CALCIUM SANDOZ

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • CALCIUM SANDOZ 20CPR EFF 500MG
  • Forma farmaceutica:
  • CPR EFFERVESCENTI/SOLUBILI
  • Composizione:
  • " 500 MG COMPRESSE EFFERVESCENTI " 20 COMPRESSE
  • Classe:
  • C
  • Tipo di ricetta:
  • Senza obbligo di ricetta
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco allopatico

Documenti

  • per i professionisti:
  • Il foglio illustrativo per questo prodotto non è al momento disponibile, é possibile inviare una richiesta al nostro Servizio Clienti ed essere avvisati nel momento in cui è disponibile sulla nostra piattaforma.


    Richiedi il foglio illustrativo per i professionisti.

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • CALCIUM SANDOZ 20CPR EFF 500MG
    Italia
  • Lingua:
  • italiano

Altre informazioni

Status

  • Fonte:
  • AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 038789018
  • Ultimo aggiornamento:
  • 09-08-2016

Foglio illustrativo

DENOMINAZIONE

CALCIUM SANDOZ COMPRESSE EFFERVESCENTI

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Calcio (sali diversi in associazione).

PRINCIPI ATTIVI

>>Compressa 500 mg: 1.132 mg di calcio lattato gluconato e 875 mg

di calcio carbonato (equivalenti a 500 mg o 12,5 mmol di calcio).

>>Compressa 1.000 mg: 2.263 mg di calcio lattato gluconato e

1.750 mg di calcio carbonato (equivalenti a 1.000 mg o 25 mmol di

calcio).

ECCIPIENTI

Acido citrico anidro (granulato fine), aroma arancia in polvere

(contiene: oli essenziali di arancia, maltodestrina, gomma

arabica, sorbitolo E 420, destrosio), aspartame E951, macrogoli

6000, sodio bicarbonato.

INDICAZIONI

Prevenzione e trattamento della carenza di calcio.

Integrazione di calcio come supplemento alla terapia specifica

nella prevenzione e nel trattamento dell'osteoporosi.

Rachitismo e osteomalacia, in aggiunta a terapia con vitamina D3.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI

Ipersensibilita' ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli

eccipienti della compressa effervescente.

Patologie e/o condizioni che comportano ipercalcemia e/o

ipercalciuria.

Nefrocalcinosi, nefrolitiasi.

POSOLOGIA

Adulti: 500 - 1.500 mg al giorno.

Bambini: 500 - 1.000 mg al giorno.

Le compresse effervescenti devono essere sciolte in un bicchiere

d'acqua (circa 200 ml) e la soluzione ottenuta bevuta

immediatamente.

La compressa effervescente puo' essere assunta con o senza cibo.

CONSERVAZIONE

Tenere il tubo ben chiuso.

Conservare nella confezione originale.

AVVERTENZE

Nei pazienti con ipercalciuria lieve (oltre 300 mg/24 ore o 7,5

mmol/24 ore), o con una storia di calcoli urinari, e' richiesto

il monitoraggio dell'escrezione di calcio nelle urine.

Se necessario, la dose di calcio deve essere ridotta o si deve

interrompere la terapia.

Si raccomanda un aumento dell'assunzione di liquidi nei pazienti

predisposti alla formazione di calcoli nel tratto urinario.

Nei pazienti con insufficienza renale, i sali di calcio devono

essere assunti sotto controllomedico con monitoraggio dei livelli

sierici di calcio e fosfato.

In corso di terapia ad alto dosaggio e specialmente in caso di

trattamentoconcomitante con vitamina D, esiste un rischio di

ipercalcemia con conseguente compromissione della funzionalita'

renale.

renale.

In questi pazientii livelli sierici di calcio devono essere

tenuti sotto controllo e deve essere monitorata la funzionalita'

renale.

Ci sono state segnalazioni dalla letteratura che fanno

riferimento ad un possibile aumento dell'assorbimento di

alluminio con i sali di citrato.

La compressa (che contiene acido citrico) deve essere utilizzata

con cautela in pazienticon insufficienza renale molto grave,

specialmente in quelli che assumono anche preparazioni contenenti

alluminio.

Ciascuna compressa contiene aspartame, una fonte di fenilalanina

equivalente a 15 mg/dose e potrebbe essere pericolosa per persone

affette da fenilchetonuria.

Non devono assumere questo medicinale i pazienti con rari

problemi ereditaridi intolleranza al fruttosio o malassorbimento

di glucosio-galattosio.

La compressa 500 mg contiene 2,967 mmol (corrispondenti a 68,45

mg)di sodio per compressa.

La compressa 1.000 mg contiene 5,95 mmol (corrispondenti a 136,90

mg) di sodio per compressa.

Informazioni per i diabetici: una compressa effervescente

contiene 0,002 unita' di carboidrati ed e' percio' adatto ai

diabetici.

INTERAZIONI

I diuretici tiazidici riducono l'escrezione urinaria di calcio.

A causa dell'aumentato rischio di ipercalcemia, il calcio sierico

deve essere regolarmente monitorato durante l'uso concomitante di

diuretici tiazidici.

I corticosteroidi sistemici riducono l'assorbimento di calcio.

Durante l'uso concomitante, puo' essere necessario incrementare

la dose di Calcium Sandoz.

Preparati a base di tetracicline somministrate contemporaneamente

a preparazioni di calcio, potrebbero non essere ben assorbite.

Per questa ragione, le preparazioni contenenti tetraciclinedevono

essere somministrate almeno 2 ore prima o 4-6 ore dopo

l'assunzione orale di calcio.

L'ipercalcemia derivante dal trattamento con calcio, puo'

aumentare la tossicita' dei glicosidi cardiaci.

I pazienti devono essere monitorati per quanto riguarda

elettrocardiogramma (ECG)e livelli sierici di calcio.

In caso di trattamento concomitante con bifosfonati o sodio

fluoruro, tale preparato deve essere somministratoalmeno 3 ore

prima dell'assunzione di Calcium Sandoz, in quanto l'assorbimento

gastrointestinale sia dei bifosfonati, sia del sodio fluoruropuo'

essere ridotto.

L'acido ossalico (presente negli spinaci e nel rabarbaro) e

l'acido fitico (presente nei cereali integrali) possono inibire

l'assorbimento del calcio attraverso la formazione di composti

insolubili con gli ioni calcio.

I pazienti non devono assumere prodotticontenenti calcio entro 2

ore dall'ingestione di cibi ricchi di acidoossalico e fitico.

EFFETTI INDESIDERATI

Le reazioni avverse sono riportate di seguito, secondo la

classificazione organico sistemica e la convenzione sulla

frequenza.

La frequenzae' definita come: non comune (>1/1.000, < 1/100),

rara (>1/10.000, < 1/1.000) o molto rara (< 1/10.000), inclusi i

casi isolati. >>Disturbidel sistema immunitario.

Rari: ipersensibilita', quali rash, prurito,orticaria; Molto

rari: sono stati segnalati casi isolati di reazioni allergiche

sistemiche (reazioni anafilattiche, edema al viso, edema

angioneurotico). >>Disturbi del metabolismo e della nutrizione.

Non comuni: ipercalcemia, ipercalciuria. >>Disturbi

Non comuni: ipercalcemia, ipercalciuria. >>Disturbi

gastrointestinali.

Rari: flatulenza, costipazione, diarrea, nausea, vomito, dolore

addominale.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

L'apporto giornaliero adeguato (compreso cibo e integrazione) per

donne con gravidanza normale e allattamento, e' di 1.000-1.300 mg

di calcio.

Durante la gravidanza, l'apporto giornaliero di calcio non deve

eccedere i 1.500 mg.

Quantita' significative di calcio sono secrete nel latte materno

durante l'allattamento ma non causano effetti avversi alneonato.

In caso di carenza di calcio, le compresse effervescenti possono

essere utilizzate durante la gravidanza e l'allattamento.

Non ci sono avvisi di sicurezza relativi a questo prodotto.

16-4-2018

ROSUVASTATIN CALCIUM Tablet, Film Coated [Sandoz Inc]

ROSUVASTATIN CALCIUM Tablet, Film Coated [Sandoz Inc]

Updated Date: Apr 16, 2018 EST

US - DailyMed

3-2-2018

Ipertensione con nefropatia cronica: ACE-inibitore più Ca-antagonista, meglio se di tipo T/L che di tipo L [Cardio]

Ipertensione con nefropatia cronica: ACE-inibitore più Ca-antagonista, meglio se di tipo T/L che di tipo L [Cardio]

Secondo una ricerca pubblicata sul "Journal of Clinical Medicine Research", nei pazienti ipertesi con nefropatia diabetica la terapia combinata basata su un ACE-inibitore (perindopril) e un calcio-antagonista (Ca-antagonista) di tipo T/L (quale benidipina) può prevenire il deterioramento della funzionalità renale in modo più efficace di una combinazione ACE-inibitore/calcio-antagonista di tipo L (come amlodipina).

Italia - PharmaStar

7-1-2018

Supplementazione di calcio e vitamina D, utile solo a chi ne ha bisogno. Uno studio su JAMA fa discutere [Orto-Reuma]

Supplementazione di calcio e vitamina D, utile solo a chi ne ha bisogno. Uno studio su JAMA fa discutere [Orto-Reuma]

Pubblicata su JAMA una metanalisi i cui risultatati sembrerebbero escludere l'utilità di somnministrare calcio e vitamina D nelle persone anziane. I dati vanno però letti con attenzione e interpretati nel modo giusto per non fare confusione. Una nota della Società europea di Endocrinologia ne ridimensiona la portata: pur portando alla luce alcuni dati interessanti, secondo gli esperti europei lo studio avrebbe diversi, importanti, limiti.

Italia - PharmaStar

13-12-2017

CALCIUM ACETATE Capsule [Sandoz Inc]

CALCIUM ACETATE Capsule [Sandoz Inc]

Updated Date: Dec 13, 2017 EST

US - DailyMed

2-12-2017

Ipercalcemia genetica, possibile fattore causale di emicrania  [Neuro]

Ipercalcemia genetica, possibile fattore causale di emicrania [Neuro]

Livelli di calcio geneticamente aumentati potrebbero rappresentare un fattore-chiave causale alla base della suscettibilità della cefalea emicranica. Lo suggerisce un ampio studio basato sulla popolazione - pubblicato su "Human Molecular Genetics" - che dimostra come elevati livelli di calcio sierico rappresentino una comorbilità comune con l'emicrania.

Italia - PharmaStar

25-11-2017

Supplementazione con calcio nell'osteopenia, nuove prospettive per la scelta degli integratori [Altre News]

Supplementazione con calcio nell'osteopenia, nuove prospettive per la scelta degli integratori [Altre News]

La maggior parte dei trial registrativi di farmaci antifratturativi hanno utilizzato il calcio carbonato mentre, soprattutto negli Stati Uniti, ci si è focalizzati sullo studio del calcio citrato. Questo sale presenta molteplici vantaggi rispetto al primo: dal migliore assorbimento alla maggiore biodisponibilità, dal minore influsso esercitato dal pH gastrico alla minore litogenicità. Per specifiche popolazioni di pazienti a rischio di riduzione della massa ossea si prospetta dunque un nuovo armamentari...

Italia - PharmaStar

25-11-2017

Supplementazione con calcio nell'osteopenia, nuove prospettive per la scelta degli integratori [Orto-Reuma]

Supplementazione con calcio nell'osteopenia, nuove prospettive per la scelta degli integratori [Orto-Reuma]

La maggior parte dei trial registrativi di farmaci antifratturativi hanno utilizzato il calcio carbonato mentre, soprattutto negli Stati Uniti, ci si è focalizzati sullo studio del calcio citrato. Questo sale presenta molteplici vantaggi rispetto al primo: dal migliore assorbimento alla maggiore biodisponibilità, dal minore influsso esercitato dal pH gastrico alla minore litogenicità. Per specifiche popolazioni di pazienti a rischio di riduzione della massa ossea si prospetta dunque un nuovo armamentari...

Italia - PharmaStar

25-10-2017

Linee guida sul calcio in menopausa

Linee guida sul calcio in menopausa

Le nuove linee guida sul ricorso alla supplementazione con il calcio in menopausa sono state pubblicate dalla European Menopause and Andropause Society (EMAS) sulla rivista Maturitas.   Un corretto apporto dell’elemento è essenziale per prevenire la comparsa dell’osteoporosi nelle donne dopo la scomparsa del ciclo mestruale, in quanto il calcio è uno dei componenti fondamentali […] L'articolo Linee guida sul calcio in menopausa sembra essere il primo su Farmacia News.

Italia - Farmacia News

17-10-2017

Osteoporosi post-menopausale, sì al calcio (senza eccessi) in donne sane [Orto-Reuma]

Osteoporosi post-menopausale, sì al calcio (senza eccessi) in donne sane [Orto-Reuma]

Sono state recentemente pubblicate sulla rivista Maturitas le nuove linee guida cliniche dell'EMAS (the European Menopause and Andropause Society) che hanno fatto il punto sulle evidenze attualmente disponibili relative agli effetti del calcio nella riduzione del rischio di osteoporosi (OP) post-menopausale. Dalla revisione della letteratura è emerso che le dosi giornaliere raccomandate di calcio variano da 700 a 1.200 mg, a seconda della fonte di assunzione, e che è meglio non andare oltre queste dosi...

Italia - PharmaStar

14-10-2017

Mayo Clinic: ridotto livello di calcio sierico, rischio maggiore di arresto cardiaco improvviso [Cardio]

Mayo Clinic: ridotto livello di calcio sierico, rischio maggiore di arresto cardiaco improvviso [Cardio]

Bassi livelli di calcio sierico, anche all'interno del range di normalità, possono aumentare il rischio di arresto cardiaco improvviso. Lo suggeriscono nuovi dati pubblicati online sui "Mayo Clinic Proceedings".

Italia - PharmaStar