Betadine

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • Betadine Vaginale-Ovula
  • Forma farmaceutica:
  • Vaginale-Ovula
  • Composizione:
  • iodum 20 mg ut povidonum iodinatum, excipiens pro (mi concentrerò sulla fase.
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco biologico

Documenti

  • per i professionisti:
  • Il foglio illustrativo per questo prodotto non è al momento disponibile, é possibile inviare una richiesta al nostro Servizio Clienti ed essere avvisati nel momento in cui è disponibile sulla nostra piattaforma.


    Richiedi il foglio illustrativo per i professionisti.

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • Betadine Vaginale-Ovula
    Svizzera
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Gruppo terapeutico:
  • Synthetika
  • Area terapeutica:
  • Vaginale-Infektionen

Altre informazioni

Status

  • Fonte:
  • Swissmedic - Swiss Agency for Therapeutic Products
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 38596
  • Data dell'autorizzazione:
  • 28-01-1975
  • Ultimo aggiornamento:
  • 19-10-2018

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Patienteninformation

Informazione destinata alle pazienti

Legga attentamente il foglietto illustrativo prima di fare uso del medicamento.

Questo medicamento le è stato prescritto personalmente e quindi non deve essere consegnato ad altre

persone, anche se i sintomi sono gli stessi. Il medicamento potrebbe nuocere alla loro salute.

Conservi il foglietto illustrativo per poterlo rileggere all'occorrenza.

Betadine® ovuli vaginali

Che cosa sono gli ovuli vaginali Betadine® e quando si usano?

Gli ovuli vaginali Betadine® sono delle supposte destinate a essere introdotte nella vagina. Dopo

l'introduzione si sciolgono lentamente liberando un principio attivo che uccide batteri, funghi

microscopici e altri agenti patogeni che provocano infezioni. Si possono usare solamente su

prescrizione del medico per combattere infiammazioni/infezioni vaginali.

Di che cosa occorre inoltre tener conto durante il trattamento?

Questo medicamento le è stato prescritto per curare l'affezione delle parti intime di cui soffre

attualmente. Non lo adoperi di sua iniziativa per curare altre malattie o altre persone.

Per evitare una nuova infezione bisogna cambiare tutti i giorni la biancheria che si utilizza (lavette,

asciugamani, biancheria intima, possibilmente di cotone) e farla bollire. Una micosi vaginale si

trasmette tra l'altro anche tramite i rapporti sessuali. Generalmente il partner non presenta sintomi

della malattia, pur potendo avere un'infezione al membro o in altre parti intime. Perciò domandi al

medico se è consigliabile procedere contemporaneamente a un trattamento preventivo del partner.

Quando non si possono usare gli ovuli vaginali Betadine®?

Gli ovuli vaginali Betadine® non si possono utilizzare:

·in caso di ipersensibilità allo iodopovidone, allo iodio o a un altro ingrediente;

·in caso di ipertiroidismo o di altre malattie preesistenti della tiroide;

·in caso di dermatite erpetiforme di Duhring (malattia cutanea molto rara, simile all'herpes);

·prima e fino alla fine di un esame o trattamento della tiroide con iodio radioattivo (terapia con

radioiodio). Lo iodopovidone può influenzare l'assimilazione dello iodio da parte della tiroide e,

associato a un trattamento con Betadine®, può portare a interferenze con gli esami diagnostici alla

tiroide (scintigrafia tiroidea, determinazione dello iodio legato alle proteine, diagnostica con

radioiodio) e rendere impossibile una terapia con radioiodio pianificata. Prima di iniziare una terapia

con radioiodio è necessario aspettare almeno 1–2 settimane dalla sospensione del trattamento con

Betadine®.

Quando è richiesta prudenza nell'uso degli ovuli vaginali Betadine®?

In caso di aumento del volume della tiroide, noduli tiroidei o altre malattie non acute della tiroide,

Betadine® può essere utilizzato solo su espressa prescrizione medica per un periodo prolungato (ad

es. più di 14 giorni) e/o su superfici cutanee estese (ad es. su più del 10% della superficie corporea).

Anche al termine del trattamento (fino a 3 mesi) è necessario prestare attenzione a sintomi precoci di

un possibile ipertiroidismo e, se opportuno, monitorare la funzionalità tiroidea.

Betadine® non dovrebbe essere utilizzato o il trattamento dovrebbe essere interrotto in caso di

iperacidità metabolica del sangue (acidosi metabolica) e insufficienza renale.

L'assunzione da parte dei bambini deve essere assolutamente evitata.

Betadine® non può essere utilizzato contemporaneamente o immediatamente dopo aver usato agenti

enzimatici per il trattamento di ferite o disinfettanti contenenti sulfadiazina argentica, perossido di

idrogeno o taurolidina perché può insorgere una reciproca riduzione dell'effetto.

Non usare Betadine® contemporaneamente o immediatamente dopo aver usato agenti disinfettanti

contenenti mercurio perché dalla combinazione di mercurio e iodio potrebbe svilupparsi, a

determinate corcostanze, una sostanza che danneggia la pelle.

Non usare Betadine® contemporaneamente o immediatamente dopo aver usato agenti disinfettanti

contenenti octenidina sulle stesse superfici o su superfici vicine perché potrebbe causare alterazioni

scure e temporanee del colore.

Se si è in trattamento con preparati a base di litio sarebbe opportuno evitare un'applicazione di

Betadine® per un periodo prolungato perché, a causa del litio, lo iodio assimilato potrebbe favorire

l'insorgenza di un ipotiroidismo.

Informi il suo medico o il suo farmacista nel caso in cui soffre di altre malattie, soffre di allergie o

assume o applica esternamente altri medicamenti (anche se acquistati di sua iniziativa!).

Si possono usare gli ovuli vaginali Betadine® durante la gravidanza o l'allattamento?

Durante la gravidanza e l'allattamento gli ovuli vaginali Betadine® vanno utilizzati soltanto su

esplicita prescrizione del medico e il loro uso deve comunque essere limitato al minimo

indispensabile. Può essere necessario un controllo della funzione tiroidea del neonato/lattante. Se è

incinta oppure allatta, informi il suo medico o il suo farmacista.

Come usare gli ovuli vaginali Betadine®?

Adulti

Solitamente gli ovuli vaginali Betadine® si applicano 1 volta al giorno per 14 giorni. Tuttavia è

possibile che il medico le prescriva altre modalità di terapia. Se nel corso del trattamento subentra la

mestruazione non interrompa la cura.

Salvo diversa prescrizione del medico, gli ovuli si devono usare come segue: tolga un ovulo vaginale

dal suo involucro, lo inumidisca con acqua e lo introduca come un tampone il più profondo possibile

nella vagina.

È consigliabile applicare gli ovuli vaginali Betadine® alla sera, prima di coricarsi. Dato che non

sempre si può evitare una fuoriuscita dell'ovulo sciolto, si consiglia l'uso di un assorbente. Non

adoperi tamponi!

Bambini e adolescenti

L'uso e la sicurezza degli ovuli vaginali Betadine® in bambini e adolescenti non sono mai stati

studiati.

Non modifichi di sua iniziativa la posologia prescritta. Se ritiene che l'azione del medicamento sia

troppo debole o troppo forte ne parli al suo medico o al suo farmacista.

Quali effetti collaterali possono avere gli ovuli vaginali Betadine®?

In casi rari si possono verificare ipersensibilità o dermatite da contatto (con sintomi quali

arrossamenti cutanei, vescicole, prurito).

In rarissimi casi possono verificarsi gonfiori acuti e dolorosi della pelle o delle mucose (angioedema)

nonché reazioni allergiche generali acute con eventuale calo della pressione sanguigna e/o dispnea

(reazione anafilattica). In questi casi bisogna interrompere immediatamente il trattamento e

informare tempestivamente il medico.

Spesso nelle infezioni vaginali la mucosa delle parti intime è infiammata e irritata. In situazioni

simili, durante l'uso degli ovuli vaginali Betadine® può manifestarsi un bruciore che però scompare

rapidamente dopo poche applicazioni. Se il bruciore continua a manifestarsi anche dopo 3–4 giorni,

informi il medico o il farmacista.

Se il prodotto viene applicato per un periodo prolungato è possibile una significativa assimilazione di

iodio. In rarissimi casi, in pazienti con malattie della tiroide, può insorgere un ipertiroidismo con

sintomi quali accelerazione del battito cardiaco o stati di agitazione.

In casi isolati possono insorgere ipotiroidismo, squilibri elettrolitici, iperacidità metabolica del

sangue (acidosi metabolica), insufficienza renale acuta e un'osmolarità del sangue fuori norma.

Se osserva effetti collaterali qui non descritti dovrebbe informare il suo medico o il suo farmacista.

Di che altro occorre tener conto?

Non conservare a temperature superiori ai 30 °C. Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Non ingerire. In caso di ingestione accidentale occorre avvertire subito il medico.

Le macchie di Betadine® possono essere asportate dalle fibre naturali con acqua e sapone, dalle fibre

sintetiche con ammoniaca diluita o con soluzione di sodio tiosolfato.

Il medicamento non deve essere utilizzato oltre la data indicata con «EXP» sul contenitore.

Il medico o il farmacista, che sono in possesso di un'informazione professionale dettagliata, possono

darle maggiori informazioni.

Cosa contengono gli ovuli vaginali Betadine®?

1 ovulo contiene 20 mg di iodio sotto forma di iodopovidone nonché sostanze ausiliarie.

Numero dell'omologazione

38596 (Swissmedic).

Dove sono ottenibili gli ovuli vaginali Betadine®? Quali confezioni sono disponibili?

In farmacia, dietro presentazione della prescrizione medica.

Confezioni da 14 ovuli.

Titolare dell'omologazione

Mundipharma Medical Company, Hamilton/Bermuda, filiale di Basilea.

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nell'agosto 2016 dall'autorità competente

in materia di medicamenti (Swissmedic).