ITALPRID

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • ITALPRID
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco allopatico

Documenti

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • ITALPRID
    Italia
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Area terapeutica:
  • Tiapride
  • Dettagli prodotto:
  • 023913015 - 20 COMPRESSE 100 MG - autorizzato; 023913027 - IM IV 10 FIALE 2 ML 100 MG - revocato

Status

  • Fonte:
  • AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 023913
  • Ultimo aggiornamento:
  • 18-11-2016

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente

ITALPRID 100 mg compresse

Tiapride cloridrato

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo

medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.

Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.

Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad altre

persone, anche se i sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché

potrebbe essere pericoloso.

Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non

elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere

paragrafo 4.

Contenuto di questo foglio:

Che cos’è ITALPRID e a cosa serve

Cosa deve sapere prima di prendere ITALPRID

Come prendere ITALPRID

Possibili effetti indesiderati

Come conservare ITALPRID

Contenuto della confezione e altre informazioni

1.

Che cos’è ITALPRID e a cosa serve

ITALPRID contiene il principio attivo tiapride cloridrato, appartenente a un

gruppo di medicinali chiamati antipsicotici che agiscono bloccando l’azione di

alcune molecole (neurotrasmettitori) presenti nel cervello aiutando in questo

modo a controllare i movimenti involontari.

Questo medicinale è indicato per il trattamento di:

contrazioni muscolari involontarie che generano movimenti (movimenti

involontari, coreici in particolari);

movimenti eccessivi (quadri ipercinetici di tipo funzionale);

mal di testa (sindromi cefalalgiche ad eziologia diversa);

disturbi del comportamento con agitazione ed ansia (disturbi d’ansia);

disturbi del comportamento da astinenza da alcol (sindromi alcoliche acute

e croniche);

disturbi del comportamento nell'anziano;

disturbi allo stomaco e all’intestino (alterazione della mobilità gastro-

intestinale e discinesie gastro-intestinali).

2.

Cosa deve sapere prima di prendere ITALPRID

Non prenda ITALPRID

se è allergico a tiapride cloridrato o ad uno qualsiasi degli altri componenti

di questo medicinale (elencati al paragrafo 6).

Avvertenze e precauzioni

Si rivolga al medico o al farmacista prima di prendere ITALPRID.

Prenda questo medicinale con cautela e informi il medico nei seguenti casi:

se soffre di gravi problemi ai reni (insufficienza renale grave);

se soffre di epilessia;

se ha il Parkinson;

Documento reso disponibile da AIFA il 25/07/2017

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

se soffre di malattie del cuore o un suo parente ha un disturbo del ritmo

cardiaco (prolungamento dell’intervallo QT);

se sta assumendo altri medicinali appartenenti alla classe dei neurolettici;

se è anziano;

se presenta fattori di rischio per l’infarto.

Interrompa il trattamento con questo medicinale se manifesta un eccessivo

aumento della temperatura del corpo (ipertermia).

Prima e durante il trattamento con ITALPRID, il medico dovrà prescriverle degli

esami specifici per controllare la presenza di fattori di rischio per problemi

circolatori (tromboembolismo venoso (TEV)), allo scopo di adottare misure

preventive.

Altri medicinali e ITALPRID

Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o

potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale.

Non prenda questo medicinale se sta assumendo i seguenti medicinali:

medicinali

che alterano l’equilibrio dei

sali

minerali

dell’organismo

(alterazioni degli elettroliti);

Prenda questo medicinale con cautela ed informi il medico se sta assumendo i

seguenti medicinali:

medicinali usati per regolare il ritmo del cuore (farmaci che prolungano il

QT);

medicinali usati per regolare la pressione del sangue (ipotensivi e

antipertensivi);

medicinali usati per i problemi dell’umore (tranquillanti);

medicinali usati per i disturbi del sonno (ipnotici);

medicinali usati per ridurre il dolore durante le operazioni (anestetici);

medicinali usati per ridurre il dolore (analgesici).

ITALPRID con alcol

Eviti di bere alcol durante il trattamento con questo medicinale.

Gravidanza e allattamento

Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o

se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista

prima di prendere questo medicinale.

Se è durante i primi mesi di gravidanza prenda questo medicinale solo nei casi

di assoluta necessità e sotto il diretto controllo del medico.

Se ITALPRID è stato assunto durante gli ultimi 3 mesi di gravidanza il suo

bambino può manifestare sintomi di astinenza, disturbi dei muscoli e dei

movimenti (sintomi extrapiramidali, ipertonia, ipotonia), agitazione, tremore,

sonnolenza, problemi respiratori e disturbi dell’assunzione di cibo (vedere il

paragrafo “Possibili effetti indesiderati”).

Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

Questo medicinale può alterare la capacità di guidare veicoli o utilizzare

macchinari perché può ridurre l’attenzione.

3.

Come prendere ITALPRID

Documento reso disponibile da AIFA il 25/07/2017

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del

medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

Il medico stabilirà la dose e la via di somministrazione a seconda delle sue

condizioni.

Trattamento delle sindromi alcoliche acute e croniche

La dose raccomandata è di 1 - 2 compresse al giorno.

Trattamento dei disturbi del comportamento negli anziani e degli stati

di agitazione cronica

La dose raccomandata è di 1 - 2 compresse al giorno.

Trattamento dei movimenti anormali

La dose raccomandata è di 3 - 6 compresse a secondo della gravità dei sintomi.

Trattamento delle sindromi cefalalgiche

La dose raccomandata è di 1 - 3 compresse al giorno.

Nei casi più gravi la dose può essere aumentata a 4 compresse al giorno.

Uso negli anziani

Il medico stabilirà la dose adatta.

Se prende più ITALPRID di quanto deve

Una dose eccessiva di questo medicinale può causare disturbi del movimento

(sindrome parkinsoniana molto grave), che può condurre fino al coma.

In caso di ingestione/assunzione accidentale di una dose eccessiva di questo

medicinale avverta immediatamente il medico o si rivolga al più vicino

ospedale.

Se dimentica di prendere ITALPRID

Non prenda una dose doppia per compensare la dimenticanza della compressa

Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al

farmacista.

4.

Possibili effetti indesiderati

Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati

sebbene non tutte le persone li manifestino.

Raramente in alcuni soggetti particolarmente sensibili ed a dosaggi elevati,

Italprid può determinare sonnolenza;

alterazioni del ciclo mestruale;

sedazione;

depressione;

agitazione;

disturbi del sonno;

anomala secrezione di latte dal seno (galattorea);

Sono stati segnalati i seguenti effetti indesiderati con frequenza non nota (non

può essere stabilita sulla base dei dati disponibili ):

problemi alla circolazione del sangue (tromboembolismo venoso (TEV),

inclusi casi di embolismo polmonare (EP) e trombosi venosa profonda (TEV),

Documento reso disponibile da AIFA il 25/07/2017

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

sindrome da astinenza nel neonato, disturbi dei muscoli e dei movimenti

(sintomi extrapiramidali) (vedere il paragrafo “Gravidanza e allattamento”).

I seguenti effetti indesiderati sono stati osservati con altri farmaci della stessa

classe: casi rari problemi al cuore (prolungamento del QT, aritmie ventricolari

come torsione di punta, tachicardia ventricolare, fibrillazione ventricolare ed

arresto cardiaco).

Casi molto rari di morte improvvisa.

Segnalazione degli effetti indesiderati

Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in

questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli

effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione

all’indirizzo

www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.

Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori

informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

5.

Come conservare ITALPRID

Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza riportata sulla confezione

dopo “Scad.”.

La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

Conservare a temperatura non superiore a 25° C.

Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda

al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a

proteggere l’ambiente.

6.

Contenuto della confezione e altre informazioni

Cosa contiene ITALPRID

Il principio attivo è tiapride cloridrato. Una compressa contiene 111,2 mg di

tiapride cloridrato, pari a 100 mg di tiapride.

altri

componenti

sono:

mannitolo,

polivinilpirrolidone,

cellulosa

microcristallina, silice, magnesio stearato.

Descrizione dell’aspetto di ITALPRID e contenuto della confezione

Astuccio contenente 20 compresse

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Teofarma S.r.l. - Via F.lli Cervi,8 - 27010 Valle Salimbene (PV)

Produttore

Teofarma S.r.l. - Viale Certosa 8/A - 27100 Pavia.

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il

Documento reso disponibile da AIFA il 25/07/2017

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).