CANTUS

Italia - italiano - Ministero della Salute

Principio attivo:
BOSCALID (PRECEDENTEMENTE NICOBIFEN);
Commercializzato da:
BASF ITALIA S.P.A.
INN (Nome Internazionale):
BOSCALID (FORMERLY NICOBIFEN);
Dosaggio:
50.0 g I valori indicati sono per 100 g di prodotto.
Forma farmaceutica:
GRANULARE IDRODISPERSIBILE
Area terapeutica:
FUNGICIDA
Stato dell'autorizzazione:
Autorizzato provvisoriamente
Numero dell'autorizzazione:
012862
Data dell'autorizzazione:
2006-07-11

CANTUS

®

Fungicida

Granuli idrodispersibili

CANTUS

®

COMPOSIZIONE:

100 g di prodotto contengono:

BOSCALID puro

Coformulanti

q. b. a .. g

INDICAZIONI DI PERICOLO

Tossico

organismi

acquatici

effetti di lunga durata.

Per evitare rischi per la salute umana e

per l'ambiente, seguire le istruzioni per

l'uso.

CONSIGLI DI PRUDENZA

Raccogliere il materiale fuoriuscito. Smaltire il prodotto/recipiente in

punti di raccolta per rifiuti pericolosi o speciali.

BASF Italia S.p.A. - Via Marconato 8

20811 Cesano Maderno (MB) Tel. 0362/512.1

Officina di produzione:

BASF SE, 67056 Ludwigshafen, Germania

BASF S.A. 12500-000 Guaratinguetà SP (Brasile)

IPT Pergande GmbH - - 06369 Weissandt-Goelzau - Germania

PRODOTTO FITOSANITARIO

Reg. del Min. della Salute n. 12862 del 12/07/2006

Contenuto netto: 0,1 –0,2 - 1 – 1,2 – 5 kg

Partita n.

Marchio registrato

PRESCRIZIONI SUPPLEMENTARI - Non contaminare l'acqua con il

prodotto o il suo contenitore. Non pulire il materiale d'applicazione in

prossimità

delle

acque

superficie.

Evitare

contaminazione

attraverso i sistemi di scolo delle acque dalle aziende agricole e

dalle strade.

INFORMAZIONI MEDICHE

In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi

di pronto soccorso.

Consultare un Centro Antiveleni

Avvertenza: in caso di miscela con altri formulati deve essere

rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere

osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici.

Qualora si verificassero casi di intossicazione informare il medico

della miscelazione compiuta.

rientrare

nell’area

trattata

finché

vegetazione

completamente asciutta.

MODO D’AZIONE

Boscalid è una sostanza attiva fungicida di contatto, con proprietà

translaminari, molto attivo nei confronti di numerosi funghi patogeni

tabella).

Boscalid

inibisce

germinazione

delle

spore,

l’allungamento del tubulo germinativo, la crescita del micelio e la

sporulazione.

MODALITÀ E DOSI D’IMPIEGO

prodotto

applicabile

pieno

campo

vite,

drupacee

pomacee.

raccomanda

scrupoloso

rispetto

dosi,

intervallo

trattamenti e numero massimo di trattamenti all’anno.

Impiegare

volumi

d’acqua

consentano

completa

omogenea bagnatura, evitando lo sgocciolamento della vegetazione.

Nel caso di trattamenti con volumi d’acqua inferiori a 1.000 L/ha su

vite e pesco, e a 1.500 L/ha su pero e melo, fare riferimento alle dosi

ad ettaro, indicate in tabella.

CANTUS

deve

essere

applicato

preventivamente

periodi

rischio per le malattie delle colture autorizzate.

Si consiglia di usare CANTUS nei periodi critici per le malattie

elencate in tabella. Si ricorda che per la vite i momenti chiave per il

controllo della botrite sono: la fine della fioritura; la pre-chiusura dei

grappoli; l’invaiatura; la pre-vendemmia.

Si deve anche tenere presente che la forte umidità (per pioggia o

nebbia) e le ferite, soprattutto degli acini, provocate da grandine,

insetti (tignola e tignoletta) o funghi (oidio), favoriscono lo sviluppo

della botrite della vite.

Con alte pressioni delle malattie, con forti precipitazioni o con rapida

crescita della vegetazione si raccomandano le dosi più alte e gli

intervalli più brevi.

evitare

l’insorgenza

resistenza,

superare

numero

massimo di interventi indicati in tabella per le singole colture ed

avversità. E’ consigliabile alternare CANTUS con fungicidi aventi

diverso meccanismo d’azione.

FITOTOSSICITÀ

In tutte le prove condotte, CANTUS non ha mai causato sintomi di

fitotossicità sulle diverse varietà di colture saggiate. Tuttavia, su varietà

nuove, è sempre raccomandabile fare saggi preliminari su poche piante,

prima di procedere al trattamento su tutta la coltura.

COMPATIBILITÀ

CANTUS è risultato compatibile con i più diffusi prodotti insetticidi,

regolatori di crescita e fungicidi, ad ampio spettro (rame, zolfo,

ditiocarbammati)

base

pyraclostrobin,

commercio

momento della sua registrazione.

Sospendere i trattamenti 28 giorni prima della raccolta su vite; 7

giorni su pero e melo; 3 giorni su pesco, nettarina, albicocco,

susino, ciliegio.

Dopo il trattamento in post-raccolta dei frutti di KIWI lasciar

trascorrere almeno 60 giorni prima della commercializzazione.

ATTENZIONE: Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle

condizioni riportate in questa etichetta. Chi impiega il prodotto

è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio

del prodotto. Il rispetto di tutte le indicazioni contenute nella

presente

etichetta

è

condizione

essenziale

per

assicurare

l’efficacia del trattamento e per evitare danni alle piante alle

persone e agli animali. Non applicare con mezzi aerei. Per

evitare rischi per l’uomo e per l’ambiente seguire le istruzioni

per l’uso. Operare in assenza di vento. Da non vendersi sfuso.

Smaltire le confezioni secondo le norme vigenti. Il contenitore

completamente

svuotato

non

deve

essere

disperso

nell'ambiente. Il contenitore non può essere riutilizzato.

Etichetta autorizzata con Decreto Dirigenziale del 04/07/2012

Coltura

Malattia

Dose

g/hL

Dose

kg/ha

Intervallo

tra i

trattamenti

(giorni)

Numero

massimo di

trattamenti

all’anno

Vite

Botrite

(Botritis

cinerea)

e oidio

(

Uncinula

necator)

100-120

1,0-1,2

Pesco,

nettarina,

albicocco,

susino e

ciliegio

Moniliosi

(Monilia laxa,

Monilia

fructigena)

7-14

Pero

Maculatura

bruna

(Stemphylium

vesicarium)

7-14

Melo

Alternariosi

(Alternaria

alternata)

0,375

7-14

Kiwi in

post-

raccolta

Botrite

(Botrytis cinerea)

CANTUS

®

Fungicida

Granuli idrodispersibili

CANTUS

®

COMPOSIZIONE:

100 g di prodotto contengono:

BOSCALID puro

Coformulanti

q. b. a .. g

INDICAZIONI DI PERICOLO

Tossico

organismi

acquatici

effetti di lunga durata.

Per evitare rischi per la salute umana e

per l'ambiente, seguire le istruzioni per

l'uso.

CONSIGLI DI PRUDENZA

Raccogliere il materiale fuoriuscito. Smaltire il prodotto/recipiente in

punti di raccolta per rifiuti pericolosi o speciali.

BASF Italia S.p.A. - Via Marconato 8

20811 Cesano Maderno (MB) Tel. 0362/512.1

Officina di produzione:

BASF SE, 67056 Ludwigshafen, Germania

BASF S.A. 12500-000 Guaratinguetà SP (Brasile)

IPT Pergande GmbH - - 06369 Weissandt-Goelzau - Germania

PRODOTTO FITOSANITARIO

Reg. del Min. della Salute n. 12862 del 12/07/2006

Contenuto netto: 0,1 –0,2 - 1 – 1,2 – 5 kg

Partita n.

Marchio registrato

PRESCRIZIONI SUPPLEMENTARI - Non contaminare l'acqua con il

prodotto o il suo contenitore. Non pulire il materiale d'applicazione in

prossimità

delle

acque

superficie.

Evitare

contaminazione

attraverso i sistemi di scolo delle acque dalle aziende agricole e

dalle strade.

INFORMAZIONI MEDICHE

In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi

di pronto soccorso.

Consultare un Centro Antiveleni

Avvertenza: in caso di miscela con altri formulati deve essere

rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere

osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici.

Qualora si verificassero casi di intossicazione informare il medico

della miscelazione compiuta.

rientrare

nell’area

trattata

finché

vegetazione

completamente asciutta.

MODO D’AZIONE

Boscalid è una sostanza attiva fungicida di contatto, con proprietà

translaminari, molto attivo nei confronti di numerosi funghi patogeni

tabella).

Boscalid

inibisce

germinazione

delle

spore,

l’allungamento del tubulo germinativo, la crescita del micelio e la

sporulazione.

MODALITÀ E DOSI D’IMPIEGO

prodotto

applicabile

pieno

campo

vite,

drupacee

pomacee.

raccomanda

scrupoloso

rispetto

dosi,

intervallo

trattamenti e numero massimo di trattamenti all’anno.

Impiegare

volumi

d’acqua

consentano

completa

omogenea bagnatura, evitando lo sgocciolamento della vegetazione.

Nel caso di trattamenti con volumi d’acqua inferiori a 1.000 L/ha su

vite e pesco, e a 1.500 L/ha su pero e melo, fare riferimento alle dosi

ad ettaro, indicate in tabella.

CANTUS

deve

essere

applicato

preventivamente

periodi

rischio per le malattie delle colture autorizzate.

Si consiglia di usare CANTUS nei periodi critici per le malattie

elencate in tabella. Si ricorda che per la vite i momenti chiave per il

controllo della botrite sono: la fine della fioritura; la pre-chiusura dei

grappoli; l’invaiatura; la pre-vendemmia.

Si deve anche tenere presente che la forte umidità (per pioggia o

nebbia) e le ferite, soprattutto degli acini, provocate da grandine,

insetti (tignola e tignoletta) o funghi (oidio), favoriscono lo sviluppo

della botrite della vite.

Con alte pressioni delle malattie, con forti precipitazioni o con rapida

crescita della vegetazione si raccomandano le dosi più alte e gli

intervalli più brevi.

evitare

l’insorgenza

resistenza,

superare

numero

massimo di interventi indicati in tabella per le singole colture ed

avversità. E’ consigliabile alternare CANTUS con fungicidi aventi

diverso meccanismo d’azione.

FITOTOSSICITÀ

In tutte le prove condotte, CANTUS non ha mai causato sintomi di

fitotossicità sulle diverse varietà di colture saggiate. Tuttavia, su varietà

nuove, è sempre raccomandabile fare saggi preliminari su poche piante,

prima di procedere al trattamento su tutta la coltura.

COMPATIBILITÀ

CANTUS è risultato compatibile con i più diffusi prodotti insetticidi,

regolatori di crescita e fungicidi, ad ampio spettro (rame, zolfo,

ditiocarbammati)

base

pyraclostrobin,

commercio

momento della sua registrazione.

Sospendere i trattamenti 28 giorni prima della raccolta su vite; 7

giorni su pero e melo; 3 giorni su pesco, nettarina, albicocco,

susino, ciliegio.

Dopo il trattamento in post-raccolta dei frutti di KIWI lasciar

trascorrere almeno 60 giorni prima della commercializzazione.

ATTENZIONE: Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle

condizioni riportate in questa etichetta. Chi impiega il prodotto

è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio

del prodotto. Il rispetto di tutte le indicazioni contenute nella

presente

etichetta

è

condizione

essenziale

per

assicurare

l’efficacia del trattamento e per evitare danni alle piante alle

persone e agli animali. Non applicare con mezzi aerei. Per

evitare rischi per l’uomo e per l’ambiente seguire le istruzioni

per l’uso. Operare in assenza di vento. Da non vendersi sfuso.

Smaltire le confezioni secondo le norme vigenti. Il contenitore

completamente

svuotato

non

deve

essere

disperso

nell'ambiente. Il contenitore non può essere riutilizzato.

Etichetta autorizzata con Decreto Dirigenziale del 04/07/2012

Coltura

Malattia

Dose

g/hL

Dose

kg/ha

Intervallo

tra i

trattamenti

(giorni)

Numero

massimo di

trattamenti

all’anno

Vite

Botrite

(Botritis

cinerea)

e oidio

(

Uncinula

necator)

100-120

1,0-1,2

Pesco,

nettarina,

albicocco,

susino e

ciliegio

Moniliosi

(Monilia laxa,

Monilia

fructigena)

7-14

Pero

Maculatura

bruna

(Stemphylium

vesicarium)

7-14

Melo

Alternariosi

(Alternaria

alternata)

0,375

7-14

Kiwi in

post-

raccolta

Botrite

(Botrytis cinerea)

Prodotti simili

Cerca alert relativi a questo prodotto

Condividi questa pagina