Florinef

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • Florinef Tabletten
  • Forma farmaceutica:
  • Tabletten
  • Composizione:
  • fludrocortisoni acetas 0,1 mg, mantenuto.: E 211, excipiens pro compresso.
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco biologico

Documenti

  • per i professionisti:
  • Il foglio illustrativo per questo prodotto non è al momento disponibile, é possibile inviare una richiesta al nostro Servizio Clienti ed essere avvisati nel momento in cui è disponibile sulla nostra piattaforma.


    Richiedi il foglio illustrativo per i professionisti.

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • Florinef Tabletten
    Svizzera
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Gruppo terapeutico:
  • Synthetika
  • Area terapeutica:
  • Substitutionstherapie bei ausgeprägter NNR-Insuffizienz

Altre informazioni

Status

  • Fonte:
  • Swissmedic - Swiss Agency for Therapeutic Products
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 31095
  • Data dell'autorizzazione:
  • 05-11-1964
  • Ultimo aggiornamento:
  • 19-10-2018

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Patienteninformation

Informazione destinata ai pazienti

Legga attentamente il foglietto illustrativo prima di far uso del medicamento.

Questo medicamento le è stato prescritto personalmente e quindi non deve essere consegnato ad altre

persone, anche se i sintomi sono gli stessi. Il medicamento potrebbe nuocere alla loro salute.

Conservi questo foglietto illustrativo per poterlo rileggere all’occorrenza.

Florinef®

Che cos'è il Florinef e quando si usa?

Il Florinef è un ormone sintetico che viene utilizzato principalmente per regolare il bilancio

dell'acqua e dei minerali. Al pari degli ormoni prodotti dalla corteccia surrenale, il Florinef influisce

su diversi processi vitali del corpo umano. Il Florinef viene preso dietro prescrizione medica in caso

d'insufficienza della corteccia surrenale (p.es. morbo di Addison), per sostituire parzialmente gli

ormoni mancanti, nonché per la cosiddetta sindrome della perdita di sale.

Di che cosa occorre inoltre tener conto durante il trattamento?

Nel caso di una terapia a lungo termine, attenendosi alle raccomandazioni seguenti, si può

contribuire a migliorare la tollerabilità:

-evitare gli aumenti di peso (pesarsi giornalmente, adeguamento del peso mediante l'apporto di

calorie);

-moderarsi nel consumo di sale e zucchero;

-preferire un'alimentazione ricca di potassio (frutta e verdura, in particolare albicocche, arance e

banane);

-apporto sufficiente di calcio (latte, latticini);

-alimentazione con un tenore proteico sufficiente.

Quando non si può usare il Florinef?

Il Florinef non deve essere preso in caso di:

-nota ipersensibilità (allergia) a uno dei componenti;

-malattie virali (p. es. varicella, fuoco di Sant'Antonio, infezioni erpetiche dell'occhio);

-micosi diffuse (consulti il suo medico).

Con il Florinef a dosi elevate bisogna evitare le vaccinazioni. Il suo medico sa cosa fare in tali

situazioni. Fategli pure sapere se ultimamente vi siete recati in paesi tropicali.

Quando è richiesta prudenza nella somministrazione di Florinef?

Questo medicamento può ridurre la capacità di reazione, la capacità di condurre un veicolo e la

capacità di utilizzare attrezzi o macchine.

Deve assolutamente informare il medico se ha contratto o soffre ancora di una delle malattie

seguenti: malattie contagiose (p.es. tubercolosi), disturbi cardiovascolari (ipertensione, insufficienza

cardiaca, infarto cardiaco), malattie gastrointestinali, come le ulcere, infiammazione ulcerativa del

colon (colite ulcerosa), infiammazioni dei diverticoli (diverticolite), diarrea cronica, gravi malattie

del fegato o dei reni, malattie con disturbi ormonali (p.es. diabete, ipotiroidismo), osteoporosi,

glaucoma, coaguli di sangue nelle gambe o nei polmoni (trombosi, embolia), miastenia grave,

disturbi psichici.

Nel caso dei bambini il Florinef deve essere somministrato con particolare cautela a causa del

pericolo di disturbi della crescita.

lnformi immediatamente il suo medico, se nel corso del trattamento con il Florinef si manifesta una

malattia infettiva. Ciò è particolarmente importante se nei bambini si manifesta la varicella (negli

adulti succede raramente), dato che in tale situazione questa malattia potrebbe avere un decorso

grave. Il vostro medico sa cosa bisogna fare in un caso del genere.

Nel caso di una tubercolosi che al momento non richiede nessun trattamento, eventualmente il

medico prescriverà dei medicamenti supplementari, per evitare una ricaduta della tubercolosi con una

terapia prolungata di Florinef.

Informi il suo medico se assume o ha da poco assunto altri medicamenti, anche se si tratta di

medicamenti senza obbligo di prescrizione medica. Poiché alcuni medicamenti possono aumentare

gli effetti del Florinef, il suo medico potrà tenerla sotto stretta osservazione se assume questi

medicamenti (inclusi alcuni medicamenti contro l’HIV: ritonavir, cobicistat, nonché singoli

antibiotici come claritromicina o itraconazolo). Se somministrati simultaneamente, numerosi altri

medicamenti e il Florinef possono potenziare o indebolire vicendevolmente i rispettivi effetti. Si

tratta per esempio di determinati preparati contro le malattie infettive, determinati diuretici, come

pure certi medicamenti per impedire le convulsioni causate dal cervello (specialmente di tipo

epilettico), per la sedazione psichica, come pure per il trattamento dell'insufficienza cardiaca. Il

Florinef può attenuare l’efficacia protettiva dei vaccini. Inoltre i pazienti con disturbi della

coagulazione sanguigna, durante la terapia con il Florinef non devono assumere medicamenti

contenenti salicilati (principio attivo di molti analgesici in libera vendita) all'insaputa del medico.

Dovendo prendere simultaneamente il Florinef e anticoagulanti, eventualmente il medico deve

adeguare la dose di questi ultimi. Lo stesso vale in caso di assunzione simultanea di Florinef e

medicamenti contro il diabete mellito.

Dato che un'assunzione prolungata di corticosteoridi può provocare un'opacità del cristallino

(cataratta), il suo medico la farà visitare periodicamente dall'oculista.

Durante il trattamento con i corticosteroidi i disturbi mentali possono peggiorare. Questi disturbi

possono manifestarsi sotto forma d'insonnia, depressione, cambiamenti di umore e di personalità.

Informi il medico o il farmacista se soffre di altre malattie; è allergico o prende altri medicamenti

(anche se di propria iniziativa!).

Si può somministrare il Florinef durante la gravidanza o l'allattamento?

Se desidera un bambino o se è incinta o se allatta il suo bambino, per prudenza dovrebbe rinunciare a

medicamenti di ogni genere. I principi attivi del tipo contenuto nel Florinef passano attraverso la

placenta e anche nel latte materno, con potenziale pregiudizio per lo sviluppo del bambino. Perciò in

gravidanza e durante l'allattamento il Florinef può essere preso solo dietro esplicita prescrizione del

medico. Se durante la terapia dovesse restare incinta o pensare di essere in gravidanza, avverta

immediatamente il suo medico.

Come usare il Florinef?

La dose viene stabilita dal medico di caso in caso, per ogni singolo paziente, in funzione del genere e

della gravità della malattia. Spetta pure al medico decidere se nel corso della terapia la dose deve

essere aumentata oppure ridotta gradualmente e se è necessario un trattamento supplementare con un

altro medicamento di tipo simile al Florinef.

Di regola vengono prescritte dosi da 1 compressa 3 volte alla settimana fino a 2 compresse al giorno.

Nel caso dei bambini il medico prescriverà la dose più in base alla gravità della malattia che non

all'età e al peso del bambino.

Dato che una terapia steroidea prolungata pregiudica la capacità di reazione del corpo ad aggressioni

intense e improvvise («stress», p.es. gravi infezioni, ferite, interventi chirurgici, sovraccarico fisico),

prima, durante o dopo tali situazioni il suo medico eventualmente aumenterà temporaneamente la

dose di Florinef. Dopo una terapia prolungata la reazione alle aggressioni a volte resta debole fino a

un anno dopo la fine della terapia e in situazioni di stress rende necessaria l'assunzione di

corticosteroidi a scopo preventivo. Il modo di procedere viene stabilito dal suo medico.

Per ridurre gli effetti secondari descritti più in basso (v. «Quali effetti collaterali può avere il

Florinef?») il suo medico provvederà a ridurre gradualmente il più possibile la dose, non appena il

suo stato lo permetterà.

La conclusione della terapia deve avvenire esattamente nel modo prescritto dal medico. In nessun

caso deve smettere improvvisamente di prendere le compresse, dato che altrimenti possono

manifestarsi disturbi pericolosi, causati da un blocco del surrene.

Durante il trattamento con il Florinef in certi casi possono verificarsi degli accumuli di acqua nel

corpo (edemi), aumento di peso o della pressione arteriosa. Al fine di evitare il più possibile tali

effetti, il suo medico le dirà se deve consumare meno sale da cucina o utilizzare un sale dietetico.

Non modifichi di propria iniziativa la posologia prescritta. Se ritiene che l'azione del medicamento

sia troppo debole o troppo forte ne parli al suo medico o al suo farmacista.

Quali effetti collaterali può avere il Florinef?

Con l'assunzione di Florinef possono manifestarsi i seguenti effetti collaterali: accumulo di acqua nel

corpo, aumento di peso, ipertensione, formicolii e debolezza muscolare (indicanti una carenza di

potassio) nonché alterazioni della pelle (striature rosse, emorragie cutanee puntiformi, ematomi) e

disturbi gastrici.

In caso di terapia prolungata sono state osservate malattie degli occhi (cataratta, glaucoma,

infiammazioni infettive). Sintomi degli occhi, come forte arrossamento, bruciore, prurito, dolori

intensi o lancinanti, lampi di luce o altri disturbi della vista possono indicare una malattia di tal

genere e devono essere comunicati al medico.

Durante un trattamento prolungato con il Florinef e anche per qualche tempo dopo la sua conclusione

la capacità del corpo di adeguarsi alle situazioni di stress risulta diminuita (p.es. gravi infezioni,

ferite, interventi chirurgici, sovraccarico fisico) (v. «Come usare il Florinef?»).

Un trattamento prolungato con il Florinef può causare una demineralizzazione delle ossa

(osteoporosi). Dolori diffusi alle ossa possono essere indizio di una tale demineralizzazione.

Il Florinef può causare dei mutamenti di umore e specialmente all'inizio del trattamento può

pregiudicare la capacità di condurre veicoli o usare macchine, a causa delle alterazioni dell'umore,

degli stimoli e della capacità di concentrazione.

Se dovesse manifestare tali sintomi o anche sintomi di altra natura, da mettere in relazione con

l'assunzione di Florinef, o se osserva effetti collaterali qui non descritti dovrebbe informare il suo

medico o il suo farmacista.

Di che altro occorre tener conto?

Il Florinef deve essere conservato fuori della portata dei bambini. Si può usare il medicamento solo

fino alla data indicata con «EXP» sulla confezione. Conservare nel frigorifero (2 - 8°C) e nella

confezione originale. Per proteggere le compresse dall'umidità chiudere bene immediatamente il

recipiente dopo l'uso. Possibilità di conservazione a temperatura ambiente (massimo 25°C) per fino a

30 giorni. Le compresse tenute a temperatura ambiente non devono essere rimesse in frigorifero e

devono essere smaltite in modo adeguato.

Il medico o il farmacista, che sono in possesso di documentazione professionale, possono darle

ulteriori informazioni.

Che cosa contiene il Florinef?

1 compressa di Florinef contiene:

Principio attivo: acetato di fludrocortisone 0.1 mg;

Eccipienti: conservante: benzoato di sodio (E 211), lattosio e altri eccipienti.

Numero dell'omologazione

31'095 (Swissmedic).

Dov'è ottenibile il Florinef? Quali confezioni sono disponibili?

In farmacia, solo su ricetta medica.

Compresse da 0.1 mg: 100 compresse.

Titolare dell'omologazione

Aspen Pharma Schweiz GmbH, Baar.

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nel gennaio 2018 dall'autorità

competente in materia di medicamenti (Swissmedic).