SOLUZIONE BASE PER FELMAR

Italie - italien - Ecolab

Achète-le

Disponible depuis:
ECOLAB DEUTSCHLAND GMBH
Numéro d'autorisation:
115274E

esoform

Soluzione base per

aerosolizzatore Felmar

SCHEDA DI SICUREZZA

Rev. 04 del 15.07.2010

pag 1 di 2

1.

identificazione del preparato e della società

DS069:

SOLUZIONE BASE PER AEROSOLIZZATORI FELMAR

USO: Soluzione per aerosolizzatori ambientali

FABBRICANTE: ESOFORM S.p.A., V.LE DEL LAVORO, 10 - 45100 ROVIGO

Tel. 0425/474747 E-mail: fabiomagnani@esoform.it

DISTRIBUTORE: MEDICAL JET, VIA AQUILEIA, 96 - 34076 ROMANS D’ISONZO (GO)

Tel. 0481/909286

TELEFONO DI EMERGENZA: Centro Antiveleni-Ospedale di Niguarda (MI) 02/66101029

2.

identificazione dei pericoli

Il prodotto non è stato testato come unica sostanza. Ha l’obbligo di classificazione in base al metodo di calcolo della “direttiva

generale della Comunità sulla classificazione dei preparati” in vigore (Vedi punto 15).

Indicazione di pericolo non necessaria.

3.

composizione e informazioni sugli ingredienti

3.1 Sostanze pericolose

Nessuna.

3.2 Sostanze presenti ad una concentrazione inferiore alla soglia minima di pericolo

Ingrediente

% p/p

N° CAS/N° EINECS

Simbolo

Frasi di rischio

Kathon CG

0,15

C

R34-R43-R52/53

Imidazolidinylurea

0,10

39236-46-9/254-372-6

Xi

R36/37/38

EDTA disodico

0,05

60-00-4

Xi

R36

4.

interventi di primo soccorso

OCCHI: lavare abbondantemente con acqua per qualche minuto tenendo le palpebre aperte.

Interpellare un medico, se necessario. CUTE: nessuna INGESTIONE: sciacquare la bocca senza

deglutire; consultare un medico. INALAZIONE: portare all’aria aperta, in caso di necessità.

5.

misure antincendio

MEZZI DI ESTINZIONE: Utilizzare schiuma, acqua, acqua nebulizzata, CO

, polvere.

MISURE DI PROTEZIONE IN CASO DI INCENDIO: l’autorespiratore e gli indumenti protettivi dovrebbero

essere disponibili per gli addetti all’estinzione degli incendi.

MEZZI DI ESTINZIONE DA EVITARE: dati non disponibili.

SPECIALI PROCEDURE ANTINCENDIO: dati non disponibili.

PERICOLI DERIVANTI DAI PRODOTTI DI COMBUSTIONE E DI DECOMPOSIZIONE: la combustione

libera ossido di carbonio, anidride carbonica e vapori tossici di NOx e N

RISCHI DI ESPLOSIONE: nessuno.

6.

misure in caso di rilascio accidentale

METODI DI BONIFICA E PRECAUZIONI AMBIENTALI: piccoli versamenti possono essere allontanati

con abbondante acqua; in caso di estesi spandimenti raccogliere con mezzi assorbenti e smaltire

appropriatamente; lavare i residui con abbondante acqua. PRECAUZIONI PER LE PERSONE: vedi

punto 8.

7.

manipolazione e immagazzinamento

MISURE TECNICHE: nessuna in particolare

IMMAGAZZINAMENTO: contenitori ben chiusi, al fresco e all'asciutto. Evitare le alte temperature.

8.

controllo dell’esposizione/protezione individuale

VALORI LIMITE PER L’ESPOSIZIONE: non applicabile

CONTROLLO DELL’ESPOSIZIONE: Occhi: nessuno. Cute: nessuno. Mani: nessuno. Vie respiratorie:

nessuno.

9.

proprietà fisiche e chimiche

ASPETTO: liquido leggermente opalescente. COLORE: incolore. ODORE: inodore.

10. stabilità e reattività

A livello delle attuali conoscenze nessun problema particolare di stabilità, in condizioni normali.

Materiali da evitare: nessuno noto se utilizzato secondo la norma.

Condizioni da evitare: dati non disponibili.

esoform

Soluzione base per

aerosolizzatore Felmar

SCHEDA DI SICUREZZA

Rev. 04 del 15.07.2010

pag 2 di 2

11. informazioni tossicologiche

Non sono disponibili informazioni tossicologiche sperimentali sul preparato in quanto tale. Le informazioni fornite si

riferiscono ai componenti pericolosi.

EFFETTI TOSSICOLOGICI: Contatto con gli occhi: possibili irritazioni. Contatto con la cute: nessun

effetto. Inalazione: nessun effetto. Ingestione: l'ingestione accidentale può provocare nausea e vomito,

dolori all’addome, mal di testa, difficoltà respiratoria per ingestione di elevate quantità. Esposizione

continuata: dati non disponibili.

12. informazioni ecologiche

Non sono disponibili informazioni ecologiche sperimentali sul preparato in quanto tale. Le informazioni fornite si riferiscono ai

componenti pericolosi.

ECOTOSSICITÀ:

sono

noti

effetti

ecotossicologi

prodotto.

PERSISTENZA

DEGRADABILITÀ: utilizzare secondo le buone pratiche lavorative evitando di disperdere il prodotto

nell'ambiente. POTENZIALE DI BIOACCUMULO: dati non disponibili.

13. considerazioni sullo smaltimento

PRODOTTO/SOLUZIONI

ESAUSTE:

come

previsto

dalla

vigente

normativa

materia.

IMBALLAGGIO: come previsto dalla vigente normativa in materia. ALTRE INFORMAZIONI: operare

secondo le vigenti disposizioni nazionali e locali.

14. informazioni sul trasporto

Il prodotto, per le sue caratteristiche, non rientra fra quelli cui si applica la normativa ADR, in quanto

merce non pericolosa per il trasporto su strada. Attenersi alle norme stabilite da RID per il trasporto

ferroviario, IMDG per quello via mare, ICAO/IATA per quello aereo.

15. informazioni sulla regolamentazione

L’etichetta, secondo la vigente normativa, non è obbligata a riportare alcun simbolo di pericolo :

16. altre informazioni

Le fonti utilizzate per la compilazione della presente scheda sono costituite da letteratura, dati

provenienti dai fornitori di materia prima, normativa in vigore in merito alle sostanze e ai preparati

pericolosi; si consiglia di prendere visione della scheda tecnica del prodotto o di contattare la ditta per

qualsiasi ulteriore informazione.

Le informazioni, contenute in questa scheda di sicurezza, si basano sulle nostre attuali conoscenze e

sono

fornite

in

conformità

alle

prescrizioni

del

Regolamento

CE

1907/2006

del

18/12/2006

(REACH).

È

sempre

compito

e

responsabilità

dell’utilizzatore

conformarsi

alle

norme

d’igiene,

sicurezza e protezione dell’ambiente previste dalla vigente normativa. Le informazioni contenute nella

presente scheda si riferiscono al prodotto nello stato e nelle condizioni in cui è fornito;lo descrivono

tenendo conto delle sue caratteristiche in relazione ai requisiti di sicurezza.

Prima emissione

Rev

Del

Motivo della revisione

16.06.1997

15.07.2010

Aggiornamento formato, cambio di formulazione, scambio dei punti 2 e 3 con inserimento e-mail,

secondo quanto previsto dal regolamento REACH

Rechercher des alertes liées à ce produit

Afficher l'historique des documents

Partagez cette information