Calmerphan-L

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • Calmerphan-L Sirup
  • Forma farmaceutica:
  • Sirup
  • Composizione:
  • dextromethorphanum 11.5 mg annuncio resinam adsorbatum corresp., dextromethorphani hydrobromidum 15 mg, arom.: vanillinum et alia, colore.: E 124, mantenuto.: E 216, E 218, excipiens annuncio suspensionem pro 5 ml.
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco biologico

Documenti

  • per i professionisti:
  • Il foglio illustrativo per questo prodotto non è al momento disponibile, é possibile inviare una richiesta al nostro Servizio Clienti ed essere avvisati nel momento in cui è disponibile sulla nostra piattaforma.


    Richiedi il foglio illustrativo per i professionisti.

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • Calmerphan-L Sirup
    Svizzera
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Gruppo terapeutico:
  • Synthetika
  • Area terapeutica:
  • Husten

Altre informazioni

Status

  • Fonte:
  • Swissmedic - Swiss Agency for Therapeutic Products
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 40018
  • Data dell'autorizzazione:
  • 21-09-1978
  • Ultimo aggiornamento:
  • 19-10-2018

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Patienteninformation

Calmerphan-L®

Doetsch Grether AG

Che cos'è Calmerphan-L e quando si usa?

Calmerphan-L Sciroppo è un preparato contro la tosse che contiene il principio attivo

destrometorfano. Il destrometorfano allevia lo stimolo eccessivo della tosse. Calmerphan-L Sciroppo

si usa per il trattamento della tosse, in particolare la tosse secca di natura irritativa.

Di che cosa occorre inoltre tener conto durante il trattamento?

Il consumo di tabacco favorisce la tosse («tosse del fumatore»).

Può favorire l’efficacia di Calmerphan-L Sciroppo, rinunciando al fumo.

Avvertenza per i diabetici: 5 ml di sciroppo = 0,16 equivalenti frutta = 0,16 unità di pane.

Quando non si può assumere Calmerphan-L?

In caso di ipersensibilità ad uno dei costituenti del prodotto nonché durante un trattamento con certi

medicamenti contro le turbe dell’umore (cosiddetti inibitori della MAO).

Calmerphan-L Sciroppo contiene il colorante azoico E124 e i conservanti E216 ed E218. Il preparato

non si può usare in caso di ipersensibilità (allergia) ad una di queste sostanze ausiliarie o a certi

farmaci contro la febbre, i dolori o i reumatismi (a base di acido acetilsalicilico, come ad es. Aspirina

o Alcacyl, nonché a cosiddetti inibitori delle prostaglandine; vedi «Quali effetti collaterali può avere

Calmerphan-L?»).

Calmerphan-L Sciroppo è edulcorato con zucchero di canna (saccarosio) che viene trasformato in

fruttosio durante la digestione. Quindi non utilizzi questo preparato se lei o il suo bambino soffre di

una (rara) alterazione congenita del metabolismo degli zuccheri (cosiddetta intolleranza al fruttosio).

Non deve assumere Calmerphan-L Sciroppo in caso di malattie delle vie respiratorie accompagnate

da eccessiva secrezione di muco, in caso di debolezza delle vie respiratorie o di gravi malattie

cardiocircolatorie.

Non si deve somministrare Calmerphan-L Sciroppo a bambini di età inferiore a 1 anno.

Quando è richiesta prudenza nella somministrazione di Calmerphan-L?

La tosse è un meccanismo di difesa dell’organismo ed è dovuta a determinate cause. Se la tosse che

affligge lei o il suo bambino si protrae per più di una settimana, dovrebbe rivolgersi a un medico

affinché ne stabilisca la causa, escluda una grave malattia e intraprenda, se necessario, un trattamento

specifico.

Se lei soffre di malattie croniche delle vie respiratorie o di un’affezione epatica dovrebbe assumere

Calmerphan-L Sciroppo solo su prescrizione medica.

Se lei soffre di asma od orticaria (a decorso cronico), o tende a sviluppare reazioni di ipersensibilità,

dovrebbe usare Calmerphan-L Sciroppo solo con prudenza, dato che in tali circostanze è più

accentuato il rischio che possano verificarsi fenomeni di questo genere.

Qualora si verifichino reazioni di ipersensibilità (allergia), si deve interrompere subito il trattamento

e consultare un medico. Le reazioni di ipersensibilità si manifestano con eruzioni cutanee,

tumefazioni al viso, battito cardiaco accelerato, malessere e/o difficoltà di respiro. In casi isolati, tali

reazioni possono portare fino allo svenimento ed allo shock (cosiddetto collasso circolatorio).

In determinati pazienti affetti per es. da malattie del fegato o dei reni, nonché in soggetti con una

predisposizione ereditaria (genetica), il principio attivo destrometorfano dopo l’assunzione del

preparato si degrada in modo notevolmente più lento che in altre persone. Di conseguenza, non solo

l’effetto calmante della tosse, ma anche e soprattutto gli effetti collaterali possono accentuarsi già

dopo 3-4 giorni di trattamento. Il suo medico le spiegherà le relazioni da causa a effetto.

Occorre tener conto del fatto che Calmerphan-L Sciroppo, anche se assunto secondo le prescrizioni,

può modificare la capacità di reazione al punto di pregiudicare la partecipazione al traffico stradale

od alla manovra di macchine. Questo effetto risulta più marcato qualora la durata del trattamento

superi i 3-4 giorni, nonché in caso di contemporanea assunzione di bevande alcoliche.

Informi il suo medico o il suo farmacista nel caso in cui soffre di altre malattie, soffre di allergie o

assume o applica esternamente altri medicamenti (anche acquistati di sua iniziativa!).

Si può assumere Calmerphan-L durante la gravidanza o l'allattamento?

Per precauzione, se ha in corso o in programma una gravidanza, oppure se allatta, dovrebbe

rinunciare per quanto possibile all’uso di medicamenti. Dato che non si sa con certezza se

Calmerphan-L Sciroppo possa compromettere lo sviluppo e la salute del feto, durante la gravidanza

la paziente dovrebbe assumere il farmaco solo su esplicita prescrizione del medico. Se lei assume

Calmerphan-L Sciroppo poco prima di portare a termine la gravidanza, possono insorgere difficoltà

respiratorie nel neonato.

Il principio attivo di Calmerphan-L Sciroppo passa in piccole quantità nel latte materno. Quindi se ne

sconsiglia l’assunzione durante l’allattamento.

Come usare Calmerphan-L?

Agitare il flacone primo dell’uso.

Bambini piccoli (1-2 anni), solo secondo prescrizione medica: mattino e sera 1∕2 misurino.

Bambini (2-8 anni): mattino e sera 1 misurino.

Bambini (8-12 anni): mattino e sera 2 misurini.

Adolescenti e adulti: mattino e sera 2-3 misurini.

1 misurino corrisponde a 5 ml.

La durata del trattamento in genere non deve superare i 3–4 giorni.

Si attenga alla posologia indicata nel foglietto illustrativo o prescritta dal medico.

Se ritiene che l’azione del medicamento sia troppo debole o troppo forte ne parli al suo medico o al

suo farmacista.

Quali effetti collaterali può avere Calmerphan-L?

In seguito all’assunzione di Calmerphan-L possono manifestarsi i seguenti effetti collaterali:

Occasionalmente Calmerphan-L Sciroppo può provocare nausea e vomito, stitichezza, stanchezza e

vertigini. In rari casi possono comparire: inappetenza, diarrea, agitazione, confusione mentale,

restringimenti bronchiali associati a difficoltà respiratorie, depressione respiratoria e reazioni di

ipersensibilità (allergia). Queste ultime si manifestano solitamente con eruzione cutanea (orticaria),

accessi di sudorazione, difficoltà respiratorie, battito cardiaco accelerato e/o malessere, mentre in

casi isolati possono portare fino alla perdita di conoscenza e allo shock, che richiedono l’immediato

intervento del medico (vedi «Quando è richiesta prudenza nella somministrazione di Calmerphan-

L?»).

Gli effetti collaterali possono verificarsi in modo più violento o più frequente se si assume il

preparato in dosi più elevate per un tempo prolungato o insieme a certi altri medicamenti.

In caso di iperdosaggio, cioè di assunzione di dosi superiori a quelle consigliate e/o di

somministrazione del preparato ad intervalli più brevi di quelli raccomandati, si accentuano gli effetti

collaterali e i rischi descritti più sopra, nel paragrafo «Quando è richiesta prudenza nella

somministrazione di Calmerphan-L?». Altri indizi di un iperdosaggio possono essere: sudorazione,

palpitazioni cardiache, visione offuscata, eccitabilità e perdita di coscienza. Nei bambini e soprattutto

nei bambini piccoli, un iperdosaggio può avere gravi conseguenze.

Qualora comparissero sintomi di un iperdosaggio, deve interrompere immediatamente l’assunzione o

la somministrazione di Calmerphan-L Sciroppo e informarne il medico.

Se osserva effetti collaterali qui non descritti dovrebbe informare il suo medico o il suo farmacista.

Di che altro occorre tener conto?

Conservare a temperatura ambiente (15-25 °C) nella confezione originale al riparo dalla luce.

Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Dopo ogni uso, richiudere bene il flacone contenente lo sciroppo.

Una volta aperto il flacone, conservare lo sciroppo non più a lungo di 6 mesi. Inutilizzato per lungo

tempo, lo sciroppo si addensa. Questa reazione è del tutto normale. Se si scuote vigorosamente il

flacone prima della somministrazione, lo sciroppo ridiventa fluido così da poter essere dosato

correttamente.

Il medicamento non dev’essere utilizzato oltre la data indicata con «EXP» sul contenitore.

Il medico o il farmacista, che sono in possesso di un’informazione professionale dettagliata, possono

darle ulteriori informazioni.

Cosa contiene Calmerphan-L?

5 ml (1 misurino) di Calmerphan-L Sciroppo contengono: 11,5 mg del principio attivo

destrometorfano legato a scambiatore di ioni, corrispondente a 15 mg di destrometorfano bromidrato,

aromi: vanillina e ciliegia, conservanti: para-idrossibenzoato di propile/di metile E218/E216; 1,6 g di

zucchero (= 6,4 kcal = 27,2 kJ), colorante: rosso Ponceau 4R (E124) ed altre sostanze ausiliarie.

Numero dell'omologazione

40018 (Swissmedic).

Dove è ottenibile Calmerphan-L? Quali confezioni sono disponibili?

In farmacia, senza prescrizione medica.

Confezioni da 90 ml di sciroppo.

Titolare dell’omologazione

Doetsch Grether AG, 4051 Basel.

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l’ultima volta nel febbraio 2007 dall’autorità

competente in materia di medicamenti (Swissmedic).