ISCHEMOL A

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • ISCHEMOL A
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco allopatico

Documenti

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • ISCHEMOL A
    Italia
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Area terapeutica:
  • Tetrizolina, associazioni
  • Dettagli prodotto:
  • 023540038 - "0, 05% + 0, 1% COLLIRIO, SOLUZIONE" FLACONE 10 ML - autorizzato; 023540026 - COLL 15 ML - revocato; 023540014 - COLLIRIO 10 ML - revocato

Status

  • Fonte:
  • AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 023540
  • Ultimo aggiornamento:
  • 23-06-2017

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

ISCHEMOL A 0,05% + 0,1% collirio, soluzione

Tetrizolina cloridrato + Clorfeniramina maleato

Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché contiene importanti

informazioni per lei.

Usi questo medicinale sempre come esattamente descritto in questo foglio o come il medico o farmacista le ha

detto di fare.

Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.

Se desidera maggiori informazioni o consigli, si rivolga al farmacista.

Se si manifesta uno qualsiasi degli effetti indesiderati, tra cui effetti non elencati in questo foglio, si

rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

Si rivolga al medico se non nota miglioramenti o se nota un peggioramento dei sintomi dopo un breve

periodo di trattamento.

Contenuto di questo foglio:

Che cos'è ISCHEMOL A e a cosa serve

Cosa deve sapere prima di usare ISCHEMOL A

Come usare ISCHEMOL A

Possibili effetti indesiderati

Come conservare ISCHEMOL A

Contenuto della confezione e altre informazioni

1.

Che cos'è ISCHEMOL A e a cosa serve

ISCHEMOL A collirio, soluzione è un medicinale contenente tetrizolina, un vasocostrittore che restringe i

piccoli vasi del sangue ad azione decongestionante, e clorfeniramina, un antistaminico.

Ischemol A è indicato negli adulti e nei bambini di età superiore a 3 anni per il trattamento di forme allergiche

ed in caso di arrossamento (iperemia) a carico di palpebre, congiuntiva ed apparato lacrimale (annessi oculari).

Stati di congestione ed edema della congiuntiva.

Si rivolga al medico se non si sente meglio o se si sente peggio dopo un breve periodo di trattamento.

2.

Cosa deve sapere prima di usare ISCHEMOL A

Non usi/dia al bambino Ischemol A se lei/il bambino:

è allergico ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al

paragrafo 6),

soffre di glaucoma ad angolo stretto (aumento della pressione interna dell’occhio con danneggiamento

progressivo del nervo ottico) o di altre gravi malattie dell’occhio,

ha meno di 3 anni.

Avvertenze e precauzioni

Si rivolga al medico o al farmacista prima di usare/dare al bambino Ischemol A.

In particolare, informi il medico se lei/il bambino:

soffre di pressione alta (ipertensione arteriosa),

soffre di disturbi al cuore,

soffre di disturbi della tiroide (ipertiroidismo),

soffre di diabete,

è in trattamento con farmaci per la depressione (antidepressivi).

In questi pazienti, il medicinale, pur presentando scarso assorbimento generale, deve essere usato con cautela.

Il medico farà particolare attenzione se lei/il bambino presenta infezioni, pus, corpi estranei nell’occhio, danni

meccanici e da calore.

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Bambini e adolescenti

Non dia Ischemol A a bambini sotto i 3 anni di età.

L’uso nei bambini sopra i 3 anni di età richiede l’approvazione del medico.

Altri medicinali e Ischemol A

Informi il medico o il farmacista se lei/il bambino sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere

qualsiasi altro medicinale.

Usi/dia al bambino Ischemol A solo dopo aver consultato il medico se lei/il bambino è in trattamento con

farmaci antidepressivi.

Gravidanza e allattamento

Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte materno

chieda consiglio al medico o al farmacista prima di usare questo medicinale.

Può usare Ischemol A durante la gravidanza e l’allattamento.

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

A causa della presenza di un antistaminico, che può causare una lieve sonnolenza, la capacità di guidare veicoli

e di usare macchinari è ridotta durante l’uso del farmaco.

Ischemol A contiene benzalconio cloruro

Può causare irritazione agli occhi. Eviti il contatto con lenti a contatto morbide. Tolga le lenti a contatto prima

dell’applicazione e aspetti almeno 15 minuti prima di riapplicarle. E’ nota l’azione decolorante nei confronti

delle lenti a contatto morbide.

3.

Come usare ISCHEMOL A

Usi/dia al bambino questo medicinale seguendo sempre esattamente quanto riportato in questo foglio o le

istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

Adulti e bambini di età superiore a 3 anni

La dose raccomandata è 1-2 gocce, 2-5 volte al giorno.

Istruzioni per l'uso

Instillare nel sacco congiuntivale.

PER APRIRE

PREMERE

E SVITARE

Se usa/dà al bambino più Ischemol A di quanto deve

In caso di ingestione/assunzione accidentale di una dose eccessiva di Ischemol A avverta immediatamente il

medico o si rivolga al più vicino ospedale.

Il prodotto, se accidentalmente ingerito o se impiegato per un lungo periodo a dosi eccessive, può determinare

fenomeni tossici.

Sintomi

In caso di ingestione accidentale di una dose eccessiva di Ischemol A, lei/il bambino potrebbe manifestare

sedazione spiccata.

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Terapia

In caso di ingestione/assunzione accidentale di una dose eccessiva di Ischemol A il medico adotterà la terapia

idonea di supporto.

Se dimentica di usare/dare al bambino Ischemol A

Non usi/dia al bambino una dose doppia per compensare la dimenticanza della dose.

Se interrompe il trattamento con Ischemol A

Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

4.

Possibili effetti indesiderati

Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li

manifestino.

In caso di persistere o aggravarsi dei sintomi dopo breve periodo di trattamento, sospenda l’uso e consulti il

medico.

Se manifesta fenomeni di sensibilizzazione con Ischemol A, sospenda immediatamente il trattamento e

informi il medico che valuterà se istituire una terapia idonea.

Gli ulteriori effetti indesiderati che possono manifestarsi durante l’uso di Ischemol A sono i seguenti:

Effetti che riguardano l’occhio

dilatazione della pupilla, aumento della pressione interna dell’occhio (pressione endoculare)

Effetti che riguardano lo stomaco e l’intestino

nausea

Effetti che riguardano il sistema nervoso

mal di testa (cefalea)

Effetti che riguardano la circolazione del sangue

pressione alta (ipertensione), disturbi al cuore

Effetti che riguardano il metabolismo e la nutrizione

quantità di glucosio nel sangue superiore al normale (iperglicemia)

Segnalazione degli effetti indesiderati

Se lei/il bambino manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si

rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema

nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo

medicinale.

5.

Come conservare ISCHEMOL A

Non conservare a temperatura superiore a 30°C

Il medicinale non deve essere usato oltre 30 giorni dopo la prima apertura del contenitore.

Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla scatola dopo Scad. La data di scadenza

si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i

medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

6.

Contenuto della confezione e altre informazioni

Cosa contiene Ischemol A

I principi attivi sono Tetrizolina cloridrato (0,05

g in 100 ml di soluzione), Clorfeniramina maleato (0,1

g in 100 ml di soluzione)

Gli altri componenti sono saccarosio, sodio cloruro, benzalconio cloruro (vedere paragrafo 2. Ischemol A

contiene benzalconio cloruro), disodio edetato, acqua depurata.

Descrizione dell’aspetto di Ischemol A e contenuto della confezione

ISCHEMOL A è un collirio, soluzione, disponibile in una confezione contenente 1 flacone con

contagocce da 10 ml.

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

THEA FARMA S.p.A.

Via Giotto, 36

20145 MILANO

Produttore

FARMILA-THEA FARMACEUTICI S.p.A.

Via Enrico Fermi, 50

20019 Settimo Milanese (MI)

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).