Balmed Hermal

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • Balmed Hermal Medizinisches Oelbad
  • Forma farmaceutica:
  • Medizinisches Oelbad
  • Composizione:
  • sojae oleum 850 mg, propylenglycolum, aromatica, antiox.: E 321, excipiens annuncio solutionem pro 1 g.
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco biologico

Documenti

  • per i professionisti:
  • Il foglio illustrativo per questo prodotto non è al momento disponibile, é possibile inviare una richiesta al nostro Servizio Clienti ed essere avvisati nel momento in cui è disponibile sulla nostra piattaforma.


    Richiedi il foglio illustrativo per i professionisti.

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • Balmed Hermal Medizinisches Oelbad
    Svizzera
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Gruppo terapeutico:
  • Synthetika
  • Area terapeutica:
  • Medizinisches Oelbad bei trockenen und schuppenden Hautveränderungen

Altre informazioni

Status

  • Fonte:
  • Swissmedic - Swiss Agency for Therapeutic Products
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 29448
  • Data dell'autorizzazione:
  • 03-06-1963
  • Ultimo aggiornamento:
  • 19-10-2018

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Patienteninformation

Balmed Hermal®

Almirall AG

Che cos'è Balmed Hermal e quando si usa?

Il Balmed Hermal è un bagno medicinale oleoso. È stato messo a punto per la terapia di alterazioni

della pelle che comportano secchezza e desquamazione. Il apporta alla pelle il grasso che le manca.

Nell'acqua del bagno l'olio vegetale che contiene si suddivide in minutissime goccioline,

garantendone così una ripartizione uniforme sulla pelle durante il bagno ed una facile penetrazione

negli strati superiori delle cellule cutanee. È provato che un bagno col Balmed Hermal apporta grasso

alla pelle, senza tuttavia renderla untuosa al tatto. Il bagno medicinale rallenta la evaporazione

dell'acqua assorbita, e così ha un influsso favorevole sull'elasticità dello strato corneo e calma il

prurito.

Perciò il Balmed Hermal si usa in caso di pelle secca e conseguente prurito, di prurito senile, di

eczema da pannolini nonché per la pulizia e la cura della pelle sensibile del lattante e del bambino

piccolo.

Dopo aver consultato il medico, il Balmed Hermal si può usare anche in caso di neurodermite, di

psoriasi, di ittiosi, di crosta lattea, di eczemi tossici degenerativi ed allergici, di eczema della gamba.

Quando non si può usare Balmed Hermal?

Il Balmed Hermal non si può usare in caso di ipersensibilità conosciuta (allergia) all'olio di soia, alla

soia, agli arachidi, ai piselli o a uno dei costituenti del medicamento. In altro, Balmed Hermal non

dev'essere utilizzato in caso di psoriasi pustulosa ricente.

Comme tutti i bagni, il preparato non va usato in presenza di malattie febbrili, di gravi malattie

infettive, di tuberculosi, di gravi disturbi cardiaci e circolatori, di ipertensione arteriosa, di ferite

aperte, di lesioni estese della pelle e di malattie acute della pelle.

Quando è richiesta prudenza nell'uso di Balmed Hermal?

Il Balmed Hermal non diluito non deve venire a contatto con gli occhi. In caso di contatto

involontario con gli occhi, risciacquare abbondantemente con acqua fredda. In caso di persistenza

dell'irritazione oculare consultare il medico.

La sostanza ausiliaria butilidrossitoluene contenuta in Balmed Hermal può provocare irritazioni

cutanee localmente circoscritte (p. es. dermatite da contatto), irritazioni degli occhi e delle mucose. Il

glicole propilenico può provocare irritazioni cutanee. Il benzoato di benzile contenuto nell'olio di

profumo può provocare leggere irritazioni della pelle, degli occhi e delle mucose.

Il film di olio sulla pelle o che si deposita nella vasca da bagno o della doccia aumenta il rischio di

scivolare! La vasca da bagno o della doccia e all'occorrenza il bagnetto per bambini devono essere

puliti subito dopo ogni bagno con un normale detergente domestico e risciacquati con acqua calda.

Informi il suo medico, il suo farmacista o il suo droghiere nel caso in cui

·soffre di altre malattie,

·soffre di allergie o

·assume o applica esternamente altri medicamenti (anche se acquistati di sua iniziativa!).

Si può usare Balmed Hermal durante la gravidanza o l'allattamento?

L'uso di Balmed Hermal non rappresenta nessun problema durante la gravidanza e l'allattamento.

Come usare Balmed Hermal?

La frequenza dell'uso del Balmed Hermal dipende dal tipo e dall'entità dei disturbi e va decisa caso

per caso. Salvo diversa prescrizione, in generale si fanno 2–3 bagni completi per settimana.

Eventualmente può essere consigliabile usarlo tutti i giorni, p. es. per i lattanti e i bambini piccoli.

Anche la durata del bagno va stabilita individualmente, ma non deve oltrepassare 15–20 minuti. Per i

lattanti e i bambini piccoli basta un bagno di solo pochi minuti. La temperatura dell'acqua del bagno

non deve superare i 37 °C. Una temperatura inferiore (attorno ai 32 °C) favorisce l'assorbimento del

grasso da parte della pelle e deve, particolarmente, essere rispettato per i bambini.

Il Balmed Hermal si versa nell'acqua del bagno (non al contrario), mescolandonelo bene.

Per misurare la quantità necessaria si può utilizzare come misurino l'interno della chiusura a vite del

flacone. Per un bagno completo (circa 150 l) si adoperano 30 ml (= 2 misurini) di Balmed Hermal,

per il bagno a un bambino (circa 25 l) 5 ml (= 1/3 di misurino) e per un bagno parziale (circa 5 l) 1

ml (1 spruzzo, per coprire completamente la base del misurino) di Balmed Hermal.

Se l'apporto di grasso alla pelle dev'essere particolarmente elevato si può aumentare la

concentrazione del doppio o del triplo.

Per non ostacolare l'effetto del bagno non si deve usare sapone. Si eviti pure di asciugarsi troppo

energicamente, perché si asporterebbe una parte della pellicola di grasso.

Si attenga alla posologia indicata nel foglietto illustrativo o prescritta dal suo medico. Se ritiene che

l'azione del medicamento sia troppo debole o troppo forte ne parli al suo medico, al suo farmacista o

al suo droghiere.

Quali effetti collaterali può avere Balmed Hermal?

In seguito all'uso di Balmed Hermal, si possono presentare i seguenti effetti collaterali:

In casi rari, l'olio di soia può provocare reazioni allergiche. In casi isolati possono comparire

arrossamento cutaneo, prurito e bruciore.

Se osserva effetti collaterali qui non descritti, dovrebbe informare il suo medico, il suo farmacista o il

suo droghiere.

Di che altro occorre tener conto?

L'uso di saponi e detergenti sintetici in aggiunta ai bagni oleosi ne annulla l'effetto.

Tenere fuori dalla portata dei bambini. Conservare a temperatura ambiente (15-25 °C).

Il medicamento non deve essere utilizzato oltre la data indicata con «Exp.» sul contenitore.

Il medico, il farmacista o il droghiere, che sono in possesso di un'informazione professionale

dettagliata, possono darle ulteriori informazioni.

Cosa contiene Balmed Hermal?

1 g di bagno medicinale oleoso contiene:

Principio attivo: 847,5 mg di olio di soia

Eccipienti: L'antiossidante butilidrossitoluene (E 321), aromatizzanti, glicole propilenico e altre

sostanze ausiliarie.

Numero dell'omologazione

29448 (Swissmedic).

Dove è ottenibile Balmed Hermal? Quali confezioni sono disponibili?

In farmacia e in drogheria, senza prescrizione medica.

Confezioni da 200 ml e 500 ml.

Titolare dell'omologazione

Almirall AG, 8304 Wallisellen.

Questo foglietto illustrativo è stato controllato l'ultima volta nel novembre 2013 dall'autorità

competente in materia di medicamenti (Swissmedic).

ALM_PI_IT_20131114

15-1-2019

Safety assessment of the substance, montmorillonite clay modified with hexadecyltrimethylammonium bromide, for use in food contact materials

Safety assessment of the substance, montmorillonite clay modified with hexadecyltrimethylammonium bromide, for use in food contact materials

Published on: Mon, 14 Jan 2019 The EFSA Panel on Food Contact Materials, Enzymes and Processing Aids (CEP) assessed the safety of montmorillonite clay modified with hexadecyltrimethylammonium bromide (HDTA) when used as an additive at up to ■■■■■ in polylactic acid (PLA) bottles intended for contact with water for long‐term storage at ambient temperature or below. The modified clay, which 90% w/w of the particles have a dimension of 33.1 μm or less and the average size is 9 μm, has a layered structure w...

Europe - EFSA - European Food Safety Authority EFSA Journal

11-10-2018

Re‐evaluation of oxidised soya bean oil interacted with mono‐ and diglycerides of fatty acids (E 479b) as a food additive

Re‐evaluation of oxidised soya bean oil interacted with mono‐ and diglycerides of fatty acids (E 479b) as a food additive

Published on: Wed, 10 Oct 2018 00:00:00 +0200 The EFSA Panel on Food Additives and Flavourings (FAF) provides a scientific opinion re‐evaluating the safety of thermally oxidised soya bean oil interacted with mono‐ and diglycerides of fatty acids (TOSOM) (E 479b) when used as a food additive. The Scientific Committee on Food (SCF) and the Joint FAO/WHO Expert Committee on Food Additives (JECFA) derived an acceptable daily intake (ADI) of 25 and 30 mg/kg body weight (bw) per day, respectively. There was n...

Europe - EFSA - European Food Safety Authority Publications

11-9-2018

Novel foods: a risk profile for the house cricket (Acheta domesticus)

Novel foods: a risk profile for the house cricket (Acheta domesticus)

Published on: Tue, 28 Aug 2018 00:00:00 +0200 Novel foods could represent a sustainable alternative to traditional farming and conventional foodstuffs. Starting in 2018, Regulation (EU) 2283/2015 entered into force, laying down provisions for the approval of novel foods in Europe, including insects. This Approved Regulation establishes the requirements that enable Food Business Operators to bring new foods into the EU market, while ensuring high levels of food safety for European consumers. The present ...

Europe - EFSA - European Food Safety Authority Publications

11-9-2018

Modelling of inactivation through heating for quantitative microbiological risk assessment (QMRA)

Modelling of inactivation through heating for quantitative microbiological risk assessment (QMRA)

Published on: Mon, 27 Aug 2018 00:00:00 +0200 EFSA regards the household as a stage in the food chain that is important for the final number of food‐borne infections. The fate of a pathogen in the private kitchen largely depends on consumer hygiene during preparation of food and on its proper cooking, especially in the case of meat. Unfortunately, detailed information on the microbiological survival in meat products after heating in the consumer kitchen is lacking. The aim of the study was to improve th...

Europe - EFSA - European Food Safety Authority Publications

25-4-2018

Magnetic Resonance-guided Laser Interstitial Thermal Therapy (MRgLITT) Devices: Letter to Health Care Providers - Risk of Tissue Overheating Due to Inaccurate Magnetic Resonance Thermometry

Magnetic Resonance-guided Laser Interstitial Thermal Therapy (MRgLITT) Devices: Letter to Health Care Providers - Risk of Tissue Overheating Due to Inaccurate Magnetic Resonance Thermometry

FDA is currently evaluating data which suggests that potentially inaccurate MR thermometry information can be displayed during treatment. Posted 04/25/2018

FDA - U.S. Food and Drug Administration

Non ci sono notizie relative a questo prodotto.