KCL RETARD

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • KCL RETARD
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco allopatico

Documenti

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • KCL RETARD
    Italia
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Area terapeutica:
  • Potassio cloruro
  • Dettagli prodotto:
  • 023638012 - "600 MG COMPRESSE A RILASCIO PROLUNGATO" 40 COMPRESSE - autorizzato

Status

  • Fonte:
  • AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 023638
  • Ultimo aggiornamento:
  • 18-11-2016

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Foglio illustrativo: informazioni per l’utilizzatore

KCl-retard 600 mg compresse a rilascio prolungato

Potassio cloruro

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo

medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.

Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.

Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad

altre persone, anche se i sintomi della malattia sono uguali ai

suoi, perché potrebbe essere pericoloso.

Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli

non elencati in questo foglio, si rivolga al medico, o al farmacista.

Vedere paragrafo 4.

Contenuto di questo foglio:

Che cos’è KCl-retard e a cosa serve

Cosa deve sapere primadi prendereKCl-retard

Come prendereKCl-retard

Possibili effetti indesiderati

Come conservare KCl-retard

Contenuto della confezione e altreinformazioni

1.

Che cos’è KCl-retard e a cosa serve

KCl-retard contiene un principio attivo chiamato potassio cloruro, che

appartiene ad una classe di medicinali chiamati integratori minerali.

KCl-retard è indicato per prevenire e correggere una carenza di

potassio dell'organismo, che si manifesta generalmente con una

sensazione di stanchezza e debolezza muscolare (astenia).

KCl-retard si utilizza nelle situazioni in cui il suo corpo si trova in una

condizione di carenza di potassio, nel caso in cui:

sia sottoposto a trattamenti prolungati o intensi con medicinali

chiamati “diuretici”, per trattare l'ipertensione (elevata pressione

del sangue) e gli edemi (gonfiori) di diversa natura

sta assumendo medicinali chiamati “glucosidi cardiotonici” per

trattare alcune malattie del cuore

sia sottoposto a somministrazione di soluzioni prive di potassio

sia sottoposto a somministrazione di elevate quantità di sali di

sodio (come ad esempio il bicarbonato)

sta assumendo medicinali chiamati“corticosteroidi”(medicinali per

trattare le infiammazioni/allergie)

fa abuso di lassativi

ha vomito ripetuto

ha diarree gravi

sia affetto da fistola gastrica, intestinale o biliare (quando parti

dello stomaco, intestino, vie biliari che normalmente sono

separate vengono in contatto)

soffre di cirrosi epatica (grave malattia cronica del fegato)

soffre di iperfunzione corticosurrenale (condizione che genera

alterazioni ormonali)

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

sia sottoposto a condizioni di stress come grossi interventi

chirurgici e gravi malattie.

Si rivolga al medico se non si sente meglio o se si sente peggio.

2.Cosa deve sapere primadi prendereKCl-retard

Non prendaKCl-retard

se è allergico al potassio cloruro o ad uno qualsiasi degli altri

componenti di questo medicinale (elencati al paragrafo 6).

soffre

grave

riduzione

della

funzionalità

reni

(insufficienza renale)

se soffre di ridotta eliminazione di urina (oliguria)

se soffre di mancanza di eliminazione di urina (anuria),

se soffre di aumento di azoto nel sangue (iperazotemia)

se ha acidosi ipercloremica (condizione in cui aumenta l’acidità

dei fluidi corporei ) accompagnata da ipopotassiemia (bassi livelli

di potassio nel sangue)

se è in trattamento con un medicinale chiamato “inibitore della

carboanidrasi” (medicinale usato per trattare malattie dell’occhio)

se è in uno stato di disidratazione acuta (ridotta quantità di acqua

nel corpo)

se soffre di iperpotassiemia (aumento di potassio nel sangue)

se soffre di Morbo di Addison (malattia che provoca una grave

riduzione di alcuni ormoni per distruzione della ghiandola che li

produce).

Avvertenze e precauzioni

Si rivolga al medico o al farmacista prima di prendere KCl-retard.

La particolare struttura delle compresse di KCl-retard è stata

concepita per evitare il rischio di una irritazione dello stomaco e

dell'intestino, tuttavia informi il medico:

se soffre di compressione dell’esofago (l’organo che collega la

faringe allo stomaco, e che trasporta il cibo fino alla stomaco)

dovuta a problemi del cuore (dilatazione atriale sinistra)

se soffre di ostruzione del tratto digestivo

se soffre di rallentamento del transito gastro-intestinale.

Inoltre,è opportuno evitare :

la somministrazione contemporanea di sali di potassio e di

medicinali chiamati “diuretici risparmiatori di potassio” (gruppo di

medicinali che agiscono aumentando la quantità di urina prodotta

dai reni, come gli antagonisti dell'aldosterone, triamterene, ecc.),

per il rischio di provocare una umento di potassio nel sangue.

In caso di uso prolungato, il medico controllerà periodicamene i suoi

livelli di potassio nel sangue, soprattutto se soffre di malattie del

cuore o dei reni.

Altri medicinali e KCl-retard

- 2 -

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente

assunto o potrebbe assumerequalsiasi altro medicinale.

Finora non sono note interazioni.

KCL-retard con cibi e bevande

Prenda le compresse di KCl-retard dopo i pasti (vedere paragrafo 3

“Come prendere KCl-retard”).

Gravidanza e allattamento

Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una

gravidanza, o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al

medico o al farmacista prima di usare questo medicinale. Utilizzi

questo medicinale soltanto nei casi di effettiva necessità e sotto il

diretto controllo del medico.

Guida di vecoli e utilizzo di macchinari

KCl-retard non influisce sulla capacità di guidare autoveicoli e sull'uso

di macchine.

KCl-retardcontiene saccarosio

Se il medico le ha diagnosticato una intolleranza ad alcuni zuccheri

(ad esempio il saccarosio), lo contatti prima di prendere questo

medicinale.

3.

Come prendereKCl-retard

Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni

del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il

farmacista.

Prenda le compresse di KCl-retard dopo i pasti. Prenda le compresse

intere, senza masticarle.

Adulti

Generalmente, la dose raccomandata è 3-6 compresse al giorno;

tuttavia segua rigorosamente la dose fissata dal medico.

Se prende più KCl-retard di quanto deve

In caso prenda accidentalmente elevate quantità di medicinale, si

rivolga al medico curante o al più vicino ospedale.

In questo caso occorre provocare il vomito e praticare una lavanda

gastrica (da effettuare in ospedale).

Il medico, inoltre, potrebbe sottoporla a un esame chiamato

elettrocardiogramma (ECG, esame per valutare la funzionalità del

cuore). In caso di alterazioni dell’ECG, il medico controllerà il suo

livello di potassio nel sangue e, se necessario, attuerà un trattamento

con una soluzione appropriata.

Se dimentica di prendereKCl-retard

Non prenda una dose doppia per compensare la dimenticanza della

compressa.

Se interrompe il trattamento con KCl-retard.

- 3 -

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al

medico o al farmacista.

4.

Possibili effetti indesiderati

Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti

indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

Se durante il trattamento con KCl-retardha i seguenti effetti

indesiderati,

rivolga

immediatamente

medico,

INTERROMPERÀ il trattamento con KCl-retard:

vomito grave

gonfiore e dolore di pancia

emorragia (perdita di sangue) dello stomaco.

Altri effetti indesideratisono stati riportati con altri medicinali

contenenti lo stesso principio attivo di KCl-retard (potassio cloruro), e

che quindi possono essere potenziali effetti indesiderati anche di KCl-

retard, sono:

Frequenza non nota (non può essere stabilita sulla base dei

dati disponibili)

restringimenti (stenosi) dell'intestino tenue (la prima parte

dell’intestino)

ulcerazioni intestinali (lesioni dell’intestino)

Segnalazione degli effetti indesiderati

Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non

elencati in questo foglio, si rivolga al medico. Lei può inoltre

segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema

nazionale

segnalazione

sito

www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire

maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

5.

Come conservareKCl-retard

Tenere questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

Non conservare a temperatura superiore a 30°C. Proteggere il

medicinale dal calore e dall'umidità.

Non prendaquesto medicinale dopo la data di scadenza che è

riportata sulla scatola dopo SCAD. La data discadenza si riferisce

all’ultimo giorno di quel mese.

Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici.

Chiedere al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza

più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

- 4 -

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

6.

Contenuto della confezione e altre informazioni

Cosa contiene KCl-retard

il principio attivo è: potassio cloruro 600 mg

gli altri componenti sono: alcool cetostearilico, gelatina, magnesio

stearato, gomma arabica nebulizzato essiccato, titanio diossido,

saccarosio

granulato (vedere paragrafo “KCl-retard contiene

saccarosio”), talco purificato speciale, ferro ossido giallo, ferro

ossido rosso, cera carnauba.

Descrizione dell’aspetto di KCl-retard e contenuto della

confezione

KCl-retard si presenta in compresse da 600 mg, confezionate in

blister in astuccio da 40 compresse.

Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio

Astellas Pharma S.p.A.- Via del Bosco Rinnovato,6 -U7(Piano IV) –

20090 Assago (Milano)

Produttore

Famar L’Aigle – ZI n. 1 Secteur Ouest Route de Crulai – 61300 L’Aigle-

France

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il

- 5 -

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).