AIROL

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • AIROL
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco allopatico

Documenti

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • AIROL
    Italia
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Area terapeutica:
  • Tretinoina
  • Dettagli prodotto:
  • 023244015 - "0, 05% CREMA" TUBO 20 G - autorizzato; 023244027 - "0, 05% SOLUZIONE CUTANEA" FLACONE 50 ML - autorizzato

Status

  • Fonte:
  • AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 023244
  • Ultimo aggiornamento:
  • 18-11-2016

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Foglio illustrativo: informazioni per l’utilizzatore

Airol 0,05% crema

Airol 0,05% soluzione cutanea

Tretinoina

Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché contiene importanti

informazioni per lei.

Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.

Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico o al farmacista.

Questo medicinale è stato prescritto soltanto per lei. Non lo dia ad altre persone, anche se i sintomi

della malattia sono uguali ai suoi, perché potrebbe essere pericoloso.

Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si

rivolga al medico, o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

Contenuto di questo foglio:

Che cos’è Airol e a cosa serve

Cosa deve sapere prima di usare Airol

Come usare Airol

Possibili effetti indesiderati

Come conservare Airol

Contenuto della confezione e altre informazioni

1.

Che cos’è Airol e a cosa serve

Airol contiene il principio attivo tretinoina, che appartiene al gruppo dei retinoidi ed è simile alla vitamina A.

Airol viene usato per il trattamento dell’acne volgare, soprattutto in presenza di punti neri (“comedoni”).

Airol impiega generalmente da quattro a otto settimane a dare i primi segni di miglioramento come una

riduzione del numero di punti neri.

2.

Cosa deve sapere prima di usare Airol

Non usi Airol

se è allergico alla tretinoina o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al

paragrafo 6),

se ha un’infiammazione acuta della pelle (“dermatite acuta”), inclusa un’eruzione cutanea simile

all’eczema intorno alla bocca (“dermatite periorale”),

se sta pianificando una gravidanza, durante la gravidanza e l’allattamento

Avvertenze e precauzioni

Si rivolga al medico o al farmacista prima di usare Airol.

All’inizio del trattamento, è consigliabile che lei faccia un test di sensibilità applicando ripetutamente Airol

su una piccola zona di pelle (area del test) per escludere la possibilità di intolleranza (per es. gonfiore o

eczema transitorio). In caso di arrossamento importante, gonfiore o prurito, si rivolga al medico.

Non lavi troppo frequentemente la zona interessata. Due volte al giorno sono sufficienti. Asciughi senza

sfregare.

Eviti il contatto con gli occhi, la bocca, le narici e le mucose (per esempio, le labbra). In caso di contatto,

lavi la parte interessata immediatamente e accuratamente con acqua.

Eviti il contatto con pelle lesionata.

Eviti il contemporaneo impiego di prodotti locali, specialmente quelli che producono desquamazione della

pelle, come:

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

medicinali per uso locale sulla pelle contenenti zolfo, resorcinolo, perossido di benzoile o acido

salicilico;

saponi medicati o saponi e prodotti per la pulizia della pelle che causano desquamazione, saponi e

cosmetici che disidratano molto la pelle;

prodotti ad alto contenuto di alcol, lozioni astringenti, profumi, acque di Colonia e lozioni pre o

dopo-barba.

Se prima del trattamento con Airol lei ha già applicato sulla pelle preparazioni che producono

desquamazione, deve aspettare fino alla guarigione delle lesioni cutanee.

Eviti l’esposizione alla luce solare, alla luce ultravioletta artificiale (per es. lampade solari, solarium) e

all’irradiazione con raggi X, poiché possono provocare ulteriore irritazione. Se la pelle è scottata dal sole,

aspetti fino alla scomparsa dei sintomi prima di iniziare il trattamento con Airol. Questo è particolarmente

importante se lei ha un lavoro che comporta l’esposizione agli effetti prolungati della luce solare oppure se

in famiglia avete una pelle particolarmente sensibile alla luce solare, che può sviluppare alterazioni danni

cutanei. Quando non può evitare l’esposizione alle radiazioni solari intense, deve utilizzare prodotti con

schermo solare ed indossare vestiti protettivi.

Riduca la frequenza di applicazione o interrompa il trattamento per qualche giorno in caso d’intensa

irritazione al sito di applicazione durante il trattamento (veda la sezione 3 “Come usare Airol” e la sezione

4 “Possibili effetti indesiderati”).

Altri medicinali e Airol

Informi il medico o il farmacista se sta usando, ha recentemente usato o potrebbe usare qualsiasi altro

medicinale.

Si sconsiglia il contemporaneo impiego sulla pelle dei retinoidi con altri medicinali per uso locale poichè

potrebbero comparire reazioni cutanee più grandi, senza nessun miglioramento del risultato terapeutico.

In particolare, una contemporanea terapia prolungata con corticosteroidi non è consigliabile, in quanto essa

può favorire la comparsa di punti neri.

Eviti medicinali per uso locale contenenti zolfo, resorcinolo, perossido di benzoile o acido salicilico,

poiché possono produrre desquamazione della pelle.

Non sono stati effettuati studi specifici per verificare se Airol interagisca con altri medicinali.

Gravidanza, allattamento e fertilità

Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, o se sta allattando con latte

materno non deve usare Airol.

Gravidanza

Airol non deve essere usato in donne incinte o che stanno pianificando una gravidanza, poiché, ci sono dati

limitati sugli effetti sul feto della somministrazione locale della tretinoina.

La tretinoina, assunta per bocca, causa malformazioni del bambino nell’utero.

Se è una donna in età fertile e non può escludere di essere incinta effettui un test di gravidanza attendibile al

massimo 2 settimane prima dell’inizio del trattamento. Può iniziare il trattamento solo se il risultato del test è

negativo.

Se è una donna in età fertile deve usare misure contraccettive efficaci durante il trattamento ed interrompere

l’applicazione del prodotto per almeno un ciclo mestruale prima di programmare una gravidanza.

Se scopre di essere incinta durante il trattamento, interrompa l’applicazione del medicinale e consulti

immediatamente il medico.

Allattamento

Airol non deve essere usato durante l’allattamento al seno poichè.

non si può escludere un rischio per il lattante.

Fertilità

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Non si hanno informazioni sui possibili effetti della tretinoina sulla fertilità della donna e dell’uomo.

Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

Airol non altera la capacità di guidare veicoli e usare macchinari.

Airol 0,05% crema contiene

- acido benzoico (E210), che è lievemente irritante per la cute, gli occhi e le mucose,

- butilidrossianisolo (E320), che può causare reazioni cutanee locali (ad es. dermatiti da

contatto) o irritazione degli occhi e delle mucose.

Airol 0,05% soluzione cutanea contiene

- glicole propilenico, che può causare irritazione cutanea.

3.

Come usare Airol

Usi questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi

consulti il medico o il farmacista.

Il medicinale va applicato sulla pelle.

La dose raccomandata varia da una a due applicazioni al giorno.

Prima dell’uso è necessario che esegua un test di sensibilità in una piccola zona di pelle per accertare la

possibilità di intolleranza ad Airol

Deve applicare uno strato sottile di crema spalmandola con le dita oppure uno strato molto sottile di

soluzione cutanea con un dischetto di cotone sulle zone colpite dall’acne prima di coricarsi, dopo aver

pulito ed asciugato con cura le aree di applicazione. Le mani devono essere accuratamente lavate dopo ogni

applicazione.

Inizi con una somministrazione giornaliera; se non osserva irritazione durante le prime fasi del trattamento,

può aumentare le applicazioni a 2 al giorno.

In caso d’intensa irritazione all’inizio del trattamento applichi la crema oppure la soluzione cutanea a giorni

alterni.

Durante le prime settimane di trattamento, oltre all’irritazione iniziale, possono formarsi papule (piccoli

rilievi della pelle) e pustole (aree rilevate piene di pus). Nel caso di manifestazioni irritative persistenti può

essere necessario interrompere temporaneamente il trattamento (vedere paragrafo 4 “Possibili effetti

indesiderati”).

La durata del trattamento deve essere da otto a dodici settimane al dosaggio indicato. Generalmente, già tra

la quarta e l’ottava settimana di trattamento è possibile osservare i primi sintomi di miglioramento, come

una diminuzione del numero di punti neri (comedoni).

L’interruzione del trattamento deve essere graduale.

Non superi le dosi consigliate.

Se usa più Airol di quanto deve

Un impiego eccessivo del preparato provoca solo una spiacevole reazione cutanea senza che si abbia un

migliore risultato terapeutico.

I segni ed i sintomi di un possibile sovradosaggio sono infiammazione acuta della pelle (dermatite) con

gonfiore (edema) e comparsa di alterazioni del colore (ipocromie) e della consistenza (erosioni) della pelle.

E’ improbabile che un utilizzo eccessivo del preparato provochi effetti sistemici, a causa dello scarso

assorbimento della tretinoina attraverso la pelle.

In caso di sovradosaggio dovuto ad aumentata frequenza di applicazione o applicazione eccessiva, Airol deve

essere utilizzato riducendo la frequenza o interrotto per qualche giorno.

Contatti il medico nel caso di impiego eccessivo del preparato.

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Se dimentica di usare Airol

Non usi una dose doppia per compensare la dimenticanza di un’applicazione.

Se interrompe il trattamento con Airol

Non interrompa improvvisamente il trattamento con Airol; l’interruzione del trattamento deve essere

graduale. Se interrompe il trattamento informi il medico della sua decisione.

Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

4.

Possibili effetti indesiderati

Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li

manifestino.

Con l’utilizzo di Airol si possono manifestare i seguenti effetti indesiderati:

Effetti indesiderati molto comuni (possono interessare più di 1 persona su 10)

Rossore (eritema), secchezza, desquamazione e/o bruciore al sito di applicazione. Questi effetti

indesiderati compaiono frequentemente durante le prime settimane di trattamento, variano di

intensità e sono generalmente transitori. In questi casi informi il medico che può ridurre la frequenza

o il dosaggio delle applicazioni (vedere sezione 3“Come usare Airol”).

Aggravamento transitorio dell’acne. Durante le prime settimane di trattamento, oltre all’irritazione

iniziale, punti neri e papule (piccoli rilievi della pelle) possono evolvere a pustole (aree rilevate

piene di pus) prima di guarire.

Sia l’irritazione della pelle che l’infiammarsi delle pustole possono far parte del processo di

guarigione.

caso

manifestazioni

irritative

persistenti

può

essere

necessario

interrompere

temporaneamente il trattamento oppure ridurre la frequenza di applicazione.

Effetti indesiderati con frequenza non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati

disponibili)

Perdita di colore della pelle, reazioni allergiche.

Il rispetto delle istruzioni contenute in questo foglio riduce il rischio di effetti indesiderati.

Segnalazione degli effetti indesiderati

Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al

medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema

nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili. Segnalando gli effetti

indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

5.

Come conservare Airol

Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla confezione dopo la dicitura SCAD.

La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare

i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

Crema:

Non conservare a temperatura superiore ai 30° C.

Non utilizzare la crema dopo 2 mesi dalla prima apertura.

Soluzione cutanea:

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Non è richiesta nessuna particolare condizione di conservazione.

6.

Contenuto della confezione e altre informazioni

Cosa contiene Airol

Airol 0,05 % crema

- Il principio attivo è la tretinoina. Un grammo di crema contiene 0,5 mg di tretinoina.

- Gli altri componenti della crema sono: glicerolo stearato/Ceteareth 20, sorbitolo soluzione 70%, cera di

esteri cetilici, peridrosqualene, butilidrossianisolo (E320), disodio edetato, magnesio solfato eptaidrato,

acido benzoico (E210), acqua depurata.

Airol 0,05 % soluzione cutanea

- Il principio attivo è la tretinoina. Un millilitro di soluzione cutanea contiene 0,5 mg di tretinoina.

- Gli altri componenti della soluzione cutanea sono: d,l-

-tocoferolo, alcool, glicole propilenico.

Descrizione dell’aspetto di Airol e contenuto della confezione

Airol è disponibile nelle seguenti forme farmaceutiche:

Crema: tubo in alluminio da 20 g di crema allo 0,05%.

Crema di colore giallo chiaro, opaca, soffice e omogenea.

Soluzione cutanea: flacone di vetro giallo da 50 ml di soluzione cutanea allo 0,05%.

Liquido di colore da verde chiaro a giallo con un odore alcolico.

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio e produttore

PIERRE FABRE ITALIA S.p.A. - Via Winckelmann,1 - 20146 Milano.

Produttore

Crema:

Pierre Fabre Médicament Production – Rue du Lycée, Z.I. de Cuiry – GIEN - FRANCIA

Soluzione cutanea:

Pierre Fabre Médicament Production – Rue du Lycée, Z.I. de Cuiry – GIEN - FRANCIA

Pierre Fabre Médicament Production – Site de Cahors, Le Payrat – 46000 CAHORS – FRANCIA

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato a: MM/AAAA

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).