Dengvaxia

Evrópusambandið - ítalska - EMA (European Medicines Agency)

Kauptu það núna

Upplýsingar fylgiseðill PIL
Vara einkenni SPC
Opinber matsskýrsla PAR
Virkt innihaldsefni:
chimerico febbre gialla dengue virus sierotipo 1 (vivo, attenuato) / chimerico febbre gialla dengue virus sierotipo 2 (vivo, attenuato) / chimerico febbre gialla dengue virus sierotipo 3 (vivo, attenuato) / chimerico febbre gialla dengue virus sierotipo 4 (vivo, attenuato)
Fáanlegur frá:
Sanofi Pasteur
ATC númer:
J07BX
INN (Alþjóðlegt nafn):
dengue tetravalent vaccine (live, attenuated)
Meðferðarhópur:
Vaccini,
Lækningarsvæði:
Dengue
Ábendingar:
Dengvaxia è indicato per la prevenzione della dengue, una malattia causata dal virus dengue sierotipi 1, 2, 3 e 4 persone 9 ai 45 anni di età, previa l'infezione del virus dengue e che vivono in aree endemiche. L'uso di Dengvaxia dovrebbe essere in conformità con le raccomandazioni ufficiali.
Vörulýsing:
Revision: 2
Leyfisstaða:
autorizzato
Leyfisnúmer:
EMEA/H/C/004171
Leyfisdagur:
2018-12-12
EMEA númer:
EMEA/H/C/004171

Skjöl

Opinber matsskýrsla Opinber matsskýrsla - búlgarska
Opinber matsskýrsla Opinber matsskýrsla - tékkneska
Opinber matsskýrsla Opinber matsskýrsla - eistneska
Opinber matsskýrsla Opinber matsskýrsla - lettneska
Opinber matsskýrsla Opinber matsskýrsla - litháíska
Opinber matsskýrsla Opinber matsskýrsla - ungverska
Opinber matsskýrsla Opinber matsskýrsla - maltneska
Opinber matsskýrsla Opinber matsskýrsla - hollenska
Opinber matsskýrsla Opinber matsskýrsla - portúgalska
Opinber matsskýrsla Opinber matsskýrsla - rúmenska
Opinber matsskýrsla Opinber matsskýrsla - slóvakíska
Opinber matsskýrsla Opinber matsskýrsla - slóvenska
Samantekt á eiginleikum vöru Samantekt á eiginleikum vöru - norskt bókmál
Opinber matsskýrsla Opinber matsskýrsla - króatíska

B. FOGLIO ILLUSTRATIVO

Foglio illustrativo: informazioni per l’utilizzatore

Dengvaxia, polvere e solvente per sospensione iniettabile in siringa pre-riempita

vaccino tetravalente per la dengue (vivo, attenuato)

Medicinale sottoposto a monitoraggio addizionale. Ciò permetterà la rapida identificazione di

nuove informazioni sulla sicurezza. Lei può contribuire segnalando qualsiasi effetto indesiderato

riscontrato durante l’assunzione di questo medicinale. Vedere la fine del paragrafo 4 per le

informazioni su come segnalare gli effetti indesiderati.

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene

importanti informazioni per lei.

Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.

Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico, al farmacista o all’infermiere.

Questo vaccino è stato prescritto soltanto per lei o per suo figlio. Non lo dia ad altre persone.

Se lei o suo figlio manifestate un qualsiasi effetto indesiderato, si rivolga al medico, al

farmacista o all’infermiere. Vedere paragrafo 4.

Contenuto di questo foglio

Cos’è Dengvaxia e a cosa serve

Cosa deve sapere prima usare Dengvaxia

Come usare Dengvaxia

Possibili effetti indesiderati

Come conservare Dengvaxia

Contenuto della confezione e altre informazioni

1.

Cos’è Dengvaxia e a cosa serve

Dengvaxia è un vaccino. È impiegato per proteggere lei o suo figlio dalla “malattia di dengue” causata

dai sierotipi 1, 2, 3 e 4 del virus dengue. Contiene versioni di queste 4 varianti del virus che sono state

attenuate in maniera tale da non poter causare la malattia.

Dengvaxia è somministrato ad adulti, giovani e bambini (di età compresa tra 9 e 45 anni)

precedentemente infettati dal virus dengue e residenti in aree endemiche (vedere anche sezioni 2 e 3).

Le zone endemiche sono aree geografiche nelle quali la malattia è presente in maniera continuativa tra

le persone che ci vivono e dove si sono verificati focolai o epidemie.

Dengvaxia va usato conformemente alle raccomandazioni ufficiali.

Come funziona il vaccino

Dengvaxia stimola le naturali difese dell’organismo (sistema immunitario) affinché producano

anticorpi che aiuteranno a proteggerlo dai virus che causano la malattia di dengue se l’organismo vi

venisse esposto in futuro.

Cos’è la dengue e la malattia di dengue?

La dengue è un’infezione virale che si diffonde attraverso la puntura di una zanzara

Aedes

infetta.

Attraverso le punture di zanzara, il virus può diffondersi da una persona infetta ad altre persone per

circa 4–5 giorni (massimo 12 giorni) dopo la comparsa dei primi sintomi. La dengue non viene

trasmessa direttamente da persona a persona.

Tra i sintomi della malattia di dengue ritroviamo febbre, mal di testa, dolore dietro agli occhi, dolore

muscolare e articolare, nausea, vomito, ghiandole gonfie o eruzione cutanea. I sintomi di solito si

protraggono per 2–7 giorni. Si può anche avere la dengue senza manifestare alcun sintomo (in questo

caso si parla di malattia “asintomatica”).

Occasionalmente, la dengue può essere abbastanza grave da costringerla a recarsi in ospedale e, in rare

occasioni, può causare il decesso. La dengue grave può causare febbre alta e qualsiasi dei seguenti

sintomi: grave dolore addominale (alla pancia), nausea persistente (vomito), respiro accelerato, grave

sanguinamento, sanguinamento nello stomaco, sanguinamento delle gengive, affaticamento,

irrequietezza, coma, crisi convulsive e insufficienza organica.

2.

Cosa deve sapere prima usare Dengvaxia

Per assicurarsi che Dengvaxia sia adatto a lei o a suo figlio, è importante che comunichi al medico, al

farmacista o all’infermiere se uno qualunque dei punti che seguono sono validi per lei o suo figlio. Se

non dovesse capire qualcosa, non esiti a chiedere spiegazioni al medico, al farmacista o all’infermiere.

Non utilizzi Dengvaxia se lei o suo figlio

siete allergici ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli altri componenti di Dengvaxia (elencati

al paragrafo 6).

avete avuto una reazione allergica dopo la somministrazione di Dengvaxia in passato. Tra i

segni di una reazione allergica vi sono eruzione cutanea pruriginosa, mancanza di respiro e

gonfiore di viso e lingua.

avete un sistema immunitario (le difese naturali del corpo) debole. Ciò può essere dovuto a un

difetto genetico oppure a infezione da HIV.

state assumendo un farmaco che influisce sul sistema immunitario (come corticosteroidi ad alto

dosaggio o chemioterapia). Il medico non utilizzerà Dengvaxia fino a quando non saranno

trascorse 4 settimane dall’interruzione del trattamento.

siete in stato di gravidanza o allattamento.

Avvertenze e precauzioni

Se lei o suo figlio non siete mai stati infettati dal virus dengue prima della vaccinazione, potreste

correre un maggior rischio di contrarre una forma più grave della malattia di dengue che potrebbe

portare al ricovero se, in seguito, veniste punti da una zanzara infettata dalla dengue.

Prima di somministrare Dengvaxia il medico, il farmacista o l’infermiere devono verificare se lei o suo

figlio lei o suo figlio siate mai stati infettati dal virus dengue e le diranno se è necessario eseguire un

test sierologico.

Si rivolga al medico, al farmacista o all’infermiere prima di usare Dengvaxia se lei o suo figlio:

avete una febbre da lieve ad alta o malattia acuta. Non riceverete Dengvaxia fino a quando lei o

suo figlio non vi sarete ripresi.

avete già avuto problemi di salute correlati alla somministrazione di un vaccino. Il medico

valuterà attentamente i rischi e i benefici della vaccinazione.

siete mai svenuti a seguito di un’iniezione. Il mancamento, e a volte la caduta, può verificarsi

(di solito nei ragazzi) a seguito o addirittura prima di qualsiasi iniezione con un ago.

ha qualsiasi reazione allergica al lattice. Il capuccio della siringa preriempita contiene un

derivato di lattice di gomma naturale.

Viaggiatori

Il vaccino non è raccomandato se lei vive in un’area in cui le infezioni da dengue non si verificano

regolarmente e se ha in programma di recarsi in un’area in cui, invece, si verificano regolarmente

infezioni da dengue.

Epidemie

Dengvaxia non deve essere utilizzato nel contesto di epidemie di dengue (improvvisa diffusione della

malattia) in regioni non endemiche.

Informazioni importanti sulla protezione fornita

Come qualsiasi vaccino, Dengvaxia potrebbe non riuscire a proteggere tutte le persone che sono state

vaccinate. Deve continuare a proteggersi dalle punture di zanzara anche dopo la vaccinazione.

Dopo la vaccinazione, deve rivolgersi a un medico se crede che lei o suo figlio abbiate contratto

un’infezione da dengue e manifestate uno qualsiasi dei seguenti sintomi: febbre alta, grave dolore

addominale, vomito persistente, respiro rapido, sanguinamento delle gengive, affaticamento,

irrequietezza e sangue nel vomito.

Precauzioni supplementari di protezione

Deve prendere precauzioni contro le punture di zanzara. Ciò comprende: utilizzare repellenti contro gli

insetti, indossare abiti protettivi e utilizzare zanzariere.

Bambini

I bambini al di sotto dei 9 anni non devono essere vaccinati.

Altri medicinali e Dengvaxia

Informi il medico o il farmacista se lei o suo figlio state assumendo, avete recentemente assunto o

potreste assumere qualsiasi altro vaccino o medicinale.

In particolare, informi il medico o il farmacista se state assumendo uno dei seguenti:

medicinali che influiscono sulle naturali difese dell’organismo (sistema immunitario) come

corticosteroidi ad alto dosaggio o chemioterapia. In questo caso, il medico non utilizzerà

Dengvaxia fino a quando non saranno trascorse 4 settimane dall’interruzione del trattamento.

Questo perché Dengvaxia potrebbe non funzionare come dovrebbe.

medicinali noti come “immunoglobuline” o prodotti ematici contenenti immunoglobuline, come

sangue o plasma. In questo caso, il medico non utilizzerà Dengvaxia fino a quando non saranno

trascorse 6 settimane, e preferibilmente 3 mesi, dall’interruzione del trattamento. Questo perché

Dengvaxia potrebbe non funzionare come dovrebbe.

Gravidanza e allattamento

Non prenda Dengvaxia se lei o sua figlia siete in gravidanza o state allattando con latte materno. Se lei

o sua figlia:

siete in età fertile, dovete utilizzare un metodo di contraccezione efficace per evitare una

gravidanza per almeno un mese dopo ogni dose di Dengvaxia.

pensate di essere in gravidanza o pianificate una gravidanza, chiedete consiglio al medico, al

farmacista o all’infermiere prima di usare Dengvaxia.

Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

Dengvaxia altera lievemente la capacità di guidare veicoli e usare macchinari.

Dengvaxia contiene fenilalanina, sodio e sorbitolo.

Dengvaxia contiene 41 microgrammi di fenilalanina in ogni dose da 0,5 ml.

La fenilalanina può essere dannosa per soggetti affetti da fenilchetonuria (PKU), una rara malattia

patologia genetica per la quale la fenilalanina accumulata nell’organismo non può essere rimossa,

Dengvaxia contiene meno di 1mmol di sodio (23 mg) per ogni dose da 0.5 ml, vale a dire

essenzialmente “senza-sodio”.

Dengvaxia contiene 9,38 milligrammi di sorbitolo in ogni dose da 0,5 ml.

3.

Come usare Dengvaxia

Dengvaxia è somministrato dal medico o dall’infermiere attraverso un’iniezione sotto la pelle

(iniezione sottocutanea) nel braccio. Non deve essere iniettato in un vaso sanguigno.

Lei o suo figlio riceverete 3 iniezioni da 0,5 ml: una ogni 6 mesi.

La prima iniezione sarà somministrata alla data prescelta o pianificata.

La seconda iniezione 6 mesi dopo la prima.

La terza iniezione 6 mesi dopo la seconda.

Dengvaxia va usato conformemente alle raccomandazioni ufficiali.

L’infezione pregressa da dengue deve essere appurata mediante anamnesi di dengue confermata da

esami di laboratorio o mediante test sierologico in conformità con le raccomandazioni ufficiali.

In fondo al foglietto informativo sono riportate le istruzioni rivolte agli operatori medici e

sanitari per la preparazione del vaccino.

Se lei o suo figlio saltate un’iniezione di Dengvaxia

Se lei o suo figlio saltate un’iniezione pianificata, il medico deciderà quando somministrarvela.

È importante che lei o suo figlio seguiate le istruzioni del medico, del farmacista o

dell’infermiere riguardo all’iniezione di follow-up.

Se dimentica o non è in grado di tornare all’orario pianificato, chieda consiglio al medico, al

farmacista o all’infermiere.

Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo prodotto, si rivolga al medico, al farmacista o all’infermiere.

4.

Possibili effetti indesiderati

Come tutti i medicinali, Dengvaxia può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li

manifestino.

Reazioni allergiche gravi (anafilattiche)

Se dopo aver lasciato il luogo in cui lei o suo figlio avete ricevuto l’iniezione si manifestasse uno

qualsiasi di questi sintomi,

contatti immediatamente un medico

difficoltà respiratorie

colorazione bluastra di lingua e labbra

eruzione cutanea

gonfiore del viso o della gola

pressione arteriosa bassa che causa capogiri o svenimento

improvvisa e grave sensazione di malessere o disagio con riduzione della pressione arteriosa che

causa capogiri e perdita di coscienza, battito cardiaco rapido correlato a difficoltà respiratorie.

Questi segni o sintomi (reazioni anafilattiche) di solito si sviluppano poco dopo aver ricevuto

l’iniezione e mentre lei o suo figlio è ancora in clinica o presso l’ambulatorio medico. Possono anche

verificarsi molto raramente dopo aver ricevuto qualsiasi vaccino (possono interessare fino a

1 persona su 10.000).

Altre reazioni gravi

Per alcune persone mai infettate prima dalla dengue, è possibile che ci sia un rischio maggiore di

prendere una forma più grave della malattia di dengue che richieda il ricovero se vengono punte da

una zanzara infetta dalla dengue. Questo aumento del rischio inizia di solito durante il terzo anno dopo

la prima iniezione.

Altri effetti indesiderati

I seguenti effetti indesiderati si sono manifestati nel corso di studi su bambini, ragazzi e adulti. La

maggior parte degli effetti indesiderati si è manifestata entro 3 giorni dopo l’iniezione di Dengvaxia.

Molto comune:

(possono interessare più di 1 persona su 10)

mal di testa

dolori muscolari (mialgia)

malessere generale

debolezza (astenia)

dolore in sede di iniezione

febbre.

Comune:

(possono interessare fino a 1 persona su 10)

reazioni in sede di iniezione: arrossamento (eritema), lividi (ematoma), gonfiore e prurito.

Non comune:

(possono interessare fino a 1 persona su 100)

infezioni di naso o gola (vie respiratorie superiori)

capogiri

mal di gola (dolore orofaringeo)

tosse

sensazione di malessere (nausea)

eruzione cutanea

dolore al collo

indurimento della pelle in sede di iniezione.

Molto raro:

(possono interessare fino a 1 persona su 10.000)

reazioni allergiche

Effetti indesiderati aggiuntivi negli adulti:

Non comune:

(possono interessare fino a 1 persona su 100)

dolore o gonfiore di naso o gola (rinofaringite)

ghiandole gonfie (linfoadenopatia)

bocca secca

eruzione cutanea su tutto il corpo (eruzione cutanea generalizzata)

dolore articolare (artralgia)

calore in sede di iniezione

brividi

stanchezza

Effetti indesiderati aggiuntivi nei bambini e negli adolescenti (di età compresa tra 9 e 17 anni,

inclusi):

Non comune:

(possono interessare fino a 1 persona su 100)

eruzione cutanea pruriginosa (orticaria).

Raro

: (possono interessare fino a 1 persona su 1.000)

naso che cola (rinorrea)

Segnalazione degli effetti indesiderati

Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si

rivolga al medico, al farmacista o all’infermiere. Può inoltre segnalare gli effetti indesiderati

direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione riportato nell’allegato V. Segnalando gli

effetti indesiderati può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo

medicinale.

5.

Come conservare Dengvaxia

Conservi Dengvaxia fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

Non usi Dengvaxia dopo la data di scadenza che è riportata sulla scatola dopo “Scad.”. La data di

scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

Conservare in frigorifero (2

C – 8

Non congelare.

Conservare il vaccino nel cartone esterno per proteggere il medicinale dalla luce.

Dopo la miscelazione (ricostituzione) con il solvente in dotazione, il prodotto deve essere utilizzato

immediatamente.

Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come

eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

6.

Contenuto della confezione e altre informazioni

Cosa contieneDengvaxia

Dopo la ricostituzione, una dose (0,5 ml) contiene 4,5–6,0 log10 CCID

* di ciascun sierotipo

del virus della febbre gialla dengue chimerico** (1, 2, 3 e 4)

(vivo, attenuato)

CCID

: dose infettante il 50% delle colture cellulari (50%

Cell Culture Infectious Dose

Prodotto in cellule Vero mediante tecnologia del DNA ricombinante. Prodotto contenente

organismi geneticamente modificati (OGM).

Gli altri componenti sono: amminoacidi essenziali tra cui fenilalanina, amminoacidi non

essenziali, arginina cloridrato, saccarosio, trealosio diidrato, sorbitolo (E420), trometamolo, urea,

cloruro di sodio, acqua per preparazioni iniettabili, acido idrocloridrico e sodio idrossido per

aggiustamento del pH.

Descrizione dell’aspetto di Dengvaxia e contenuto della confezione

Dengvaxia è una polvere e solvente per sospensione iniettabile. Dengvaxia è fornito sotto forma di

polvere in un flaconcino a dose singola e un solvente in siringa pre-riempita (0,5 ml) a dose singola

con 2 aghi separati o senza ago. La polvere e il solvente devono essere miscelati prima dell’uso.

Dengvaxia è disponibile in confezioni da 1 o 10. È possibile che non tutte le confezioni siano

commercializzate.

La polvere è una polvere liofilizzata omogenea bianca con possibile retrazione alla base (possibile

impaccamento ad anello).

Il solvente (soluzione di cloruro di sodio allo 0,4%) è una soluzione chiara e incolore.

Dopo la ricostituzione con il solvente fornito, Dengvaxia è un liquido trasparente e incolore con la

possibile presenza di particelle da bianco a traslucido.

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio:

Sanofi Pasteur

14 Espace Henry Vallée

69007 Lione

Francia

Produttore:

SANOFI PASTEUR

Parc Industriel d’Incarville

27100 Val-de-Reuil

Francia

Oppure

SANOFI PASTEUR NVL

31-33 Quai Armand Barbès

69250 Neuville-sur-Saône

Francia

Per ulteriori informazioni su questo medicinale, contatti il rappresentante locale del titolare

dell’autorizzazione all’immissione in commercio:

België/Belgique /Belgien

Sanofi Belgium

Tel: +32 2 710.54.00

Lietuva

Sanofi – Aventis Lietuva, UAB

Tel: +370 5 2755224

България

Sanofi Bulgaria EOOD

Teл.: +359 2 970 53 00

Luxembourg/Luxemburg

Sanofi Belgium

Tel: +32 2 710.54.00

Českárepublika

Sanofi Pasteur

divize. vakcín sanofi-aventis, s.r.o.

Tel: +420 233 086 111

Magyarország

sanofi-aventiszrt

Tel: +36 1 505 0055

Danmark

Sanofi A/S

Tel: +45 4516 7000

Malta

Sanofi S.p.A.

Tel: +39 02 39394983

Deutschland

Sanofi-Aventis Deutschland GmbH

Tel: 0800 54 54 010

Tel. ausdemAusland: +49 69 305 21 130

Nederland

sanofi-aventisNetherlands B.V.

Tel: +31 20 245 4000

Eesti

Sanofi-Aventis Estonia OÜ

Tel: +372 627 3488

Norge

Sanofi-aventis Norge AS

Tel: + 47 67 10 71 00

Ελλάδα

anofi-aventis AEBE

Τηλ.+30 210 900 16 00

Österreich

Sanofi-Aventis GmbH

Tel: +43 (1) 80185-0.

España

sanofi-aventis, S.A.

Tel: +34 93 485 94 00

Polska

Sanofi Pasteur Sp. z o.o.

Tel: +48 22 280 05 00

France

Sanofi Pasteur Europe

Tél: 0800 42 43 46

Appel depuis l’étranger :+33 1 57 63 67 97

Portugal

Sanofi – Produtos Farmacêuticos, Lda.

Tel: + 351 21 35 89 400

Hrvatska

sanofi-aventisCroatiad.o.o

Tel: +385 1 6003 400

România

Sanofi Romania SRL

Tel: +40(21) 317 31 36

Ireland

sanofi-aventis Ireland T/A SANOFI

Tel: + 353 (0) 1 4035 600

Slovenija

sanofi-aventisd.o.o.

Tel: +386 1 560 48 00

Ísland

Vistor

Tel : +354 535 7000

Slovenskárepublika

sanofi-aventisPharmaSlovakias.r.o.

divíziavakcín Sanofi Pasteur

Tel: +421 2 33 100 100

Italia

Sanofi S.p.A.

Tel: 800536389

Tel dall’estero: +39 02 39394983

Suomi/Finland

Sanofi Oy

Tel: +358 (0) 201 200 300

Κύπρος

sanofi-aventisCyprus Ltd.

Τηλ.: +357 – 22 871600

Sverige

Sanofi AB

Tel: +46 8-634 50 00

Latvija

Sanofi Aventis Latvia SIA Vakcīnunodaļa

Tel: +371 67332451

United Kingdom

Sanofi

Tel: +44 845 372 7101

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il [{MM/AAAA}].

Altre fonti d’informazione

Informazioni più dettagliate su questo medicinale sono disponibili sul sito web dell’Agenzia europea

dei medicinali:

http://www.ema.europa.eu.

Per maggiori informazioni sulla dengue e sul vaccino, effettuare la scansione del codice QR riportato

sulla confezione esterna con uno smartphone. Le stesse informazioni sono anche disponibili al

seguente URL: http://qr.sanofi.com/dengvaxia

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le informazioni seguenti sono destinate esclusivamente agli operatori sanitari:

Come per ogni altro vaccino iniettabile, un trattamento e un controllo medico adeguati devono

essere sempre prontamente disponibili nel caso di un evento di reazione anafilattica conseguente

alla somministrazione di Dengvaxia.

Dengvaxia non deve essere miscelato ad altri prodotti medicinali nella stessa siringa.

Dengvaxia non deve essere somministrato per iniezione endovascolare in nessun caso.

L’immunizzazione deve essere effettuata mediante iniezione sottocutanea (SC) preferibilmente

nella parte superiore del braccio, nella regione del deltoide.

Potrebbe manifestarsi una sincope (mancamento) dopo qualsiasi vaccinazione, o perfino prima

di essa, come risposta psicogena all’iniezione con un ago. Devono essere adottate le procedure

corrette per prevenire eventuali lesioni da caduta e per gestire le reazioni sincopali.

Ricostituzione e gestione della presentazione a dose singola

Dengvaxia deve essere ricostituito prima della somministrazione.

La ricostituzione di Dengvaxia avviene trasferendo tutto il solvente (soluzione di cloruro di sodio allo

0,4%) fornita nella siringa pre-riempita con etichetta blu nel flaconcino di polvere liofilizzata con

cappuccio giallo-verde a pressione.

Attaccare un ago sterile alla siringa pre-riempita per trasferire il solvente.

Trasferire l’intero contenuto della siringa pre-riempita nel flaconcino contenente la polvere.

Ruotare delicatamente fino a quando la polvere non si sarà sciolta completamente.

Ispezionare visivamente la sospensione prima della somministrazione. Dopo la ricostituzione,

Dengvaxia è un liquido trasparente e incolore con la possibile presenza di particelle da bianco a

traslucido (di natura endogena).

Dopo la completa dissoluzione, prelevare una dose da 0,5 ml di sospensione ricostituita con la stessa

siringa. Per l’iniezione, inserire un nuovo ago sterile nella siringa.

Evitare il contatto con agenti disinfettanti perché potrebbero inattivare i virus del vaccino.

Dopo la ricostituzione con il solvente in dotazione, Dengvaxia deve essere utilizzato immediatamente.

Il medicinale non utilizzato e i rifiuti derivati da tale medicinale devono essere smaltiti in conformità

alla normativa locale.

Foglio illustrativo: informazioni per l’utilizzatore

Dengvaxia, polvere e solvente per sospensione iniettabile in contenitori multidose

Vaccino tetravalente per la dengue (vivo, attenuato)

Medicinale sottoposto a monitoraggio addizionale. Ciò permetterà la rapida identificazione di

nuove informazioni sulla sicurezza. Lei può contribuire segnalando qualsiasi effetto indesiderato

riscontrato durante l’assunzione di questo medicinale. Vedere la fine del paragrafo 4 per le

informazioni su come segnalare gli effetti indesiderati.

Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene

importanti informazioni per lei.

Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.

Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico, al farmacista o all’infermiere.

Questo vaccino è stato prescritto soltanto per lei o per suo figlio. Non lo dia ad altre persone.

Se lei o suo figlio manifestate un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in

questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Vedere paragrafo 4.

Contenuto di questo foglio

Cos’è Dengvaxia e a cosa serve

Cosa deve sapere prima usare Dengvaxia

Come usare Dengvaxia

Possibili effetti indesiderati

Come conservare Dengvaxia

Contenuto della confezione e altre informazioni

1.

Cos’è Dengvaxia e a cosa serve

Dengvaxia è un vaccino. È impiegato per proteggere lei o suo figlio dalla “malattia di dengue” causata

dai sierotipi 1, 2, 3 e 4 del virus dengue. Contiene versioni di queste 4 varianti del virus che sono state

attenuate in maniera tale da non poter causare la malattia.

Dengvaxia

somministrato

adulti,

giovani

bambini

età

compresa

anni)

precedentemente infettati dal virus dengue e residenti in aree endemiche (vedere anche sezioni 2 e 3).

Le zone endemiche sono aree geografiche nelle quali la malattia è presente in maniera continuativa tra

le persone che ci vivono e dove si sono verificati focolai o epidemie.

Dengvaxia va usato conformemente alle raccomandazioni ufficiali.

Come funziona il vaccino

Dengvaxia stimola le naturali difese dell’organismo (sistema immunitario) affinché producano

anticorpi che aiuteranno a proteggerlo dai virus che causano la malattia di dengue se l’organismo vi

venisse esposto in futuro.

Cos’è la dengue e la malattia di dengue?

La dengue è un’infezione virale che si diffonde attraverso la puntura di una zanzara

Aedes

infetta.

Attraverso le punture di zanzara, il virus può diffondersi da una persona infetta ad altre persone per

circa 4–5 giorni (massimo 12 giorni) dopo la comparsa dei primi sintomi. La dengue non viene

trasmessa direttamente da persona a persona.

Tra i sintomi della malattia di dengue ritroviamo febbre, mal di testa, dolore dietro agli occhi, dolore

muscolare e articolare, nausea, vomito, ghiandole gonfie o eruzione cutanea. I sintomi di solito si

protraggono per 2–7 giorni. Si può anche avere la dengue senza manifestare alcun sintomo (in questo

caso si parla di malattia “asintomatica”).

ALLEGATO I

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

Medicinale sottoposto a monitoraggio addizionale. Ciò permetterà la rapida identificazione di

nuove informazioni sulla sicurezza. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione

avversa sospetta. Vedere paragrafo 4.8 per informazioni sulle modalità di segnalazione delle reazioni

avverse.

1.

DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE

Dengvaxia, polvere e solvente per sospensione iniettabile in siringa pre-riempita

vaccino tetravalente per la dengue (vivo, attenuato)

2.

COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA

Dopo la ricostituzione, una dose (0,5 ml) contiene:

Virus della febbre gialla dengue chimerico di sierotipo 1

(vivo, attenuato)

.............. ……4,5–6,0 log

CCID

/dose

Virus della febbre gialla dengue chimerico di sierotipo 2

(vivo, attenuato)

*……

.............. 4,5–6,0 log

CCID

/dose

Virus della febbre gialla dengue chimerico di sierotipo 3

(vivo, attenuato)

.............. ……4,5–6,0 log

CCID

/dose

Virus della febbre gialla dengue chimerico di sierotipo 4

(vivo, attenuato)

*……

.............. 4,5–6,0 log

CCID

/dose

Prodotto in cellule Vero mediante tecnologia del DNA ricombinante. Prodotto contenente

organismi geneticamente modificati (OGM).

CCID

: dose infettante il 50% delle colture cellulari.

Eccipienti con effetto non noto: (vedere Sezione 4.4)

fenilalanina………………41 microgrammi

Sorbitolo…………….…….9,38 milligrammi

Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

3.

FORMA FARMACEUTICA

Polvere e solvente per sospensione iniettabile

Prima della ricostituzione, il vaccino è una polvere liofilizzata omogenea bianca con possibile

retrazione alla base (possibile impaccamento ad anello).

Il solvente è una soluzione chiara e incolore.

4.

INFORMAZIONI CLINICHE

4.1

Indicazioni terapeutiche

Dengvaxia è indicato per la prevenzione della malattia dengue provocata dai sierotipi 1, 2, 3 e 4 del

virus dengue in soggetti di età compresa tra 9 e 45 anni precedentemente infettati dal virus dengue e

residenti in aree endemiche (vedere paragrafi 4.2, 4.4 e 5.1).

L’uso di Dengvaxia deve essere conforme alle raccomandazioni ufficiali.

4.2

Posologia e modo di somministrazione

Posologia

Bambini e adulti di età compresa fra 9 e 45 anni

Il programma di vaccinazione consiste in 3 iniezioni di una dose ricostituita (0,5 ml) da somministrare

a intervalli di 6 mesi.

Altra popolazione pediatrica

Dengvaxia non deve essere usato nei bambini di età inferiore a 9 anni (vedere paragrafo 4.8).

Nei vaccinati di età compresa fra 2 e 8 anni senza infezione da dengue pregressa, i dati di follow-up di

sicurezza a lungo termine hanno evidenziato un aumento del rischio di malattia da dengue con

necessità di ricovero ospedaliero, inclusa la dengue clinicamente grave. I dati disponibili non sono

sufficienti a confermare la sicurezza e l’efficacia nei soggetti già infettati da qualsiasi virus dengue e

di età inferiore a 9 anni.

Modo di somministrazione

L’infezione da dengue pregressa deve essere appurata mediante anamnesi di dengue confermata da

esami di laboratorio o mediante un test sierologico adeguatamente convalidato (vedere paragrafo 4.4).

L’immunizzazione deve essere effettuata mediante iniezione sottocutanea (SC) preferibilmente nella

parte superiore del braccio, nella regione del deltoide.

Non somministrare per iniezione endovascolare

Per le istruzioni sulla ricostituzione di Dengvaxia prima della somministrazione, vedere paragrafo 6.6.

4.3

Controindicazioni

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1, o

dopo precedente somministrazione di Dengvaxia o di un vaccino contenente gli stessi

componenti.

Soggetti con immunodeficienza cellulo-mediata congenita o acquisita, anche dovuta a terapie

immunosoppressive quali chemioterapia o alte dosi di corticosteroidi sistemici (ad es. 20 mg o

2 mg/kg di prednisone per 2 settimane o più) ricevute nelle 4 settimane precedenti la

vaccinazione.

Soggetti con infezione da HIV sintomatica o infezione da HIV asintomatica, quando è

accompagnata da evidenze di compromissione della funzione immunitaria.

Donne in gravidanza (vedere paragrafo 4.6).

Donne in allattamento (vedere paragrafo 4.6).

4.4

Avvertenze speciali e precauzioni d’impiego

Protezione

Con Dengvaxia è possibile che non si produca una risposta immunitaria protettiva in tutti i vaccinati.

Si consiglia di continuare ad adottare delle misure di protezione personale contro le punture di zanzara

dopo la vaccinazione.

Gruppi di pazienti speciali

Soggetti che non sono stati precedentemente infettati dal virus dengue o per i quali non sono note

queste informazioni

I soggetti che non sono stati precedentemente infettati dal virus dengue o per i quali non sono note

queste informazioni non devono essere vaccinati perché in questi individui è stato osservato un

aumento del rischio di ricovero ospedaliero per dengue e dengue clinicamente grave (prevalentemente

febbre emorragica dengue di grado 1 o 2) durante il follow-up a lungo termine delle sperimentazioni

cliniche (vedere paragrafo 4.8).

In assenza di una documentazione che attesti la pregressa infezione da virus dengue, l'infezione

precedente deve essere confermata da un test sierologico prima della vaccinazione. Per evitare la

vaccinazione di falsi positivi, dovrebbero essere utilizzati solo metodi di analisi con prestazioni

adeguate in termini di specificità e reattività crociata in base all'epidemiologia locale della malattia.

Viaggiatori

Non ci sono dati di sicurezza, immunogenicità o efficacia a supporto della vaccinazione di soggetti che

risiedono in aree non endemiche e che si recano in aree endemiche, pertanto la vaccinazione di questi

individui non è raccomandata.

Epidemie

Dengvaxia non deve essere utilizzato nel contesto di epidemie di dengue in regioni non endemiche.

Altri soggetti

La somministrazione di Dengvaxia deve essere rinviata nei soggetti affetti da malattia febbrile da

moderata a grave o acuta.

La vaccinazione deve essere preceduta da un esame dell’anamnesi del soggetto (con particolare

riferimento a vaccinazioni precedenti e possibili reazioni avverse verificatesi dopo la vaccinazione).

Un trattamento e un controllo medico adeguati devono essere sempre prontamente disponibili nel caso

di una reazione anafilattica conseguente alla somministrazione del vaccino.

Potrebbe manifestarsi una sincope (mancamento) dopo qualsiasi vaccinazione, o perfino prima di essa,

come risposta psicogena all’iniezione con un ago. Devono essere adottate le procedure corrette per

prevenire eventuali lesioni da caduta e per gestire le reazioni sincopali.

Il tappo delle siringhe preriempite contiene derivato del lattice di gomma naturale che può causare

reazioni allergiche a soggetti con sensibilità al lattice,

Le donne in età fertile devono adottare un metodo contraccettivo efficace durante il trattamento e per

almeno un mese dopo ogni dose (vedere paragrafo 4.6).

Dengvaxia non deve essere somministrato per iniezione endovascolare in nessun caso.

Dengvaxia contine fenilalanina e sorbitolo.

Dengvaxia contiene 41 microgrammi di fenilalanina in ogni dose da 0,5 ml. La fenilalanina può essere

dannosa in soggetti affetti da fenilchetonuria (PKU), una rara patologia per la quale la fenilalanina

viene accumulata in quanto l’organismo non può rimuoverla correttamente.

Dengvaxia contiene meno di 1mmol di sodio (23 mg) in ogni dose da 0,5 ml, vale a dire

essenzialmente "privo di sodio".

Dengvaxia contiene 9,38 milligrammi di sorbitolo in ogni dose da 0,5 ml.

Tracciabilità

Al fine di migliorare la tracciabilità dei medicinali biologici, il nome e il numero di lotto del prodotto

somministrato devono essere chiaramente registrati.

4.5

Interazioni con altri medicinali ed altre forme d’interazione

Per i pazienti che ricevono un trattamento con immunoglobuline o prodotti ematici contenenti

immunoglobuline, quali sangue o plasma, si consiglia di attendere che siano trascorse almeno

6 settimane e preferibilmente 3 mesi dalla fine del trattamento prima di somministrare Dengvaxia, al

fine di evitare la neutralizzazione dei virus attenuati contenuti nel vaccino.

Dengvaxia non deve essere somministrato a soggetti che ricevono terapie immunosoppressive quali

chemioterapia o dosi elevate di corticosteroidi sistemici nelle 4 settimane precedenti la vaccinazione

(vedere paragrafo 4.3).

Dato che non sono disponibili dati sulla co-somministrazione del vaccino Dengvaxia con altri vaccini

per la popolazione di età corrispondente o superiore a 9 anni, l’uso concomitante di Dengvaxia con

altri vaccini non è consigliato.

4.6

Fertilità, gravidanza e allattamento

Gravidanza

Gli studi sugli animali non hanno indicato effetti dannosi diretti o indiretti di tossicità

riproduttiva (vedere paragrafo 5.3).

I dati sull’uso di Dengvaxia nelle donne in gravidanza sono limitati. Questi dati non sono

sufficienti a stabilire definitivamente l’assenza di potenziali effetti di Dengvaxia sulla

gravidanza, sullo sviluppo embrio-fetale, sul parto e sullo sviluppo post-natale.

Dengvaxia è un vaccino vivo attenuato ed è pertanto controindicato durante la gravidanza

(vedere paragrafo 4.3).

Le donne in età fertile devono usare misure contraccettive efficaci durante il trattamento e per

almeno un mese dopo ogni dose.

Allattamento

Gli studi sugli animali non hanno indicato effetti dannosi diretti o indiretti sull’allattamento.

L’esperienza sull’escrezione del virus dengue attraverso il latte materno è molto limitata.

Inoltre, considerando che Dengvaxia è un vaccino vivo attenuato e che l’esperienza ottenuta dai

dati postmarketing su Dengvaxia nelle donne in allattamento è molto limitata, il vaccino è

controindicato durante l’allattamento (vedere paragrafo 4.3).

Fertilità

Non sono stati effettuati studi specifici sulla fertilità.

Gli studi sugli animali non indicano alcun effetto nocivo sulla fertilità femminile (vedere

paragrafo 5.3).

4.7

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Dengvaxia altera lievemente la capacità di guidare veicoli e di usare macchinari.

4.8

Effetti indesiderati

Riassunto del profilo di sicurezza

Nei soggetti di età compresa fra 9 e 45 anni, le reazioni riportate con maggior frequenza, a prescindere

dallo stato sierologico relativo alla dengue precedente alla vaccinazione, sono state cefalea (54%),

dolore in sede di iniezione (49%), malessere (44%), mialgia (43%), astenia (34%) e febbre (16%).

Le reazioni avverse si sono manifestate entro i 3 giorni successivi alla vaccinazione, ad eccezione

della febbre, che compare entro i 14 giorni successivi all’iniezione. Le reazioni avverse erano

generalmente di gravità da lieve a moderata e di breve durata (fra 0 e 3 giorni).

Le reazioni avverse sistemiche tendevano a essere meno frequenti dopo la seconda e la terza iniezione

di Dengvaxia rispetto alla prima iniezione.

Reazioni allergiche, comprese le reazioni anafilattiche, sono state segnalate molto raramente.

Complessivamente, le stesse reazioni avverse, ma a frequenze più basse, sono state osservate in

soggetti sieropositivi alla dengue.

Tabella delle reazioni avverse

Le reazioni avverse sono elencate in base alle seguenti categorie di frequenza:

Molto comune: ≥1/10

Comune: ≥1/100, <1/10

Non comune: ≥1/1.000, <1/100

Raro: ≥1/10.000, <1/1.000

Molto raro: (<1/10.000)

Le reazioni avverse raccolte entro i 28 giorni successivi a qualsiasi iniezione somministrata durante

studi clinici a soggetti di età compresa fra 9 e 45 anni, in un sottoinsieme di reattogenicità di

1.306 adulti e 3.067 ragazzi, e le reazioni avverse osservate durante l’uso commerciale sono presentate

nella

Tabella 1

per i ragazzi di età compresa fra 9 e 17 anni e nella

Tabella 2

per gli adulti di età

compresa fra 18 e 45 anni.

Tabella 1: Reazioni indesiderate riscontrate durante studi clinici e segnalate durante l’uso

commerciale in ragazzi (età compresa fra 9 e 17 anni)

Classificazione per sistemi

e organi

Frequenza

Eventi avversi

Infezioni ed infestazioni

Raro

Infezione delle vie respiratorie superiori

Disturbi del sistema

immunitario

Molto raro

Reazioni allergiche comprese le reazioni

anafilattiche*

Patologie del sistema

nervoso

Molto comune

Cefalea

Raro

Capogiri

Patologie respiratorie,

toraciche e mediastiniche

Raro

Dolore orofaringeo

Tosse

Rinorrea

Patologie gastrointestinali

Raro

Nausea

Patologie della cute e del

tessuto sottocutaneo

Non comune

Orticaria

Raro

Eruzione cutanea

Patologie del sistema

muscoloscheletrico e del

tessuto connettivo

Molto comune

Mialgia

Raro

Dolore al collo

Patologie sistemiche e

condizioni relative alla sede

di somministrazione

Molto comune

Dolore in sede di iniezione

Malessere

Astenia

Febbre

Comune

Reazioni in sede di iniezione (eritema,

tumefazione)

Non comune

Reazioni in sede di iniezione (ematoma,

prurito)

Indurimento in sede di iniezione

* Reazioni indesiderate raccolte da segnalazioni spontanee.

Tabella 2: Reazioni indesiderate riscontrate durante studi clinici e segnalate durante l’uso

commerciale in adulti (età compresa fra 18 e 45 anni)

Classificazione per sistemi

e organi

Frequenza

Eventi avversi

Infezioni ed infestazioni

Non comune

Infezione delle vie respiratorie superiori

Rinofaringite

Patologie del sistema

emolinfopoietico

Non comune

Linfoadenopatia

Disturbi del sistema

immunitario

Molto raro

Reazioni allergiche comprese le reazioni

anafilattiche*

Patologie del sistema

nervoso

Molto comune

Cefalea

Non comune

Capogiri

Patologie respiratorie,

toraciche e mediastiniche

Non comune

Dolore orofaringeo

Tosse

Patologie gastrointestinali

Non comune

Nausea

Bocca secca

Patologie della cute e del

tessuto sottocutaneo

Non comune

Eruzione cutanea

Eruzione cutanea generalizzata

Patologie del sistema

muscoloscheletrico e del

tessuto connettivo

Molto comune

Mialgia

Non comune

Dolore al collo

Artralgia

Patologie sistemiche e

condizioni relative alla

sede di somministrazione

Molto comune

Dolore in sede di iniezione

Malessere

Astenia

Comune

Febbre

Reazioni in sede di iniezione (eritema, ematoma,

tumefazione, prurito)

Non comune

Indurimento in sede di iniezione

Calore in sede di iniezione

Brividi

Stanchezza

* Reazioni indesiderate raccolte da segnalazioni spontanee.

c. Febbre dengue con ricovero ospedaliero e/o clinicamente grave nei dati di follow-up sulla sicurezza

a lungo termine

In un’analisi esplorativa condotta su tre studi di efficacia con un follow-up a lungo terminea partire

dalla prima iniezione, è stato osservato un aumento del rischio di ricovero ospedaliero per dengue,

inclusa la dengue clinicamente grave (prevalentemente febbre emorragica dengue di grado 1 o 2

[OMS 1997]) nei vaccinati che non avevano sofferto di infezione da dengue precedente. In un periodo

di 6 anni il rischio di dengue grave è aumentato di 2,41 volte (IC 95%: 0,50; 11,75) in soggetti da 9 a

16 anni vaccinati con Dengvaxia, senza una infezione di dengue pregressa, rispetto a quelli non

vaccinati nella stessa fascia d'età. Nei soggetti di età corrispondente o superiore a 9 anni, si è stimato

che durante un periodo di follow-up di 6 anni, dopo la vaccinazione, avrebbero potuto verificarsi

5 casi di dengue con ricovero ospedaliero o 3 casi di dengue grave aggiuntivi per 1.000 vaccinati senza

infezione da dengue pregressa. Le stime tratte dall’analisi a lungo termine indicano che l’insorgenza di

un maggior rischio avveniva soprattutto nel corso del 3° anno successivo alla prima iniezione.

Le stime descritte sopra per un periodo di 6 anni derivano da dati ottenuti negli studi clinici in paesi

con particolare sieroprevalenza e contesto epidemiologico del virus dengue. Questi numeri non

possono essere applicati ad altre regioni con diverse sieroprevalenze e situazioni epidemiologiche

Questo aumento del rischio non è stato osservato in soggetti che erano già stati infettati dal virus

dengue, fra i quali si è stimato che 16 casi di dengue con ricovero ospedaliero o 4 casi di dengue grave

potessero essere prevenuti ogni 1.000 vaccinati con infezione da dengue pregressa, nell’arco di 6 anni

di follow-up dalla prima iniezione.

Popolazione pediatrica

Dati pediatrici in soggetti di età compresa fra 9 e 17 anni

Nella popolazione pediatrica è stata osservata febbre con frequenza maggiore (molto comune) che

negli adulti (comune).

L’orticaria (non comune) è stata segnalata solo in soggetti di età compresa fra 9 e 17 anni (nessuna

segnalazione negli adulti).

Dati pediatrici in soggetti di età inferiore a 9 anni, ossia al di fuori della fascia di età indicata

Il sottoinsieme di reattogenicità in soggetti di età inferiore a 9 anni include 2.960 soggetti distribuiti

come segue: 1.287 soggetti di età inferiore a 2 anni, 905 soggetti di età compresa fra 2 e 5 anni e

768 soggetti di età compresa fra 6 e 8 anni.

Nei soggetti di età compresa fra 2 e 8 anni, rispetto ai soggetti di età superiore a 9 anni, eritema in sede

di iniezione e tumefazione sono stati segnalati con maggior frequenza (frequenza: molto comune) e

sono stati segnalati ulteriori eventi avversi (frequenza: non comune): emorragia in sede di iniezione,

appetito ridotto e vomito.

Nei soggetti di età compresa fra 2 e 8 anni, non infettati precedentemente dalla dengue, i dati di

follow-up di sicurezza a lungo termine hanno dimostrato un aumento del rischio di malattia da dengue

con necessità di ricovero ospedaliero, inclusa la dengue clinicamente grave, nei vaccinati rispetto ai

non vaccinati.

Nei soggetti di età inferiore a 2 anni, le reazioni avverse riportate con la massima frequenza dopo

un’iniezione di Dengvaxia sono state febbre, irritabilità, perdita dell’appetito, pianto anomalo e

dolorabilità in sede di iniezione.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale

è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del

medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il

sistema nazionale di segnalazione riportato nell’allegato V.

4.9

Sovradosaggio

Non sono stati segnalati casi di sovradosaggio.

5.

PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

5.1

Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: vaccini, vaccini virali, codice ATC: J07BX/non ancora assegnato

Meccanismo d’azione

Dengvaxia contiene virus vivi attenuati. Dopo la somministrazione, i virus si replicano a livello locale

e sollecitano gli anticorpi neutralizzanti e le risposte immunitarie cellulo-mediate contro i quattro

sierotipi del virus dengue (vedere dati dettagliati di seguito nel sottoparagrafo3 sull’immunogenicità).

Efficacia clinica

L’efficacia clinica di Dengvaxia è stata valutata in 3 studi: uno studio di efficacia di fase IIb di

supporto (CYD23) in Thailandia e 2 studi centrali di efficacia di fase III su vasta scala, CYD14 in

Asia (Indonesia, Malesia, Filippine, Thailandia, Vietnam) e CYD15 in America Latina (Brasile,

Colombia, Honduras, Messico, Porto Rico).

Negli studi sulla dengue, il gruppo di controllo è stato definito come soggetti che avevano ricevuto

almeno un’iniezione di placebo o di vaccino comparatore.

Nello studio di fase IIb, un totale di 4.002 soggetti di età compresa fra 4 e 11 anni è stato randomizzato

a ricevere Dengvaxia o un controllo, indipendentemente dalla precedente infezione da dengue.

L’efficacia nei soggetti di età compresa fra 9 e 11 anni è stata valutata in 1.554 soggetti (1.032 nel

gruppo del vaccino e 522 nel gruppo di controllo).

Nei due studi centrali di fase III (CYD14 e CYD15), un totale di circa 31.000 soggetti di età compresa

fra 2 e 16 anni è stato randomizzato a ricevere Dengvaxia o il placebo, indipendentemente dalla

precedente infezione da dengue. L’efficacia nei soggetti di età corrispondente o superiore a 9 anni è

stata valutata in 17.230 soggetti che hanno ricevuto Dengvaxia (3.316 soggetti in CYD14 e 13.914 in

CYD15) e 8.596 soggetti che hanno ricevuto il placebo (1.656 in CYD14 e 6.940 in CYD15).

All’inizio delle sperimentazioni CYD14 e CYD15, la sieroprevalenza della dengue nella popolazione

complessiva presso i centri di sperimentazione era compresa fra il 52,8% e l’81,1% in CYD14

(Asia-Pacifico) e fra il 55,7% e il 92,7% in CYD15 (America Latina).

L’efficacia è stata valutata durante una fase attiva di 25 mesi, durante i quali la sorveglianza è stata

progettata per ottimizzare il rilevamento di tutti i casi di dengue virologicamente confermata

virologically-confirmed dengue

, VCD) sintomatica a prescindere dalla gravità. Il rilevamento attivo

dei casi di dengue sintomatica è iniziato il giorno della prima iniezione ed è continuato finché ogni

soggetto non era stato seguito per almeno 13 mesi dopo la terza iniezione. Questa fase include pertanto

il periodo di osservazione relativo all’endpoint primario a partire da 28 giorni dopo la terza iniezione

fino alla fine della fase attiva.

Per l’endpoint primario, l’incidenza di casi di VCD sintomatica durante il periodo di 12 mesi a

decorrere dal 28° giorno dopo la terza iniezione è stata confrontata con il gruppo di controllo.

Le analisi esplorative relative all’efficacia del vaccino sulla base dello stato sierologico di dengue,

misurato mediante il test di neutralizzazione della riduzione di placca (PRNT50)al basale (prima della

prima iniezione), sono state effettuate nel sottoinsieme di immunogenicità di 2.000 soggetti ciascuno

in CYD14 e CYD15 e di 300 soggetti in CYD23.In questo sottoinsieme, all’interno dei 2930 soggetti

di età compresa fra 9 e 16 anni, che erano sieropositivi alla dengue al basale (circa l’80%), 1974 hanno

ricevuto il vaccino (901 soggetti in CYD14 e 1073 in CYD15) e 956 soggetti hanno ricevuto placebo

(444 in CYD14 e 512 in CYD15)

2.1.

Dati di efficacia clinica per i soggetti di età compresa fra 9 e 16 anni nelle aree endemiche,

qualsiasi stato sierologico al basale.

I risultati di efficacia del vaccino (

Vaccine Efficacy,

VE) in base all’endpoint primario (casi di VCD

sintomatica verificatisi nel periodo di 12 mesi a decorrere dal 28° giorno dopo la terza iniezione) nei

soggetti di età compresa fra 9 e 16 anni (qualsiasi stato sierologico al basale)sono riportati nella

Tabella 3

per gli studi CYD14, CYD15 e CYD23.

Tabella 3: VE contro i casi di VCD sintomatica nel periodo di 12 mesi a decorrere dal 28° giorno

dopo la terza iniezione dovuti a uno qualsiasi dei 4 sierotipi nei soggetti di età compresa fra 9 e

16 anni,qualsiasi stato sierologico al basale.

CYD14

CYD15

CYD23

Aggregati

CYD14+CYD15

Aggregati*

CYD14+CYD15+CYD23

Gruppo

vaccino

Gruppo di

controllo

Gruppo del

vaccino

Gruppo di

controllo

Gruppo

vaccino

Gruppo di

controllo

Gruppo

vaccino

Gruppo di

controllo

Gruppo del

vaccino

Gruppo di

controllo

Casi/

anni-

persona

3.199

55/1.585

185/

12.458

236/

6.157

1.033

10/514

219/

15.657

291/

7742

225/

16.690

301/

8.256

30 Churchill Place

Canary Wharf

London E14 5EU

United Kingdom

An agency of the European Union

Telephone

+44 (0)20 3660 6000

Facsimile

+44 (0)20 3660 5555

Send a question via our website

www.ema.europa.eu/contact

© European Medicines Agency, 2018. Reproduction is authorised provided the source is acknowledged.

EMA/739699/2018

EMEA/H/C/004171

Dengvaxia (vaccino tetravalente per la dengue [vivo,

attenuato])

Sintesi di Dengvaxia e perché è autorizzato nell’Unione europea (UE)

Cos’è Dengvaxia e per cosa si usa?

Dengvaxia è un vaccino utilizzato come ausilio alla protezione nei confronti della malattia di dengue.

La malattia di dengue è una malattia tropicale veicolata da zanzare e provocata dal virus dengue che,

nella maggior parte dei soggetti colpiti, dà luogo a lievi sintomi simil-influenzali. Tuttavia, un numero

ridotto di pazienti sviluppa una forma grave della malattia, caratterizzata da danni agli organi e

sanguinamento potenzialmente letale. Il rischio di contrarre la malattia in forma grave è maggiore nei

soggetti colpiti da una seconda infezione.

Il virus dengue esiste in diverse varietà (note come sierotipi); Dengvaxia conferisce protezione nei

confronti dei sierotipi 1, 2, 3 e 4.

Dengvaxia può essere somministrato esclusivamente a soggetti di età compresa tra 9 e 45 anni

precedentemente infettati dal virus dengue e che risiedono in aree in cui l’infezione è endemica, ossia

aree in cui la malattia si presenta con regolarità per l’intero corso dell’anno.

Dengvaxia contiene virus attenuati (indeboliti) della febbre gialla, che sono stati manipolati in modo da

contenere proteine del virus dengue.

Come si usa Dengvaxia?

Dengvaxia deve essere somministrato esclusivamente a soggetti che siano risultati positivi al test per

la pregressa infezione da virus dengue. Il vaccino è somministrato in 3 dosi, a distanza di 6 mesi l’una

dall’altra. L’iniezione viene effettuata sotto la pelle, di preferenza nella parte superiore del braccio.

Dengvaxia può essere ottenuto soltanto con prescrizione medica e deve essere utilizzato in accordo

con le raccomandazioni ufficiali. Per maggiori informazioni sull’uso di Dengvaxia, vedere il foglio

illustrativo o contattare il medico o il farmacista.

Dengvaxia (vaccino tetravalente per la dengue [vivo, attenuato])

EMA/739699/2018

Pagina 2/3

Come agisce Dengvaxia?

I vaccini agiscono “insegnando” al sistema immunitario (ossia alle difese naturali dell’organismo) a

difendere l’organismo da una malattia. Dengvaxia contiene virus indeboliti che non provocano la

malattia. Quando un soggetto viene vaccinato, il sistema immunitario riconosce come “estranee” le

proteine del virus dengue presenti nei virus indeboliti, producendo quindi gli anticorpi contro tali

proteine. Se in futuro il soggetto entra nuovamente in contatto con il virus dengue, gli anticorpi così

prodotti, insieme ad altri componenti del sistema immunitario, sono in grado di distruggere il virus,

contribuendo a conferire protezione nei confronti della malattia.

Quali benefici di Dengvaxia sono stati evidenziati negli studi?

Tre studi condotti in Asia e America latina hanno interessato oltre 35 000 bambini e ragazzi di età

compresa tra 2 e 16 anni. Gli studi hanno coinvolto soggetti con e senza infezione pregressa da virus

dengue. Ai soggetti sono state praticate 3 iniezioni di Dengvaxia oppure 3 iniezioni di placebo (un

vaccino fittizio) a distanza di 6 mesi l’una dall’altra. I casi di malattia di dengue sono stati registrati per

un anno dalla data dell’ultima iniezione.

Nel complesso, tra i bambini e ragazzi di età compresa tra 9 e 16 anni con infezione pregressa da

dengue, è stato registrato circa il 79 % di casi di malattia di dengue in meno nel caso dei soggetti

vaccinati con 3 dosi di Dengvaxia rispetto a quelli riceventi il placebo. I dati disponibili non sono

sufficienti per confermare l’efficacia del vaccino negli individui con infezione pregressa da virus dengue

e di età inferiore a 9 anni.

Tuttavia, tra i bambini e ragazzi di età compresa tra 9 e 16 anni senza infezione pregressa da dengue,

il rischio di contrarre la malattia di dengue in forma grave in caso di successiva infezione con il virus è

risultato più elevato nei soggetti vaccinati rispetto ai riceventi placebo (secondo le stime si contano 2

casi in più nell’arco di 5 anni ogni 1 000 soggetti vaccinati).

Ulteriori studi hanno dimostrato che il vaccino è efficace anche nei soggetti di età compresa tra 16 e 45

anni.

Quali sono i rischi associati a Dengvaxia?

Gli effetti indesiderati più comuni di Dengvaxia (che possono riguardare più di 1 persona su 10) sono

cefalea, dolore in sede di iniezione, malessere, dolore muscolare, debolezza e febbre. Le reazioni

allergiche, che possono essere gravi, sono un effetto indesiderato molto raro di Dengvaxia.

Dengvaxia non deve essere somministrato a soggetti con sistema immunitario indebolito, inclusi coloro

il cui sistema immunitario risulti indebolito in seguito a infezione da HIV o dall’uso di medicinali quali

antitumorali o dosi elevate di corticosteroidi. Dengvaxia, inoltre, non deve essere somministrato a

donne in stato di gravidanza o che allattano al seno.

Per l’elenco completo delle limitazioni e degli effetti indesiderati rilevati con Dengvaxia, vedere il foglio

illustrativo.

Perché Dengvaxia è autorizzato nell’UE?

Dengvaxia è efficace nel ridurre il numero di casi di malattia di dengue in soggetti di età compresa tra

9 e 45 anni con infezione pregressa. Tuttavia, i soggetti senza infezione pregressa da dengue possono

essere esposti a un maggior rischio di contrarre la malattia in forma grave qualora siano infettati dal

virus dopo la vaccinazione con Dengvaxia. Pertanto, il vaccino deve essere somministrato

esclusivamente a soggetti con infezione pregressa da dengue confermata da esami di laboratorio.

Dengvaxia (vaccino tetravalente per la dengue [vivo, attenuato])

EMA/739699/2018

Pagina 3/3

Non esiste alcun altro vaccino per la malattia di dengue, né alcun trattamento specifico. Gli effetti

indesiderati di Dengvaxia sono in genere lievi o moderati e non si protraggono per più di tre giorni.

Pertanto, l’Agenzia europea per i medicinali ha deciso che i benefici di Dengvaxia sono superiori ai

rischi e perciò può essere autorizzato per l’uso nell’UE nelle aree in cui la malattia di dengue è

endemica.

Quali sono le misure prese per garantire l’uso sicuro ed efficace di

Dengvaxia?

La ditta che commercializza Dengvaxia fornirà agli operatori sanitari materiale informativo contenente

indicazioni sull’uso di Dengvaxia, inclusa la necessità di eseguire un test per confermare la pregressa

infezione da dengue e come individuare la malattia di dengue in fase iniziale.

Le raccomandazioni e le precauzioni che gli operatori sanitari e i pazienti devono osservare affinché

Dengvaxia sia usato in modo sicuro ed efficace sono state riportate anche nel riassunto delle

caratteristiche del prodotto e nel foglio illustrativo.

Come per tutti i medicinali, i dati sull’uso di Dengvaxia sono costantemente monitorati. Gli effetti

indesiderati riportati con Dengvaxia sono valutati attentamente e qualsiasi azione necessaria alla

salvaguardia dei pazienti è intrapresa.

Altre informazioni su Dengvaxia

Ulteriori informazioni su Dengvaxia sono disponibili sul sito web dell’Agenzia:

ema.europa.eu/medicines/human/EPAR/Dengvaxia

Aðrar vörur

search_alerts

share_this_information