DOXATRIM

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • DOXATRIM
  • Composizione:
  • TRIMETOPRIM - 25 g/Kg; SULFAMETAZINA - 62.5 g/Kg; SULFADIMETOSSINA - 62.5 g/Kg
  • Confezione:
  • Bag in box in LDPE/EVA e LLDPE da 5 l
  • Utilizzare per:
  • Animali
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco allopatico

Documenti

  • per il pubblico:
  • Il foglio illustrativo per questo prodotto non è al momento disponibile, é possibile inviare una richiesta al nostro Servizio Clienti ed essere avvisati nel momento in cui è disponibile sulla nostra piattaforma.


    Richiedi il foglio illustrativo per il pubblico.

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • DOXATRIM
    Italia
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Gruppo terapeutico:
  • POLLI; TACCHINI
  • Area terapeutica:
  • COMBINAZIONI DI SOLFONAMIDI E TRIMETOPRIM

Altre informazioni

Status

  • Fonte:
  • Ministero della Salute - Italia
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 101145050
  • Codice EAN:
  • 8033673230469
  • Ultimo aggiornamento:
  • 28-06-2018

Riassunto delle caratteristiche del prodotto

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

1.

DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE VETERINARIO

DOXATRIM soluzione per uso in acqua da bere per polli da carne e tacchini

2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA

1 Kg di prodotto contiene:

Principi attivi:

trimetoprim

25,0 g

sulfametazina

62,5 g

sulfadimetossina

62,5 g

Eccipienti: metil-paraidrossibenzoato 1,3 g

propil-paraidrossibenzoato 0,7 g

Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere il paragrafo 6.1.

3.

FORMA FARMACEUTICA

Soluzione orale per uso in acqua da bere

4.

INFORMAZIONI CLINICHE

4.1

Specie di destinazione

Polli da carne e tacchini (escluso animali che producono uova destinate al consumo umano).

4.2

Indicazioni per l’utilizzazione specificando le specie di destinazione

Polli da carne (escluso galline che producono uova destinate al consumo umano), tacchini: infezioni intestinali

(Clostridium perfringens, E. coli, Salmonella spp), respiratorie e sistemiche ed infezioni dell’apparato locomotore

e genitale sostenute da germi sensibili ai sulfamidici (Klebsiella sp., Pasteurella multocida,

Proteus sp.,

Pseudomonas sp., Staphylococcus sp. Streptococcus sp.).

4.3

Controindicazioni

Il medicinale non deve essere somministrato ad animali con sensibilità accertata verso i sulfamidici; in animali

affetti da patologie renali, la somministrazione deve avvenire sotto diretto controllo del veterinario.

4.4

Avvertenze speciali per ciascuna specie di destinazione

Non somministrare ad animali che producono uova destinate al consumo umano.

L’uso del Doxatrim nel pollame deve essere conforme al Regolamento CE1177/2006 della Commissione e alle

normative nazionali di riferimento

4.5

Precauzioni speciali per l’impiego

Precauzioni speciali per l’impiego negli animali

L’uso del prodotto deve essere basato su test di sensibilità nell’osservanza delle disposizioni di legge, locali ed

ufficiali, relative alle sostanze antimicrobiche.

Si deve prestare una particolare attenzione nel migliorare le pratiche di allevamento per evitare ogni condizione

di stress.

L’utilizzo ripetuto o protratto del Doxatrim va evitato, migliorando le prassi di gestione e mediante pulizia e

disinfezione.

Per prevenire l’eventuale comparsa di cristalluria gli animali in terapia devono disporre di quantità sufficienti di

acqua fresca da bere.

Non miscelare in mangimi solidi.

Precauzioni speciali che devono essere adottate dalla persona che somministra il medicinale veterinario

agli animali

Le persone con nota ipersensibilità ai sulfamidici devono evitare contatti con il medicinale veterinario.

Adottando consueti procedimenti di preparazione o di somministrazione del prodotto non sono necessarie

particolari precauzioni per l’operatore, tuttavia è buona norma evitare il contatto diretto; si consiglia di utilizzare

un paio di guanti protettivi per manipolare il prodotto; non ingerire; non mangiare, bere o fumare durante la

manipolazione; lavare le mani dopo l’uso. In caso di contaminazione lavare abbondantemente con acqua e

sapone.

caso

ingestione,

rivolgersi

immediatamente

medico

mostrandogli

foglietto

illustrativo

l’etichetta.

4.6

Reazioni avverse (frequenza e gravità)

Si possono verificare reazioni allergiche in soggetti particolarmente sensibili. All'esposizione alla luce solare

degli animali trattati possono verificarsi eritemi cutanei da reazioni di fotosensibilità.

Sono

stati

segnalati

casi

cristalluria,

ematuria,

fenomeni

tossicità

cronica

quali

trombocitopenia

leucopenia. Somministrazioni orali prolungate possono portare ad una deficienza di vit. K, inoltre sono descritte

alterazioni della digestione della cellulosa, nella fermentazione dei glucidi e inappetenza.

4.7

Impiego durante la gravidanza, l’allattamento o l’ovodeposizione

Non vengono segnalati effetti di particolare gravità nelle specie di destinazione. In ogni caso il prodotto va

somministrato solo dopo valutazione del rapporto rischio/beneficio da parte del veterinario responsabile.

Animali che depongono le uova: non usare in animali che producono uova destinate al consumo umano.

4.8

Interazione con altri medicinali veterinari ed altre forme d’interazione

Evitare l’uso contemporaneo con altri medicinali veterinari ad alta affinità di legame con le proteine plasmatiche,

quali

penicilline

semisintetiche

particolare

penicilline

isossazoliche

come

oxacillina,

cloxacillina,

dicloxacillina e flucloxacillina), cefalosporine, tetracicline e antinfiammatori non steroidei (quali ketoprofene,

meloxicam, flunixin meglumina).

4.9

Posologia e via di somministrazione

Il medicinale deve essere somministrato diluito in acqua da bere alle seguenti dosi:

Polli da carne, tacchini: 0.5-1 ml/l di acqua da bere per 5-6 giorni, pari a 7,1 - 13,1 mg di sulfametazina/kg p.v.,

7,1 - 13,1 mg di sulfadimetossina/kg p.v., 2,6 - 5,3 mg di trimetoprim/kg p.v.

4.10

Sovradosaggio (sintomi, procedure d’emergenza, antidoti) se necessario

Non sono noti effetti tossici da sovradosaggio correlati all’impiego del prodotto.

4.11

Tempi di attesa

Carni e visceri

Tacchini: 7 giorni

Polli da carne: 3 giorni

Uso non consentito in animali che producono uova destinate al consumo umano

5.

PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

Gruppo farmacoterapeutico: combinazioni di sulfonamidi e trimethoprim

Codice ATCvet: QJ01EW30

5.1

Proprietà farmacodinamiche:

L’associazione trimetoprim-sulfametazina-sulfadimetossina esplica un effetto battericida mediante un doppio

blocco sequenziale della sintesi batterica di purine: la sulfadiazina, sostituendosi al PABA, blocca la sintesi di

acido folico; il trimetoprim, inibendo la diidrofolato reduttasi, blocca la formazione di acido tetraidrofolico nella

successiva tappa di sintesi delle purine. Lo spettro di azione dell’associazione è ampio, includendo molti batteri

gram positivi e gram negativi, in particolare: Actinobacillus pleuropneumoniae Bordetella bronchiseptica E.coli,

Enterobacter

sp.,

enterococchi,

Haemophilus

sp.,

Klebsiella

sp.,

Pasteurella

multocida,

Proteus

sp.,

Pseudomonas sp., Salmonella spp., Staphylococcus sp.

Tra i valori di MIC di sulfadimetossina e sulfadiazina

si segnalano: Bordetella bronchiseptica (0.5-8 μg/ml),

Pasturella multocida (2.0-32.0 μg/ml), Actinobacillus pleuropneumonaie (16.0 μg/ml), Streptoccus suis (>32

μg/ml), Haemophilus pneumoniae (8-64 μg/ml), Erysipelothrix rhusiopathiae (8 μg/ml), Listeria monocytogenes (8

μg/ml), Staphylococcus aureus (32 μg/ml), Streptococcus agalactiae (32 μg/ml), Clostridium perfringens (16

μg/ml), Brucella abortus (15-16 μg/ml), Brucella canis (1.6-2 μg/ml).

Per quanto riguarda il trimetoprim, ricordandone l’azione batteriostatica basata sull’interferenza esercitata sulla

conversione dell’acido folico ad acido folinico, il suo meccanismo d’azione determina un blocco metabolico

sequenziale a quello esercitato dai sulfamidici (come sulfadiazina e sulfadimetossina) facendo sì che la loro

associazione determini un vero e proprio effetto battericida. E’ attivo soprattutto nei confronti di batteri aerobi

Gram positivi e negativi e di norma si ritengono sensibili tutti i microorganismi con MIC ≤ 1 μg/mL.

Più in particolare per quanto riguarda l’associazione tra sulfadiazina, sulfadimetossina e trimetoprim, tra i valori di

MIC nelle specie animali da reddito di questa associazione vanno segnalati quelli nei confronti di E.coli (0.03->16

μg/ml), di Citrobacter (0.03->16 μg/ml), di Enterobacter (0.03->16 μg/ml), di Klebsiella (0.03->16 μg/ml), di

Proteus (0.13->16 μg/ml), di Pseudomonas (0.03-16 μg/ml), di Salmonella (0.03-0.25 μg/ml), di stafilococchi

coagulasi-positivi (0.13-0.5 μg/ml), di stafilococchi coagulasi-negativi (≤0.015->16 μg/ml) e di streptococchi ed

enterococchi (≤0.015->16 μg/ml).

5.2

Informazioni farmacocinetiche:

Somministrate per os, sulfadiazina e sulfadimetossina sono rapidamente e ben assorbite nel torrente circolatorio,

si distribuiscono in tutti i tessuti e liquidi organici e si legano alle proteine ematiche in misura variabile in funzione

della specie animale (15-40% per la sulfadiazina e 45-90% per la sulfadimetossina). L’acetilazione epatica

rappresenta la via biotrasformativa più importante in tutte le specie, eccezion fatta per il cane; meno significative

sono l’idrossilazione aromatica e la glucuronoconiugazione. Sulfadiazina e sulfadimetossina sono eliminate

soprattutto con le urine, mentre quote minori sono eliminate con bile, feci, latte, saliva, lacrime e sudore. Nelle

specie bovina, ovina e suina la sulfadiazina manifesta una biodisponibilità (F) >90% e un’escrezione urinaria pari

a circa il 70-75% delle dosi. Dopo iniezione e.v. la sulfadiazina presenta nel bovino un’emivita di eliminazione di

3 ore circa, un V

di 0.418 L/kg e un’escrezione urinaria maggiore del 70% delle dosi; nell’ovino un'emivita di

distribuzione e di eliminazione di 0.5 e 7 ore circa, un V

di 0.24-0.41 L/kg e un’escrezione urinaria maggiore del

70% delle dosi; nel suino un'emivita di 2.4 ore circa, un V

di 0.47 L/kg e un’escrezione urinaria maggiore

dell'80% delle dosi. La sulfadimetossina presenta invece valori di emivita di eliminazione (t½

) relativamente

lunghi: 12-13 ore nel bovino, 8-9 ore nella capra, 11-12 ore nel cavallo e 13-16 ore nel suino. Nella specie suina

il farmaco raggiunge valori di emivita di eliminazione (t

) compresi tra 9.3 e 16.6 ore, di volume di distribuzione

) compresi tra 0.18 e 0.48 L/kg p.c., di clearance totale (Cl

) compresi tra 4.21 e 7.37 ml/kg/h e di costante di

eliminazione (k

) compresi tra 0.21 e 0.13 h

, in funzione di dose, via di somministrazione ed età dei soggetti. La

biodisponibilità della sulfadimetossina dopo somministrazione orale nella specie suina è sempre molto elevata,

con valori percentuali superiori al 95%.

Per quanto riguarda il trimetoprim utilizzato da solo, pochi sono i dati di cinetica disponibili: nel complesso sono

stati evidenziati un’emivita di eliminazione (t

) compresa tra 0.9 e 8.4 ore nella specie bovina, tra 3.3 e 10.6 ore

nella specie suina e di 0.63 ore nel pollo da carne e un volume di distribuzione (V

) compreso tra 1.67 e 2.36

L/kg nella specie bovina e di 1.8 L/kg nel suino. Il comportamento cinetico del trimetoprim è stato studiato quasi

esclusivamente dopo somministrazione in associazione con i sulfamidici. Nella specie equina, dopo e.v., il V

compreso tra 1.5 e 2.7 L/kg per il trimetoprim e tra 0.3 e 0.7 L/kg per i diversi sulfamidici, così come l’emivita di

distribuzione (t

) tra 1.9 e 4.3 ore per il trimetoprim e tra 2.7 ore per sulfadiazina e 14 ore per sulfadimetossina.

Nelle specie ruminanti i dati di cinetica relativi all’associazione sulfadiazina e trimetoprim rivelano un’emivita di di

distribuzione ((t

) di circa 50 minuti per la sulfadiazina e di 9-10 minuti per il trimetoprim, un’emivita di

eliminazione (t

) di 4.7 ore per la sulfadiazina e di 0.9-1 ora per il trimetoprim, mentre per la sulfadiazina il

Cmax è di circa 16 μg/ml, il Tmax di 2 ore e la clearance di circa 1.9 ml/min/kg. Nel suino la cinetica

dell’associazione sulfadiazina-trimetoprim pone in luce una costante di assorbimento del trimetoprim circa 4 volte

maggiore di quella del sulfamidico (1.22 h

contro 0.36 h

), mentre la costante di eliminazione di quest'ultimo è

solo leggermente maggiore di quella del trimetoprim (0.17 h

contro 0.14 h

). Le emivite di assorbimento e di

eliminazione risultano rispettivamente pari a 0.96 e 5.49 ore per il trimetoprim e a 2.24 e 4.19 ore per il

sulfamidico, con dei valori di C

e di T

per il trimetoprim e la sulfadiazina rispettivamente di 1.52 μg/ml e 2.6

ore e di 28.5 μg/ml e 4.4 ore circa.

6.

INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

6.1

Elenco degli eccipienti

N,N Dimetilacetamide

Metil p-idrossibenzoato

Propil p-idrossibenzoato

Saccarina sodica

Aroma naturale latte

Glicole monopropilenico

6.2

Incompatibilità

In assenza di studi di compatibilità, questo medicinale veterinario non deve essere miscelato con

altri medicinali veterinari.

6.3

Periodo di validità

Periodo di validità del medicinale veterinario confezionato per la vendita: 48 mesi.

Periodo di validità dopo prima apertura del condizionamento primario: 30 giorni

Periodo di validità dopo diluizione o ricostituzione conformemente alle istruzioni: 24 ore

6.4

Speciali precauzioni per la conservazione

Dopo l’uso richiudere accuratamente la confezione e tenerla ben chiusa.

Conservare in un luogo asciutto.

6.5

Natura e composizione del condizionamento primario

Flacone in HDPE contenente 1 litro di soluzione orale.

Bag in box in copolimero LDPE/EVA e LLDPE contenente 5 litri di soluzione, con tappo in polipropilene.

Tanica in HDPE, con tappo in polipropilene, contenente 5 litri di soluzione.

Tanica in HDPE, con tappo in polipropilene, contenente 10 litri di soluzione.

E’ possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate.

6.6

Precauzioni particolari da prendere per lo smaltimento del medicinale veterinario non utilizzato e dei

rifiuti derivanti dal suo utilizzo.

Tutti i medicinali veterinari non utilizzati o i rifiuti derivati da tali medicinali devono essere smaltiti in conformità

alle disposizioni di legge locali.

7.

TITOLARE DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’IMMISSIONE IN COMMERCIO

DOX-AL ITALIA S.p.A.

Piazzale Cadorna 10

20123 Milano

8.

NUMERI DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’IMMISSIONE IN COMMERCIO

AIC n. 101145023 1 Flacone in HDPE da 1 litro

AIC n. 101145050 1 Bag in box in copolimero LDPE/EVA con LLDPE da 5 litri

AIC n.

101145062 1 Tanica in HDPE da 5 litri.

AIC n.

101145074 1 Tanica in HDPE da 10 litri.

9.

DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE / RINNOVO DELL’AUTORIZZAZIONE

Data di prima autorizzazione: 28.01.1988

Data del rinnovo: 28.01.2008

10.

DATA DI REVISIONE DEL TESTO

Aprile 2016

DIVIETO DI VENDITA, FORNITURA E/O IMPIEGO

Non pertinente.

MODALITA’ DI DISPENSAZIONE

Da vendersi soltanto dietro presentazione di ricetta medico veterinaria in triplice copia non ripetibile

Template etichetta esterna / foglio illustrativo

DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE VETERINARIO

DOXATRIM soluzione per uso in acqua da bere per polli da carne e tacchini

INDICAZIONE DEI PRINCIPI ATTIVI E DI ALTRE SOSTANZE

1 kg di prodotto contiene:

Principi attivi:

trimetoprim

25,0 g

sulfametazina

62,5 g

sulfadimetossina

62,5 g

Eccipienti

metil-paraidrossibenzoato

propil-paraidrossibenzoato

FORMA FARMACEUTICA

Soluzione per uso orale da somministrare in acqua da bere

CONFEZIONI

Flacone da 1 litro

Bag in box da 5 litri

Tanica da 5 litri

Tanica da 10 litri

SPECIE DI DESTINAZIONE

Polli da carne e tacchini

INDICAZIONI

Polli da carne (escluso galline che producono uova destinate al consumo umano), tacchini: infezioni intestinali

(Clostridium perfringens, E. coli, Salmonella spp), respiratorie e sistemiche ed infezioni dell’apparato locomotore e

genitale sostenute da germi sensibili ai sulfamidici (Klebsiella sp., Pasteurella multocida, Proteus sp., Pseudomonas

sp., Staphylococcus sp. Streptococcus sp.).

CONTROINDICAZIONI

Il medicinale non deve essere somministrato ad animali con sensibilità accertata verso i sulfamidici;

in animali affetti da patologie renali, la somministrazione deve avvenire sotto diretto controllo del veterinario.

REAZIONI AVVERSE

Si possono verificare reazioni allergiche in soggetti particolarmente sensibili. All'esposizione alla luce solare degli

animali trattati possono verificarsi eritemi cutanei da reazioni di fotosensibilità.

Sono stati segnalati casi di cristalluria, ematuria, fenomeni di tossicità cronica quali trombocitopenia e leucopenia.

Somministrazioni orali prolungate possono portare ad una deficienza di vit. K, inoltre sono descritte alterazioni della

digestione della cellulosa, nella fermentazione dei glucidi e inappetenza.

Se dovessero manifestarsi reazioni avverse gravi o altre reazioni non menzionate in questa etichetta, si prega di

informare il veterinario.

AVVERTENZE SPECIALI

Avvertenze speciali per ciascuna specie di destinazione

Non somministrare ad animali che producono uova destinate al consumo umano.

L’uso del Doxatrim nel pollame deve essere conforme al Regolamento CE1177/2006 della Commissione alle normative

nazionali di riferimento

Precauzioni speciali per l’impiego

Precauzioni speciali per l’impiego negli animali

L’uso del prodotto deve essere basato su test di sensibilità nell’osservanza delle disposizioni di legge, locali ed ufficiali,

relative alle sostanze antimicrobiche.

Si deve prestare una particolare attenzione nel migliorare le pratiche di allevamento per evitare ogni condizione di

stress.

L’utilizzo ripetuto o protratto del Doxatrim va evitato, migliorando le prassi di gestione e mediante pulizia e disinfezione.

Per prevenire l’eventuale comparsa di cristalluria gli animali in terapia devono disporre di quantità sufficienti di acqua

fresca da bere.

Non miscelare in mangimi solidi.

Precauzioni speciali che devono essere adottate dalla persona che somministra il medicinale veterinario agli

animali

Le persone con nota ipersensibilità ai sulfamidici devono evitare contatti con il medicinale veterinario.

Adottando consueti procedimenti di preparazione o di somministrazione del prodotto non sono necessarie particolari

precauzioni per l’operatore, tuttavia è buona norma evitare il contatto diretto; si consiglia di utilizzare un paio di guanti

protettivi per manipolare il prodotto; non ingerire; non mangiare, bere o fumare durante la manipolazione; lavare le

mani dopo l’uso. In caso di contaminazione lavare abbondantemente con acqua e sapone. In caso di ingestione

accidentale, rivolgersi immediatamente ad un medico mostrandogli il foglietto illustrativo o l’etichetta.

Impiego durante la gravidanza, l’allattamento o l’ovodeposizione

vengono

segnalati

effetti

particolare

gravità

nelle

specie

destinazione.

ogni

caso

prodotto

somministrato solo dopo valutazione del rapporto rischio/beneficio da parte del veterinario responsabile.

Animali che depongono le uova: non usare in animali che producono uova destinate al consumo

umano.

Interazione con altri medicinali veterinari ed altre forme d’interazione

Evitare l’uso contemporaneo con altri medicinali veterinari ad alta affinità di legame con le proteine plasmatiche, quali

penicilline

semisintetiche

particolare

penicilline

isossazoliche

come

oxacillina,

cloxacillina,

dicloxacillina

flucloxacillina), cefalosporine, tetracicline e

antinfiammatori non steroidei (quali ketoprofene, meloxicam, flunixin

meglumina).

Sovradosaggio (sintomi, procedure d’emergenza, antidoti) se necessario

Non sono noti effetti tossici da sovradosaggio correlati all’impiego del prodotto

Incompatibilità

In assenza di studi di compatibilità, questo medicinale veterinario non deve essere miscelato con altri medicinali

veterinari.

POSOLOGIA PER CIASCUNA SPECIE, VIA E MODALITÀ DI SOMMINISTRAZIONE

Il medicinale deve essere somministrato diluito in acqua da bere alle seguenti dosi:

Polli da carne, tacchini: 0.5-1 ml/l di acqua da bere per 5-6 giorni, pari a 7,1 - 13,1 mg di sulfametazina/kg p.v., 7,1 -

13,1 mg di sulfadimetossina/kg p.v., 2,6 - 5,3 mg di trimetoprim/kg p.v.

TEMPO DI ATTESA

Carne e visceri

Tacchini: 7 giorni

Polli da carne: 3 giorni

Uso non consentito in animali che producono uova destinate al consumo umano

PARTICOLARI PRECAUZIONI PER LA CONSERVAZIONE

Dopo l’uso richiudere accuratamente la confezione e tenerla ben chiusa.

Conservare in un luogo asciutto.

Non usare dopo la data di scadenza riportata sull’etichetta.

Periodo di validità dopo prima apertura del condizionamento primario: 30 giorni

Periodo di validità dopo diluizione o ricostituzione conformemente alle istruzioni: 24 ore

PRECAUZIONI PARTICOLARI DA PRENDERE PER LO SMALTIMENTO DEI

MEDICINALI NON UTILIZZATI O DEGLI EVENTUALI RIFIUTI

I medicinali non devono essere smaltiti nelle acque di scarico o nei rifiuti domestici ma devono essere conferiti negli

idonei sistemi di raccolta e di smaltimento per i medicinali non utilizzati o scaduti.

LA SCRITTA “SOLO PER USO VETERINARIO” E CONDIZIONI O LIMITAZIONI

RELATIVE A FORNITURA ED IMPIEGO

SOLO PER USO VETERINARIO

Da vendersi soltanto dietro presentazione di ricetta medico veterinaria in triplice copia non ripetibile.

LA SCRITTA “TENERE FUORI DALLA PORTATA DEI BAMBINI”

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

NOME E INDIRIZZO DEL TITOLARE DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’IMMISSIONE IN

COMMERCIO

TITOLARE DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’IMMISSIONE IN COMMERCIO

DOX-AL ITALIA S.p.A. – Piazzale Cadorna 10 - 20123 Milano

TITOLARE

DELL’AUTORIZZAZIONE

ALLA

PRODUZIONE

RESPONSABILE

DEL

RILASCIO

DEI

LOTTI

DI

FABBRICAZIONE

DOX-AL ITALIA S.p.A. – Officina di Sulbiate (MB) – Via Mascagni 6

NUMERO(I) DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’IMMISSIONE IN COMMERCIO

AIC n. 101145023

AIC n. 101145050

AIC n. 101145062

AIC n. 101145074

NUMERO DEL LOTTO DI FABBRICAZIONE

Lotto n. ………….

SCAD. mese/anno

Dopo apertura, da usare entro 30 giorni

ALTRE INFORMAZIONI

E’ possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate.

Proprietà farmacodinamiche: Lo spettro di azione dell’associazione è ampio, includendo molti batteri gram positivi e

gram negativi; tra i valori di MIC dell’associazione sulfadiazina, sulfadimetossina e trimetoprim, vanno segnalati: E. coli

(0.03-16 μg/ml), Citrobacter (0.03-16 μg/ml), Enterobacter (0.03-16 μg/ml), Klebsiella (0.03-16 μg/ml), Proteus (0.13-16

μg/ml), Pseudomonas (0.03-16 μg/ml), Salmonella (0.03-0.25 μg/ml), stafilococchi coagulasi-positivi (0.13-0.5 μg/ml),

stafilococchi coagulasi-negativi (0.015-16 μg/ml), streptococchi ed enterococchi (0.015-16 μg/ml).

Informazioni farmacocinetiche: Somministrati per os, sulfadiazina, sulfadimetossina e trimethoprim sono rapidamente

e ben assorbiti nel torrente circolatorio, si distribuiscono in tutti i tessuti e liquidi organici e si legano alle proteine

ematiche in misura variabile in funzione della specie animale.

Data dell’ultima revisione dell’etichetta: Aprile 2016

GTIN 08033673230056

GTIN 08033673230469

GTIN 08033673230476

GTIN 08033673230513

Spazio per la posologia prevista

Spazio per codice a barre a lettura ottica D.M. 17/12/2007

  • Il foglio illustrativo per questo prodotto non è al momento disponibile, é possibile inviare una richiesta al nostro Servizio Clienti ed essere avvisati nel momento in cui è disponibile sulla nostra piattaforma.

    Richiedi il foglio illustrativo per il pubblico.



  • Documenti in altre lingue sono disponibili qui