ACIDRINE

Informazioni principali

  • Nome commerciale:
  • ACIDRINE
  • Utilizzare per:
  • Esseri umani
  • Tipo di medicina:
  • Farmaco allopatico

Documenti

Localizzazione

  • Disponibile in:
  • ACIDRINE
    Italia
  • Lingua:
  • italiano

Informazioni terapeutiche

  • Area terapeutica:
  • Antiacidi, altre associazioni
  • Dettagli prodotto:
  • 023447016 - "COMPRESSE" 40 COMPRESSE - autorizzato

Status

  • Fonte:
  • AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco
  • Numero dell'autorizzazione:
  • 023447
  • Ultimo aggiornamento:
  • 23-06-2017

Foglio illustrativo: composizione, posologia, indicazioni, interazioni, gravidanza, allattamento, effetti indesiderati, controindicazioni

Foglio illustrativo

ACIDRINE compresse

Categoria farmacoterapeutica

Antiacido.

Indicazioni terapeutiche

Ulcera gastrica e duodenale; terapia delle gastriti e duodeniti; profilassi delle loro

manifestazioni stagionali; disturbi gastrici da farmaci.

Controindicazioni

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Ipofosfatemia,

porfiria acuta.

Precauzioni per l’uso

I composti di alluminio possono causare stitichezza. I composti di alluminio devono

essere usati con cautela nei pazienti con insufficienza renale cronica.

Interazioni

Come altri medicinali a base di sali di alluminio, Acidrine può ridurre l’assorbimento di

altri farmaci, tra cui ad esempio antibiotici, antipertensivi e antiepilettici. Si consiglia

l’assunzione di Acidrine con un intervallo di almeno 2-3 ore.

Informare il medico o il farmacista se si sta assumendo o recentemente si è assunto

qualsiasi altro medicinale, anche quelli senza prescrizione medica.

Avvertenze speciali

Al pari di altri antiacidi, Acidrine non deve essere somministrato contemporaneamente ad

altri farmaci perché può alterarne l’assorbimento. Il rischio di interazioni con altri farmaci

può essere minimizzato con la somministrazione distanziata di almeno 2-3 ore dall’altro

medicinale (vedere Interazioni).

Gravidanza e allattamento:

L’uso del prodotto è da evitare nel primo trimestre di gravidanza e durante l’allattamento.

Chiedere consiglio al medico o al farmacista prima di prendere qualsiasi medicinale.

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Non sono noti effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari.

Questo medicinale contiene lattosio, glucosio e saccarosio: in caso di accertata

intolleranza agli zuccheri contattare il medico curante prima di assumere il medicinale.

Questo medicinale contiene E110, che può causare reazioni allergiche.

Dose, modo e tempo di somministrazione

Adulti: la posologia abituale è di 3 - 6 compresse al giorno, da masticare o succhiare,

prima dei pasti o al momento dell'insorgere del dolore epigastrico.

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Anziani: non è richiesto un dosaggio iniziale più basso.

Bambini: non vi sono dati sufficienti per raccomandare l’uso nei bambini di età inferiore

ai 12 anni.

Pazienti con insufficienza renale: utilizzare dosi ridotte.

Sovradosaggio

Non sono noti casi di sovradosaggio.

In caso di assunzione accidentale di una dose eccessiva del medicinale avvertire

immediatamente il medico o rivolgersi al più vicino ospedale.

Effetti indesiderati

Come tutti i medicinali, anche questo può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le

persone li manifestino.

Nausea ed eruttazioni sono stati occasionalmente segnalati. Durante un trattamento a

lungo termine o in caso di dosi elevate, i sali di alluminio possono determinare stipsi e

perdita di fosforo. Rare manifestazioni allergiche di vario tipo.

Se uno qualsiasi degli effetti indesiderati si aggrava, o se nota la comparsa di un qualsiasi

effetto indesiderato non elencato in questo foglio illustrativo, informi il medico o il

farmacista.

Scadenza e conservazione

Non usare il medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sul blister e sull’astuccio.

La data di scadenza si riferisce al prodotto in confezionamento integro correttamente

conservato.

Tenere il medicinale fuori dalla portata e dalla vista dei bambini.

I medicinali non devono essere gettati nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda

al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a

proteggere l’ambiente.

Composizione

Ogni compressa contiene:

Principi attivi: mirtecaina laurilsolfato mg 2,5 (pari a mg 1,25 di mirtecaina base) +

aminoacetato basico di alluminio mg 250 + solfato di galattano mg 200.

Eccipienti: saccarosio, lattosio, calcio carbonato, talco, acido silicico, magnesio stearato,

giallo arancio S (E 110), saccarinato di sodio, menta essenza, essenza di badiana,

glicirrizato di ammonio, glucosio.

Forma farmaceutica e contenuto

Compresse

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).

Astuccio contenente 40 compresse , in blister.

Titolare dell’Autorizzazione all’immissione in commercio

TEOFARMA S.r.l.

Via F.lli Cervi, 8

27010 Valle Salimbene (PV)

Produttore

Alfa Wassermann S.p.A.

Via E. Fermi, 1

Alanno (PE)

Controllore finale

TEOFARMA S.r.l.

Viale Certosa, 8/A

27100 Pavia

Revisione del foglio illustrativo da parte dell’Agenzia Italiana del Farmaco

Determinazione del 13 marzo 2007

Documento reso disponibile da AIFA il 10/06/2016

Esula dalla competenza dell’AIFA ogni eventuale disputa concernente i diritti di proprietà industriale e la tutela brevettuale dei dati relativi all’AIC dei

medicinali e, pertanto, l’Agenzia non può essere ritenuta responsabile in alcun modo di eventuali violazioni da parte del titolare dell'autorizzazione

all'immissione in commercio (o titolare AIC).