazione delle palpebre, aumento della

lunghezza, dello spessore e del numero delle ciglia nonché il loro incupimento, dolori agli occhi.

Occasionali: mal di testa, vertigini, ipersensibilità alla luce, infiammazione della cornea,

infiammazione degli occhi, gonfiore delle palpebre, costrizione toracica (Angina pectoris),

palpitazioni, dispnea acuta, asma, eruzione cutanea, dolori articolari, dolori muscolari, dolori al petto.

Rari: infiammazione dell'iride, prurito.

Con frequenza non conosciuta inoltre, sono state riportate: irritazioni degli occhi a causa della

crescita delle ciglia in direzione sbagliata, visione offuscata, alterazioni delle palpebre, cisti dell'iride,

aggravamento dell'asma, crisi d'asma acute, colorazione scura della pelle delle palpebre, reazione

cutanea locale alle palpebre.

Occasionalmente, si manifestano dolori al petto, palpitazioni o costrizione toracica (angina pectoris).

Si riportano casi di infiammazioni della cornea dovuti a herpes virus.

Sporadicamente in pazienti, ai quali è stato allontanato dall'occhio il cristallino in seguito ad

un'operazione della cateratta, si è verificata una diminuzione dell'acutezza visiva durante la terapia

con Monoprost. In tal caso bisogna consultare il medico.

Qualora si manifestano effetti collaterali come per esempio cambiamento di colore dell'iride con

dolori ed ipersensibilità alla luce o improvviso offuscamento della vista o si scatenano asma, un

aggravamento dell'asma nonché attacchi acuti d'asma, ne informi subito il suo medico o il suo

farmacista.

Se osserva effetti collaterali qui non descritti, dovrebbe informare il suo medico o il suo farmacista.

Di che altro occorre tener conto?

Il medicamento ancora chiuso non deve essere utilizzato oltre la data indicata con «EXP» sul

contenitore.

Il medicamento deve essere conservato nella confezione originale a temperatura ambiente (15-

25 °C).

Una volta aperto, il suo contenuto deve essere utilizzato entro un mese (per il flacone da 2,5 ml) o 3

mesi (per il flacone da 6 ml) e in seguito il flacone muldidose deve essere smaltito. Monoprost non

contiene conservanti.

Monoprost, come tutti i medicamenti, va tenuto fuori dalla portata dei bambini.

Il suo medico o il suo farmacista le fornirà ulteriori indicazioni, dispone infatti di esaustive

informazioni specialistiche.

Cosa contiene Monoprost?

1 ml di Monoprost contiene come principio attivo 50 µg di latanoprost e come eccipienti

macrogolglicerolo idrossistearato, sorbitolo, carbomero, macrogol, disodio edetato, idrossido di

sodio (per regolare il pH), acqua per preparazioni iniettabili.

Numero dell’omologazione

66858 (Swissmedic).

Dove è ottenibile Monoprost? Quali confezioni sono disponibili?

In farmacia solo dietro presentazione della prescrizione medica.

Confezioni di un flacone da 2,5 ml

Confezioni di un flacone da 6 ml

Titolare dell’omologazione

THEA Pharma S.A., 8200 Schaffhausen.

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nel dicembre 2017 dall'autorità

competente in materia di medicamenti (Swissmedic).