Bisolvon

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • Bisolvon compresse
  • Forma farmaceutica:
  • compresse
  • Composizione:
  • bromhexini hydrochloridum 8 mg, excipiens pro compresso.
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco biologico

Documenti

  • per i professionisti:
  • Il foglio illustrativo per questo prodotto non è al momento disponibile, é possibile inviare una richiesta al nostro Servizio Clienti ed essere avvisati nel momento in cui è disponibile sulla nostra piattaforma.


    Richiedi il foglio illustrativo per i professionisti.

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • Bisolvon compresse
    Svizzera
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Gruppo terapeutico:
  • Synthetika
  • Area terapeutica:
  • mucolytique

Altre informazioni

Status

  • Fonte:
  • Swissmedic - Swiss Agency for Therapeutic Products
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 31937
  • Data dell'autorizzazione:
  • 24-03-1966
  • Ultimo aggiornamento:
  • 19-10-2018

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Patienteninformation

Transferiert von Boehringer Ingelheim (Schweiz) GmbH

Bisolvon®

sanofi-aventis (svizzera) sa

Che cos'è Bisolvon e quando si usa?

Il Bisolvon contiene il principio attivo bromexina, preparato sinteticamente e simile a quello di una

pianta medicinale indiana chiamata Adhatoda vasica. Il Bisolvon fluidifica il muco bronchiale

viscoso e ristagnante agevolandone l'espettorazione. Facilita la respirazione e calma lo stimolo della

tosse.

Il Bisolvon è un medicamento per curare l'eccessiva produzione di muco in caso di tosse dovuta a

infreddature. Su prescrizione medica il preparato si può usare anche nelle malattie croniche delle vie

respiratorie con formazione di secreto viscoso e difficoltà nel trasporto dello stesso.

Di che cosa occorre inoltre tener conto durante il trattamento?

Se fuma, può favorire l'effetto di Bisolvon rinunciando a fumare.

Lo sciroppo contro la tosse Bisolvon non contiene zucchero e perciò è indicato anche per i diabetici.

Quando non si può assumere il Bisolvon?

Se è ipersensibile al principio attivo bromexina o ad un altro costituente del medicamento non può

assumere il Bisolvon.

Le compresse Bisolvon contengono lattosio: i pazienti con una rara malattia congenita del

metabolismo degli zuccheri (la cosiddetta intolleranza al galattosio) non devono prendere le

compresse Bisolvon.

La soluzione Bisolvon contiene il conservante metil paraidrossibenzoato (E 218), che può provocare

reazioni allergiche, anche ritardate.

La soluzione Bisolvon non si può usare per inalazioni nei bambini sotto i 2 anni.

Lo sciroppo contro la tosse Bisolvon contiene maltitolo: i pazienti con una rara malattia congenita

del metabolismo degli zuccheri (la cosiddetta intolleranza al fruttosio) non devono prendere lo

sciroppo contro la tosse Bisolvon. Lo sciroppo contro la tosse Bisolvon può avere un blando effetto

lassativo.

Quando è richiesta prudenza nella somministrazione del Bisolvon?

Se durante i primi giorni di terapia soffre di difficoltà di respirazione, grave malessere o febbre alta,

oppure se dopo 1 settimana di trattamento l'eccessiva secrezione di muco e la tosse che l'accompagna

non regrediscono o addirittura si aggravano, deve consultare un medico per chiarire la causa dei

disturbi ed escludere ad esempio una malattia maligna delle vie respiratorie.

Il Bisolvon si può prendere assieme a medicamenti che bloccano la tosse (soprattutto la codeina)

soltanto su esplicita prescrizione del medico. In caso di forte secrezione di muco nelle vie

respiratorie potrebbe infatti determinarsi un inauspicato ristagno di muco con rischio di spasmo

bronchiale e infezione delle vie respiratorie.

In presenza di disturbi di stomaco bisogna consultare il medico.

La prudenza si impone nei pazienti che soffrono o hanno sofferto in passato di ulcere gastriche.

Con la somministrazione di sostanze mucolitiche, contenute anche nel Bisolvon, sono stati riferiti dei

casi molto rari di gravi danni alla pelle. Finora non è ancora stata documentata una chiara

correlazione. Se si manifestano dei danni alla pelle o alle mucose si deve consultare immediatamente

un medico e, come misura precauzionale, cessare il trattamento col Bisolvon.

Nei pazienti che soffrono di asma bronchiale l'inalazione può anche provocare uno spasmo

bronchiale con difficoltà di respirazione acuta (cosiddetto broncospasmo). Se si manifesta un

broncospasmo deve cessare subito l'inalazione e informare un medico.

L'uso concomitante di certi antireumatici ed analgesici (inibitori delle prostaglandine, p. es.

diclofenac, ibuprofene, salicilati) può causare un potenziamento dell'effetto irritante sulla mucosa

gastrica.

Nei pazienti asmatici la terapia con inalazioni va fatta soltanto sotto controllo medico.

L'uso concomitante del Bisolvon e di certi antibiotici (p. es. eritromicina) migliora il passaggio degli

antibiotici stessi nel tessuto polmonare.

Informi il suo medico, il suo farmacista o il suo droghiere nel caso in cui soffra di altre malattie,

soffra di allergie o assuma o applichi per uso esterno altri medicamenti (anche se acquistati di sua

iniziativa!).

Si può assumere il Bisolvon durante la gravidanza o l'allattamento?

Non è ancora noto se Bisolvon possa avere degli effetti indesiderati sul feto o sul lattante. Perciò,

durante la gravidanza prenda questo medicamento solo se il medico gliel'ha prescritto espressamente.

Se nel corso della terapia resta incinta ne informi il medico.

Se durante l'allattamento deve assolutamente prendere il Bisolvon non può più allattare.

Come usare il Bisolvon?

Salvo diversa prescrizione del medico:

Compresse

Adulti e bambini oltre i 10 anni: 2 compresse 3 volte al giorno. Le compresse Bisolvon non sono

indicate per i bambini sotto i 10 anni.

Soluzione

La soluzione si può prendere per bocca o inalare. Ad ogni flacone con contagocce è accluso un

piccolo misurino (1-6 ml).

Soluzione per bocca:

La soluzione Bisolvon si può prendere con una bevanda fredda o calda come acqua, tè, succo di

frutta, latte, ecc.

Adulti e bambini oltre i 10 anni: 4-8 ml di soluzione (usare il misurino) 3 volte al giorno.

Bambini da 5 a 10 anni: 2-4 ml di soluzione (usare il misurino) 3 volte al giorno.

Bambini piccoli oltre i 2 anni: 12 gocce 3 volte al giorno.

Bambini sotto i 2 anni: ai bambini sotto i 2 anni la soluzione Bisolvon si può somministrare soltanto

sotto controllo medico.

Soluzione per inalazione (con un apparecchio per aerosol):

Mescolare la soluzione con una quantità uguale di soluzione fisiologica di sale da cucina (in vendita

in farmacia). Eventualmente si deve prima riscaldare la soluzione alla temperatura del corpo (vedi

«Quali effetti collaterali può avere il Bisolvon?»). Inalare la soluzione immediatamente dopo averla

mescolata.

Adulti e bambini oltre i 10 anni: 2 ml di soluzione 2-3 volte al giorno.

Bambini da 5 a 10 anni: 1 ml (15 gocce) 2 volte al giorno.

Bambini piccoli oltre i 2 anni: 10 gocce 2 volte al giorno.

Bambini sotto i 2 anni: vedi «Quando non si può usare il Bisolvon?».

Sciroppo contro la tosse

Ad ogni flacone è accluso un misurino graduato (1,25, 2,5 e 5 ml).

Adulti e bambini/adolescenti oltre i 10 anni: 5-10 ml 3 volte al giorno.

Bambini da 5 a 10 anni: 2,5-5 ml 3 volte al giorno.

Bambini piccoli sopra i 2 anni: 1,25 ml 3 volte al giorno.

Lo sciroppo contro la tosse Bisolvon non è destinato ai bambini sotto i 2 anni.

Avvertenze generali

Durante il trattamento col Bisolvon può verificarsi un aumento della produzione di muco. Se soffre

di una grave malattia del fegato o dei reni, le dosi sopraindicate si devono ridurre o prendere a

intervalli di tempo maggiori. Spetta al medico decidere come va adeguata la dose.

Si attenga alla posologia indicata nel foglietto illustrativo o prescritta dal medico. Se ritiene che

l'azione del medicamento sia troppo debole o troppo forte ne parli al suo medico, al suo farmacista o

al suo droghiere.

Quali effetti collaterali può avere il Bisolvon?

Possono manifestarsi dei disturbi gastrointestinali (come dolori alla parte superiore del ventre,

nausea, vomito o diarrea), che scompaiono rapidamente dopo la cessazione della terapia, oppure

delle reazioni allergiche (compresi eruzioni sulla pelle, spasmi della muscolatura bronchiale, orticaria

e prurito, fino a gonfiore del viso o delle mucose). In singoli casi queste reazioni possono arrivare

fino allo choc cardiocircolatorio e richiedere assistenza medica. Se si manifestano sintomi di reazioni

di questo genere smetta subito di prendere il Bisolvon e chieda consiglio a un medico.

In pazienti sensibili l'inalazione della soluzione Bisolvon può provocare la tosse. In generale questo

effetto collaterale si può evitare riscaldando precedentemente la soluzione per inalazione alla

temperatura del corpo.

In caso di iperdosaggio, cioè di assunzione o somministrazione di quantità superiori alle dosi

consigliate sopraindicate, gli effetti collaterali possono manifestarsi in forma più accentuata. In caso

di forte iperdosaggio possono verificarsi aumento della secrezione di saliva, sensazione di dover

vomitare, vomito e caduta della pressione arteriosa. In un caso del genere è indispensabile informare

il medico.

Se osserva effetti collaterali qui non descritti dovrebbe informare il suo medico, il suo farmacista o il

suo droghiere.

Di che altro occorre tener conto?

Conservare il Bisolvon fuori dalla portata dei bambini. Il medicamento non dev'essere utilizzato oltre

la data indicata con «EXP» sulla confezione.

Conservare a temperatura ambiente (15-25 °C).

Il medico, il farmacista o il droghiere, che sono in possesso di documentazione professionale

dettagliata, possono darle ulteriori informazioni.

Cosa contiene il Bisolvon?

Bisolvon compresse

1 compressa contiene come principio attivo 8 mg di bromexina cloridrato nonché sostanze ausiliarie.

Bisolvon soluzione

1 ml (circa 15 gocce) di soluzione contiene come principio attivo 2 mg di bromexina cloridrato, il

conservante metile paraidrossibenzoato (E 218) e altre sostanze ausiliarie.

Bisolvon sciroppo contro la tosse

5 ml di sciroppo contro la tosse contengono 8 mg del principio attivo bromexina cloridrato, il

conservante acido benzoico (E 210), aromatizzanti e sostanze ausiliarie.

Numero dell’omologazione

31937, 31936, 54619 (Swissmedic).

Dov'è ottenibile il Bisolvon? Quali confezioni sono disponibili?

In farmacia e in drogheria senza prescrizione medica.

Compresse: 50.

Soluzione da prendere per bocca e per inalazione: 40 ml.

Sciroppo contro la tosse: 200 ml.

Titolare dell’omologazione

sanofi-aventis (svizzera) sa, 1214 Vernier/GE.

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nel luglio 2014 dall'autorità competente

in materia di medicamenti (Swissmedic).