IPAMIX

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • IPAMIX
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco allopatico

Documenti

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • IPAMIX
    Italia
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Area terapeutica:
  • Indapamide
  • Dettagli prodotto:
  • 024150017 - 30 CONFETTI - revocato; 024150029 - 50 CONFETTI MG 2, 5 - autorizzato

Status

  • Fonte:
  • AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 024150
  • Ultimo aggiornamento:
  • 18-11-2016

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente

IPAMIX 2,5 mg 50 compresse rivestite

Indapamide

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene

importanti informazioni per lei.

Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo

Se ha qualsiasi dubbio si rivolga al medico o al farmacista

Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad altre persone anche se i

sintomi della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.

Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio,

si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

Contenuto di questo foglio:

1.

Che cos’è IPAMIX e a cosa serve

2.

Cosa deve sapere prima di usare IPAMIX

3.

Come usare IPAMIX

4.

Possibili effetti indesiderati

5.

Come conservare IPAMIX

6.

Contenuto della confezione e altre informazioni

1.

Che cos’è IPAMIX e a cosa serve

IPAMIX è un diuretico che ha come principio attivo, l’indapamide.

Serve per ridurre la pressione sanguigna elevata (ipertensione).

Si rivolga al medico se non nota miglioramenti o se nota un peggioramento dei sintomi dopo i

giorni di terapia prescritti.

2.

Cosa deve sapere primadi usare IPAMIX

Non usi IPAMIX

se è allergico al principio attivo o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo

medicinale (elencati al paragrafo 6).

In presenza di:

gravi malattie del fegato e del rene

tumore del surrene (feocromocitoma)

sindrome di Conn: pressione elevata per alterata attività del surrene

eventi legati a danni cerebrali (accidenti cerebro vascolari)

Avvertenze e precauzioni

Si rivolga al medico o al farmacista prima di usare IPAMIX.

____________________________________________________________________________________________________

AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco – Via del Tritone, 181 – 00187 Roma - Tel. 06.5978401 -

www.agenziafarmaco.gov.it

Pagina 1 di 5

Documento reso disponibile da AIFA il 14/10/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Durante la terapia con indapamide il medico la sottoporrà a periodici controlli degli elettroliti

nel sangue se:

è un paziente anziano,

è sottoposto a restrizioni dietetiche,

soffre di problemi a fegato e reni,

in caso di vomito e diarrea persistenti,

Se soffre di insufficienza cardiaca, di patologie che interessano reni e/o fegato, se soffre di

aritmie ventricolari o se è in cura con farmaci noti come glicosidi cardiocinetici, potrebbe

essere particolarmente predisposto a sviluppare squilibri elettrolitici. In questo caso il medico

le dirà di assumere supplementi di potassio.

Nonostante non siano note ignificative modificazioni della concentrazione di alcune sostanze

nel sangue (come zuccheri nel sangue e acidi urici) nel corso della terapia con indapamide, il

medico la sottoporrà a regolari controlli della glicemia (concentrazione di zucchero nel

sangue) e dell’uricemia (concentrazione di acido urico).

Poiché durante la terapia con indapamide i livelli di calcio nel sangue possono aumentare, il

medico le dirà di sospendere il trattamendo nel caso in cui dovesse sottoporsi a dei test che

valutano la funzionalità di alcune ghiandole dette paratiroidi.

Per chi svolge attività sportiva

L’uso del farmaco senza necessità terapeutica costituisce doping e può determinare comunque

positività ai test antidoping.

Uso nei soggetti affetti da celiachia

Il prodotto può essere assunto senza rischio se lei è un paziente con intolleranza al glutine

(celiachia).

Bambini e adolescenti

Non somministri il prodotto a bambini al di sotto dei 12 anni di età.

Altri medicinali e IPAMIX

Informi il medico o il farmacista se sta assumendo o ha recentemente assunto o potrebbe

assumere qualsiasi altro medicinale.

Non prenda l’indapamide insieme a:

corticosteroidi, corticotropina, anfotericina B e diuretici poiché si può

verificare

riduzione

livelli

potassio

sangue

(ipokaliemia);litio poiché l’indapamide ne riduce l’eliminazione e ne

aumenta il rischio di tossicità;

sta ricevendo infusioni parenterali,

fa uso cronico di lassativi o di corticosteroidi.

Informi il medico se sta assumendo farmaci come

β-bloccanti, ACE-inibitori, metildopa, clonidina

od altri agenti bloccanti adrenergici poiché possono aumentare l’effetto ipotensivo (di riduzione della

pressione) dell’indapamide.

Se si è sottoposto ad un’operazione nota come simpatectomia, informi il medico poiché l’effetto

dell’indapamide può risultare potenziato.

Gravidanza e allattamento

____________________________________________________________________________________________________

AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco – Via del Tritone, 181 – 00187 Roma - Tel. 06.5978401 -

www.agenziafarmaco.gov.it

Pagina 2 di 5

Documento reso disponibile da AIFA il 14/10/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Se èein corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza o se sta

allattando con latte materno, chieda consiglio al medico o al farmacista prima di usare

questo medicinale.

L’uso dell’indapamide non è raccomandato in gravidanza. Utilizzi il farmaco in caso di

necessità e sotto il diretto controllo del medico.

Si sconsiglia l’uso nell’allattamento salvo diverso parere del medico.

Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

IPAMIX non interferisce sulla capacità di guidare e sull'uso di macchinari potenzialmente

pericolosi.

3.

Come usare IPAMIX

Usi questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico o del farmacista.

Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

La dose raccomandata è:

Adulti

1 compressa (2,5 mg) al mattino.

Se usa più IPAMIX di quanto deve

In caso di ingestione/assunzione accidentale di una dose eccessiva di IPAMIX avverta

immediatamente il medico o si rivolga al più vicino ospedale.

A dosi superiori a quelle consigliate, l’indapamide svolge un’importante azione diuretica con

riduzione del volume del sangue (volemia) e alterazioni della concentrazione del

sangue (equilibrio elettrolitico e acido-base), che possono progredire fino

all’abbassamento della pressione (ipotensione) ed alla insufficienza (depressione)

respiratoria. Se assume una dose eccessiva di Ipamix si rivolga al medico che adotterà

adeguate misure di assistenza alla funzione respiratoria e cardiocircolatoria

Se dimentica di usare IPAMIX

Non usi una dose doppia per compensare la dimenticanza della dose.

Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

4.

Possibili effetti indesiderati

Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le

persone li manifestino.

Con l’uso del prodotto è possibile la comparsa di effetti collaterali in genere reversibili e di

lieve entità; tra questi:

Modificazioni nella concentrazione del sangue (equilibrio idroelettrolitico): carenza di

potassio nel sangue (ipokaliemia)

Apparato digerente: nausea, disturbi gastrointestinali.

Apparato cardio-vascolare: avvertire il battito cardiaco (palpitazioni), abbassamento della

pressione quando si passa dalla posizione sdraiata alla eretta ( ipotensione ortostatica).

Cute:reazioni allergiche comprendenti prurito, eruzione cutanea (orticaria), arrossamento della

pelle (eritema), eruzioni maculo-papulose ( bolle a grappolo).

____________________________________________________________________________________________________

AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco – Via del Tritone, 181 – 00187 Roma - Tel. 06.5978401 -

www.agenziafarmaco.gov.it

Pagina 3 di 5

Documento reso disponibile da AIFA il 14/10/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Altre: astenia, mal di testa (cefalea), vertigini, sonnolenza, crampi muscolari e lieve aumento

dell’azoto ureico nel sangue.

Comunichi al medico la comparsa di eventuali effetti indesiderati.

Il rispetto delle istruzioni contenute nel foglio illustrativo riduce il rischio di effetti

indesiderati.

Segnalazione degli effetti indesiderati

Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si

rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente

tramite

sistema

nazionale

segnalazione

all’indirizzo

www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili. Segnalando gli effetti indesiderati lei può

contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale

5.

Come conservare IPAMIX

Tenere questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla confezione dopo

Scad. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

La data di scadenza si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente

conservato.

Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista

come eliminare i medicinali che non utilizza più.

Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

6. Contenuto della confezione e altre informazioni

Cosa contiene IPAMIX 2,5 mg, 50 compresse rivestite

Il principio attivo è: indapamide

1 compressa rivestita contiene: indapamide mg 2,5

Gli altri componenti sono: Amido di mais, glicerolo 85%, lattosio monoidrato, magnesio

stearato, ipromellosa, macrogol 6000, povidone, sodio laurilsolfato, talco, titanio diossido.

Descrizione dell’aspetto di IPAMIX e contenuto della confezione

IPAMIX si presenta in 2,5 mg compresse rivestite, in confezioni da 50 compresse.

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

VISUFARMA S.p.A.

Via Canino, 21

Roma

Italia

Titolare responsabile del rilascio dei lotti

IPAMIX2,5mg compresse rivestite 50 compresse

IBN Savio Srl Via del Mare, 36 - Pomezia (Rm) 00040

____________________________________________________________________________________________________

AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco – Via del Tritone, 181 – 00187 Roma - Tel. 06.5978401 -

www.agenziafarmaco.gov.it

Pagina 4 di 5

Documento reso disponibile da AIFA il 14/10/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il:

____________________________________________________________________________________________________

AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco – Via del Tritone, 181 – 00187 Roma - Tel. 06.5978401 -

www.agenziafarmaco.gov.it

Pagina 5 di 5

Documento reso disponibile da AIFA il 14/10/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).